Come Inventarsi un Nuovo Lavoro – Idee Per Crearsi un Lavoro

I tempi odierni impongono alcune riflessioni su come riuscire a reinventarsi, lavorativamente, considerato che la crisi economica stenta ad abbandonare la realtà quotidiana.

Inventarsi un nuovo lavoro è abbastanza difficile, anche se non impossibile. Sarà necessario far uso del proprio coraggio, inventiva, forza d’ animo, e passione partendo da zero verso un possibile, e nuovo, futuro nel mondo del lavoro.

Inventarsi un nuovo lavoro partendo da zero

Crisi lavorativa, o volontà di ripartire daccapo, magari lavorando da casa sono fattori che possono spingerci ad inventarci un nuovo lavoro. Viviamo tempi difficili, ed oltre la necessità di dover guadagnare per vivere dignitosamente, va anche considerata la soddisfazione, o realizzazione personale. Di solito, questa scelta, viene presa attorno ai 40, o 50 anni, quando l’ insoddisfazione, la necessità, o i bisogni di famiglia impongono delle riflessioni forzate, ma anche i giovani non sono esenti da tale decisione di partire con le proprie forze nel mondo del lavoro.

Quali i punti di partenza?

Per cimentarsi, con successo, verso un nuovo futuro professionale, sono necessarie valutazioni e riflessioni, lo si ribadisce anche a costo di ripetersi.

Sicuramente porsi il quesito di cosa sappiamo fare, e di come spenderlo lavorativamente, è un buon punto di riflessione. È possibile che nel nostro passato lavorativo abbiamo maturato delle competenze che si possono, ancora, spendere lavorativamente. Il termine start-up, ben noto, trova nel sapere professionale un valido punto di partenza.

La cura, poi, dei contatti e relazioni professionali possono darci validi agganci per far decollare il progetto che abbiamo in mente, magari andando a coinvolgere persone che condividono i nostri interessi e passioni.

Cosa ci piace fare, o meglio quali sono le nostre passioni che possono essere spese economicamente? Avere le idee chiare è sicuramente utile: imprenditore agricolo, scrittore, musicista, e molto altro. Sapere esprimersi personalmente, unendo passione e lavoro, è utile, e buon punto di partenza.

Avere, poi, presente le tendenze del mercato, e di come le nostre passioni e competenze possono essere spese, è necessario per sopravvivere, e svilupparsi economicamente nel tempo.

Come Inventarsi un Nuovo Lavoro

Il piano di partenza

Dopo le considerazioni sopra richiamate, ed aver chiarito in noi i punti richiamati, è necessario progettare, o stendere un piano di lavoro per il prodotto, o servizio che pensiamo di offrire al mercato.

fÈ utile stendere un documento noto come Business Plan, od almeno un documento che descriva l’ idea, la fattibilità, le modalità di penetrazione nel mercato, e gli obiettivi primari per poi svilupparli nel tempo.

Nel documento descrittivo di partenza andremo a definire cosa pensiamo, e possiamo offrire al mercato. Un prodotto, un servizio, che rispecchi le nostre passioni e competenze, e di chi ci accompagnerà nel progetto lavorativo. Rendersi riconoscibile, essere innovativi, stupire il mercato sono gli elementi che permettono di essere vincenti nel tempo, facendo in modo che il reinventarsi sia operazione di successo.

Da chiarire, come già richiamato, è se il progetto lavorativo coinvolgerà solo noi, o soci, amici, conoscenti che possono integrare e rafforzare le nostre passioni e competenze.

Business Plan, o meno, è necessario essere convinti, entusiasti, e comunicare al mercato il proprio entusiasmo nel nuovo progetto, cercando di pensare, e creare nuove strategie operative. Sicuramente, la concorrenza andrà, per lo meno, studiata e valutata. Potrà essere necessario rafforzare le nostre competenze che intendiamo spendere, con corsi di aggiornamento, o corsi per acquisire il nuovo che il mercato richiede.

Passione, competenza, creatività e realismo sono buoni fattori da inserire nel nostro progetto.

Organizzare, poi, l’ avvio del progetto richiede, magari, la consulenza di un professionista che possa supportare, almeno, la fase di avvio. Coraggio e positività completano il quadro delle valutazioni da farsi.

Idee per crearsi un lavoro

Come già detto sopra, capire il progetto e gli obietti è il cuore per potersi reinventare.

Ma, concretamente, cosa chiede il mercato? Dove possiamo trovare opportunità di esprimere lavorativamente le nostre competenze ed aspirazioni, magari a 50 anni?

Il mondo di internet offre opportunità infinite per poter trovare settori di reinserimento, alcune redditizie, altre, invece che lo sono molto poco, e che richiedono troppo tempo per trarne una gratificazione.

Traduzioni, scrivere, creare app o software, sono valide opportunità di lavoro nella nuova economia, ma che al momento, trovano forte concorrenza, e soprattutto richiedono una forte preparazione, con guadagni limitati, almeno nella fase iniziale.

Da internet, conosciamo tutti Youtube. Pensare di poter diventare un Youtuber è una passione che richiede forti competenze, e soprattutto preparazione per non fare fallire il progetto. Parimenti il discorso vale per lavori radio web, o come molti propongono del network marketing (economia dell’ affiliazione commerciale).

Abbiamo sopra citato come il reinventarsi, specie ad una certa età, deve tendere a soddisfare economicamente, od almeno permetterci di vivere dignitosamente. Il lavoro che andremo a fare non può essere un hobby, anche se da tale base può partire.

Da non dimenticare, poi, come il lavoro che intraprenderemo, è un lavoro, e che lo Stato italiano chiede, come per tutti, che vengano pagate le tasse. Avere un’ idea del regime fiscale che dovremo assumere (libero professionista, imprenditore, necessità di aprire partita Iva), è utile per noi, e per il successo del progetto che vogliamo realizzare.

In concreto cosa vuole il mercato al momento, cosa chiede, dove c’è posto per inserirsi?

La risposta, pur scartando alcune scelte, va trovata nel mondo del web, ed in tale ambito cerchiamo di capire le tendenze del mercato.

Curiosando un poco, si rileva come vi sono opportunità sia per realizzarsi come imprenditori singoli, sia con una vera attività commerciale online.

Imprenditori, ad esempio, dai molti casi presenti su internet, troviamo esperienze di traders, o investitori professionali, ora divenuti veri professionisti, che hanno saputo trasformare una propria passione in lavoro. Si tratta di un lavoro, e non quindi di un’ occasione di guadagno saltuario: preparazione e serietà sono alla base.

La nuova economia richiede molti imprenditori disponibili ad offrire servizi alle imprese. Passiamo dai servizi di logistica, grafica, stampa, trasporto documenti etc. Molti sono i marchi e le opportunità che la rete può offrire come offerta lavorativa.

Mondo del collezionismo, arte, antiquariato, oggettistica, sono alcuni settori molto chiacchierati e presenti su internet, Sono necessarie persone preparate, e competenti sia dal punto di vista tecnico, sia commerciale. È molto frequente che una passione, ad esempio, il collezionismo possa diventare un’ attività imprenditoriale che si sviluppa su internet e che riesca ad appagare le nostre aspirazioni.

La realtà molto chiacchierata, a torto, o ragione, dell’ immigrazione può offrire valide opportunità per reinventarci lavorativamente. Molti sono i servizi che possono essere offerti ai migranti: assistenza lavorativa, consulenza legale, preparazione documentazione, assistenza fiscale e molto altro. In internet molti sono i marchi, cui è possibile affiliarci, per aprire un’ agenzia operativa in tal settore.

Altri settori molti richiesti sono, nonostante la crisi, quelli fitness, cura del corpo etc. Qui parliamo di attività che possono spaziare dall’ estetista, al fitness, al benessere, al massaggio, e molto altro. Sembrerà strano ma la crisi non scalfisce il numero, crescente, di persone che pensa alla cura del corpo.

Agricoltura, green economy, riciclo dei rifiuti in un’ ottica di sostenibilità.

Parliamo di settori dove serve passione, competenza, impegno e formazione, ma dalle quali si possono trarre valide opportunità per inventarsi nuove, e realistiche, opportunità di lavoro.

Economia Italia è un sito che si occupa di economia, finanza, tasse e pensioni dal 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *