Diventare Agente Immobiliare: Formazione e Stipendio

Il mercato immobiliare da sempre risente di forti oscillazioni, ma recentemente ha vissuto un’importante ripresa dopo le criticità della pandemia che hanno fatto riscoprire il valore di un’abitazione confortevole. I movimenti di mercato hanno portato numerose persone a considerare lo stimolante lavoro dell’agente immobiliare.

Attività imprenditoriale altamente versatile, quella dell’agente in mediazione immobiliare si rivolge alla persona, mettendo dei soggetti in accordo con imparzialità e senza dipendenze, dietro provvigione. Un ruolo che ha particolari requisiti personali, morali e professionali, cominciando dal conseguimento dell’apposito patentino. Come si diventa agente immobiliare?

agente immobiliare stipendio, agente immobiliare patentino
agente immobiliare stipendio, agente immobiliare patentino

Chi è l’agente immobiliare? Caratteristiche e riferimenti normativi

Parlando di agente immobiliare, si intende un professionista che si rivolge direttamente alla persona relazionandosi con due o più parti per far raggiungere loro il miglior accordo possibile nella compravendita di fabbricati e terreni agricoli ed edificabili. Seppur con punti di vista differenti, le parti non devono essere necessariamente contrapposte. Secondo il D.L. 39/1989 e modifiche del D.L. 57/2001, è chiamato anche agente d’affari in mediazioni immobiliari.

Il suo ruolo viene istituito col D.L. 1150/1942 ed è disciplinato dall’art. 1754 c.c., secondo il quale deve mantenere una posizione d’imparzialità, senza rapporti di collaborazione, dipendenza o rappresentanza verso i soggetti dell’accordo. Il suo codice deontologico stabilisce invece il mantenimento del segreto professionale. 

L’art. 1755 c.c. si esprime in merito alle provvigioni: l’agente immobiliare ha diritto a provvigioni da ciascuna delle parti oggetto della mediazione qualora l’affare sia concluso per suo merito. Di carattere materiale e giuridico, la provvigione del mediatore immobiliare è variabile in funzione dell’entità dell’intermediazione ed è solitamente:

  • Al 3% del valore di compravendita
  • Al 10% del valore di locazione

In ogni modo, la sua dimensione è rimandata alla volontà delle parti in base a tariffe professionali e trend di mercato immobiliare. La provvigione sarà erogata al preliminare di vendita.

In assenza di patti, l’entità della provvigione è rimandata al giudice. Secondo l’art. 1756 c.c., il mediatore ha diritto al rimborso delle spese sostenute nell’intermediazione anche qualora l’affare non venga concluso, salvo accordi differenti o che la provvigione sia già comprensiva di spese, rinunciando al rimborso anche in caso di esito favorevole. In ogni caso, la mediazione è un’attività volontaria e si può svolgere anche a titolo gratuito.

Per diventare agenti immobiliari è necessario conseguire un patentino superando un esame obbligatorio, erogato da aziende di formazione accreditate dal MISE.

Principali mansioni dell’agente immobiliare

Che sia in libera professione o con contratto subordinato in agenzia immobiliare, come dice il nome stesso l’agente immobiliare segue la fase di vendita e affitto d’immobili, che siano essi di tipo residenziale, commerciale o industriale, trovando accordi tra venditori e compratori. Oltre alla mediazione, le sue mansioni riguardano:

  • Ricerca immobili più consoni alle esigenze
  • Attuazione campagne promozionali tradizionali o online
  • Continuo aggiornamento su trend di mercato
  • Continuo studio su materie burocratiche
  • Corretta stima valori di mercato immobiliari
  • Indicazione costi notarili e fiscali

A differenza di agenti mandatari e procacciatori d’affari, il suo contratto di mediazione è caratterizzato da una condizione di terzietà. Tuttavia, la professione può essere svolta anche a titolo di mandato o in forma atipica tra mediazione e mandato.

Come diventare agente immobiliare? Requisiti professionali e formali

A differenza del passato, ai sensi del D.L. 39/1989 per svolgere la professione di agenti/mediatori immobiliari requisito primario è possedere un diploma di scuola superiore di secondo grado o di istituto professionale triennale.

Oltre a questo, è richiesta una specifica abilitazione per conseguire l’apposito patentino, rilasciato dalla Camera di Commercio. Erogato da enti di formazione accreditati con CCIAA, regione di riferimento e Ministero dello Sviluppo Economico, il corso preparatorio per la mediazione immobiliare è obbligatorio e ha durata 150 ore, prevedendo nozioni su:

  • Attività di mediazione
  • Diritto civile
  • Diritto amministrativo
  • Diritto tributario
  • Diritto commerciale
  • Diritto finanziario
  • Estimo urbano, agrario e legale
  • Finanziamenti e mutui

L’esame sarà suddiviso in tre prove:

  • Due prove scritte a quiz, superabili con almeno i 7/10 di risposte esatte
  • Una prova orale, superabile con punteggio non inferiore ai 6/10

In caso di esito negativo in una o più prove, l’esame potrà essere ripetuto dopo 6 mesi dalla notifica; davanti all’esito favorevole, invece, non esistendo alcun albo nazionale si potrà fare iscrizione al REA (Repertorio Economico Amministrativo) a cura della Camera di Commercio, nella sezione Agente di Affari in Mediazione del settore immobiliare.

Dal costo dai 400,00 ai 1.000 euro, la domanda d’iscrizione al corso in CCIAA si può effettuare online o offline con:

  • Copia documento identità e codice fiscale
  • Modulo domanda compilato, da scaricare dal sito della propria Camera di Commercio
  • Marca da bollo da 16,00 euro sul modulo di domanda
  • Bollettino da 77,00 euro alla CCIAA

Qualora si voglia operare come professionisti, sarà necessario avere partita IVA con codice ATECO 68.31.00.

Come diventare agente immobiliare? Requisiti personali e morali

Oltre ai requisiti formali/professionali, per diventare agente immobiliare è necessario possedere una serie di doti caratteriali e personali, soft skill preferenziali in fase di colloquio. Tra queste, capacità relazionali come:

  • Cordialità
  • Gentilezza
  • Disponibilità
  • Risoluzione problemi
  • Empatia

Completa il profilo la conoscenza di tecniche di vendita e promozione, per ottenere fiducia e rispetto nella mediazione. Inoltre si richiede:

  • Cittadinanza italiana o europea
  • Residenza in Italia e nella provincia della CCIAA d’iscrizione
  • Godimento diritti civili
  • Diploma scuola superiore o professionale

Sono poi previsti requisiti morali, che sono:

  • Non essere interdetti, inabilitati, falliti, condannati per delitti contro pubblica amministrazione, economia pubblica, industria e commercio, o per omicidi volontari, furti, rapine, ricettazione e altri reati per cui la legge prevede reclusioni da due a cinque anni
  • Non essere stati sottoposti a normative antimafia
  • Non essere assoggettati a sanzioni amministrative accessorie ai sensi dell’art. 5 del D.L. 507/1999

Infine, in caso di irregolarità e mancanza di adempimento agli obblighi dell’art. 1760 c.c. su antiriciclaggio e transazioni, il mediatore sarà soggetto a sanzioni da 5,00 a 516,00 euro o sospensione della professione fino a 6 mesi, mentre la mancata iscrizione a Registro delle Imprese o REA fa decadere il diritto alle provvigioni e comporta sanzioni dai 7.500 ai 15.000 euro, con conseguenze penali in caso di recidiva.

Quanto guadagna un agente immobiliare?

Chi aspira a diventare agente immobiliare non trascura certamente le opportunità di guadagno. Occorre comunque ricordare che lo stipendio del mediatore immobiliare è altamente variabile, in funzione di:

  • Tipologia di contratto
  • Esperienza
  • Tendenze di mercato
  • Area di riferimento

L’effettivo compenso netto sarà poi suddiviso in:

  • Indennità fissa, riconosciuta indifferentemente dagli obiettivi raggiunti, oscillando tra 780,00 euro/mese per profili junior e 2.200 euro/mese per profili senior, aumentando del +25% per responsabili d’agenzia e del +60% per agenti d’immobili di lusso
  • Provvigioni, riconosciute alla conclusione degli affari di compravendita o locazione, suscettibili a variazioni di mercato, oscillando tra 410,00 e 960,00 euro/mese
  • Premi di produzione, riconosciuti al raggiungimento di determinati obiettivi individuali o collettivi, variabili in funzione dell’agenzia e legati principalmente a quest’ultima, oscillando tra 120,00 e 340,00 euro/mese

A conti fatti, una professione ambita per via delle possibilità di fare carriera e guadagnare somme rilevanti, con un trend positivo confermato anche dai dati: secondo lo studio Reti e Aggregazioni Immobiliari 2020 di Sinergie, a dicembre 2020 gli intermediari immobiliari indipendenti segnano un +6,98% rispetto al 2019 attestandosi a 44.021 unità, mentre le agenzie con un +6,63% raggiungono le 49.396 unità, trend simile per le agenzie in franchising, con un incremento del +3,88% a 5.375 unità.

Quanto guadagna un … Formazione e stipendi di varie professioni

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *