Che Succede se si Perde lo Scontrino della Vincita al Lotto

Tra i tanti giochi d’azzardo legali il lotto è sicuramente uno dei più amati e seguiti, con un meccanismo molto semplice e discrete possibilità di vincita. Anche qui ci vuole una buona dose di fortuna, ma nei momenti meno opportuni anche la sfortuna può colpire e nell’articolo di oggi scopriremo cosa succede se si perde lo scontrino di una giocata vincente.

Vincere e rendersi conto di aver perso la ricevuta sarebbe davvero il colmo, un caso limite, ma purtroppo può avvenire più di quanto si immagini. La Cassazione parla chiaro e la situazione diventa alquanto difficile. Costituendo titolo di legittimazione, cosa avviene se la ricevuta di una vincita al Lotto viene smarrita?

Che Succede se si Perde lo Scontrino della Vincita al Lotto
Sopra: un Fac-Simile di uno scontrino del Lotto

Come riscuotere la vincita al Lotto

Stando all’Agenzia Dogane e Monopoli, per riscuotere le vincite di qualsiasi valore nel Lotto e altri giochi legalizzati è necessario presentare lo scontrino del gioco, poiché senza quello non verrà pagato alcun premio e lo stesso avverrà anche qualora sia strappato, con parti mancanti o scolorito: deve essere perfettamente integro, pena la nullità.

Vi sono comunque diverse modalità a seconda dell’entità della vincita:

  • Fino a 583,48 euro lordi, si può riscuotere in qualsiasi punto scommesse, che richiedendo lo scontrino e validandolo con apposito sistema d’automazione pagherà l’importo in contanti, al netto dell’8% di ritenuta d’acconto
  • Dai 583,48 ai 2.300 euro lordi, occorre presentare lo scontrino nel luogo in cui si è giocato, dove verrà convalidato, con l’importo che potrà essere richiesto tramite attestazione di vincita o bonifico bancario o postale entro 15 giorni dalla sua presentazione
  • Dai 2.300 ai 10.500 euro lordi, occorre presentare lo scontrino in qualsiasi punto scommesse del gioco, dove verrà convalidato, per poi prenotare il pagamento dell’importo tramite attestazione di vincita o bonifico bancario o postale entro 15 giorni dalla sua presentazione
  • Oltre i 10.500 euro lordi, occorre presentare lo scontrino direttamente in una sede Lottoitalia S.r.l., concessionario gestione dei giochi, o in uno sportello Intesa Sanpaolo

Ogni vincita di qualsiasi entità va incassata entro 60 giorni dall’estrazione, anche direttamente presso Lottoitalia, in caso contrario sarà considerata ugualmente nulla. Si può riscuotere in qualsiasi giorno della settimana, purchè la propria ricevitoria sia aperta.

Senza scontrino, non si potrà avere la vincita nemmeno con:

  • Scontrini di altre giocate
  • Denuncia di smarrimento dello scontrino ai Carabinieri
  • Foto dello scontrino vincente
  • Testimoni oculari della giocata vincente

Medesime regole di riscossione valgono anche per il Lotto online, con accredito diretto sul Conto Gioco, sebbene le ricevute siano rappresentate da mail o voci sullo storico e quindi non si corra il rischio di perderle.

Secondo ADM, la vincita massima per ogni scontrino è di 6 milioni di euro.

Cosa succede se si perde lo scontrino Lotto vincente? La sentenza della Cassazione

Lo scontrino è l’unica prova per dimostrare una vincita, è quindi necessario custodirlo integro fino all’avvenuta riscossione. La situazione diventa ben più complicata se quello scontrino viene perso.

Stando all’Ordinanza 33576/2022 della Corte di Cassazione, che respinge la richiesta di un uomo che si era rivolto ai giudici per riscuotere una vincita da 17.500 euro pur avendo perso lo scontrino, il vincitore ha 60 giorni di tempo per ritrovare lo scontrino smarrito e incassare la somma, in caso contrario è come se non avesse mai giocato. A nulla sono servite ricevute di giocate precedenti e denuncia dai Carabinieri.

Ciò è avvenuto perchè, secondo l’ordinanza, giocando al Lotto si accettano implicitamente le regole previste, che richiedono di presentare lo scontrino per incassare una vincita. Tale ricevuta è quindi considerata titolo di legittimazione, col suo possesso che attesta sia la giocata che il diritto a incassare i relativi premi.

Cosa succede se lo scontrino del Lotto vincente viene trovato da un’altra persona?

Dopo lo smarrimento, tra le casistiche c’è il ritrovamento dello scontrino da parte di altre persone. Non essendo nominativo, chiunque lo trovi può pretendere di incassare la vincita purchè sia maggiorenne. A ricordarlo è la Corte di Cassazione, secondo cui il possesso del biglietto è idoneo ad attestare la giocata da parte del possessore e a legittimare l’incasso, anche qualora lo scontrino sia stato perso dall’effettivo giocatore e ritrovato da qualcun altro.

Lotto e vincite, le più importanti del 2022

Davanti alla possibilità sin troppo elevata di perdere uno scontrino vincente, è importante considerare anche ciò che si può vincere mantenendolo al sicuro.

Secondo Agimeg, infatti, il 2022 è stato un anno particolarmente fortunato per il gioco del Lotto, con la vincita più alta dell’anno che risale al 22 gennaio a Milano, da 600.000 euro, seguita da quella del 14 marzo sempre a Milano, da 433.000 euro, del 20 settembre a Pescia, provincia di Pistoia, da 124.500 euro, e da quella del 29 agosto a Messina, da 92.000 euro.

Da ricordare poi un 2021 ancora più fortunato, in cui le vincite più alte sono state quelle del 30 luglio ad Atessa, Chieti, da 1,2 milioni di euro, del 6 febbraio a Erice, Trapani, da 623.000 euro, e del 28 gennaio a Spoleto, Perugia, da 612.000 euro.

Suggerimenti utili per vincere giocando online:

Conclusioni

Chiudendo quest’esame e alla luce delle informazioni reperite, alla domanda se è possibile riscuotere una vincita al Lotto anche perdendo lo scontrino la risposta sarà ovviamente contraria, poiché rappresenterà l’unica prova per dimostrare di aver giocato e vinto. Questo purchè sia perfettamente integro, qualora invece sia deteriorato, illeggibile o vi manchino gli elementi essenziali sarà considerato nullo o porterà solo alla restituzione dell’importo giocato in caso di vincita.

Certo che per una volta che hai giocato hai vinto qualcosa, magari un premio molto consistente che poteva farti diventare indipendente finanziariamente, perdere lo scontrino – lasciatecelo dire – è da polli.

A conti fatti, nulla serviranno altri stratagemmi come foto, testimoni o denunce, ADM e Cassazione hanno parlato chiaro sulle meccaniche di riscossione: senza scontrini non si potranno avere nemmeno i premi minori.

Triste ma vero, la sfortuna può purtroppo giocare brutti scherzi, così come le varie sviste che si possono avere durante la giornata: se il problema si aggira nelle vincite online, per le giocate cartacee è sempre consigliato mantenere le ricevute in un posto sicuro di tasche e portafogli e riporle in cassetti o sportelli una volta tornati a casa; l’importante è ricordarli, così da averli pronti all’estrazione ed essere portati in ricevitoria in caso di vincita.

Risorse utili:

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.