Curriculum Vitae Europeo, Modello Online Compilazione e Download

Un formato standard di presentazione della propria persona e delle proprie competenze a fronte di un posto di lavoro. Questo è il Curriculum Vitae europeo. Nei primi anni 2000 questo modello nasce per uniformare lo stile estetico e pratico, rendendo la sua compilazione più semplice e intuitiva. Oggi viene richiesto in vari campi ma, come ogni altro Curriculum, ha i suoi punti di forza ed i suoi punti di debolezza.
Di seguito troverete i link per fare il download del modello di questo CV, le istruzioni per compilarlo ed alcuni trucchi per trovare più facilmente un lavoro.

DOWNLOAD CV EUROPEO

Per il Download del Curriculum Vitae Completo QUI >>> ecv_template_it 

Una volta che lo avrete scaricato lo dovrete stampare e compilare.

E’ piuttosto complesso, di seguito, Vi spieghiamo come compilarlo.

Come compilare il Curriculum Vitae Europeo: struttura e campi

Creato nei primi anni 2000 dal Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale (CEDEFOP) per semplificare la selezione di personale in tutta Europa, il CV europeo così come la sua versione più recente Europass è facilmente compilabile e scaricabile direttamente online anche da Nostro sito ( vedi link più in alto) . Questa forma di presentazione professionale è strutturata per la scrittura di informazioni in ordine di priorità. Nulla è casuale, bensì ogni elemento ha un ordine preciso:

  • Fotografia
  • Informazioni personali
  • Esperienze lavorative
  • Istruzione e formazione
  • Capacità e competenze personali
  • Informazioni aggiuntive e allegati vari
  • Consenso al trattamento dei dati personali

Fotografia

La fotografia non va allegata al termine del CV bensì deve essere inserita in vista nella prima pagina. A propria discrezione, il candidato può inserirla in alto a sinistra subito sotto la dicitura Formato Europeo per il Curriculum Vitae o il logo Europass, oppure in alto a destra, così da non ostacolare i contenuti e la loro lettura.

Da ricordare inoltre che la fotografia serve a dare identità al CV, associandolo alla persona che in effetti si presenterà. Proprio per questo è opportuno utilizzarne una consona alla posizione per cui ci si candida. Ovviamente ogni lavoro richiede un proprio stile e dress code, ma la fotografia ideale è quella in formato tessera, senza ombreggiature posteriori, con un abbigliamento informale ed un’espressione spontanea.

Modello Curriculum Vitae Europeo, Compilazione e Download per Trovare Lavoro

Informazioni personali

Dopo la fotografia, la fase preliminare della compilazione riguarda l’inserimento delle proprie informazioni personali:

  • Nome e cognome
  • Indirizzo
  • Telefono
  • Cellulare
  • E-mail
  • Messaggistica online e recapiti social (se presenti)
  • Sito web (se presente)
  • Nazionalità
  • Luogo e data di nascita

In merito ai numeri di telefono, è opportuno inserire quelli a cui si può fare maggiore riferimento, ad esempio quello di un proprio ufficio nel caso del fisso. E’ sempre consigliato inoltre usare un indirizzo credibile come nome.cognome@provider.it. Il candidato può inserire, a sua discrezione, eventuali recapiti social o il proprio sito.

Esperienze lavorative

La base di questa sezione presenta informazioni personalizzabili per ogni esperienza, utilizzando la stessa struttura:

  • Data (da gg/mm/aaaa – a gg/mm/aaaa)
  • Nome e indirizzo della società
  • Tipo di azienda e settore
  • Tipo di impiego
  • Principali mansioni e responsabilità

Occorre copiare questa sezione per ogni esperienza lavorativa, mostrandole in ordine cronologico dalla più recente alla più datata. In merito alla descrizione, è sempre opportuno parlare in modo personale, semplice e scorrevole. Qualora non si abbiano esperienze, si può rimuovere questa sezione.

Istruzione e formazione

Come per la sezione precedente, anche qui è presente una struttura da copiare per ogni esperienza:

  • Data (da gg/mm/aaaa – a gg/mm/aaaa)
  • Titolo della qualifica rilasciata
  • Principali materie e abilità professionali progetto di studio
  • Parole chiave
  • Nome e tipo di organizzazione erogatrice dell’istruzione e formazione
  • Livello della classificazione nazionale

Qui si possono inserire esperienze scolastiche, formative, universitarie o di dottorati o master. Le parole chiave servono per rendere sin da subito l’idea del proprio percorso di studi.

Capacità e competenze personali

Tale sezione è dedicata a competenze personali trasversali. Particolare visibilità hanno soft skills, doti relazionali, organizzative e artistiche e lingue straniere. Unica sezione personalizzabile del CV Europeo, contiene comunque una struttura fissa:

  • Lingua madre
  • Lingue straniere (seguendo il quadro europeo di riferimento delle lingue)
    • Comprensione – ascolto/lettura
    • Parlato – interazione/orale
    • Scritto
  • Competenze comunicative
  • Competenze organizzative e gestionali
  • Competenze digitali
    • Elaborazione informazioni
    • Comunicazione
    • Creazione contenuti
    • Sicurezza
    • Risoluzione problemi
  • Altre competenze
  • Patente di guida

Tutti i campi, oltre alla compilazione a tabella, presentano degli elementi descrittivi in cui si possono evidenziare in modo più approfondito le proprie competenze. In base alle evenienze, si possono aggiungere altri campi (es. lavoro in gruppo, meriti sportivi ecc.).

Informazioni aggiuntive e allegati vari

In questa ultima sezione si può inserire qualsiasi informazione si ritenga importante al fine di essere assunti. Si possono inoltre inserire allegati o documenti rilevanti, come eventuali diplomi o certificazioni.

Consenso al trattamento dei dati personali

Al termine del CV è di fondamentale importanza esplicitare il proprio consenso al trattamento dei dati personali. Tuttavia, questo varia dopo l’approvazione del Regolamento Generale sulla Protezione Dati (GDPR) del 2018.

Al fine di regolamentare questo passaggio è necessario utilizzare la seguente dicitura: Autorizzo il trattamento dei miei dati personali contenuti nel CV ai sensi del Dec. Leg. 30/06/2003, n. 196 e art. 13 GDPR 679/16 .

Punti di forza e di debolezza del Curriculum Europeo

A conti fatti, nonostante il suo aspetto pratico e performante, il CV europeo presenta punti di forza così come di debolezza: se da un lato tende a uniformare e standardizzare i candidati, rendendo più facile la consultazione dei profili, dall’altra parte rende la loro presentazione particolarmente lunga.

Descrittivo, performante ed esteticamente chiaro, è però poco personalizzabile e solo 2/3 della pagina sono a disposizione della compilazione. Proprio per questo porta ad un notevole allungamento dei contenuti.

In ogni caso, i suoi connotati portano ad esiti diversi in base alla tipologia di lavoro per cui è presentato: può essere infatti sconsigliato per ambienti creativi in cui la differenziazione è la priorità, presentandosi sterile e privo di spessore, mentre può rappresentare un punto a favore qualora si presenti in una grande realtà aziendale o un servizio pubblico, in cui la priorità è invece la standardizzazione e l’uniformità dei dipendenti.

Sebbene sia largamente utilizzato anche fuori dall’Italia, non significa in effetti che sia il CV adatto a tutte le esigenze. Si può quindi concludere dicendo che la scelta del formato europeo, così come quella delle esperienze da inserirvi all’interno, è sempre da valutare attentamente a seconda della figura professionale per cui si effettua una candidatura.

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *