Promotore Finanziario: Quanto Guadagna e Come diventare Promotore

Il panorama del risparmio italiano si evolve nel tempo con numerose sfaccettature, tra queste vi è la figura del promotore finanziario. E’ un ruolo professionale che presenta prodotti e servizi finanziari alla clientela, trovando le migliori soluzioni per investirne i risparmi, ricoprendo un ruolo autorevole creando però un rapporto di grande fiducia.

Unica figura che fa attività di promozione fuori dalla sua sede di competenza, è particolarmente ambita dagli aspiranti professionisti e svolge un ruolo cardine, specialmente in periodi di crisi economica. Proprio per questo, occorre comprendere nel dettaglio tutte le sue caratteristiche: chi è, cosa fa e come diventare promotore finanziario?

Chi è e cosa fa il promotore finanziario?

Parlando di promotore finanziario, si intende un professionista abilitato a promuovere prodotti e servizi finanziari offerti dalla società per cui opera, assistendo i risparmiatori nella scelta di investimenti in funzione del loro profilo di rischio. Questi possono essere:

  • Titoli azionari
  • Titoli obbligazioni
  • Fondi comuni d’investimento
  • Prodotti di gestione risparmio
  • Polizze vita 

Chiamato anche col termine anglofono personal financial advisor, è spesso agente monomandatario e la sua attività si basa principalmente su:

  • Incontro col cliente, che sia privato o azienda
  • Programmazione, con analisi di necessità finanziarie e attuale situazione economica
  • Presentazione di soluzioni adatte alle esigenze del cliente
  • Informazione sulla natura degli investimenti

Un mix mirato a evidenziare ai clienti l’autorevolezza e l’affidabilità dell’ente che rappresenta, che può essere un istituto di credito, società d’intermediazione mobiliare, società di gestione risparmio o di gestione patrimoniale, dalla quale opera fisicamente fuori dalle sedi.

Il tutto si basa su un rapporto diretto e di fiducia, informando dettagliatamente sui punti di forza e debolezza di ogni prodotto promosso, rispondendo chiaramente a ogni eventuale domanda. Segue il cliente anche in ogni pratica burocratica, assicurandosi che gli investimenti presentino la necessaria documentazione e che questa sia sottoscritta da entrambe le parti. Successivamente fornirà assistenza post-vendita, aggiornando il cliente sull’andamento degli investimenti e consigliando eventuali modifiche in funzione di oscillazioni o tendenze di mercato.

Spesso confuso col consulente finanziario, rientrante nelle libere professioni, il promotore finanziario agisce solo come persona fisica e fa parte della rete commerciale della società a cui è vincolato: risultandone dipendente, dovrà seguire le disposizioni di quest’ultima.

In Italia, la figura del promotore finanziario è completamente disciplinata dall’art. 5 del d.l. 1/1991 e successive modifiche, mentre secondo l’art. 31 del Testo Unico della Finanza (d.l. 58/1998) viene definito come persona fisica che esercita professionalmente per legge l’offerta fuori sede di strumenti finanziari, oltre a essere riconosciuto come unico operatore autorizzato a svolgere tale attività ai sensi della Direttiva Comunitaria 2004/39/CE.

Leggi anche: Consulente finanziario, stipendioDifferenze con il Consulente Finanziario –   Stipendio Broker finanziarioStipendio CommercialistaStipendio di un Ragioniere

Promotore Finanziario: Quanto Guadagna e Come diventare Promotore

Requisiti per diventare promotore finanziario

Per diventare promotore finanziario è necessario soddisfare una serie di importanti requisiti, inerenti principalmente la sfera economico-finanziaria. Di questi i più importanti sono:

  • Conoscenza basilare delle tecniche di vendita
  • Elevata competenza in matematica finanziaria
  • Approfondita conoscenza delle dinamiche di mercato
  • Capacità di gestione, pianificazione e organizzazione finanziaria
  • Capacità di creazione portafogli d’investimenti
  • Capacità d’analisi e valutazione rischi e rendimenti d’investimento
  • Conoscenza dei riferimenti normativi del mestiere

Mostrando attitudine a lavorare per obiettivi di vendita, sarà fondamentale per il promotore finanziario conoscere approfonditamente prodotti e servizi della società per cui lavora, per tale ragione è tenuto a partecipare regolarmente a incontri, eventi, formazione e aggiornamenti organizzati dalla stessa, spesso occasione di presentazione di nuove offerte o nuove condizioni contrattuali.

Oltre alle competenze economico-finanziarie, il promotore dovrà poi essere in grado di relazionarsi col cliente con ottime doti comunicative e capacità d’ascolto. Completano il profilo disponibilità agli spostamenti nel territorio di competenza o a svolgere eventuali trasferte e conoscenza dei principali strumenti informatici. 

Occorre infine rispettare requisiti di onorabilità ai sensi del d.m. 472/1998, come non avere inabilitazione o interdizione previste dal art. 2382 c.c. e non essere soggetti a misure preventive o a condanne con sentenze irrevocabili, eccetto casi di riabilitazione.

Studi per diventare promotore finanziario

Per poter ricoprire il ruolo di promotore finanziario occorre possedere un titolo di studio non inferiore al diploma di scuola media superiore, preferibilmente seguito da un titolo accademico di stampo economico-giuridico come:

  • Laurea triennale in Economia Aziendale e Management
  • Laurea triennale in Scienze Bancarie e Assicurative
  • Laurea magistrale in Amministrazione Aziendale

Questi percorsi daranno la possibilità all’aspirante promotore di acquisire concetti di economia, finanza, matematica, analisi e statistica, per essere preparati al meglio all’Esame d’accesso alla professione.

Esame e iscrizione all’Albo dei promotori finanziari

Terminato il percorso formativo, per esercitare la professione il promotore dovrà iscriversi all’Albo unico dei promotori finanziari, suddiviso in sezioni territoriali. Per procedere all’iscrizione sarà necessario sostenere un Esame d’accesso che si svolge ogni 4 mesi, composto da 60 domande a risposta multipla, scelte casualmente da un database di circa 5.000 quesiti e divise in:

  • 28 domande teoriche da 2 punti
  • 12 domande pratiche da 2 punti
  • 20 domande teoriche da 1 punto

L’esame, che può essere gratuito o avere un costo dai 150,00 ai 300,00 euro a seconda dell’ente promotore, sarà superato con esito favorevole con un punteggio minimo di 80/100. In caso di esperienza pregressa, il candidato può richiedere l’esonero dall’esame e procedere subito all’iscrizione all’Albo.

Stipendio del promotore finanziario

Come avviene con molte attività di promozione, il promotore finanziario non percepisce uno stipendio fisso bensì guadagna cifre altamente variabili in funzione di esperienza e quantità di clienti, composte da:

  • Fisso, spesso irrisorio e inferiore fino al 50% alla media italiana
  • Provvigioni, con percentuali dallo 0,8% all’1% del fatturato totale generato dagli investimenti dei clienti

Il compenso medio di un promotore finanziario è di circa 18.000 euro/anno, sebbene nel 5% dei casi si abbiano stipendi annuali inferiori ai 9.000 euro, mentre circa il 20% dei professionisti raggiunge compensi dai 30.000 ai 50.000 euro e meno del 4% ha remunerazioni comprese tra 100.000 e 180.000 euro annuali, dietro però carriere decennali e alto livello di professionalità.

Conclusioni

Concludendo quest’esame sulla figura del consulente finanziario e come lo si diventa, si nota quanto questo sia un mestiere estremamente articolato e soggetto a continui aggiornamenti, per seguire al meglio il mercato e offrire le soluzioni d’investimento più consone ai risparmiatori, che siano essi privati o aziende.

A conti fatti, anni di studio accademico, etica e iscrizione all’Albo professionale sono gli elementi cardine per un mestiere purtroppo ancora sottovalutato sia dal punto di vista remunerativo che contrattuale. Nonostante ciò, specialmente davanti a recessioni economiche come quella causata dal CoViD-19, resta ancora una figura importante per fornire validi prodotti a chi fa del risparmio una priorità.

Altri stipendi di specializzazioni interessanti

Laurea in Economia

Notaio  

Giudice Magistrato

Avvocato

Avvocato divorzista 

Avvocato gratuito patrocinio  

Avvocato del lavoro

Astronauta 

Architetto  

Ingegnere Edile 

Architetto 

Geometra

Ingegnere informatico  

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *