Le Aziende devono investire in formazione per avere un vantaggio competitivo sul mercato

Per molte aziende, le risorse umane sono considerate un bene inestimabile e chi vuole avere un vantaggio sul mercato dovrebbe investire di più in formazione.

Pertanto, non sorprende che molte organizzazioni investano ogni anno per formare e sviluppare i propri talenti.

Tuttavia, il rovescio della medaglia, c’è l’argomentazione secondo cui il miglioramento delle competenze di un dipendente lo renderà solo attraente e un potenziale obiettivo per i concorrenti.

Le Aziende devono investire in formazione per avere un vantaggio competitivo sul mercato
Le Aziende devono investire in formazione per avere un vantaggio competitivo sul mercato

Pertanto, l’investimento nella formazione dei talenti è giustificato?

Secondo Heera Singh, consulente principale di Heera Training and Management Consultancy, un’azienda della Malesia che investe nella formazione dei talenti otterrà un vantaggio competitivo sul mercato.

“Quando i dipendenti ricevono una formazione adeguata, diventano più qualificati e informati, il che si traduce in una maggiore produttività ed efficienza.

“Ciò significa che sono meglio attrezzati per completare meglio il loro lavoro dal punto di vista della qualità, dell’efficienza e degli errori”, ha detto a StarBiz.

Heera ha aggiunto che questo alla fine farà risparmiare all’azienda tempo e denaro.

“Questi stessi dipendenti saranno anche maggiormente in grado di innovare e sviluppare nuovi prodotti o servizi grazie alla loro competenza. “Questo aiuterà l’azienda a superare i concorrenti e garantire una maggiore redditività”.

Quando ciò accade, Heera ha affermato che anche il marchio di un’azienda crescerà e diventerà più attraente nel mercato del lavoro.

“Come hanno dimostrato sondaggi dopo sondaggi, la reputazione di un’azienda è un fattore molto importante per attrarre dipendenti di talento in qualsiasi azienda.

“Un grande talento è ciò che spingerà l’azienda a continuare a rimanere competitiva e redditizia”.

Il fondatore del gruppo Peoplelogy Allen Lee ha affermato che la formazione dei talenti può migliorare il coinvolgimento e la fidelizzazione dei dipendenti.

“Il coinvolgimento e la fidelizzazione dei dipendenti sono fondamentali per il successo di un’azienda. Uno studio della Society for Human Resource Management ha rilevato che i costi di rotazione dei dipendenti possono raggiungere dal 50% al 60% dello stipendio annuale di un dipendente.

“Al contrario, è più probabile che i dipendenti coinvolti restino in azienda, siano più produttivi e forniscano un servizio clienti migliore”.

Lee ha affermato che investire nel talento darebbe anche l’impressione che un datore di lavoro si preoccupi dello sviluppo della carriera e della crescita professionale dei dipendenti.

“I dipendenti che si sentono apprezzati e investiti hanno maggiori probabilità di essere fedeli al loro datore di lavoro e rimanere più a lungo in azienda.

Inoltre, Lee ha affermato che fornire opportunità di formazione può anche aiutare i dipendenti a sviluppare nuove competenze, migliorare le loro prestazioni lavorative e aumentare la loro soddisfazione sul lavoro. “Quando i dipendenti sentono che stanno crescendo professionalmente e che il loro datore di lavoro è coinvolto nello sviluppo della loro carriera, è più probabile che siano coinvolti e produttivi sul lavoro”.

Heera ha sottolineato che la fidelizzazione dei dipendenti è un aspetto cruciale di qualsiasi attività di successo.

“Un ottimo modo per aumentare la fidelizzazione dei dipendenti è offrire opportunità di crescita e sviluppo professionale. Ciò avvantaggia non solo i dipendenti, ma anche l’azienda nel suo insieme”.

Ha aggiunto che i lavoratori qualificati sono spesso motivati ​​a migliorare se stessi e salire la scala della carriera.

“Quando un’azienda offre un ambiente che favorisce la crescita e lo sviluppo, è più probabile che i dipendenti rimangano e traggano vantaggio dalle opportunità di carriera offerte.

“In tale contesto, investendo nella formazione e nello sviluppo dei dipendenti, le aziende non solo migliorano le competenze e le conoscenze dei propri dipendenti, ma anche la loro efficienza ed efficacia complessive”.

Inoltre, essere in grado di svolgere bene un lavoro porta anche a una maggiore soddisfazione sul lavoro, ha aggiunto Heera.

“Ciò ha un effetto a cascata in quanto i costi vengono ridotti man mano che gli errori di rilavorazione o correzione vengono ridotti al minimo, il che alla fine porta a una migliore fidelizzazione dei dipendenti”.

Lee ha spiegato che investire nella formazione dei talenti può anche aiutare un’azienda a sviluppare una forza lavoro più forte, il che può essere vantaggioso a lungo termine.

“Offrendo programmi di formazione, le aziende possono identificare i dipendenti che hanno il potenziale per assumere ruoli di leadership e crescere con l’azienda.

“Una forza lavoro ben addestrata può anche portare sul tavolo nuove idee e prospettive, portando all’innovazione e al miglioramento dei processi aziendali”.

Lee ha affermato che i dipendenti che ricevono una formazione hanno maggiori probabilità di assumersi nuove sfide e responsabilità, il che può portare a una maggiore fiducia e soddisfazione sul lavoro.

“Una forza lavoro forte può anche attrarre nuovi talenti in azienda”, ha sottolineato.

Percorsi di formazione per varie professioni:

Autore

  • Economia-italia.com

    Amministratore e CEO del portale www.economia-italia.com Massy Biagio è anche analista finanziario, trader, si avvicina al mondo della finanza dopo aver frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Collaboratore di varie testate online dal 2007, in cui scrive di economia, mercati, politica ed economia internazionale, lavoro, fare impresa, marketing, dal 2014 è CEO di www.economia-italia.com.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *