Come Risparmiare Gas in Casa, Ufficio, Palestra e al Lavoro in generale

Quella del gas è una delle bollette che maggiormente gravano sulle finanze degli italiani, specialmente in un periodo economico così delicato colpito dal conflitto Russia-Ucraina. Davanti al caro bollette oggi scopriremo come risparmiare gas, tagliandone i costi e gestendo al meglio le proprie abitudini.

Un interessante risparmio economico, con occhio attento anche all’ambiente per ridurre le emissioni nocive, per questo non mancano soluzioni ecosostenibili. Il primo passo può essere fare attenzione agli sprechi, verificando attentamente le condizioni del proprio ambiente. E’ possibile risparmiare gas in casa, ufficio o in palestra?

 

Come Risparmiare Gas, risparmiare bolletta del gas

Bolletta gas, cosa c’è da sapere?

Saper leggere la bolletta del gas è già un passo avanti per risparmiare, in quanto significa conoscere le voci di spesa e quindi ciò che influisce sul costo finale. Secondo ARERA, sono quattro le spese totali che compongono la bolletta:

  • Materia gas naturale, 36,28% del totale, costo del gas consumato, acquisto e commercializzazione dal fornitore, diviso in
    • Quota fissa euro/anno, caricata dal fornitore
    • Quota variabile euro/smc, pagata al consumo a seconda dello standard m3 consumato dal cliente, differente per ogni fornitore del mercato libero e stabilito da ARERA per quello tutelato
  • Trasporto e gestione contatore, 19,48% del totale, costo per trasporto, stoccaggio, distribuzione del gas e gestione del contatore, stabilito da ARERA a seconda della zona di residenza e pagata al distributore, diviso in
  • Quota fissa euro/cliente/mese, indifferentemente dal consumo di gas
  • Quota variabile energia, divisa a sua volta in
    • Quota trasporto, dalla quantità di gas consumata e trasportata dal contatore
    • Quota stoccaggio, dallo stoccaggio di gas nei depositi sotterranei
  • Oneri sistema, 4,55% del totale, per coprire costi relativi ad attività d’interesse generale, per tutti i clienti finali
  • Imposte, 39,69% del totale, che sono
    • Accisa, pagata sul consumo indifferentemente dal fornitore
    • Addizionale regionale, determinata dalle singole regioni eccetto quelle a statuto speciale
    • IVA, calcolata sul totale al 10% per uso domestico fino a 480 smc/anno e 22% su consumi maggiori e uso diverso dal domestico

Tali spese si trovano generalmente nelle prime due pagine della bolletta, in cui compaiono anche:

  • Ricalcoli, su importi già pagati per modifiche di consumi o prezzi applicati
  • Altre partite, su altri addebiti o accrediti diversi dalle voci di spesa fisse
  • Bonus sociale, presente solo per clienti che fruiscono di agevolazioni statali

I costi generali sono legati all’Indice PFOR, aggiornato trimestralmente da ARERA, che indica la copertura dei costi d’approvvigionamento del gas.

Ecco dei semplici consigli su come risparmiare sulla bolletta gas in casa, specialmente quando il suo prezzo è molto alto:

A seconda di dimensioni del nucleo familiare e abitudini di consumo, in casa il gas viene utilizzato principalmente per tre scopi:

  • Riscaldamento
  • Cucina
  • Acqua calda

Ai fini di risparmio, si possono adottare alcune semplici soluzioni a costo zero:

  1. Controllare che la propria caldaia funzioni bene, se è troppo vecchia va sostituita, magari con una caldaia di ultima generazione che ha consumi molto più ridotti. Bisogna ricordare che PER LEGGE la caldaia va controllata da un tecnico specializzato, è un controllo per la sicurezza, controllo in cui si può anche migliorare l’efficienza delle caldaia, ad esempio cambiando vecchi filtri e pulendola dalle eventuali incrostazioni di calcaree.
  2. Ricorda di rispettare gli orari di accensione dei termosifoni previsti dalla legge. E cerca di fare meglio, cioè tienili spenti più tempo possibile. Questo si può fare semplicemente vestendosi di più quando si è in casa, si può risparmiare dal 50% all’80% di tempo di accensione dei termosifoni, con relativo risparmio in bolletta.
  3. Controllare l’impianto di riscaldamento, verificando la presenza di impianto o tubazioni obsoleti che possono aumentare il dispendio di calore.
  4. Regolare una temperatura massima dove la caldaia si spegne. Ad esempio 18° – 19° gradi centigradi possono bastare per vivere bene.
  5. Vestiti quando sei in casa. Oggi esistono tute in pile molto calde con cui stare comodi in casa e belli caldi anche con i termosifoni spenti almeno finchè fuori non fa molto freddo.
  6. Chiudi i termosifoni delle stanze che non usi. Chi ha la fortuna di avere una grande casa può risparmiare molto tenendo spenti i termosifoni di stanze che non vengono abitate, specialmente d’inverno.
  7. Impostare temperature fisse, riducendo sbalzi termici dannosi e costosi.
  8. Installare valvole termostatiche, mantenendo temperature costanti.
  9. Sostituire o migliorare gli infissi, riducendo la dispersione di calore. Ormai dovrebbe essere un concetto noto a tutti, ma è sempre bene ripeterlo: è inutile tenere i termosifoni al massimo se abbiamo le finestre aperte. Una vecchia finestra con infissi che non mantengono il calore, è come tenere una finestra aperta. Per migliorare una finestra o una porta sarebbe meglio sostituirla totalmente con una a doppi vetri, ma già comprando delle semplici guarnizioni si possono ottenere risultati sorprendenti ed avere un discreto isolamento dal freddo. Ci sono molti tutorial su Youtube su come migliorare la coibentazione di una casa con un economico fai-da-te, provate a cercare troverete molte soluzioni facili, economiche e di grande efficacia.
  10. Spegnere caldaia/termosifoni nelle ore notturne, evitando dispersioni in ore d’inutilizzo.
  11. Far cambiare aria in ore calde, impiegando meno tempo per scaldare di nuovo le stanze.
  12. Non sprecare l’acqua calda, riducendone i consumi in cucina o bagno anche attraverso riduttori di flusso. Togliete a Vostro figlio il vizio di stare mezz’ora sotto la doccia.
  13. Controllare tariffe, fruendo di offerte e sconti dai vari operatori in base ai propri consumi.

In alternativa, se in vena d’investimenti si possono sostenere importanti spese d’efficientamento energetico e sostenibilità ambientale, installando:

  • Cappotto termico, intervenendo su strati interni e/o esterni favorendo l’isolamento
  • Impianto fotovoltaico, fornendo anche acqua calda da riscaldamento
  • Pavimenti riscaldanti, per un riscaldamento omogeneo in tutta casa o singole stanze
  • Caldaia a condensazione, recuperando il calore latente

Attenzione alle stufe a pellet o camini in realtà possono essere anche più costose dei termosifoni e sono sicuramente molto inquinanti dato che producono CO2 .

Attenzione a Bonus simili al Superbonus 110% che di solito vengono elargiti in questo campo proprio per creare meno emissioni inquinanti.

Ricorda che molte persone in Italia vivono tutto l’anno senza riscaldamenti in quanto non ne sentono la necessità. Ovviamente non stiamo parlando di chi abita in alta quota in montagna, ma con il riscaldamento globale è un’eventualità ormai presa in considerazione da tanti italiani.

Come risparmiare sulla bolletta gas in ufficio?

Le regole per risparmiare sono ovviamente molto simili. Anche se particolarmente affollato o le ore di lavoro sono tante, come a casa anche risparmiare sul gas in ufficio è assolutamente possibile, attraverso una serie di accorgimenti:

  1. Regolare temperatura interna, possibilmente tra 18-19°C in inverno e quando si usa il condizionatore non sotto 25°C in estate, facendo attenzione ad escursione termica non superiore a 6°C
  2. Dosare l’utilizzo della caldaia, utilizzandola lo stretto indispensabile per offrire caldo nelle stagioni fredde, spegnendola almeno mezz’ora prima di terminare il turno
  3. Montare vetri isolanti e controsoffitti, riducendo l’uso di riscaldamenti in inverno e condizionatori in estate

In alternativa, anche in ufficio sono valide le soluzioni adottabili in casa, specialmente per aree dotate di cucine. Superbonus 110% e altri incentivi sono disponibili anche per locali commerciali in spazi comuni.

Come risparmiare sulla bolletta gas in una palestra?

Il riscaldamento ha un’importanza cruciale anche nelle palestre, per garantire il benessere della clientela prima, durante e dopo lezioni e allenamenti. Seguendo criteri d’efficienza e sostenibilità, si possono mantenere temperature gradevoli nei locali adibiti sia in estate che inverno, con minore dispersione rispetto alle modalità tradizionali. Consigli per risparmiare sul gas in palestra possono essere:

  1. Regolare la temperatura interna con il termostato e non farla mai andare sopra i 21 gradi.
  2. Sostituire o curare impianti, riducendo il punto d’ebollizione del gas refrigerante, perdite e attriti
  3. Montare impianti doccia automatizzati, minimizzando gli sprechi d’acqua calda ottimizzandone i tempi d’erogazione 
  4. Installare sistema di riscaldamento a pavimento, garantendo riscaldamento omogeneo, riducendo perdite termiche, formazione di polvere e rischi d’irritazione alle vie respiratorie

Come casa o ufficio, anche in palestra è possibile avere impianti fotovoltaici con pompe di calore che garantiscano acqua calda senza troppo dispendio di gas. Altra alternativa, una caldaia a condensazione centralizzata.

Risparmiare sulla bolletta gas è possibile? L’attuale situazione

Secondo alcune ricerche, la spesa totale per il gas 2022 raggiunge circa 1.800 euro, +50% rispetto all’anno precedente. A impattare pesantemente sono due fattori strettamente connessi:

  • Aumento dei costi delle materie prime
  • Aumento dei costi di produzione

Specialmente da febbraio 2022, a gravare ancor più fortemente sulle bollette del gas è l’approvvigionamento dell’Italia dalla Russia, che secondo dati Gazprom, società monopolista dell’export del gas russo, ammonta a 20,28 miliardi di m3. A pesare ulteriormente, il taglio della società del 50% della fornitura italiana di giugno 2022.

A conti fatti, nonostante la situazione instabile e difficile, risparmiare sulla bolletta del gas a casa, ufficio e in palestra è possibile attraverso una serie di soluzioni, talvolta semplici e basilari, che rappresentano la base del risparmio, talaltra più articolate, che richiedono maggiori investimenti. Ad aiutare la clientela anche i vari bonus statali, tra tutti Superbonus 110%, prorogato fino al 2023.

 

LEGGI ANCHE:

Prezzo del Gas Naturale aumenta del + 700% e diventa arma della nuova guerra fredda

Una mattina all’inizio di giugno, è scoppiato un incendio in un’oscura struttura in Texas che preleva gas naturale dai bacini di scisto degli Stati Uniti, lo raffredda in un liquido e lo spedisce all’estero. Si è spento in circa 40 minuti. Nessuno è rimasto ferito. Sembra una storia per la stampa locale, al massimo, tranne per il…

 

Domiciliazione Fatture Online ed Eliminazione Cartaceo: Come Risparmiare 100 euro l’anno

Domiciliazione Fatture Online ed Eliminazione Cartaceo: Come Risparmiare 100 euro l'anno

Tutti sanno che si possono risparmiare soldi facendo eliminare le fatture cartacee delle utenze domestiche, passando alle fatture digitali online, legalmente valide anch’esse ormai da anni, ma molte persone non fanno questo semplice passaggio per vari motivi, che possono andare dalla mancanza di conoscenza alla distrazione, d’altronde si pensa generalmente che si tratta solo di…

Come Risparmiare Soldi per la Pensione

Come Risparmiare Soldi per la Pensione

Cercando una situazione finanziaria più solida e stabile, gli italiani sono sempre più propensi al risparmio, specialmente sul quotidiano, al fine di mettere da parte somme di denaro di tutto rispetto per creare una pensione. Contrariamente a qualche decennio fa, le persone sono molto più attente a come risparmiare soldi per la pensione, a causa…

 

 

Impara ad investire sulle industrie energetiche.

Quando ci sono questi alti e bassi dei mercati dei prodotti energetici quali gas e petrolio investire in aziende che si occupano di energia potrebbe essere una grande idea.

Eccoti ai Link degli articoli molto interessanti su cui fare approfondimenti, perchè risparmiare  è il primo passo per guadagnare.

  • ENI (ENI )
  • ENEL (ENEL )
  • A2A (A2A )
  • Italgas ( IG )
  • Saipem ( BIT: SPM )
  • Snam ( SGR )
  • Saras ( SRS )
  • Tenaris ( TEN )
  • Gruppo Hera ( HER )

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *