Cose realizzate dal Governo Renzi in 1000 giorni

Cosa ha realizzato il Governo Renzi in 1024 giorni per l’Italia? Matteo Renzi è stato Presidente del Consiglio dei Ministri, cioè capo del Governo dal 21 febbraio 2014, al 7 dicembre 2016, in seguito alle dimissioni che ha dato per mantenere fede alla promessa che si sarebbe dimesso in caso avessero vinto i NO al Referendum Costituzionale del dicembre 2016. Dopo che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lo ha scelto come Capo del Governo, anche se non parlamentare, in quanto poco tempo prima aveva vinto le elezioni di Segretario del più  grande ( come numeri) partito italiano, il Governo Renzi è stato uno dei più longevi governi della storia repubblicana, nonchè uno dei più amati e contestati per ragioni fondamentalmente economiche.

L’inizio difficile del Governo Renzi

Il Governo Renzi ha iniziato il suo mandato nel febbraio 2014, in uno dei periodi economici più difficili per l’Italia, dell’intera storia repubblicana.

La situazione – sia perchè i tempi erano maturi – ma sicuramente anche grazie al lavoro svolto dal Governo Renzi prima e Gentiloni poi, ha riportato il PIL italiano in crescita dello +1,5% del 2017 – 2018, dopo la debacle degli anni dopo il 2008.

Molti esperti di economia hanno descritto questo difficile periodo di crisi dell’economia italiana, come una specie di dopoguerra.

Bisogna dare atto che il Governo di Matteo Renzi ha promulgato diverse leggi importanti e spesso accade a chi fa tanto,  viene tanto criticato perchè “poteva far meglio”.
Queste critiche sono tutte giuste?
Giudicate Voi stessi, ma prima bisogna specificare una questione non di poco conto, cioè l’immagine che la popolazione ha di Renzi e chi ha un minimo di basi di marketing e politica, sa che l’immagine di un personaggio pubblico, conta quasi sempre più della realtà oggettiva.

cose reazlizzate dal governo renzi economia

La sovraesposizione mediatica non ha fatto bene a Renzi

Renzi, Renzi, Renzi, in questi ultimi mesi non si è sentito che parlare di Matteo Renzi, delle sue idee. Interviste, comparsate in TV, alla radio, interviste su giornali, su siti internet, Blog, Social network; dirette Tv e dirette internet; al pubblico medio che non sa nulla di politica ( diciamo il 70% del paese) è andato a stufo, la sua immagine si è bruciata per sovraesposizione mediatica.
Un gravissimo errore di comunicazione, nonchè una propaganda martellante ed incessante da parte di Salvini, Grillo, Il Fatto Quotidiano, hanno iniziato a chiamarlo bugiardo, bugiardo seriale, Pinocchietto, Renzie.
Renzi ha un carattere molto particolare, è stato un enfant-prodige, ha sicuramente una grande intelligenza ed una memoria invidiabile, purtroppo però, la sua vita da “vincente” lo ha profondamente segnato, dandogli un carattere tipicamente toscano anzi, fiorentino, di quei bulli spocchiosi che prendono in giro tutti e che hanno un Ego smisurato.
Renzi prende in giro i suoi avversari, anche per questo piace, fa la stessa cosa che fa Grillo, Salvini, ma se questo può aiutare chi è in minoranza, quando vai a governare diventa un’arma che si rivolge verso di te, perchè poi saranno i tuoi avversari a prenderti in giro, a bullizzarti.
E allora ecco i nomignoli “Il Bomba“, Pinocchietto, eccetera.

Nell’immaginario collettivo RENZI è UN BUGIARDO.

Non importa se lo sia o meno, non importa se Renzi non è mai stato condannato da un tribunale, non importa se Renzi non sia mai stato nemmeno indagato da un tribunale penale o civile, per l’italiano medio Renzi è un bugiardo, quindi un possibile ladro, uguale a tutti gli altri politici ladri e bugiardi che ci sono stati fino’ora.
Ma Renzi non ha mai rubato niente, nella realtà.

Cose realizzate dal Governo Renzi in 1000 giorni
Il Governo ed i Ministri di Matteo Renzi.

 

Cose Buone fatte dal Governo Renzi:

Strade ed autostrade.

  1. Finita la Salerno – Reggio Calabria. Finalmente, dopo anni, si può partire da Salerno ed arrivare a Reggio Calabria senza dover uscire dalla Autostrada A3 ( come si può vedere dalle immagini. Come dice il video c’è una storia travagliata da riscattare, in parte tutti i lavori non sono finiti, ma le auto possono camminare anche se in piccoli tratti ancora bisogna camminare ad 1 corsia, ma si pensa che entro Dicembre sia tutto in regola.
  2. Finita la variante di valico Bologna – Firenze. ( anche qui c’erano dei lavori che andavano avanti da anni).
  3. Finita la nuova autostrada che collega Perugia ad Ancona.

Lavoro e pensioni:

  1. Job Act: molti lo ritengono un dramma, ma ricordiamo che Renzi ha preso in mano le redini del Governo in uno dei periodi più bui per l’economia italiana. Doveva rilanciare l’economia in qualche modo, rimanendo entro i parametri stabiliti dagli accordi UE. La flessibilità del lavoro è stata la carta giocata da Renzi, lo una delle tante per poter dare stimoli ad investitori esteri di investire di più in Italia. In questi ultimi 10 anni, si sono persi milioni di posti di lavoro anche perchè le imprese hanno delocalizzato, per l’alta tassazione che c’è in Italia e l’eccessiva burocrazia, leggi fatte apposta per scoraggiare ogni tipo di imprenditoria, ma la coperta dei soldi disponibili dello Stato italiano è corta. Il bilancio dello Stato italiano permette si e no di coprire le spese, nel momento in cui si vogliono fare più investimenti, bisogna tagliare delle spese della Pubblica amministrazione, ricordando che sono le voci di Sanità, Pensioni che pensano di più sullo Stato italiano.
  2. Voucher INPS: è un modo per pagare anche giornalmente o a ore un lavoratore, un modo per pagargli i contributi a persone che di solito lavoravano poche ore a nero. Anche questa una bella idea di cui però molti imprenditori se ne sono approfittati, pagando a voucher lavoratori che sono praticamente fissi.
  3. Prestito Pensionistico: è sicuramente la più importante delle novità sulle pensioni di questo governo. E’ una nuovissima possibilità di andare in pensione a 63 anni anzichè a 67, con un prestito che si restituirà nel momento in cui si arriverà a 67 anni. Anche questa iniziativa è stata molto criticata ma va sottolineato, come detto prima, che senza soldi c’è poco da inventarsi.

Combattere il terrorismo con le espulsioni e  la cultura

  • 500 euro Bonus Cultura: un’iniziativa senza precedenti presa a pochi giorni della strage di Parigi del Bataclàn. Più soldi in sorveglianza e nuove tecnologie alla Polizia, ma anche un Bonus Cultura ai giovani, 500 euro da spendere in musei e mostre, proprio in virtù delle tante forze politiche di centro e di destra, che dicono ( giustamente) che bisogna avere una forte identità occidentale, cristiana,  basata sulla libertà, la giustizia e l’uguaglianza per poter contrastare una forte teologia come quella dell’islamismo.
  • 150 espulsioni circa di Imam o fiancheggiatori del terrorismo islamico espulsi fisicamente ( e non solo con un foglio di espulsione) dall’Italia per sospetta attività eversiva.
cosa ha fatto matteo renzi
Matteo Renzi,
vittima della sua stessa sovraesposizione mediatica.

Altre iniziative del Governo Renzi:

  • Rottamazione Equitalia: Equitalia verrà assorbita dall’Agenzia delle Entrate, gli alti interessi e le alte ‘spese’ che Equitalia metteva, saranno notevolmente diminuite. Scarica qui il Modulo di presentazione della dichiarazione di adesione alla definizione agevolata di Equitalia.
  • La buona scuola: razionalizzare costi, diminuire gli sprechi ed aumentare il livello di preparazione degli alunni. Sono questi gli obiettivi del Governo Renzi con la buona scuola. Non sempre facili da realizzare, ma va detto che la scuola italiana è strutturata più o meno come quella di 50 anni fa’, ma siamo ormai nel 2017, dove la tecnologia la fa da padrona e i ragazzi italiani che lavorano nelle tecnologie – in rapporto – sono un numero molto inferiore a quelli di altri paesi. Se la tecnologia è il settore trainante, perchè mettersi a studiare filosofia, per esempio?
  • Legge sulle Unioni civili: in ritardo a volte anche di 30 anni su altri paesi, è forze uno dei fiori all’occhiello di questo Governo. Chi convive da anni ha potuto finalmente sposarsi in modo praticamente del tutto simile a coppie eterosessuali, una questione di giustizia e progresso sociale che ha comunque spaccato il Paese.
  • Piano strategico Banda Ultralarga: anche qui in ritardo di anni rispetto tanti altri paesi occidentali il Governo ha promesso di far arrivare la fibra ottica in tutta Italia. Anche se ancora non è arrivata, dipende dove vi trovate ed arriverà, possiamo starne certi, conviene a tutti al governo, ai cittadini ed agli operatori che distribuiscono la rete internet. Qui è arrivata in questi giorni e Noi abbiamo fatto un bell’abbonamento alla fibra ottica, ora navighiamo a 100 Mbps rispetto ai 4-5 Mbps di qualche giorno fa.
  • Referendum Costituzionale: sono 50 anni che giuristi e politici dicono che la politica italiana è handicappata dal bicameralismo perfetto, ma sembra che gli elettori abbiano troppa paura a votare il cambiamento.
  • Account e Password unica per ogni cittadino che avrà un suo account per tutti i servizi del Governo, ministeri, enti territoriali.
  • Emergenza Terremoto: gestire 25 mila sfollati, il Governo Renzi è capitato proprio in questo periodo e si è comportato bene.
  • Emergenza Profughi: gestire oltre 100 mila sbarchi all’anno è dura, siamo addirittura arrivati a spendere 1 miliardo di euro per queste povere persone. E’ giusto, è sbagliato? Intanto il Governo fa una cosa che il 100% degli italiani ritiene giusta, cioè gli da mangiare, da bere e da vestire, se è giusto o sbagliato, ci stiamo ancora ragionando, Noi italiani. Intanto molti italiani hanno trovato un lavoro grazie all’emergenza profughi.
  • Ad Alessandria è stato da poco aperto un nuovo “Ponte di Meier“, finanziato con il CIPE.
  • 7000 Forestali accorpati nei Carabinieri: come potete controllare dal link, l’Italia è una delle poche nazioni al mondo con 10 corpi di Polizia diversi, si dovrebbe andare verso un corpo unico per razionalizzare le spese, intanto il Governo Renzi ha fatto un primo, importante passo.
Per altre notizie e curiosità sul Governo in carica in Italia, iscriviti alla Nostra pagina Facebook  Economia Italia.

Collaboratore di Economia Italia dal 2012, scrive di economia, finanza e politica dal 2007. Diplomato in ragioneria, è pubblicista e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso l'Università degli Studi di Perugia.

8 commenti

  1. MA COME SI FA A DIRE CHE E TUTTO VERO?
    RENZI E' UN LADRO E UN BUGIARDO E QUESTO SITO è STATO PAGATO DAL PD
    SIETE SOLO DEI PIDIOTI, TRA POCO ANDREMO SU NOI,
    MERDEEEEE
    TANTO LO SO CHE QUESTO COMMENTO NON VERRA' MAI PUBBLICATO PERCIO' LO RIBADISCO SIETE SOLO MERDE AVETE DISTRUTTO L'ITALIA!!!!!!!!!!!!

  2. Nell'articolo venivano riportate cose fatte e cose in fieri. NON ESISTE il politico perfetto ma bisogna dare atto al Premier Renzi di aver tentato di dare una scossa all'Italia in un momento in cui stava precipitando verso il baratro. Solo coloro che non fanno niente non sbagliano. L'avversione a priori verso di lui è incomprensibile : l'estrema sinistra lo teme perchè lo considera troppo di centro. L destra lo teme perchè piace ad una parte dei suoi elettori. Forse un errore lo ha fatto: doveva creare un nuovo partito lasciando il vecchio PD alla sua lenta agonia

    1. Si la cosa migliore da fare sarebbe quella di creare un nuovo partito con Matteo Renzi pechè, sentendo il parere di tanti indecisi se restare o no con il pd per colpa quella minoranza che ha voltato le spalle a Matteo Renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *