Come Usare il Body Language in un Colloquio di Lavoro per farti Assumere

Quando si preparano per un colloquio di lavoro, molte persone trascurano l’importanza di comprendere il linguaggio del corpo durante il colloquio. Pensando all’invio e all’interpretazione delle informazioni tramite il body language, ti dai un vantaggio. Gli intervistatori prestano attenzione a come appari e cosa dici, ma interpretano anche il tuo linguaggio del corpo, che ne siano consapevoli o meno. Se sai cosa cercare, puoi anche cogliere i segnali del linguaggio del corpo dell’intervistatore e, valutando come sta andando il colloquio, puoi rispondere in modo appropriato.

Il Body Language o linguaggio del corpo è la prima forma di comunicazione tra mammiferi

Prima dello scritto, prima della parola, c’era il linguaggio del corpo. L’essere umano da un’enorme importanza al linguaggi facciale e a quello del corpo che può comunicare veramente tanto. Avete presente quando siete all’estero ed incontrate qualcuno che non parla nè la Vostra lingua nè una lingua intermedia? Si usa il linguaggio del corpo e il linguaggio facciale per farsi capire.

Questo tipo di linguaggio è FONDAMENTALE per i rapporti tra persone; oggi parleremo del body language nel lavoro ed in particolare nella ricerca del lavoro.

linguaggio del corpo,  Body Language in un Colloquio di Lavoro
Sopra: ecco un esempio di come usare bene il linguaggio del corpo durante un colloqui di lavoro: stare dritti rispetto alla commissione, guardare l’interlocutore negli occhi, tenere le mani aperte e ben visibili, segno di apertura mentale ed accettazione dell’altro.

ECCO COME USARE IL LINGUAGGIO DEL CORPO DURANTE IL COLLOQUIO DI LAVORO

Cinesica: la scienza del linguaggio del corpo

Abbiamo tutti incontrato persone che stanno in piedi o si siedono con le spalle arrotondate e la testa china in avanti. Assumiamo da una tale posizione che le persone non abbiano fiducia in se stesse. Se parli con qualcuno che non incontra i tuoi occhi, è difficile fidarsi di loro. È difficile amare qualcuno che non sorride mai. C’è una scienza dietro questo aspetto della comunicazione umana chiamata cinesica.

La cinesica include l’uso della postura, dell’espressione facciale, del movimento e dei gesti per comunicare in modo non verbale. Durante il colloquio, un cercatore di lavoro può inviare segnali positivi del linguaggio del corpo e interpretare e rispondere al linguaggio del corpo dell’intervistatore comprendendo alcune nozioni di base su come usare il linguaggio del corpo durante il colloquio.

Postura del corpo aperta e sicura

È naturale essere nervosi quando si entra in una stanza delle interviste, ma è importante entrare con una postura eretta ma rilassata: esercitarsi davanti a uno specchio o alla telecamera a casa. Tieni la testa alta e le spalle indietro ma rilassate. Quando ti siedi, scegli una posizione ideale per stabilire un contatto visivo. Va bene sedersi contro lo schienale di una sedia se non ti fa piegare.

Durante l’intervista, inclinati leggermente in avanti quando l’intervistatore parla per mostrare che stai ascoltando. L’alternanza tra sedersi e sporgersi indica all’intervistatore che sei impegnato. Ad esempio, potresti sporgerti in avanti per ascoltare una domanda e poi sederti e tornare indietro per alcuni secondi per mostrare che stai pensando prima di sporgerti di nuovo in avanti per dare la tua risposta. Anche se non vuoi oscillare avanti e indietro a ogni scambio, cambiare posizione di tanto in tanto mostra che stai prestando attenzione e ti impedisce di apparire rigido e nervoso.

Braccia e mani

Molte persone hanno difficoltà su cosa fare con le mani e le braccia a causa della mancanza di informazioni sull’uso del linguaggio del corpo durante il colloquio. Prima del colloquio, esercitati a tenere le braccia e le mani in una posizione rilassata. Non incrociare le braccia davanti a te perché sembri sulla difensiva e chiusa. Se la tua sedia ha i braccioli, usali e, se sei seduto a un tavolo, appoggia gli avambracci su di esso. Puoi tenere le mani in diversi modi per mostrare apertura e averle pronte quando decidi di usare un gesto.

  • Mettete le mani sull’altra: se hai un tavolo o una scrivania, mettere una mano sopra l’altra liberamente può essere comodo per alcuni e sembri sicuro ma rilassato.
  • Dita intrecciate : se sei un irrequieto, intrecciare le dita può aiutarti a tenerle ferme. Invece di intrecciarli con i palmi rivolti verso il basso, potresti provare ad appoggiarli sul mignolo con le dita leggermente intrecciate. Una piega stretta può farti sembrare teso.
  • Steepled : tenendo le mani davanti a te con la punta delle dita che si toccano, sembri pensieroso ma rilassato. Non metterli insieme come se stessi pregando. Basta appoggiare alcuni polpastrelli insieme con le dita in alto o in avanti. Tenere le mani in una tale posizione durante un colloquio di lavoro può sembrare innaturale, quindi alternare tra campanile e piatto o campanile e delicatamente intrecciato ti consente di muovere le mani per mostrare che sei impegnato.
  • Colloquio di lavoro virtuale : se tendi ad agitarti, prova a sederti sulle mani. Questo è un vantaggio di Zoom e di altre piattaforme virtuali: nessuno può vederti seduto con le mani in mano, ma ti vedranno agitarsi.

Le chiavi devono essere comode, trasmettere sicurezza e, soprattutto, evitare di agitarsi. Sperimenta, decidi in anticipo la posizione della mano e fai pratica, così sembra naturale.

Gesta

Le gesta svolgono un ruolo importante mentre mostrano il corretto linguaggio del corpo durante il colloquio di lavoro per mostrare all’intervistatore che sei sicuro di te.

  • Stretta di mano : un gesto importante è la stretta di mano. Assicurati di offrire la tua mano, afferra saldamente la mano del tuo intervistatore, fissa il contatto visivo e sorridi.
  • Annuisci e inclina la testa: annuire o inclinare la testa in modo ponderato può mostrare efficacemente che sei d’accordo o stai considerando ciò che stanno dicendo. D’altra parte, non annuire costantemente come un bobblehead. Invece, usa cenni del capo per dimostrare entusiasmo o comprensione del punto dell’intervistatore.
  • Gesti delle mani : usa con parsimonia i gesti sottili delle mani e delle braccia per sottolineare un punto. Assicurati che i movimenti della mano e del braccio siano naturali e riservati. I professionisti che preparano un discorso praticano i gesti davanti a uno specchio o a una telecamera per sembrare naturali e appropriati.

Preparati per un colloquio allo stesso modo perché se i gesti sono a scatti, sgargianti o troppo frequenti, diventano fonte di distrazione e trasmettono nervosismo o aggressività.

Espressione facciale

Studia te stesso allo specchio ed esercitati a mantenere la tua espressione piacevole e naturale. Assicurati di sorridere al momento opportuno. Se hai difficoltà a sorridere in modo naturale, pensa a qualcosa che ti renda felice e guarda come appare il tuo viso. Se necessario, ricorda quel pensiero durante il colloquio. Usa gli occhi e le sopracciglia per esprimere sorpresa o entusiasmo.

Interpretare i messaggi non verbali del tuo intervistatore

Capire come inviare i messaggi giusti è solo metà della conversazione non verbale a due vie. Usa la tua comprensione della postura del corpo, della posizione delle mani e dei gesti e delle espressioni facciali per decodificare l’atteggiamento del tuo intervistatore nei tuoi confronti. Cercare spunti su come sta andando il tuo colloquio può aiutare a garantire l’uso di successo del linguaggio del corpo durante il colloquio. Alcuni segnali ti dicono che le cose stanno andando bene e ti incoraggiano a mantenere la rotta. Altri ti fanno sapere che un intervistatore non è impressionato e sta mentalmente andando avanti. Hai quindi l’opportunità di cambiare la dinamica e la direzione del colloquio. Fidati del tuo istinto e scegli un paio da tenere d’occhio poiché potrebbe essere difficile concentrarsi su così tanti concetti contemporaneamente. Eccone due che potrebbero essere utili.

Fai lo specchio: quando il tuo intervistatore rispecchia i tuoi movimenti, che tu annuisca, usi i gesti o ti pieghi in avanti quando parli, di solito puoi presumere che le cose stiano andando bene.

Contatto visivo: se il tuo intervistatore smette di stabilire un contatto visivo durante un colloquio, questo può essere un segnale di avvertimento. Potresti voler porre una domanda o offrire volontariamente alcune informazioni aggiuntive su un argomento di cui hai discusso per impegnarti di nuovo. Ad esempio, potresti dire qualcosa del tipo: “Hai chiesto della mia esperienza con XYZ. È perché lavorerei con XYZ?” Se non hai esperienza, forse potresti far emergere un’abilità simile o parlare di quanto velocemente hai appreso nuovi processi in passato.

Esercitandoti in anticipo davanti a uno specchio o una telecamera, puoi sviluppare abilità di comunicazione non verbale positiva e usare con sicurezza il linguaggio del corpo durante il colloquio. Più ti eserciti, meno dovrai pensare a quell’aspetto del colloquio. Dopo esserti concentrato sul tuo linguaggio del corpo, sarai più in sintonia con i segnali non verbali del tuo intervistatore e sarai in grado di controllare il corso del colloquio.

Altri consigli su come trovare lavoro 

 

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *