PEC Gratuita Posta Elettronica Certificata Migliore: Poste, Aruba

Un sistema innovativo e alla portata di tutti, che permette di inviare messaggi di posta elettronica con lo stesso valore legale di una raccomandata. E’ questa la PEC, acronimo di Posta Elettronica Certificata, cioè una email certificata che permette uno scambio ufficiale di mail e documenti importanti tra istituzioni, aziende e privati. Dal 2013 per le aziende la PEC diventa obbligatoria. Essa ha un costo, solitamente irrisorio, ma per un periodo di valutazione c’è anche la possibilità di averla gratuitamente.

Cos’è la PEC e a cosa serve?

La PEC, acronimo di Posta Elettronica Certificata, è un sistema di scambio email che permette di inviare messaggi che hanno lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno. Una nuova e valida alternativa alle raccomandate cartacee, così come ai fax, per rendere il lavoro più veloce e avere una ricevuta di recapito, per attestare l’avvenuta consegna del messaggio, utile come prova legale.

Dal 2013 la PEC diventa obbligatoria per aziende, liberi professionisti e istituzioni in quanto, per fini di sicurezza e trasparenza, diviene necessario accertare mittente, corpo del testo ed eventuali allegati, data e luogo. Tutti i contenuti che vengono inviati e ricevuti sono soggetti a controlli di autenticità e, indipendentemente dal grado di formalità, la PEC serve per inviare e ricevere i documenti ufficialmente firmati.

Anche i cittadini privati possono utilizzare una PEC per esigenze personali: oltre a favorire un risparmio di tempo e denaro, si possono inviare raccomandate digitali. Queste sono particolarmente utili quando il cittadino si interfaccia con enti istituzionali di vario genere, nonché per la partecipazione a concorsi pubblici.

Come ogni casella di posta elettronica, anche la PEC può essere consultata sul sito web del fornitore e da qualsiasi client per email, che sia da computer o da dispositivo mobile, come Outlook o Thunderbird. Essa non richiede nuovi programmi da scaricare e installare.

PEC Gratuita, Poste Italiane, Aruba, Posta Elettronica Certificata

Come avere una PEC gratuita?

La necessità di adattarsi alle richieste burocratiche in merito utilizzando la Posta Elettronica Certificata porta in ogni caso a informarsi sui costi. Fornita da società private che si uniformano con le normative, la PEC è infatti un servizio a pagamento, sotto forma di abbonamento annuale.

I costi sono solitamente irrisori, possono partire infatti da poche decine di euro annuali. Tuttavia molti gestori permettono di sottoscrivere una PEC gratuitamente per un periodo iniziale, che può andare dai 6 mesi ad un primo anno: un risparmio iniziale, ma anche un periodo di valutazione prima dell’effettiva sottoscrizione. Proprio per questo, al fine di utilizzarla gratuitamente, è opportuno approfittare di tutte le funzionalità del servizio scelto.

I gestori che offrono PEC gratis per un periodo limitato sono svariati:

  • PEC Gratis di Register: caratterizzato da un’interfaccia facile da utilizzare, il servizio PEC Agile è limitato ad una sola casella per cliente ed è gratuito per un periodo di 6 mesi, dopodichè al termine di quest’ultimo costerà 24,90 euro annuali, escluse scontistiche. PEC Agile ha 2 GB di spazio mail e comprende anche notifiche sms, antivirus e antispam.
  • Legal Mail di Infocert: dall’aspetto più professionale, il servizio di Legal Mail offre tre proposte, Bronze, Silver e Gold, che si differenziano per il numero di GB compresi nel prezzo. La versione in prova è la Silver, con 8 GB di spazio interno e gratuita per 6 mesi, al termine del periodo gratuito i costi saranno di 25 euro annuali per la versione Bronze, 39 per la Silver e 75 per la Gold. Tutte le varianti offrono notifiche sms, antivirus e backup periodico.
  • Spazio PEC: dall’interfaccia semplice e intuibile, il servizio di Spazio PEC permette di registrare una casella con la struttura nomescelto@spaziopec.it. Vincolato ad una sola casella per cliente, il pacchetto standard è gratuito per il primo anno, dopodichè avrà un costo di 9,90 euro annuali per i successivi 2 anni. Spazio PEC offre antivirus, antispam, ricevuta di recapito e garanzia dell’identità del mittente.

PEC Posta Elettronica Certificata di Poste Italiane

Interessante il servizio di PEC offerto da Poste italiane, che costa sui 12 euro all’anno per i privati.

Un costo veramente esiguo.

Nel momento in cui ci si iscrive bisogna mandare la fotocopia di un documento con un fax.

Purtroppo il sito che gli ha dedicato Poste.it è un po’ datato, speriamo che Poste lo aggiorni.

PEC gratuita: la storia di PostaCertificat@

I vari servizi PEC disponibili sul mercato sono, come precedentemente descritto, offerti da compagnie private attive nel campo delle comunicazioni online. Tuttavia, fino al 2015 esisteva un servizio di posta certificata completamente gratuito, che si chiamava PostaCertificat@.

PostaCertificat@ era un servizio offerto dal Governo, lanciato nel 2010, che permetteva di avere una PEC gratuitamente e per sempre. Attraverso una schermata semplice, ma non del tutto immediata nell’accessibilità, era possibile inviare e ricevere mail certificate, della stessa valenza legale di una raccomandata.

Nonostante la potenziale utilità ed il crescente entusiasmo iniziale davanti ai primi dati, dopo solo 5 anni il servizio ha visto la sua progressiva sospensione, non essendo mai stato sfruttato in modo particolare: solo il 18% delle caselle attive ha effettuato almeno un invio, mentre solo il 55% dei futuri utilizzatori ha confermato la sua identità recandosi in un ufficio postale.

PostaCertificat@ chiude definitivamente a settembre 2015 a causa dello scarso interesse degli utenti e degli elevati costi di gestione, lasciando il panorama delle PEC alle società private.

LEGGI ANCHE >>> Guide Legali

Quanto costa la PEC?

Ottenere una PEC in modo completamente gratuito e per sempre non è ormai più possibile. I periodi di prova vanno ormai dai 6 mesi al primo anno, offrendo poi il seguito sotto forma di abbonamento annuale. Ciò che è certo, a conti fatti, è che si può comunque sfruttare al massimo una PEC gratuitamente nel periodo di prova, al fine di valutare e capire se congeniale alle proprie esigenze, ponderando in seguito l’eventuale sottoscrizione.

Sebbene non esista più modo di avere una PEC gratuita, esistono anche alternative a basso costo, come Postecert di Poste Italiane, o Aruba, che offrono una casella base a soli 5 euro annuali. Anche se non completi di tutte le funzionalità degne di un servizio da un canone ad alto costo, tali alternative possono garantire gli strumenti base.

In ogni caso, non tutte le PEC sono uguali e ognuna offre strumenti e funzionalità differenti: oltre al classico invio e ricezione di mail certificate, con ricevuta di ritorno, ogni gestore offre quantità diverse di spazio, sono poi presenti strumenti come notifiche sms, backup e messa in sicurezza con antispam e antivirus. Le prezzistiche differenti comportano anche prestazioni differenti, è di conseguenza opportuno fare attente valutazioni prima di procedere.

Economia Italia è un sito che si occupa di economia, finanza, tasse e pensioni dal 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *