Le più grandi Miniere d’Oro del Mondo e Quanto ne Rimane

Bene rifugio e metallo nobile per antonomasia, l’oro è una delle risorse più preziose sul pianeta, oltre che tra le più facili da reperire. Duttile e resistente alla corrosione, tra i suoi molteplici impieghi conta il settore orafo e l’industria elettronica e medicale, senza mai dimenticare il conio di monete internazionali e lo standard di cambio.

Ricerca ed estrazione dell’oro richiedono negli anni investimenti sempre maggiori e studi ingegneristici approfonditi. E’ possibile trovare piccoli frammenti in scavi archeologici o letti di fiumi, ma il 90% di esso proviene da grandi aree spesso remote. Quali sono le più grandi miniere d’oro al mondo e quanto ne contengono?

Produzione oro, situazione mondiale e valore

Secondo lo US Geological Survey, a fine 2019 la Cina si conferma il più grande produttore d’oro al mondo con oltre 420 tonnellate estratte. Un primato detenuto da oltre 10 anni, essendo anche il principale consumatore d’oro per l’industria orafa, seguita dall’India. Al secondo posto si trova l’Australia con 330 tonnellate, che segna un +6% rispetto al 2018, mentre al terzo posto vi è la Russia con 323 tonnellate, con aumento del 18% dal 2017 e l’obiettivo di diventare maggiore produttore al mondo entro il 2029.

Durante il 2020 l’oro ha mostrato una delle migliori performance sul mercato dei metalli nobili, raggiungendo il valore massimo di 2.061,35 dollari l’oncia troy il 6 agosto. Al 1 febbraio 2021 il suo prezzo è invece in leggera flessione, a 1.864,21 l’oncia.

Motivo principale di tali oscillazioni l’incertezza economico-finanziaria internazionale durante l’epidemia CoViD-19, così come le criticità politiche, in particolare negli Stati Uniti. La stessa situazione CoViD potrebbe portare prossimamente ad un blocco della produzione mondiale, circostanza che spingerebbe nuovamente gli investitori verso il metallo giallo.

Leggi anche: Le più grandi aziende di LitioLa pepita d’oro più grande mai trovata

dove si trovano le miniere d'oro nel mondo
Immagine sopra: dove si trovano le miniere d’oro nel mondo

Come viene estratto l’oro oggi ?

L’oro viene estratto con 4 metodi diversi. Estrazione mineraria, estrazione di roccia dura, estrazione di sottoprodotti e lavorazione del minerale d’oro.

Ciascuna di queste categorie ha i suoi metodi unici per estrarre l’oro dai materiali circostanti.

  1. Nell’estrazione mineraria, l’oro viene recuperato mediante rilevamento di metalli, panning, cullatura, chiusura e dragaggio. Usando la gravità e l’acqua per separare l’oro denso dagli altri materiali che lo circondano, questa è la categoria di estrazione dell’oro più comune per i cacciatori d’oro dilettanti.
  2. L’estrazione di roccia dura è il processo di utilizzo di tunnel minerari a cielo aperto o sotterranei per recuperare l’oro dalla roccia. Questo metodo di estrazione dell’oro è responsabile del recupero della maggior parte dell’offerta d’oro mondiale.
  3. L’estrazione di sottoprodotti è correlata all’estrazione di roccia dura in quella fossa aperta o vengono utilizzati tunnel minerari sotterranei. Nell’estrazione di sottoprodotti, l’oro è una scoperta secondaria. Lo scopo principale dell’operazione mineraria è il recupero di rame, sabbia, ghiaia o altri prodotti, ma esistono quantità significative di oro per rendere l’estrazione di sottoprodotti un’impresa redditizia. Un esempio di questo tipo di attività mineraria sarebbe la miniera di Grasberg in Papua, Indonesia, che è stata sviluppata per estrarre il rame dalla terra. Sebbene l’oro non sia il prodotto principale, questa miniera produce più oro di qualsiasi altra miniera al mondo.
  4. L’ultima categoria dell’estrazione dell’oro è la lavorazione del minerale d’oro. Questo metodo sta diventando ampiamente deprecato in quanto la resa dell’oro è spesso molto bassa e l’impatto ambientale e i costi dell’operazione sono notevoli. Il minerale d’oro è una roccia o terra finemente frantumata contenente tracce di oro che vengono estratte utilizzando un processo chimico. La sostanza chimica più comunemente usata per questo processo è il cianuro.

 

Le più grandi Miniere d'Oro del Mondo
Immagine sopra: un lingotto d’oro

Quali sono le 6 più grandi miniere d’oro al mondo?

Stando ai dati del World Gold Council, al 2019 il totale dell’oro raccolto in tutto il mondo è di 186.700 tonnellate, con le principali produzioni provenienti da Cina, Australia, Russia e Stati Uniti. Nonostante il fabbisogno del metallo giallo riguardi paesi pienamente sviluppati o in via di sviluppo, grandi giacimenti aurei si trovano principalmente in aree remote, specialmente in Stati Uniti, Medio Oriente e Sudest Asiatico.

Carlin Trend

Nel cuore delle vallate del Nevada, Stati Uniti, la miniera di Carlin Trend è stata sottovalutata per oltre 100 anni, poiché anche durante le corse all’oro i prospettori ignoravano che fosse uno dei giacimenti più ricchi al mondo. Questo perchè contiene oro invisibile, ossia dissolto in sedimenti irriconoscibili a occhio nudo. Lunga 1,4 chilometri, è proprietà della Newmont Corporation, impiega circa 1.000 lavoratori e produce 7 milioni d’once troy d’oro, quasi l’80% del totale estratto negli Stati Uniti.

Muruntau

Sull’altopiano Muruntau nella regione Navoiy dell’Uzbekistan sorge l’omonima miniera, una cava a cielo aperto lunga 3,35 chilometri, larga 2,7 e profonda 560 metri. Scoperta nel 1958 e attiva dal 1969, è proprietà della compagnia nazionale Navoi Mining and Metallurgical Combinat e produce oltre 2,2 milioni d’once troy d’oro. Il suo valore ha assunto fino al 2016 connotati negativi, in quanto ha portato al regime uzbeko oltre 3 miliardi di dollari all’anno.

Olimpiada

Ubicata nella divisione di Krasnojarsk in Russia, la miniera di Olimpiada è la più produttiva del territorio nonché una delle più grandi al mondo. E’ lunga 1,1 chilometri. Di proprietà della compagnia nazionale Polyus (che possiede anche Blagodatnoye nella stessa zona e detiene la terza riserva d’oro al mondo con 64,4 milioni d’once), impiega oltre 6.000 lavoratori e produce quasi 1.4 milioni d’once troy d’oro.

Grasberg

Situata in Nuova Guinea nella provincia di Irian Jaya, la miniera di Grasberg è la più grande al mondo per la presenza d’oro e la seconda per quella di rame. Si trova a oltre 4.000 metri d’altezza. Di proprietà della compagnia statunitense Freeport McMoRan per il 67,3%, della angloaustraliana Rio Tinto Group per il 13% e del governo indonesiano per il 9,3%, impiega circa 19.500 lavoratori e produce oltre 1,1 milioni d’once troy d’oro.

TauTona

Sulle colline sedimentarie del Witwatersrand in Sudafrica, la miniera d’oro di TauTona è stata fino al 2017 la più grande al mondo conosciuta. E’ situata ad altezze tra 1.700 e 1.800 metri e il suo nome significa Grande Leone in tswano, ha circa 800 chilometri di gallerie fino a 3,9 chilometri sotto la superficie, che l’hanno resa la miniera più profonda al mondo. E’ proprietà della sudafricana AngloGold Ashanti, impiega circa 5.600 lavoratori e produce 290.000 once troy d’oro.

Lihir

Situata nell’esotica e remota isola omonima della Papua Nuova Guinea, la miniera di Lihir è attiva dal 1997 e una delle più imponenti del Sudest Asiatico. Si trova all’interno di un vulcano a 2.300 metri d’altezza e, data la vicinanza al mare, richiede potenti pompe per impedire allagamenti. E’ proprietà della società australiana Newcrest Mining per il 99,86%, impiega circa 4.500 lavoratori e produce 187,245 once troy d’oro.

Conclusioni

Dopo aver visto alcune delle più grandi miniere d’oro al mondo si può notare come queste abbiano produzioni particolarmente elevate, volte a soddisfare il fabbisogno aureo internazionale, in particolare quello di Cina e India, tra i maggiori fruitori nell’industria orafa, con evidenti riferimenti alla loro storia e cultura.

Che sia a cielo aperto, in gallerie o da altri materiali, l’estrazione dell’oro richiede procedure estremamente complesse, che possono però causare danni irreversibili sia alla salute dei lavoratori che all’ambiente circostante:

  • Il mercurio utilizzato per separare oro da altri minerali può portare ad avvelenamento cronico per sistema nervoso, occhi, fegato e reni, secondo UNEP (United Nation and environment program) 10 milioni di minatori e le loro famiglie accusano problemi di salute da esposizione al mercurio
  • Malgrado si trovino in zone isolate del mondo, le miniere più imponenti possono spesso minacciare i loro ecosistemi, tra inquinamento e disboscamento, compromettendo quelli che possono essere paradisi terrestri

A conti fatti, la dimensione di tali depositi e le tecniche che si evolvono indifferentemente dalle criticità non fanno che confermare la ricchezza di questo metallo nobile, che da sempre affascina sia sul lato estetico che produttivo, visti i molteplici impieghi a cui può essere destinato.

I gioielli più preziosi del mondo

Dove nascondere l’oro in casa? 

Come costruire una cassaforte in casa

Come trovare l’oro nei fiumi 

Orologi di lusso

Guida per investire in oro

Quotazione e previsioni di prezzo

Quotazione oro

Investire in oro conviene? 

Migliori azioni di aziende aurifere 

Come investire in azioni di aziende minerarie aurifere

Investire in Monete d’oro 

Lingotti d’oro

Consigli per investimenti in oro

ETFS Phisycal Gold 

Investire in metalli preziosi

Bene Rifugio

Dove e come comprare il prezioso metallo fisico

Investire in pietre preziose e diamanti

Oro Rosso

Regalare oro al battesimo 

Errori da evitare vendendo oro

Gold Standard

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *