Quanto Costa Sanremo 2024: Quanto Guadagnano Cantanti, Ospiti, Presentatori

Partiamo subito con il dire che quest’anno Sanremo ha avuto una raccolta pubblicitaria di 56 milioni di euro, l’8% in più rispetto l’anno scorso che già era un record storico.

Quanto costano ospiti, cantanti, presentatori, organizazzione?  Cerchiamo di fare due conti con i dati che abbiamo a disposizione.

Quanto costano i cantanti che partecipano a Sanremo

Nulla. O meglio: la gara non viene retribuita, non è mai successo, ovviamente hanno vitto e alloggio pagato dall’organizzazione, ma niente di più.

Quanto costano gli ospiti

Qui il discorso cambia. C’è da dire però che gli ospiti se sono cantanti o attori hanno comunque un enorme ritorno di immagine e di pubblicitùà, quindi i loro costi non sono così stratosferici, specialmente se si tratta di ospiti italiani.

Un tempo in effetti a sanremo veniva invitati i gruppi e i cantanti più famosi del periodo con cachet di tutto rispetto.

Vedi anche: Quanto sono ricchi i cantanti più famosi del mondo.

Quanto guadagna Amadeus

Nel 2024, Amadeus avrebbe registrato un calo nel suo compenso come conduttore e direttore artistico di Sanremo. Rispetto alle prime edizioni, il suo cachet sarebbe sceso da un intervallo di 500-600 mila euro per tutte le cinque serate (oltre 100 mila euro a puntata, considerando il lavoro di un anno per la selezione delle canzoni e l’organizzazione) a 350 mila euro nel 2023.

Le voci vicine alla Rai suggeriscono che il compenso di Amadeus dovrebbe rimanere invariato anche per l’edizione del 2024, con un importo di 70 mila euro per ogni puntata.

Questa riduzione potrebbe riflettere un adattamento alle condizioni economiche o alle dinamiche del mercato, ma nonostante il decremento, Amadeus rimane una figura chiave nel mondo di Sanremo, continuando a svolgere un ruolo significativo nel contesto dell’organizzazione e della conduzione del famoso festival musicale italiano.

Ricordiamo infatti che Amadeus non è solo il presentatore , ma è il direttore artistico quindi spetta a Lui scegliere gli ospiti e le canzoni, cioè è la sua l’ultima parola. Se un artista o un cantante non gli sta bene, non lo fa venire.

Quanto Costa Sanremo: Quanto Guadagnano Cantanti, Ospiti, Presentatori

Quanto Guadagnano i Co-Conduttori di Sanremo 2024

Nel prossimo Festival di Sanremo 2024, Amadeus sarà affiancato da cinque co-conduttori, tra cui Marco Mengoni, Giorgia, Lorella Cuccarini, Teresa Mannino e Fiorello.

La formazione serale dei co-conduttori inizierà il 6 febbraio.

Si dice che il compenso abituale per ogni co-conduttore a notte si aggiri intorno ai 25.000 euro, ad eccezione di Chiara Ferragni che, un anno fa, venne pagata 50.000 euro per la partecipazione a due serate, con la somma devoluta al DiRe – Donne in Rete associazione benefica contro la violenza.

Tra i co-conduttori degno di nota è Fiorello, che ha guadagnato circa 300.000 euro per le cinque serate nel 2020 e, secondo indiscrezioni, 250.000 euro l’anno successivo.

Nel 2022 avrebbe ricevuto 50.000 euro per una sola notte.

Resta incerto se Fiorello si discosterà dalla norma quest’anno, soprattutto considerando che Amadeus ha annunciato la sua partecipazione all’insaputa di Fiorello.

Nel prossimo Festival di Sanremo 2024, tra gli ospiti degni di nota figurano Giovanni Allevi nella seconda serata e Roberto Bolle nella serata finale, anche se i dettagli specifici sul loro compenso rimangono segreti.

Il festival commemorerà il 60°, 40° e 30° anniversario di canzoni iconiche, comprese le esibizioni di Giorgia, che co-condurrà la serata corrispondente, insieme alle interpretazioni di “Terra Promessa” di Eros Ramazzotti e “Non ho l’età” di Gigliola Cinquetti. È interessante notare che quando Ramazzotti partecipò nel 2016, chiese un compenso di 50.000 euro per la sua apparizione.

Inoltre, il famoso attore Russell Crowe sarà il super ospite internazionale la notte dell’8 febbraio, mettendo in mostra il suo talento musicale piuttosto che i suoi acclamati ruoli in film come “Il Gladiatore”. La partecipazione di Crowe, come annunciato da Amadeus a “Viva Rai 2”, è caratterizzata dal suo impegno personale, volando dall’Australia a proprie spese per il puro piacere di far parte dell’evento, senza alcun programma specifico delineato per il suo coinvolgimento.

Costi e Ricavi del Festival di Sanremo

Per cercare di capire come funziona il business di Sanremo, andiamo a vedere i costi e i ricavi dell’anno scorso a Festival ormai finito

I Costi

In questo segmento, viene evidenziata l’importanza delle spese legate agli ingaggi per la conduzione e la partecipazione degli artisti al programma televisivo. Amadeus, il conduttore principale, potrebbe ricevere un compenso compreso tra 500 e 600mila euro, se si confermassero le cifre dell’anno precedente, sebbene alcune indiscrezioni suggeriscano una cifra inferiore di circa 350mila euro.

Altri ingaggi includono Gianni Morandi con un compenso di circa 300mila euro, e le co-conduttrici che percepiranno 25mila euro a serata, con Chiara Ferragni che raddoppierà la sua cifra partecipando a due serate e destinando la somma in beneficenza. Inoltre, sono menzionati i costi associati agli ospiti e ai cantanti in gara, con cachet variabili da meno di 50mila fino a quasi 100mila euro, e rimborsi previsti per i cantanti pari a 58mila euro, inclusi 5mila euro destinati alla serata dei duetti.

Per quanto riguarda i costi complessivi, si fa riferimento alle cifre degli anni precedenti, indicando che negli ultimi anni si è registrata una diminuzione da circa 18 milioni a 17,4 milioni di euro. Si suggerisce che il budget per l’attuale edizione potrebbe essere simile o leggermente inferiore, stimandolo intorno a 17,3 milioni di euro.

I Ricavi 

Ogni anno che passa, Sanremo aumenta i ricavi in modo notevole ( di circa il + 10% all’anno ) .

Nel 2022 i ricavi pubblicitari hanno visto un aumento significativo, passando dai circa 38 milioni del 2021 ai 42 milioni dell’ultimo anno, con una spesa di 17 milioni. L’obiettivo per l’anno in corso è quello di raggiungere un fatturato di 50 milioni.

È interessante notare che una parte sostanziale di questo reddito è generata attraverso un aumento del 15% delle tariffe pubblicitarie negli ultimi due anni. Ad esempio, assicurarsi uno spazio pubblicitario Prime poco prima delle 22:00 richiede fino a 413.000 euro per uno spot di 30 secondi, mentre un pacchetto completo può costare oltre 2 milioni di euro.

Dal dettaglio dettagliato della concessionaria Rai emergono costi precisi, ovvero 537.900 euro per l’apertura delle affissioni e 286.500 euro per la chiusura delle affissioni.

Le promozioni vanno da 658.000 euro per le anteprime a 2,18 milioni di euro per un pacchetto che copre tutte le notti alle 23:35. Per i pacchetti durante la fase centrale, tra le 22:45 e le 00:15, i costi ammontano a 1,76 milioni, pari a 117mila euro al secondo. Gli inserzionisti hanno anche la possibilità di acquistare slot per una sola notte, che vanno da 211.000 a 413.000 euro.

Questo aumento degli introiti pubblicitari è cruciale per sostenere il Festival di Sanremo, e l’aumento delle tariffe sottolinea la popolarità dell’evento e il premio assegnato agli spazi pubblicitari.

Il successo finanziario del Festival in questo senso è evidente attraverso il crescente investimento da parte degli inserzionisti, con proiezioni mirate a raggiungere traguardi di fatturato ancora più elevati nella prossima edizione.

Settore dello Spettacolo/Social media

Autore

  • Economia-italia.com

    Amministratore e CEO del portale www.economia-italia.com Massy Biagio è anche analista finanziario, trader, si avvicina al mondo della finanza dopo aver frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Collaboratore di varie testate online dal 2007, in cui scrive di economia, mercati, politica ed economia internazionale, lavoro, fare impresa, marketing, dal 2014 è CEO di www.economia-italia.com.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *