23 nov 2016

Filled Under: ,

Banche più sicure 2017 ed Istituti di Credito a rischio,

Quali sono le banche più sicure, più affidabili dove mettere i Nostri soldi? Quali gli istituti di credito che operano in Italia a cui possiamo affidare i Nostri risparmi di una vita di lavoro?  Quando si sceglie di affidare i propri risparmi ad una banca si deve guardare sia alla convenienza che alla solidità dell'istituto bancario. Un listino prezzi conveniente non è più sufficiente per attirare potenziali correntisti ed investitori. Gli italiani, a proprie spese, hanno imparato a caro prezzo che anche banche classificate come sicure, sono finite in fallimento o sotto inchiesta. Mettendo a rischio investimenti e risparmi.

Alla luce delle turbolenze che hanno investito diversi istituti finanziari negli ultimi mesi, i clienti sono alla ricerca di informazioni attendibili sulla solidità delle banche nelle quali hanno depositato o hanno in programma di farlo, delle somme di denaro e delle banche più sicure cui affidarli.

Aggiornamento Dicembre; le banche italiane potrebbero innescare una crisi finanziaria mondiale

Secondo il finanziere Steve Eisman ( lo stesso del film The Big Short), cioè uno dei pochi al mondo a prevedere la crisi dei mutui subprime in america nel 2008, le Banche italiane a rischio default (leggi qui), falliranno in quanto anche quelle che hanno passato gli stress test della BCE a fine agosto 2016, hanno nei propri bilanci iscritti nelle attività dei crediti che in realtà sono crediti inesigibili e che andrebbero iscritti nelle passività, in quanto non sono - appunto - esigibili se non per un 20% circa.
"La BCE ha chiuso un occhio" secondo il finanziere americano , intervistato dal Guardian, la BCE avrebbe chiuso un occhio e non avrebbe protestato per questo giochino che le banche italiane avrebbero fatto.
Per questo ora non si trovano compratori, proprio perchè nel momento in cui vanno ad investire nelle Nostre banche, leggono i bilanci e si accorgono di questo trucchetto. Se il mercato già si è accorto di questo trucco, le conseguenze le avremo solo nel 2017, una tempesta perfetta che insieme al problema dei prodotti derivati senza valore di Deutsche Bank dovrebbe innescare la più grande crisi finanziaria mondiale dal 2008.

Classifica delle Banche sicure

Una sorta di lista con buoni e cattivi. L'ha stilata l’Università Bocconi di Milano che ha realizzato la classifica delle banche più sicure in Italia offrendo ai correntisti un ottimo strumento per comprendere se i propri risparmi sono in buone mani.

Per tanti anni è prevalsa la convinzione, comunemente diffusa, che una banca non potesse fallire e che i propri risparmi o i propri investimenti fossero custoditi in una sorta di cassaforte inespugnabile.

L’economia dell'Italia non gode di buona salute così come gran parte del resto d’Europa. Nel BelPaese vi è la garanzia sui depositi bancari per un importo fino a 100 mila euro.

Questa vale, ed è sostenibile, solo nel caso fallisse una banca, mentre nel caso si dovesse assistere al fallimento di più banche, con gravi problemi per il sistema bancario, questa garanzia verrebbe meno in quanto non più sostenibile. Bisogna essere consapevoli di quelli che sono i rischi.

Banche più sicure 2017 ed istituti di credito a rischio,
 CET 1 RATIO BANCHE ITALIANE  I problemi di Deutsche Bank  Ultimi stress test BCE
 Perchè le banche italiane sono in crisi  Cosa è il Bail In  Ci si può fidare dei consulenti finanziari?
 Banche in amministrazione controllata  Unione Bancaria europea  Banche europee più sicure
 Banche di Credito Cooperativo a rischio  Aiuti di Stato alle banche  Investire soldi sulle banche conviene?

Le banche più sicure del 2017

E' bene precisare che non esiste una banca totalmente sicura al 100% se è l’intero sistema a rischio. Possiamo provare a spostare i nostri risparmi in quelle banche che, al momento, risultano essere più solide delle altre.

Come calcolare l'affidabilità

Seguendo il calcolo del Common Equity Tier 1 (Cet-1) si può stilare una classifica di affidabilità. E' un parametro che non può essere ritenuto esatto al 100% ma certamente ci aiuta nella scelta. Con il Common Equity Tier 1 si calcola il rapporto tra il capitale di un determinato istituto di credito e le sue attività impiegate sul mercato. In base a questo parametro le banche più sicure del 2016 in Italia sono: Banca Fineco; Banco di Sardegna; Banca Mediolanum. Va inclusa anche la Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza (Cariparma) che, nonostante un common tier 1 più basso, può comunque vantare un rating tripla A.

Quali sono le banche più a rischio?

Quali sono le banche più a rischio, ovvero quelle che versano in una situazione più delicata avendo una maggiore esposizione? Ad essere maggiormente a rischio sono le banche locali, quelle che si ritenevano più solide fino a qualche anno addietro. Tra queste la Banca di Folgoria, già commissariata, la Bcc di Cascina e la Banca Terra d’Otranto, altro istituto di credito in gestione straordinaria e la Bcc Romagna Cooperativa. Ma purtroppo la lista si allunga di giorno in giorno.

Tra gli istituti maggiori la situazione più delicata è quella del Monte dei Paschi di Siena. La banca è ad un passo dal collasso per via di anni di gestione non oculata. Non navigano in buone acque 2 banche italiane top: Intesa Sanpaolo e Unicredit. Tra le 2 la prima è quella che gode di miglior salute.

A rischio i nostri risparmi?

Ad oggi sono a rischio solo gli obbligazionisti, gli azionisti e chi ha depositi oltre i 100 mila euro in una delle banche commissariate.

Dobbiamo essere coscienti che lo stato di salute del sistema bancario non è dei migliori. In caso di un deterioramento del contesto europeo l’Italia non sarebbe in grado di sostenere tutte le garanzie. Non a caso c’è chi comincia a portare i propri risparmi all’estero. Vale la pena farlo solo se si portano in un Paese che non è nell'area euro, altrimenti tanto vale lasciarli in Italia.


Stiamo parlando di capitali di medie dimensioni. Di chi dispone di almeno 50-100 mila euro di depositi bancari. Per tutti i piccoli correntisti il consiglio che possiamo dare è quello di non farsi prendere dal panico dopo aver letto qualche articolo a tinte fosche sul web. Bisogna essere coscienti dei rischi e avere il conto in una banca il più solida possibile.

0 commenti:

Posta un commento

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.