Come vincere a Scacchi: Consigli e strategie

Con la bella stagione viene un po’ voglia di disintossicarsi dai soliti smartphone e tecnologie, tornando al passato coi passatempi più classici, tra enigmistica e strategia. Uno dei giochi più amati ma anche quello che sviluppa di più la mente di un bambino sono gli Scacchi, che scopriremo insieme nell’articolo di oggi con consigli per imparare nuove tecniche o migliorarle per vincere.

Oltre un millennio di storia, per un gioco che non ha mai perso il suo fascino ma al contrario continua ad appassionare allenando la mente, per partite che potrebbero durare addirittura ore quando i due sfidanti sono esperti e non vogliono sbagliare. Come funzionano gli Scacchi? Come vincere senza barare?

Cos’è e come funziona il gioco degli Scacchi

Chiamato anche col termine anglofono Chess, gli Scacchi sono un gioco di strategia che si svolge su una tavola di forma quadra chiamata scacchiera, con caselle di colori alternati, solitamente bianco e nero, dove si sfidano due giocatori, che dispongono di pezzi con colori alterni a quelli dei riquadri. Rientra tra i giochi a somma zero e presenta un meccanismo a turni.

Le origini risalgono all’India del VI secolo, ma arrivarono nell’anno 1000 in Europa, nonostante le maggiori evoluzioni arrivarono tra XV e XIX secolo. Praticato in tutto il mondo, è indiscutibilmente uno dei giochi più popolari in assoluto, sia in modo ricreativo che professionistico, ed è disciplinato a livello internazionale da FIDE (Fédération Internationale des Échecs), con ultimo aggiornamento a gennaio 2018.

Può essere giocato in molte occasioni, tra tutte:

  • In casa, con famiglia e amici
  • All’aperto, portando con se l’occorrente
  • In circoli dedicati
  • In centri anziani
  • Online, attraverso siti o app
  • In competizioni ufficiali FIDE

Le regole sono semplici ma lo stesso non si può dire delle strategie, che diventano particolarmente complesse quando si gioca a livello professionale. La scacchiera di gioco è composta da 64 caselle, in forma 8×8 e indicate da combinazioni di lettere e numeri, mentre i due giocatori controllano 16 pezzi ognuno con aspetto e movimenti differenti divisi in 6 tipologie:

  • Prima fila
  • 1 Re, si muove di una sola casella in ogni direzione, la sua cattura decreterà la vittoria dell’avversario
  • 1 Regina, si muove di più caselle in ogni direzione
  • 2 Torri, si muovono di più caselle orizzontalmente e verticalmente
  • 2 Alfieri, si muovono di più caselle diagonalmente
  • 2 Cavalli, si muovono di 3 caselle in forma di L, sono gli unici pezzi a scavalcare gli avversari
  • Seconda fila
    • 8 Pedoni, si muovono di una sola casella solo in avanti, col primo movimento di due, catturano gli avversari solo muovendosi diagonalmente

Stando al regolamento, sarà il giocatore bianco a muovere per primo dando inizio alla partita. Indifferentemente dai pezzi rimanenti, obiettivo finale del gioco è catturare il Re avversario mettendolo sotto scacco, o check in inglese, ossia una minaccia che lo costringe a muoversi altrove: se il Re non può più fare mosse per fuggire sarà sotto scacco matto, chiamato anche matto o checkmate, che termina la partita con la vittoria dell’avversario.

Non è in nessun caso possibile ripetere mosse già terminate, sebbene sia consentito pensarle o, in alcuni casi più dilettantistici, simularle senza però ultimarle; non è inoltre possibile effettuare due turni consecutivi dallo stesso giocatore, il che significherebbe barare.

Situazioni particolari possono essere:

  • Arrocco, ottima difesa in cui il Re viene protetto da una delle due Torri, unica mossa nel gioco che permette di muovere due pezzi e in cui il Re si muove di due caselle
  • Adescamento, per attirare Pedoni o altri pezzi altrove togliendo le difese al Re avversario, con la possibilità di metterlo sotto scacco con altri pezzi
  • Forchetta, mossa che rappresenta un doppio attacco di un pezzo a due pezzi avversari, di cui solo uno resterà in gioco anche catturando il nemico

Seppur più raramente, la partita può finire in stallo, una situazione in cui non vi sono più mosse disponibili ma il Re avversario non è sotto scacco, chiudendo in pareggio. In alternativa, la partita si può dichiarare patta se non ci sono state catture o movimenti di Pedoni nelle ultime 50 mosse.

Tra i più grandi scacchisti di sempre si ricordano i russi Alexander Alekhine e Garri Kasparov, il cubano José Raúl Capablanca, lo statunitense Bobby Fischer, il cinese Ding Liren ed il norvegese Magnus Carlsen.

Secondo stime Economia-italia.com, a marzo 2023 in Italia vi sono circa 20.000 tesserati in 357 circoli ufficiali, ma anche altrettanti iscritti e giocatori assidui non tesserati. Impossibile invece quantificare il numero di scacchisti nel mondo, sebbene nello stesso periodo The Chess Journal ne conti circa 800 milioni.

Infine, c’è da ricordare che esistono anche set di scacchiere e pezzi prettamente ornamentali e non da gioco, realizzati in legno pregiato, marmo o metalli nobili come oro, argento o bronzo, che possono rientrare di diritto nei beni rifugio, maturando valore nel tempo purchè si mantengano in condizioni impeccabili.

Strategie e consigli per vincere a Scacchi

A discapito delle regole basilari, semplici e intuitive, il gioco degli Scacchi è universalmente famoso per la sua estrema complessità nelle strategie, richiedendo profonda capacità di organizzazione, pianificazione e intuizione: ancor prima di fare ogni movimento occorre valutare tutte le possibili mosse di ogni pezzo avversario, motivo per cui le partite possono durare dai 5 minuti, se dall’esito più scontato o sviste, a intere giornate, specie nel caso di professionisti o tornei ufficiali.

Strategia, tattica e nervi saldi, ma nel frattempo è un ottimo allenamento per il ragionamento logico e per la mente, specialmente se giocato con assiduità e sul lungo periodo. Alcuni consigli per giocare meglio e vincere possono essere considerati ancor prima di iniziare la partita. Per aumentare le possibilità di vincere è sempre opportuno:

  • Conoscere le regole, assicurandosi di comprendere il regolamento nella sua interezza, tutti i movimenti dei singoli pezzi e le situazioni particolari, così da individuare ed evitare scorrettezze e cogliere occasioni interessanti
  • Controllare il centro della scacchiera, facendo entrare in gioco i pezzi più importanti dopo aver spostato i Pedoni, trovando maggiore possibilità di movimento e attacco verso il Re avversario
  • Proteggere il Re, mantenendolo sempre al sicuro dietro una fila di Pedoni o altri pezzi importanti, senza mandarlo all’attacco
  • Pianificare le mosse, senza improvvisare nulla, creando situazioni di scacco muovendosi a seconda delle posizioni e dei pezzi avversari
  • Cogliere le sviste dell’avversario, riconoscendo i suoi errori e sfruttandoli a proprio favore, specialmente quando lascia allo scoperto importanti pezzi o breccie verso il Re
  • Migliorare la tattica, imparando mosse comuni spesso sottovalutate o altre più particolari, per catturare pezzi importanti o mettere sotto scacco il Re
  • Valutare le posizioni costantemente, capendo se si stanno guadagnando o perdendo punti strategici
  • Esaminare i finali di gioco, imparando i concetti fondamentali per fare ultime mosse che non lascino scampo all’avversario
  • Giocare contro avversari sempre più forti, per osservare e analizzare le loro mosse capendone le strategie, anche perdendo in pochi minuti potrebbe essere un’ottima opportunità per imparare e migliorare le proprie tecniche
  • Avere pazienza, per trovare varchi d’attacco
  • Studiare continuamente, aggiornandosi guardando le partite dei grandi campioni per capire mosse e tattiche
  • Allenarsi giocando, con la pratica costante che darà più consapevolezza delle situazioni che possono avvenire nelle partite
  • Imparare dalle sconfitte, correggendo sempre il tiro in caso di errori per non ripeterli successivamente

Questo perché gli Scacchi sono un gioco che si impara sul lungo-lunghissimo periodo senza mai smettere di approfondire ed esercitarsi: come insegnano anche le grandi partite storiche, l’assoluta padronanza non esisterà mai perché l’errore può essere dietro l’angolo, ma c’è sempre modo per evolversi e giocare sempre meglio.

Infine, terminata la partita, che si vinca o perda, gentilezza, sportività e correttezza devono essere  messe al primo posto, è difatti sempre importante ringraziare l’avversario e congratularsi con lui o, qualora lo voglia, invitarlo ad una rivincita.

Ecco alcune delle principali strategie del gioco di scacchi, con i nomi, gli inventori e le mosse da fare:

  • Controllo del centro: questa strategia consiste nel controllare il centro della scacchiera, che è la zona più importante della scacchiera. Il controllo del centro può essere ottenuto muovendo i pedoni al centro della scacchiera o muovendo i pezzi in modo da controllare le caselle centrali.
  • Sviluppo dei pezzi: questa strategia consiste nello sviluppare tutti i pezzi in modo da poterli usare al meglio. I pezzi dovrebbero essere sviluppati in caselle attive, dove possono controllare più caselle e attaccare i pezzi dell’avversario.
  • Protezione del re: questa strategia consiste nella protezione del re, che è il pezzo più importante del gioco. Il re dovrebbe essere protetto spostandolo in una posizione sicura e muovendo i pezzi in modo da bloccare le caselle che portano al re.
  • Attacco: questa strategia consiste nell’attaccare il re dell’avversario. L’attacco può essere effettuato muovendo i pezzi in modo da minacciare il re o catturando i pezzi dell’avversario che proteggono il re.
  • Difesa: questa strategia consiste nella difesa contro l’attacco dell’avversario. La difesa può essere effettuata spostando i pezzi in modo da bloccare le mosse dell’avversario o catturando i pezzi dell’avversario che minacciano il tuo re.

Ecco alcuni esempi di strategie più specifiche:

  • Attacco di gambetto: questa strategia consiste nel sacrificare un pedone per ottenere un vantaggio di sviluppo o di posizione.
  • Attacco di apertura: questa strategia consiste nell’attaccare l’avversario nelle prime fasi del gioco.
  • Attacco di finale: questa strategia consiste nell’attaccare l’avversario nelle fasi finali del gioco, quando ci sono meno pezzi sulla scacchiera.

Ecco alcuni esempi di giocatori che hanno inventato o reso famose alcune strategie:

  • Garry Kasparov: Kasparov è stato un grande maestro degli scacchi che ha vinto il campionato del mondo nel 1985 e lo ha mantenuto per 20 anni. Kasparov è stato un giocatore molto aggressivo che amava attaccare l’avversario.
  • Anatoly Karpov: Karpov è stato un grande maestro degli scacchi che ha vinto il campionato del mondo nel 1975 e nel 1993. Karpov era un giocatore molto solido che amava controllare il centro della scacchiera e sviluppare i suoi pezzi in modo ottimale.
  • Mikhail Botvinnik: Botvinnik è stato un grande maestro degli scacchi che ha vinto il campionato del mondo nel 1948 e lo ha mantenuto per 15 anni. Botvinnik era un giocatore molto strategico che amava pensare a lungo termine e pianificare il suo gioco con attenzione.

Queste sono solo alcune delle principali strategie del gioco di scacchi. Ci sono molte altre strategie che possono essere utilizzate, e la migliore strategia per ogni partita dipende dalla posizione specifica e dal livello di gioco dei giocatori.

LE PRINCIPALI APERTURE

Ecco uno schema con l’elenco delle migliori aperture degli scacchi con mosse e contromosse:

Aperture aperte

  • Gambito di donna
    • Mosse: 1. d4 d5 2. c4
    • Contromosse: 1… e6
  • Gambito di re
    • Mosse: 1. e4 e5
    • Contromosse: 1… e5
  • Attacco italiano
    • Mosse: 1. e4 e5 2. Nf3 Nc6 3. Bc4
    • Contromosse: 1… e6 2. Nf3 Nc6 3. Bc4
  • Gambetto Ruy Lopez
    • Mosse: 1. e4 e5 2. Nf3 Nc6 3. Bb5
    • Contromosse: 1… e6 2. Nf3 Nc6 3. Bb5 a6 4. Ba4
  • Partita inglese
    • Mosse: 1. c4
    • Contromosse: 1… e6 2. d4 d5

Aperture chiuse

  • Difesa francese
    • Mosse: 1. e4 e6
    • Contromosse: 1. d4 d5
  • Difesa Caro-Kann
    • Mosse: 1. e4 c6
    • Contromosse: 1. d4 d5
  • Difesa siciliana
    • Mosse: 1. e4 c5
    • Contromosse: 1. d4 d5 2. c4 cxd4 3. Nxd4 Nc6

Aperture semiaperte

  • Gambito di torre
    • Mosse: 1. d4 d5 2. Nf3 Nc6 3. Bg5
    • Contromosse: 1… e6 2. Nf3 Nc6 3. Bg5 Be7
  • Difesa Nimzo-indiana
    • Mosse: 1. d4 Nf6 2. c4 e6 3. Nf3 Bb4
    • Contromosse: 1. d4 Nf6 2. c4 e6 3. Nf3 Bb4 4. Nc3 O-O 5. a3 Bxc3+ 6. bxc3
  • Difesa Queen’s Indian
    • Mosse: 1. d4 Nf6 2. c4 g6
    • Contromosse: 1. d4 Nf6 2. c4 g6 3. Nf3 Bg7 4. Nc3 O-O 5. Be2 d6

È importante notare che questo è solo un elenco parziale delle molte aperture che possono essere utilizzate negli scacchi. La migliore apertura per ogni partita dipende dalla posizione specifica e dal livello di gioco dei giocatori.

 

Attacco all’apertura, le principali mosse e contromosse

Ecco alcune delle principali mosse e contromosse per l’attacco di apertura negli scacchi:

Attacco di apertura

  • Gambito di donna: questa apertura inizia con le mosse:
1. d4 d5
2. c4

Il bianco sacrifica un pedone per ottenere un vantaggio di sviluppo e di controllo del centro della scacchiera.

  • Gambito di re: questa apertura inizia con le mosse:
1. e4 e5

Il bianco sacrifica un pedone per ottenere un vantaggio di sviluppo e di controllo del centro della scacchiera.

  • Attacco italiano: questa apertura inizia con le mosse:
1. e4 e5
2. Nf3 Nc6
3. Bc4

È un’apertura solida e versatile che può portare a una varietà di posizioni.

  • Gambetto Ruy Lopez: questa apertura inizia con le mosse:
1. e4 e5
2. Nf3 Nc6
3. Bb5

È una delle aperture più antiche e studiate del gioco. Può portare a una varietà di posizioni, sia aperte che chiuse.

Contromosse

  • Difesa siciliana: questa difesa inizia con le mosse:
1. e4 c5

È una delle difese più popolari contro l’attacco di donna. Può portare a una varietà di posizioni, sia aperte che chiuse.

  • Difesa francese: questa difesa inizia con le mosse:
1. e4 e6

È una difesa solida e versatile che può portare a una varietà di posizioni.

  • Difesa Caro-Kann: questa difesa inizia con le mosse:
1. e4 c6

È una difesa solida e versatile che può portare a una varietà di posizioni.

  • Difesa inglese: questa difesa inizia con le mosse:
1. c4

È un’apertura solida e versatile che può portare a una varietà di posizioni.

È importante notare che queste sono solo alcune delle molte aperture che possono essere utilizzate negli scacchi. La migliore apertura per ogni partita dipende dalla posizione specifica e dal livello di gioco dei giocatori.

Attacco di finale: mosse e contromosse priincipali:

Ecco alcune delle principali mosse e contromosse per l’attacco di finale negli scacchi:

Attacco di finale

  • Pedine aperte: una pedina aperta è una pedina che non ha pedone avversario davanti a sé. Le pedine aperte possono essere molto potenti, in quanto possono controllare più caselle e possono essere utilizzate per attaccare i pezzi dell’avversario.
  • Pedine bloccate: una pedina bloccata è una pedina che non può avanzare perché è bloccata da altre pedine. Le pedine bloccate possono essere un peso morto, in quanto non possono essere utilizzate per attaccare o difendere.
  • Pedine fuori posizione: una pedina fuori posizione è una pedina che non è in una posizione in cui può essere utilizzata al meglio. Le pedine fuori posizione possono essere un bersaglio facile per i pezzi dell’avversario e possono essere catturate facilmente.
  • Pedine centrali: le pedine centrali sono le pedine che controllano le caselle centrali della scacchiera. Le pedine centrali sono molto importanti, in quanto controllano più caselle e possono essere utilizzate per attaccare i pezzi dell’avversario.
  • Pezzi sottosviluppati: un pezzo sottosviluppato è un pezzo che non è stato sviluppato in una posizione in cui può essere utilizzato al meglio. I pezzi sottosviluppati possono essere un bersaglio facile per i pezzi dell’avversario e possono essere catturati facilmente.

Contromosse

  • Sviluppare i pezzi: è importante sviluppare tutti i pezzi in una posizione in cui possono essere utilizzati al meglio. I pezzi sviluppati possono essere utilizzati per attaccare i pezzi dell’avversario e per difendere il tuo re.
  • Controllare il centro della scacchiera: è importante controllare il centro della scacchiera, in quanto questo ti darà un vantaggio di spazio. Il controllo del centro della scacchiera può essere ottenuto muovendo i pedoni al centro della scacchiera o muovendo i pezzi in modo da controllare le caselle centrali.
  • Proteggere il re: è importante proteggere il tuo re, in quanto è il pezzo più importante del gioco. Il re dovrebbe essere protetto spostandolo in una posizione sicura e muovendo i pezzi in modo da bloccare le caselle che portano al re.
  • Attaccare i pezzi dell’avversario: è importante attaccare i pezzi dell’avversario, in quanto questo lo costringerà a difendersi e ti darà un vantaggio. L’attacco può essere effettuato muovendo i pezzi in modo da minacciare i pezzi dell’avversario o catturando i pezzi dell’avversario.
  • Difendere contro l’attacco dell’avversario: è importante difendere contro l’attacco dell’avversario, in quanto questo ti impedirà di perdere la partita. La difesa può essere effettuata spostando i pezzi in modo da bloccare le mosse dell’avversario o catturando i pezzi dell’avversario che minacciano il tuo re.

È importante notare che queste sono solo alcune delle molte mosse e contromosse che possono essere utilizzate negli scacchi. La migliore mossa o contromossa per ogni situazione dipende dalla posizione specifica e dal livello di gioco dei giocatori.

Come vincere a Scacchi: Consigli e strategie

Conclusioni

Concludendo quest’esame, emerge che vi sono numerosi modi per vincere a Scacchi, ma le prime cose di cui si ha bisogno sono mente lucida, pensiero critico e ragionamenti logici, ma anche una visione strategica dell’intera scacchiera, ipotizzando ogni possibile mossa dell’avversario per poter aggirare la sua minaccia, andando sulla difensiva, o partire all’attacco verso il suo Re non appena si avrà la possibilità.

A conti fatti, non ci sono strategie precise che assicurino la vittoria sin dall’inizio bensì tutte sono strettamente connesse all’andamento della partita, se molte sono ideali per le prime mosse e creare i primi punti d’attacco, altre sono migliori per le azioni finali, cogliendo di sorpresa il Re.

C’è poi da dire di non aver mai paura di perdere, poiché la sconfitta fa parte del gioco e anch’essa può insegnare a lungo termine: anche i più grandi campioni di sempre hanno perso in passato e continueranno a farlo, imparando anch’essi dai loro errori e dalle partite di personaggi più grandi di loro.

Tutto questo in un gioco antico ma sempre attuale, praticato in tutto il mondo, che stimola la mente e aiuta la logica come pochi altri strumenti fanno: gli insegnamenti degli Scacchi si possono applicare anche alla vita reale, per maturare giudizio sulla propria situazione e valutare ogni possibile variabile senza prendere nulla per scontato.

 

ARTICOLI CORRELATI 

Come vincere al Superenalotto con la Bacheca dei Sistemi

Come vincere al Superenalotto con la Bacheca dei Sistemi

Lo scorso 16 febbraio è stato centrato il primo 6 dell’anno al Superenalotto, per un clamoroso montepremi di 371 milioni di euro che ha richiesto quasi due anni per raggiungere tale cifra. Tuttavia, la vincita è divisa tra 90 giocatori, che con una schedina da 5,00 euro hanno giocato con la Bacheca dei Sistemi, metodo…

Come Vincere al Fantacalcio: Trucchi, Consigli, Furbizie

come vincere al fantacalcio

Chiunque nella vita ha desiderato almeno una volta di diventare allenatore della sua squadra calcistica preferita, col Fantacalcio si può, passando il weekend in modo diverso e da intenditore sportivo. In quest’articolo scopriremo insieme come vincere al Fantacalcio, attraverso le tecniche per condurre le migliori aste e avere una squadra imbattibile. Un gioco sportivo ma…

Come Vincere le Scommesse al Giro d’Italia

Come Vincere le Scommesse al Giro d'Italia

E’ la corsa in bici a tappe più celebre d’Italia nonché uno degli appuntamenti sportivi più attesi e amati, che nei decenni ha visto la concacrazione del ciclismo e l’ascesa di grandi campioni come Coppi, Bartali, Pantani e Nibali. Oggi scopriremo come scommettere e vincere al Giro d’Italia e tutte le informazioni che occorre conoscere…

Come Vincere su Bidoo: Trucchi per Vincere le Aste Online

Vincere su Bidoo: Trucchi per Vincere le Aste di Bidoo

Gli acquisti online sono sempre più prerogativa degli italiani, tanto che circa 38 milioni di essi ne hanno effettuato almeno uno nell’ultimo anno. Disponibilità, facilità e comodità, per avere direttamente a casa ciò che si desidera, a parte le modalità tradizionali esistono però delle alternative, come quella all’asta. Bidoo è un’innovativa piattaforma che consente di…

Come Vincere alla Roulette Online, SNAI, americana, francese

Come Vincere alla Roulette Online 2019: Trucchi e Tecniche Migliori

Trucchi per come vincere alla roulette online? Abbiamo già considerato il gioco (d’ azzardo) della roulette nella sua versione classica, proviamo a considerare come poter vincere alla roulette online, scoprendo eventuali differenze tra le due tipologie di gioco. Ricordiamo, come sempre, che il gioco d’ azzardo della roulette non è un gioco matematicamente equo a…

 

Come Vincere al Gratta e Vinci

Come Vincere al Gratta e Vinci. Trucchi per Turista per Sempre

Come vincere al gratta e vinci? Il gratta e vinci è uno dei giochi di azzardo più diffusi nel nostro paese: tentare la fortuna grattando schedine sotto la cui patina argentata può nascondersi l’ agognata fortuna. Siamo sempre di fronte ad un gioco d’ azzardo, matematicamente non prettamente equo per il giocatore. Non è azzardato…

Come Vincere al Lotto – Trucchi – Guida

Come Vincere al Lotto - Trucchi - Guida

Come vincere al lotto? Tormento e passione di molti italiani, e non solo, il gioco del lotto è forse il più amato dalle persone, vuoi per il collegamento con la tradizione, la superstizione, i sogni etc. Il Gioco del Lotto è un classico gioco italiano, tra i più tradizionali e tra i più amati, specialmente…

Come guadagnare soldi al Fantacalcio e vincere premi

fantacalcio

Il calcio è lo sport preferito dagli italiani, tanto che molti giocano anche al Fantacalcio, un passatempo in cui ci si diverte ad essere allenatori, durante il finesettimana, di una squadra di pura fantasia. Nell’articolo di oggi scopriremo insieme come funziona e come vincere partite e guadagnare denaro col Fantacalcio. Un gioco divertente, ma anche…

Trucchi per Vincere al Lotto Matematicamente

Trucchi per Vincere al Lotto Matematicamente

Giocando al Lotto, il gioco più seguito dagli italiani, ci si accorge che è possibile seguire alcune strategie, schemi o trucchi. Essendo considerato un gioco d’azzardo, le probabilità di vincita sono particolarmente basse, ma esistono diversi modi per giocare al meglio, dei trucchi per vincere al Lotto matematicamente, per riuscire a guadagnare cifre considerevoli senza…

La Redazione di Economia Italia è formata da professionisti dell'economia e della finanza con la passione della divulgazione. Dal 2014 pubblichiamo guide sugli investimenti, prestiti, mondo della finanza e dell'economia, con un occhio di riguardo alle tematiche di energia rinnovabile, del lavoro e dell'economia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.