Come va al bagno un pilota di aereo militare: un problema non da poco

Come si va al bagno negli aerei militari a lunga percorrenza? Gli aerei militari possono essere riforniti in volo e possono stare in volo molte ore, allora come fa un pilota uomo o donna a fare urina?

L’Air Force sta testando un nuovo dispositivo che renderà la urina meno pericolosa per i piloti di caccia
“Ci sono state effettivamente volte in cui sono stato slacciato e decompresso e ho ricevuto una chiamata radio per rispondere a un ‘truppe in contatto'”.

Un saggio pilota di caccia una volta disse di sentire il bisogno, il bisogno di più velocità . Ma ogni tanto sente anche il bisogno di fare urina. Storicamente, questo è stato un lavoro complicato in una cabina di pilotaggio angusta di un jet da combattimento, dove un’imbracatura da paracadute, una tuta da volo per tutto il corpo e un giubbotto di sopravvivenza rendono difficile accedere alle parti del corpo necessarie e fare una perdita senza fare pasticci. Ma un nuovo dispositivo di “sollievo vescicale in volo” testato dall’Air Force potrebbe rendere le cose più facili, specialmente per le donne pilota.

Sviluppato da Omni Defense Technologies, ” Skydrate ” prevede un pad per le donne e una tazza per gli uomini. I piloti indossano la tazza o l’assorbente sotto uno speciale paio di mutande. Quando è ora di andare, il pilota collega la tazza o il pad con un tubo che porta a una pompa all’esterno della tuta di volo. La pompa a batteria tira l’urina attraverso il tubo in un sacchetto di raccolta, dove viene conservata la urina fino alla fine della missione.

La pompa potrebbe essere un miglioramento rispetto ai sistemi precedenti, in cui i piloti aprivano le tute di volo e andavano al bagno direttamente in un sacchetto di plastica chiamato piddle pack . Il sistema era particolarmente imbarazzante per le donne pilota, alcune delle quali dovevano oscillare in avanti sul sedile o alzarsi per fare urina nella borsa ed evitare fuoriuscite. Poiché è una tale seccatura, alcune donne semplicemente non bevono acqua in anticipo per evitare di dover fare urina a metà volo.

“[M] tutte le donne dell’equipaggio ricorrono alla “disidratazione tattica” per evitare le difficoltà e i potenziali pericoli di doversi liberare durante il volo”, ha scritto l’Air Force in una sollecitazione del 2020 per migliori branchi di piddle. “Durante i voli, la disidratazione ha un impatto negativo sui piloti abbassando la loro tolleranza G fino al 50%” e portando a possibili mal di testa, visione alterata e “prestazioni fisiche e cognitive ridotte”.

“Influisce su tutto, dal tempo di reazione alla visione, che ovviamente vuoi entrambi quando atterri sulla nave di notte”, ha detto a Task & Purpose Alex Dietrich, che ha pilotato i Super Hornet F/A-18F nella Marina. . “Proprio come il sonno e l’alimentazione, devi rimanere idratato.”

L’Air Force sta testando un nuovo dispositivo che renderà l’urina meno pericolosa per i piloti di caccia
Oregon Air National Guard Il Mag. Jeff Yeates, assegnato alla 123a Fighter Squadron, 142a Fighter Wing, prenditi un momento per idratarti prima di un volo pomeridiano in un F-15 Eagle alla base dell’aeronautica di Nellis, Nev., mentre supporta l’istruttore di armi Corso, 8 giugno 2017. (US Air National Guard foto di Master Sgt. John Hughel, 142th Fighter Wing Affari pubblici)

aerei militari, come si va al bagno
Sopra: un F-35 in volo

Quando Dietrich ha pilotato il Super Hornet all’inizio e alla metà degli anni 2000, avrebbe avvisato il suo ufficiale dei sistemi d’arma sul sedile posteriore (chiamato anche “wizzo”), impostato la velocità e l’altitudine del suo aereo sul pilota automatico, oscillando in avanti nel suo sedile, slaccia un cinturino in velcro nella sua tuta da volo, usa uno zaino per urina, sigillalo, quindi fissalo in una borsa da poltrona. Quella routine ha funzionato per lei, ma ha detto che ha funzionato solo perché il negozio di attrezzature per la sopravvivenza dell’equipaggio del suo squadrone ha fatto di tutto per sostituire la cerniera della sua e delle tute da volo di altre donne con il velcro, e perché hanno fatto uno sforzo in più per ottenere versioni femminili non standard del sacchetto per l’urina.

“Avevamo uno squadrone così solidale per trovare questa soluzione, quindi l’abbiamo fatta funzionare e nessuno intorno a me ha dovuto disidratarsi tatticamente”, ha detto Dietrich. Nel frattempo, i suoi colleghi maschi hanno avuto molto più facile.

“Per il 99% delle missioni i pacchetti per l’urina funzionano bene”, ha affermato Trevor “Dozen” Aldridge, un ex pilota di F-15C che ha anche volato con il team dimostrativo di Thunderbirds. Skydrate, ha detto, “sembra qualsiasi altra acquisizione militare moderna. Acquista qualcosa perché è high-tech, costa molto di più dell’alternativa e molto probabilmente non sarà disponibile.

Tuttavia, anche per i piloti maschi, andare in bagno in una cabina di pilotaggio a volte può essere un affare rischioso. Il Magg. dell’Air Force Justin “Hasard” Lee, un pilota di F-35 con esperienza nell’F-16, ha scritto per Sandboxx che il processo era come “guidare un’auto mentre si scarta una borsa e ci si fa urina dentro rimanendo nella propria corsia ed evitando traffico”, ha detto. “Ora prendilo e amplificalo in un mondo tridimensionale mentre voli appena alla velocità del suono con un nemico che sta potenzialmente cercando di abbatterti.”

Devi essere in volo costante per usare un pacco piddle, ma a volte le cose succedono più velocemente.

“Ci sono state effettivamente volte in cui sono stato slacciato e decompresso e ho ricevuto una chiamata radio per rispondere a una ‘truppe in contatto'”, ha detto un pilota anonimo dell’F-15E dell’Air Force a proposito delle richieste di supporto aereo ravvicinato da parte di soldati sotto tiro. “Parlare di goffi armeggiamenti, cercando di non far cadere un sacchetto di urina mezzo pieno sul pavimento mentre io punto il jet nella giusta direzione e inizio a muovermi.”

L’Air Force sta testando un nuovo dispositivo che renderà l’urina meno pericolosa per i piloti di caccia

I sacchetti di urina hanno più di un semplice inconveniente: sono anche costati vite. Almeno nove incidenti mortali che hanno coinvolto jet da combattimento F-16 e un jet d’attacco A-10 sono stati attribuiti a piloti maschi che armeggiavano con branchi di piddle, secondo The War Zone . Un pilota ucciso era l’amico del pilota in pensione dell’A-10 dell’Air Force Gregg Montijo. Il pilota ha effettuato tre sortite in un giorno il 17 gennaio 2002. Tra una sortita e l’altra, il pilota ha fatto rifornimento a terra, quando gli aerei vengono riforniti mentre i loro motori sono ancora in funzione.

“Su uno dei servizi di terra, ha slacciato le cinghie delle gambe dell’imbracatura del paracadute per usare il suo zaino e si è dimenticato di riagganciarle”, ha spiegato Montijo.

Il pilota è tornato in aria e in seguito si è scontrato con un altro A-10. Ha espulso e ha liberato l’aereo, ma quando si è separato dal sedile eiettabile e ha aperto il paracadute, le cinghie della parte inferiore delle gambe non erano collegate, quindi il paracadute ha staccato l’imbracatura dal suo corpo ed è caduto morendo, ha spiegato Montijo.

“Molto tragico e triste e totalmente prevenibile (sia la collisione che la successiva espulsione)”, ha detto il pilota.

Montijo ha detto che gli involucri per urina non erano troppo difficili da usare con la normale attrezzatura da volo, ma la vera sfida era farlo indossando una muta anti-esposizione, una muta impregnata di gomma a tutta lunghezza con stivaletti che è un po’ come una muta da sub.

“Dovevi indossarli per le missioni sull’acqua quando l’acqua era così fredda, normalmente non sopravvivevi a rimanerci troppo a lungo prima di morire per l’esposizione”, ha detto Montijo. “Aveva una minuscola cerniera racchiusa in gomma che dovevi aprire, quindi provare a urinare nel tuo pacco senza subire lesioni o bagnarti.”

Gli incidenti accadono sempre, ma penseresti che dopo milioni di anni di minzione, più di un secolo di aviazione militare e quasi 30 anni di pilota da combattimento femminile dell’Air Force, il Pentagono troverebbe una soluzione migliore per le pause bagno a metà volo. Ma mentre un pacchetto urina o un altro dispositivo potrebbe funzionare bene per alcune persone, altri semplicemente non possono appendersi. Ad esempio, Dietrich ha provato a usare i pannolini per adulti a un certo punto, ma “psicologicamente non riuscivo proprio ad andare”, ha detto.

Nel 2008, l’Air Force ha acquistato 300 Advanced Mission Extender Devices da Omni, che sembra essere la stessa azienda che ora produce Skydrate. Proprio come Skydrate, l’AMXD inizia con una tazza o un pad che va sotto la tuta di volo. Quel dispositivo si attacca a un tubo, che si collega a una pompa, che poi si attacca a una borsa. Tuttavia, l’AMXD ha ricevuto recensioni contrastanti dai piloti.

“Era troppo ingegnerizzato, come un aspirapolvere”, ha detto Dietrich. “Questa è l’estremità opposta dello spettro rispetto alla mia primitiva soluzione di velcro e un pacchetto di urina.”

Il pilota della Marina ha citato un’altra aviatrice che ha affermato che “l’AMXD di prima generazione utilizzava sei batterie tripla A ed era un enorme dolore nel sedere”.

 

Ognuno ha le proprie preferenze, ma alcune donne pilota sembrano usare ancora i pacchetti urina, come mostrato da un pilota che lo usa in un video del 2020 per Military Times . E ci deve essere stata una sfida sufficiente con i sistemi esistenti che l’Air Force ha sollecitato una migliore tecnologia per l’urina nell’agosto dello stesso anno.

“Affrontare le attrezzature specifiche per le donne e il benessere delle donne aviatrici è una priorità assoluta dell’USAF”, scrisse la filiale in quel momento. “I risultati di questa sfida aiuteranno a migliorare i tassi di fidelizzazione, a promuovere le pratiche di assunzione ed eliminare i divari di genere”.

Sebbene la differenza tra il vecchio sistema AMXD di Omni e il suo nuovo sistema Skydrate non fosse immediatamente chiara, la nuova tecnologia sembra conquistare il favore dell’Air Force. Secondo il comunicato stampa dell’Air Force del 30 novembre , i miglioramenti di Skydrate includono “un sacco di raccolta più grande, una portata migliorata, più lunghezze dei tubi flessibili, funzionamento con una sola mano per la funzionalità on/off e più dimensioni dell’interfaccia (pad) per tenere conto delle differenze anatomiche in chi lo indossa”.

Sebbene ci siano versioni maschili e femminili di Skydrate, l’Air Force ha affermato che il sistema è stato sviluppato con “un’enfasi sulle soluzioni ingegneristiche per l’equipaggio femminile” e Omni includeva 30 di questi aviatori e nove piloti in fase di test, ha scritto l’Air Force. Una pilota donna è felice di dare una mano.

“È importante fornire un feedback perché è quel feedback che guida il cambiamento”, ha affermato nel comunicato stampa il Mag. Nikki Yogi, un pilota di caccia F-35A che ha partecipato ai test del dispositivo Omni.

L’Air Force sta testando un nuovo dispositivo che renderà l’urina meno pericolosa per i piloti di caccia

US Air Force Il Mag. Kelly Patterson, sinistra, 494th Expeditionary Fighter Squadron F-15E pilota, dà un pollice in alto dal sedile anteriore con il cap. Gianna-Rose Acosta, 494th EFS Weapon Systems Officer, sul sedile posteriore prima del decollo ott. 16, 2021, in una località sconosciuta nel sud-ovest asiatico. Al 30 settembre 2021, la US Air Force ha 916 donne pilota in servizio attivo, 391 donne navigatori in servizio attivo e 262 donne manager di battaglia aerea in servizio attivo. (Foto dell’aeronautica americana di Senior Airman Cameron Otte)
Yogi a un certo punto ha avuto “una pessima esperienza” con un dispositivo per l’urina durante il volo mentre era schierato come pilota A-10 nel 2017, afferma il comunicato, ma come pilota junior non ha immediatamente sollevato la questione. Non vuole che le future donne subiscano la stessa cosa.

“Un pilota dovrebbe concentrarsi sul combattere il nemico, non sul fatto che il suo dispositivo di sollievo della vescica funzionerà o sarà comodo da usare”, ha detto.

Speriamo che Skydrate possa fornire la soluzione. L’Air Force dovrebbe ricevere la sua prima spedizione del dispositivo questo mese, anche se il comunicato stampa afferma anche che “l’equipaggio avrà accesso a Skydrate entro la primavera del 2022”. Nel frattempo, il servizio sta ancora esaminando le proposte di altre società “che dovrebbero entrare in campo entro il prossimo anno”.

Più sono le opzioni, meglio è, perché alcune persone vanno al bagno semplicemente  in modo diverso.

“Questa non è roba sconvolgente, ma è importante nelle missioni più lunghe”, ha detto il pilota dell’F-15E, “soprattutto quando stiamo cercando di diversificare la nostra forza di caccia (per quanto riguarda il genere)… Il fatto che ci sia voluto così tanto ottenere qualcosa di meglio per loro è… sfortunato, per non dire altro.

Approfondimenti

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *