Come Guadagnare Soldi con i Videogiochi: le Strategie da Seguire

Dagli anni ’80 i videogiochi sono tra i passatempi più interessanti e divertenti di giovani e non solo. Svago, relax e competizione, specialmente per quelli di gruppo, ma da sempre dividono le persone tra accusatori e sostenitori, a causa delle forme di plagio e dipendenza che possono trasmettere in determinati soggetti, specialmente dopo periodi prolungati a loro contatto.

Tuttavia, vi sono anche numerosi aspetti costruttivi e, se fino ad almeno una decade fa era impossibile, negli ultimi anni si possono addirittura guadagnare soldi giocando ai videogiochi. Una passione che può diventare un vero e proprio lavoro, ma come ogni attività privata richiede tempo, impegno e costanza nel raggiungere gli obiettivi prefissati.

Si tratta di un nuovo tipo di lavori che per molti potrebbero non essere considerati come dei veri e propri lavori, ma il mondo corre in fretta e anche 100 anni fa nessuno avrebbe pensato che fare il calciatore e giocare a pallone sarebbe diventata una professione a tutti gli effetti, ed invece …

Ma come si fa a fare soldi giocando da casa al PC?

Come si può guadagnare coi videogames? 4 modi per farlo

Una verità conclamata, non solo per i gamer più assidui ma per tutti, è quella che ora è possibile unire l’utile al dilettevole e far diventare la propria passione per i videogiochi un lavoro retribuito. Requisiti imprescindibili saranno:

  • Console o computer che supportino i giochi più recenti
  • Essere sempre aggiornati
  • Seguire i videogiochi più in voga
  • Ottime abilità di gioco
  • Ottime doti comunicative

In alternativa, ci si può settorializzare verso:

  • Singoli generi, come strategici, prima persona o sportivi
  • Retrogaming, i grandi classici del passato
  • Scoperta, per far conoscere giochi sconosciuti o dimenticati

In modo analogo ad un’attività di personal branding, i risultati non saranno immediati ma sul lungo periodo, ciò che conta è avere idee chiare e impegnarsi sin da subito, giocando, il più possibile.

Come Guadagnare Soldi con i Videogiochi: le Strategie da Seguire

Diventare blogger

Molte persone cercano informazioni online sui propri giochi preferiti, è per questo che diventare blogger di gaming è uno dei modi migliori per guadagnare soldi giocando ai videogiochi. Aprire un blog è semplice grazie a piattaforme gratuite e di facile utilizzo come WordPress.com o Blogger; in alternativa si può comprare un dominio e creare un sito/blog in modo autonomo.

Come avviene in ogni altro settore, anche fare blogging sui videogiochi richiede una certa conoscenza del settore oltre che continuo aggiornamento sulle ultime tendenze: si possono scrivere recensioni o guide tecniche, oppure raccontare eventi tematici (ad esempio l’E3, che avviene annualmente negli Stati Uniti e nel quale si presentano le novità del momento).

Il blog potrà monetizzare sul lungo periodo attraverso pubblicità o circuiti d’affiliazione come quello Amazon, qualora si vogliano recensire giochi o periferiche di tendenza, oppure attraverso collaborazioni con altri blogger o riviste una volta che si acquisirà una certa autorevolezza. In quest’ultimo caso, è inoltre possibile ottenere accrediti per partecipare gratuitamente a eventi vari. Leggi anche >>> Come aprire un Blog.

Diventare youtuber

Non solo guide testuali, ma anche video e dirette. Per guadagnare coi videogiochi diventare youtuber è tra le modalità più gettonate. Sono tanti gli youtuber che sono divenuti famosi in questo modo, basti pensare a FaviJ o Cicciogamer, che hanno saputo utilizzare le loro doti da gamer per offrire consigli a chiunque cercasse soluzioni per determinati videogames.

Dopo aver aperto il proprio canale Youtube, si potranno caricare video di gameplay (facilmente realizzabili con tool per registrare dal proprio monitor) dei videogames più celebri e recenti, svelando segreti o dando soluzioni per parti notevolmente difficili. Quando si parla di longplay, invece, si intende il gameplay di un gioco completo dalla durata di più ore.

Youtube permetterà di guadagnare dai 0,50 euro ogni 1.000 visualizzazioni uniche in su, per crescere esponenzialmente con un meccanismo replicato per ogni video caricato. In alternativa c’è Twitch, piattaforma di diretta streaming esclusivamente dedicata al gaming, che davanti al costante impegno delle dirette farà monetizzare attraverso abbonamenti al proprio canale. Leggi anche >>> Come diventare Youtuber

Diventare tester

Prima che un videogioco venga messo sul mercato è necessario che venga opportunamente testato, prevenendo la presenza di bug e difetti vari. Un procedimento che richiede migliaia di ore, ma che le aziende produttrici affidano a tester in tutto il mondo per trovarvi i maggiori punti deboli. Il tester è un mestiere molto ambito per gli appassionati, che consente di guadagnare fino a 25.000 euro all’anno, o fino a 40.000 per i più esperti.

Cimentandosi nelle varie aree e funzionalità, il tester non deve solo avere forte abilità di gioco, ma anche occhio molto attento al dettaglio, mettendosi quindi nei panni del gamer più esigente che comprerà il gioco una volta uscito. Osservando ogni minimo difetto e particolare, farà poi resoconti dettagliati alla casa produttrice.

Per fare il tester occorre iscriversi su piattaforme apposite, come PlaytestCloud o Player Research, in inglese, compilando form e questionari che valutino le proprie competenze coi videogiochi: saranno le piattaforme stesse a presentare i giochi che si potranno testare.

Indubbiamente uno dei modi più professionali per monetizzare giocando coi videogiochi, è un’attività che si può svolgere direttamente da remoto e non richiede lauree o titoli di studio particolari. A questo si associa però la difficoltà di affrontare una forte concorrenza: sono in molti a trovare interessante la possibilità di monetizzare giocando. Leggi anche >>> Come diventare influencer

Partecipare a tornei

Qualora si abbia una certa abilità nel gioco o un talento naturale e si vogliano considerare i videogames delle competizioni, per guadagnare denaro è possibile partecipare a tornei nazionali o internazionali. Come uno sport vero e proprio, ciò richiederà forte impegno, costanza e risolutezza, è per questo che rappresenta la strada più difficile.

L’impegno sarà anche economico, data la necessità di comprare un computer ad alte prestazioni e relative periferiche, oltre che sostenere viaggi, soggiorni e iscrizioni agli eventi, ma si avrà un ritorno sull’investimento consistente, incrementato da eventuali sponsorizzazioni. In caso di vittoria, oltre ai premi, si avrà possibilità di collaborare con i più importanti brand di settore.

Qual è il panorama attuale dei videogiochi?

L’evoluzione dei videogiochi e le fasce d’età che ne fruiscono hanno cambiato il concetto di divertimento dagli anni ’90 ad oggi, specialmente dalla diffusione degli smartphone, che consentono di scaricare giochi da seguire in mobilità e sul lungo periodo: se in passato si potevano solo giocare su computer o console (escluse le portatili, per cui vi erano versioni minori), oggi il gaming diventa disponibile in qualsiasi luogo, basta avere un cellulare e una connessione internet.

Altra differenza col passato riguarda l’età: in Italia, da un’indagine di Euromedia Research e Multiplayer.it emerge che al 2019 è circa del 29% la percentuale di soggetti over 40 a giocare tutti i giorni con un videogioco, specialmente su smartphone, che sale a 41% per i giovani under 18, che preferiscono però console e pc.

A prescindere dall’età, secondo la stessa indagine il 53,9% dei soggetti vive i momenti di gaming per rilassarsi ed evadere da lavoro e vita quotidiana, mentre l’84,1% degli italiani ha giocato almeno una volta negli ultimi 6 mesi, dato confermato anche durante il lockdown da Coronavirus. Superando stereotipi di genere, il 75,1% delle donne ha mostrato particolare assiduità.

A conti fatti, malgrado siano da sempre oggetti di accese discussioni, nel 2017 il Comitato Olimpico Internazionale riconosce i videogiochi come vere discipline sportive, chiamate e-sport. Considerando impegno e sacrificio che vi si dedica, e vari youtuber o influencer che ne hanno fatto una fortuna, è ormai asserito che guadagnare soldi giocando ai videogiochi sia un’opportunità davvero possibile e alla portata di tutti.

smart work
lavorare su internet senza esperienza
Consigli per diventare milionario
Lavorare su Facebook 
Lavorare con INSTAGRAM 
Fare soldi con Instagram
Fare il Fitness Blogger
Guadagnare piccole somme
Come guadagnare 10 euro al giorno
Guida per guadagnare 20 euro al giorno
Trucchi per guadagnare 50 euro al giorno
Come inventarsi un lavoro da casa 
Guadagnare soldi a 13 anni 
Ricavare soldi a 14 anni 
Lavorare a 15 anni
Guadagnare soldi a 16 anni 

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *