Migliore Arma da Difesa Personale: le Migliori Armi da Legittima Difesa

Con la nuova legge sulla legittima difesa, molte persone stanno pensando di comprarsi una pistola da tenersi in casa, ma qual’è la migliore arma da difesa personale?
Innanzitutto prima di parlare di arma migliore da usare per difendersi, chiariamo che la migliore strategia da difesa – secondo i più noti esperti di difesa personale – è quella di scappare dal pericolo.
Quindi se volete essere pronti per difendervi uno dei modi migliori è quello di allenarvi a correre.
Non è uno scherzo, è proprio questo il migliore modo di difendersi senza andare incontro a rischi.
Detto questo, ci sono situazioni in cui scappare è praticamente impossibile, come una intrusione in casa , ecco allora che avere un’arma da fuoco può essere utile, anche se vanno fatte molte precisazioni, come scritto di seguito.

Questo non è un articolo per esperti di armi

Se un’arma da fuoco è il tuo strumento di lavoro, spari regolarmente per sport, o perchè sei nelle FFOO o FFAA, ovviamente questo non è un articolo per te, ma solo per principianti che si avvicinano a questo mondo e farsi un’idea sulla migliore arma per difendersi.

La migliore arma da difesa è scappare

Molti storceranno il naso a questa affermazione, ma a meno che non siate delle persone che per professione o per sport non siate dei boxer, dei poliziotti, dei campioni di arti marziali, scappare vi consentirà di non prendere botte, ma anche di non darne, nè  dover usare armi che possono portare a brutte conseguenze.

La legittima difesa va provata.

Anche con la nuova legge, la legittima difesa andrà provata comunque. Siete così siocuri di avere le prove che si tratta di legittima difesa? Avete dei testimoni credibili? Ferire una persona , o peggio ucciderla è un reato che passa da lesioni , a lesioni gravi ad omicidio.

Nel caso in cui in un processo il giudice dica che è omicidio, non solo dovrete scontare 18 anni di galera, ma dovrete rimborsare anche le famiglie della persona deceduta.

La psicologia del ladro di appartamenti.

Un ladro non fa il ladro di professione perchè cattivo, ma perchè ha bisogno di soldi. Non è quindi una persona violenta, ma lo potrebbe essere.

Un ladro di appartamenti professionista, di solito va a rubare quando non c’è nessuno in casa. Questo tipo di ladri prima si informano, fanno sopralluoghi e quando non c’è nessuno in casa entrano, prendono le cose di valore e scappano.

Fin qui tutto non benissimo, ma abbiamo perso solo dei soldi, o delle cose di valore, niente che non si possa ricomprare.

I problemi nascono quando i ladri sanno che c’è qualcosa di grande valore in cassaforte, entrano in Vostra presenza per farsi dire qual’è la combinazione, usando anche la forza se necessario, ma questo tipo di rapine brutali sono molto rare, perchè poi i ladri – anche se usano maschere – possono essere riconosciuti e si danno alla polizia importanti elementi su cui indagare ( la voce, l’accento, le movenze, altri particolari, ecc.) , di solito vengono svolte da ladri professionisti stranieri che vengono in in Italia per questo motivo (spesso arrivano dall’Est Europa) e sono estremamente pericolosi. In quel caso Vi consigliamo di dargli tutto quello che chiedono senza fare un’inutile quanto pericolosa resistenza.

Il caso dei ladri non professionisti: quando non sono dei professionisti, quando si tratta di ladri improvvisati,  degli sbandati, magari drogati o ubriachi che non stanno attenti se c’è qualcuno o meno, allora il furto può trasformarsi in tragedia.

Come comprare e detenere un’arma da fuoco legalmente

Ci sono 3 possibilità per un normale cittadino italiano per comprare e detenere un’arma da fuoco in modo legale.

  • Avere una licenza da caccia
  • Avere un porto d’armi per uso sportivo
  • Avere un porto d’armi per difesa personale ( ad esempio se si è proprietari di una gioielleria)

Il sistema più usato per avere il diritto di avere un’arma in casa ( arma che si potrà portare fuori SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per andare al Poligono di tiro ) è quello di prendere un porto d’armi per uso sportivo.

Ecco l’iter:

  1. Certificato medico del proprio dottore.
  2. Diplomino che si prende presso un poligono di tiro autorizzato – di solito basta una giornata al poligono -.
  3. Rilascio del porto d’armi parte della Questura ( che deve verificare se siete idonei, cioè niente condanne per reati specifici)

L’uso dell’arma da fuoco come difesa personale.

Una volta fatto questo lungo preambolo su cosa fa un ladro e sul fuggire come metodo di difesa, passiamo alla difesa personale con le armi.

Non è detto che un’arma da fuoco sia la migliore difesa, per centinaia di migliaia di anni gli uomini si sono difesi benissimo senza armi da fuoco, usando innanzitutto l’intelligenza e l’organizzazione sociale, ma anche lame, bastoni, tecniche di arti marziali di tutti i tipi e le longitudini.

Quindi anche stavolta ecco una serie di cose migliori da farsi per difendersi:

  1. Scappare, oppure
  2. usare le mani nude , cioè varie tecniche di autodifesa, solo dopo anni di studio di arti marziali, boxe ecc. ( evitate i famosi corsi di autodifesa che in 2 settimane vorrebbero insegnarvi chissà cosa NON FUNZIONANO, servono appunto ANNI di arti marziali riconosciute dal CONI ( judo, boxe, karate, MMA, Lotta)  , oppure
  3. usare corpi contundenti a portata di mano, oppure
  4. armi bianche, oppure
  5. armi da fuoco , ma solo come extrama ratio

Come scegliere un’arma da difesa personale

Sparare durante un’aggressione, non è come sparare in un poligono.

L’effetto paura può essere determinante non solo per sbagliare il bersaglio ma anche semplicemente per sparare. Una volta che la paura ci ha sopraffatti magari non ritroviamo l’arma, magari non ritroviamo le munizioni, magari ci scordiamo di aver messo la sicura.

L’effetto paura può essere anche la causa di immani tragedie, come quella accaduta pochi giorni fa , quando un 66 enne ha ucciso la moglie di notte, pensando fosse un ladro.

Per questo motivo sconsigliamo l’uso di armi da fuoco in caso di difesa personale ANCHE IN CASA.

Ma già sappiamo che se siete a leggere questo articolo, lo fate perchè volete comprare una pistola o un revolver ma ancora non avete deciso quale.

L’arma ideale per la difesa personale deve avere:

  • maneggevolezza ed impugnatura che fanno per Voi
  • facilità di utilizzo anche in caso di panico
  • leggerezza
  • precisione o che non sia difficile sparare e puntarla
  • potenza tale da poter fermare l’aggressore
Migliore Arma da Difesa Personale: le Armi da Legittima Difesa
Chiappa Rhino 200DS .357

Qual’è l’arma migliore per la difesa personale?

Se siete un appassionato di armi, se siete nelle FFOO o FFAA, vi esercitate con frequenza almeno mensile, o magari sparate perchè questo è il Vostro sport, allora va bene quello che più vi aggrada. Da una semi automatica bifilare ad una doppietta, oppure ad un fucile semi automatico cal. 12, sarete Voi a scegliere la migliore arma con cui avete più confidenza e con la quale vi sentite più sicuri.

Ma se siete degli sfigati ciccioni o dei secchi nerd che hanno sparato 3 volte in vita loro e che vogliono comprarsi una arma da fuoco, non possiamo che indicarvi come arma migliore per Voi, un revolver facilissimo, leggero e facilmente portabile come il Chiappa Rhino 200D .357 Magnum.

Se riuscirete a non farvi saltare un piede o a farlo saltare ad un Vostro familiare, allora potrete usarlo come un’efficace arma da difesa.

Perchè abbiamo scelto il Chiappa Rhino 200.D .357 magnum come migliore arma per la difesa personale in casa?

  • E’ un’arma facilissima da usare come la maggior parte dei revolver.
  • E’ molto facile da ricaricare come tutti i revolver.
  • E’ piccola e molto maneggevole, va bene anche per una mano piccola come quella di una donna.
  • E’ un’arma piccola e a canna corta ( anche se non piccolissima) e può essere facilmente nascosta in casa, lontano dalla portata di bambini o altre persone non desiderate, inoltre può essere usata molto bene negli spazi stretti, proprio perchè ha una canna corta.
  • Peso: è fatta di un alluminio compresso e pesa circa solo 6 etti, cioè un ottimo peso per un revolver
  • Non da rinculo, grazie alla sua particolare struttura, cioè grazie al fatto che la canna è più in basso degli altri normali revolver, quindi dopo aver sparato un primo colpo, anche gli altri andranno a segno nello stesso posto dove mirate.
  • Usa un .357 Magnum cioè una cartuccia molto potente che può “fermare” qualsiasi tipo di aggressore, anche se molto prestante fisicamente, anche se ubriaco o drogato e quindi difficile da fermare con altre armi che sparano proiettili più piccoli e meno potenti come un cal. 9 o addirittura un cal. 22
  • E’ di un’azienda italiana, il che non guasta , visto che siamo tra i primi produttori di armi corte al mondo, facciamo prodotti di eccellenza come questo revolver.
  • Non costa eccessivamente, con circa 800 euro ve lo potete portare a casa.

 

Migliore Arma da difesa personale: revolver o semi automatica?

Un revolver è più adatto alla difesa personale, se non siete un esperto di armi e se non le maneggiate in modo continuativo , se corrispondete a questo profilo, è la migliore arma che possiate avere.

Non bisogna scarrellare, è facilissimo da caricare, di note negative ha il caricatore da soli 6 colpi e un discreto rinculo, ma il modello sopra evita proprio quest’ultimo neo. Per quanto riguarda i 6 colpi, l’arma da difesa in casa ha funzioni dissuasive, nessuna persona sana di mente si vorrebbe mettersi a fare un conflitto a fuoco in casa, eventualità in cui una pistola semi automatica è sicuramente superiore, visto che ha più del doppio dei colpi in un caricatore.

Dove riporre l’arma e le munizioni in casa?

Una delle cose più pericolose del possesso di un’arma in casa è quella per cui alcune persone della famiglia ( specialmente bambini o adolescenti ) potrebbero prenderla senza il consenso del proprietario ed usarla per gioco, cosa che poi può portare a conseguenze letali, come molte volte è accaduto.

Purtroppo ogni tanto si sentono notizie che ci arrivano ( sopratutto dagli States) in cui dei bambini piccoli per gioco hanno preso un’arma ed hanno ucciso il fratellino o un altro familiare. Queste tragedie sono evitabili, ma la cosa migliore quando è presente un minore in casa, sarebbe quella di NON TENERE ARMI IN CASA.

Un bambino motivato e curioso può infatti ritrovare la chiave dell’armadio dove tenete la pistola, può guardarvi mentre aprite la cassaforte e copiarvi la password, i bambini e gli adolescenti, specialmente maschi, sono molto attratti dalle armi e sono pericolosissimi. Loro la prendono per sentirsi grandi, poi ci giocano, ma anche la migliore arma, la più sicura non è un gioco, può essere letale.

Di seguito, altri articoli sulla sicurezza in casa:

Cassaforte in Casa 

Migliori impianti di allarme 

Illuminazione di sicurezza  

Investimenti in industrie di A

Prezzo di una spada da samurai  

National Rifle Association

Collaboratore di Economia Italia dal 2012, scrive di economia, finanza e politica dal 2007. Diplomato in ragioneria, è pubblicista e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso l'Università degli Studi di Perugia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *