Dispositivo Anti Abbandono Bambini in Auto: Costo e Bonus Bebè

Dopo le recenti notizie: 10 bambini abbandonati per distrazione dai genitori in auto nell’ultimo anno, abbiamo pensato di fornire delle informazioni utili sui dispositivi anti abbandono di bambini in auto, ormai obbligatori da qualche anno, il loro costo e gli aiuti di Stato per comprarsene uno attraverso il Bonus Bèbè  per chi non può permetterselo.

Dispositivo Anti Abbandono Bambini in Auto: Costo e Bonus Bebè
Dispositivo Anti Abbandono Bambini in Auto

Cosa sono i dispositivi anti abbandono bambini in auto:

Un dispositivo anti-abbandono per bambini in auto è un dispositivo progettato per prevenire il rischio di lasciare accidentalmente un bambino non accompagnato all’interno di un veicolo. Questo tipo di dispositivo è stato sviluppato per evitare situazioni tragiche in cui i genitori o i caregiver si dimenticano del bambino nell’auto, il che può portare a gravi conseguenze, inclusi il surriscaldamento, la disidratazione o, nei casi peggiori, il decesso del bambino.

Ci sono diversi tipi di dispositivi anti-abbandono disponibili sul mercato, ma generalmente funzionano rilevando la presenza del bambino all’interno del veicolo e avvisando il conducente se si allontana dal veicolo senza averlo rimosso. Ecco alcuni esempi di come potrebbero funzionare:

  1. Sensore di presenza: Questo tipo di dispositivo utilizza sensori per rilevare la presenza del bambino all’interno del veicolo. Una volta che il conducente si allontana dal veicolo senza aver rimosso il bambino, il sensore invia un segnale di avviso, come un allarme sonoro o visivo, per richiamare l’attenzione del conducente.
  2. Tecnologia Bluetooth: Alcuni dispositivi utilizzano la connettività Bluetooth per collegare un dispositivo portatile o un segnalatore al seggiolino del bambino. Quando il conducente si allontana dal veicolo con il segnalatore ancora collegato, il dispositivo invia una notifica al suo telefono o emette un allarme.
  3. Rilevamento di movimento: Alcuni dispositivi utilizzano sensori di movimento per rilevare l’assenza di movimento nel seggiolino del bambino dopo che il veicolo è stato spento. Se il conducente si allontana senza aver rimosso il bambino, il dispositivo emette un avviso.

È importante sottolineare che un dispositivo anti-abbandono può essere un’aggiunta utile per ridurre il rischio di incidenti, ma non dovrebbe mai sostituire la responsabilità e l’attenzione costante da parte dei genitori o dei caregiver. È fondamentale adottare sempre le misure di sicurezza appropriate, come controllare attentamente il veicolo prima di lasciarlo e assicurarsi che il bambino sia sempre accompagnato e al sicuro.

Costo di un dispositivo anti abbandono per bambino in auto

Il costo di un dispositivo anti-abbandono per bambini in auto può variare a seconda del modello, del produttore e delle caratteristiche specifiche del dispositivo. Tuttavia, è importante considerare che i prezzi possono fluttuare nel tempo e possono essere influenzati da fattori come la disponibilità e la domanda di mercato.

Nel mercato attuale, i dispositivi anti-abbandono per bambini in auto possono avere un prezzo che va da circa 30 a 100 euro, a seconda delle funzionalità offerte e della qualità del prodotto. I dispositivi più semplici e di base tendono ad avere prezzi inferiori, mentre quelli con funzionalità aggiuntive come connettività Bluetooth, monitoraggio avanzato o notifiche tramite app potrebbero avere costi leggermente più elevati.

Tuttavia, è importante considerare che il prezzo di un dispositivo anti-abbandono per bambini in auto dovrebbe essere visto come un investimento nella sicurezza e nel benessere del bambino. Il costo è piccolo rispetto alla preziosa vita e al rischio potenzialmente fatale associato all’abbandono accidentale del bambino in un veicolo.

Si consiglia sempre di fare una ricerca accurata, confrontare diverse opzioni e leggere le recensioni degli utenti prima di acquistare un dispositivo anti-abbandono per bambini in auto, per assicurarsi di scegliere quello più adatto alle proprie esigenze di sicurezza e al budget disponibile.

 

Su quali auto si possono usare i dispositivi anti abbandono per bambini?

I dispositivi anti-abbandono per bambini in auto possono essere utilizzati su qualsiasi veicolo, indipendentemente dal modello o dalla marca dell’auto. Questi dispositivi sono progettati per essere compatibili con la maggior parte dei seggiolini per bambini presenti sul mercato.

I dispositivi anti-abbandono sono generalmente progettati per essere installati nel seggiolino del bambino o nel sistema di ritenuta per il bambino all’interno dell’auto. Possono essere utilizzati su automobili, furgoni, SUV, camion e altri veicoli dotati di seggiolini per bambini.

Tuttavia, è importante verificare le specifiche e le istruzioni del dispositivo anti-abbandono che si intende acquistare per assicurarsi che sia compatibile con il proprio seggiolino per bambini e veicolo. Alcuni dispositivi potrebbero richiedere una configurazione o un’installazione specifica, quindi è sempre consigliabile seguire attentamente le istruzioni del produttore per un corretto utilizzo e funzionamento.

In caso di dubbi sulla compatibilità di un dispositivo anti-abbandono con il proprio seggiolino per bambini o veicolo, è possibile contattare direttamente il produttore del dispositivo o consultare un esperto del settore per ottenere ulteriori informazioni e assistenza.

 

Cosa posso fare per non scordarmi un bambino sull’auto?

La sicurezza dei bambini è fondamentale, ed è importante adottare misure preventive per evitare di dimenticare un bambino all’interno di un’auto. Ecco alcune precauzioni che puoi prendere:

  1. Consapevolezza e attenzione: Sii consapevole della presenza del bambino in auto e rimani sempre attento. Evita distrazioni come telefonate o distrazioni al volante che potrebbero aumentare il rischio di dimenticare il bambino.
  2. Routine e promemoria: Crea una routine e un promemoria che ti aiutino a ricordarti di controllare sempre il seggiolino del bambino prima di lasciare l’auto. Ad esempio, puoi fare un promemoria visivo o mettere oggetti come il tuo telefono o borsa vicino al seggiolino per ricordarti di controllare prima di lasciare l’auto.
  3. Comunicazione con caregiver: Se diversi caregiver si alternano per prendersi cura del bambino, stabilisci una comunicazione chiara riguardo al trasferimento del bambino. Assicurati che entrambe le parti siano consapevoli della presenza del bambino in auto e confermate verbalmente la consegna del bambino.
  4. Allarmi e dispositivi di sicurezza: Considera l’utilizzo di dispositivi anti-abbandono per bambini in auto, come descritto in precedenza. Questi dispositivi possono fornire un avviso aggiuntivo nel caso in cui tu dimentichi il bambino nell’auto.
  5. Coinvolgimento di più sensi: Cerca di coinvolgere più sensi quando ti prendi cura del bambino. Ad esempio, puoi toccare il seggiolino o guardare all’interno dell’auto mentre ti allontani per rafforzare la consapevolezza della presenza del bambino.
  6. Informa il personale: Se porti il tuo bambino in un asilo nido o in un luogo di cura, informa il personale dell’importanza di avvisarti se il bambino non viene portato a destinazione.

Ricorda che nessuna misura è infallibile, ed è importante adottare più strategie insieme per ridurre al minimo il rischio di dimenticare un bambino in auto. La sicurezza dei bambini deve essere una priorità costante e richiede l’attenzione e l’impegno di tutti i caregiver coinvolti.

 

Un bambino quanto può resistere in un’auto da solo prima che si senta male

È difficile fornire un dato preciso, poiché la resistenza di un bambino all’interno di un’auto può variare in base a diversi fattori, tra cui l’età del bambino, la temperatura esterna, l’umidità, la durata dell’esposizione e altre condizioni ambientali.

L’interno di un’auto può riscaldarsi rapidamente, soprattutto in giornate calde o soleggiate. La temperatura all’interno di un veicolo può aumentare significativamente più velocemente rispetto alla temperatura esterna. Secondo studi e dati medici, la temperatura all’interno di un’auto può salire molto velocemente di circa  5-11 gradi Celsius in soli 10 minuti e può continuare a salire in modo pericoloso.

I bambini sono più sensibili al calore rispetto agli adulti, poiché il loro corpo si surriscalda più velocemente e può avere difficoltà a regolare la temperatura corporea in modo efficiente. Questo li rende particolarmente vulnerabili agli effetti dell’ipertermia, che può portare a gravi conseguenze come disidratazione, colpo di calore e danni agli organi.

La resistenza di un bambino all’interno di un’auto può variare a seconda di molti fattori, ma generalmente è consigliabile non lasciare mai un bambino incustodito in un’auto, specialmente in condizioni calde, anche per brevi periodi di tempo. Anche pochi minuti possono comportare rischi significativi per la salute del bambino.

È importante adottare precauzioni per evitare il rischio di dimenticare un bambino in auto e sempre assicurarsi che il bambino sia al sicuro e sotto la supervisione di un adulto responsabile. La sicurezza dei bambini deve essere una priorità assoluta.

 

I dispositivi anti abbandono sono obbligatori dopo la legge approvata e pubblicata in gazzetta il 25 Ottobre 2019 

La legge italiana n. 117 del 3 ottobre 2018, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 25 ottobre 2019,  introduce l’obbligatorietà dell’installazione dei dispositivi anti-abbandono per bambini nei veicoli.

La normativa italiana prevede che i genitori, i tutori o gli accompagnatori dei bambini fino a 4 anni di età siano tenuti a utilizzare dispositivi di allarme anti-abbandono quando si trovano a bordo di un veicolo. Questi dispositivi devono essere installati sui seggiolini o nei sistemi di ritenuta utilizzati per trasportare i bambini.

Il dispositivo anti-abbandono funziona rilevando la presenza del bambino all’interno del veicolo e avvisando il conducente se si allontana senza averlo rimosso dal seggiolino. In caso di allontanamento, il dispositivo emette un segnale acustico o visivo per richiamare l’attenzione del conducente.

L’obbligo di utilizzare dispositivi anti-abbandono in Italia è entrato in vigore a partire dal 7 novembre 2019. I conducenti che non rispettano tale obbligo possono incorrere in sanzioni amministrative, come la sospensione della patente di guida e l’ammenda prevista dalla legge.

La legge è stata introdotta per aumentare la sicurezza dei bambini e prevenire situazioni tragiche di abbandono o dimenticanza all’interno dei veicoli. È importante seguire sempre le disposizioni legislative del proprio paese e adottare le misure di sicurezza appropriate per proteggere i bambini durante il trasporto in auto.

 

Fondi e bonus per aiutare i genitori ad acquistare i dispositivi anti abbandono

In Italia, per incentivare l’acquisto dei dispositivi anti-abbandono per bambini in auto, è stato previsto un bonus chiamato “Bonus Bebè”. Questo bonus è stato istituito per sostenere le famiglie nell’acquisto di prodotti e servizi per i bambini, compresi i dispositivi anti-abbandono.

Il “Bonus Bebè” è un contributo economico di 160 euro destinato alle famiglie con un bambino nato o adottato nel 2019 o successivamente. Il bonus può essere utilizzato per l’acquisto di una serie di prodotti, tra cui anche i dispositivi anti-abbandono per auto.

Per ottenere il “Bonus Bebè”, è necessario fare richiesta all’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) presentando la documentazione richiesta. Si consiglia di consultare il sito ufficiale dell’INPS per ottenere informazioni aggiornate sulle modalità di richiesta e i requisiti specifici per accedere al bonus.

È importante tenere presente che le politiche e gli incentivi finanziari possono variare nel tempo e sono soggetti a modifiche da parte delle autorità competenti. Pertanto, è sempre consigliabile verificare le informazioni più recenti presso gli enti preposti o le autorità competenti per ottenere i dettagli aggiornati sui fondi o i bonus disponibili per l’acquisto dei dispositivi anti-abbandono per bambini in auto.

 

A quali sanzioni si va incontro un genitore che non mette un dispositivo anti abbandono in auto

In Italia, l’obbligo di utilizzare dispositivi anti-abbandono per bambini in auto è disciplinato dalla legge n. 117 del 3 ottobre 2018. I genitori, i tutori o gli accompagnatori dei bambini fino a 4 anni di età sono tenuti a utilizzare tali dispositivi quando si trovano a bordo di un veicolo.

La mancata installazione o l’utilizzo di un dispositivo anti-abbandono può comportare sanzioni amministrative. Le sanzioni previste sono:

  1. Sospensione della patente di guida: Il conducente che non rispetta l’obbligo di utilizzare il dispositivo anti-abbandono può incorrere nella sospensione della patente di guida per un periodo da uno a tre mesi.
  2. Multa: È prevista un’ammenda di importo compreso tra 81 e 326 euro per il conducente che non rispetta l’obbligo di utilizzare il dispositivo anti-abbandono.

È importante notare che l’obbligo di utilizzare dispositivi anti-abbandono è finalizzato a garantire la sicurezza dei bambini e prevenire situazioni di abbandono o dimenticanza all’interno dei veicoli. È quindi responsabilità dei genitori o degli accompagnatori assicurarsi di rispettare tale obbligo e adottare tutte le misure di sicurezza necessarie per proteggere i bambini durante il trasporto in auto.

Si consiglia di consultare la normativa specifica e le disposizioni legislative del proprio paese per ottenere informazioni precise sulle sanzioni e sugli obblighi relativi all’utilizzo dei dispositivi anti-abbandono per bambini in auto.

 

Come si lega un passeggino in auto

Il modo esatto di legare un passeggino in auto può variare leggermente a seconda del modello specifico del passeggino e del veicolo. Tuttavia, di seguito è riportata una guida generale su come legare un passeggino in auto in modo sicuro:

  1. Piegare il passeggino: Assicurati che il passeggino sia completamente piegato e pronto per essere riposto nel bagagliaio dell’auto. Segui le istruzioni specifiche del produttore per piegare correttamente il tuo modello di passeggino.
  2. Prepara il bagagliaio: Apri il bagagliaio dell’auto e liberane lo spazio necessario per il passeggino. Assicurati che il bagagliaio sia pulito e privo di oggetti che potrebbero spostarsi o danneggiare il passeggino durante il viaggio.
  3. Posizionare il passeggino nel bagagliaio: Posiziona il passeggino nel bagagliaio in modo da appoggiarlo in modo stabile e sicuro. Se il passeggino ha una chiusura a scatto o una cinghia di chiusura, utilizzala per assicurare ulteriormente il passeggino e mantenerlo ben posizionato.
  4. Utilizzare cinghie di sicurezza o fasce: Alcuni veicoli sono dotati di punti di ancoraggio o di cinghie di sicurezza specificamente progettate per fissare il passeggino in modo sicuro nel bagagliaio. Se il tuo veicolo ha questi dispositivi, utilizzali seguendo le istruzioni del produttore per fissare il passeggino.
  5. Utilizzare dispositivi di fissaggio aggiuntivi: Se il passeggino o il veicolo non ha punti di ancoraggio o cinghie di sicurezza specifici, puoi utilizzare dispositivi di fissaggio aggiuntivi, come cinghie o fasce elastiche, per assicurare il passeggino. Assicurati di avvolgere saldamente il passeggino e fissarlo al bagagliaio in modo che rimanga stabile durante il viaggio.
  6. Verifica la stabilità: Dopo aver fissato il passeggino, controlla attentamente che sia stabile e non si muova eccessivamente durante il viaggio. Agita leggermente il passeggino per assicurarti che sia ben ancorato e non presenti movimenti o oscillazioni significative.

Si consiglia di consultare il manuale di istruzioni del passeggino e del veicolo per ottenere informazioni specifiche e seguire le linee guida del produttore per un’installazione corretta e sicura. Inoltre, è sempre consigliabile fare attenzione alla sicurezza del passeggino e verificare regolarmente che sia ben fissato durante il viaggio.

In quale verso di marcia va messo il seggiolino per bambini in auto

Il seggiolino per bambini in auto deve essere posizionato in base all’età del bambino e alle raccomandazioni del produttore del seggiolino stesso. Le direttive generali per l’orientamento del seggiolino sono le seguenti:

  1. Neonati e bambini fino a 1 anno di età: I neonati e i bambini fino a 1 anno di età dovrebbero essere posizionati in un seggiolino per auto rivolto all’indietro (rear-facing). Questa posizione offre una migliore protezione per il collo e la colonna vertebrale del bambino in caso di collisione.
  2. Bambini tra 1 e 4 anni di età: I bambini tra 1 e 4 anni di età possono essere posizionati in un seggiolino rivolto all’indietro o in un seggiolino rivolto in avanti (forward-facing), a seconda del peso e dell’altezza del bambino e delle indicazioni specifiche del produttore del seggiolino.
  3. Bambini dai 4 anni in su: I bambini dai 4 anni in su dovrebbero essere posizionati in un seggiolino rivolto in avanti o in un seggiolino rialzato (booster seat) fino a quando non raggiungono l’altezza e il peso adeguati per utilizzare direttamente la cintura di sicurezza dell’auto.

È fondamentale seguire le istruzioni del produttore del seggiolino per auto e verificare le specifiche e le raccomandazioni relative all’orientamento e all’installazione corretti. Inoltre, assicurati di rispettare anche le leggi e le normative locali riguardanti l’uso dei seggiolini per auto e le restrizioni di età e peso.

Ricorda che la sicurezza dei bambini durante il trasporto in auto è di fondamentale importanza, e un’installazione corretta del seggiolino e il posizionamento adeguato del bambino sono cruciali per garantire la protezione in caso di incidente stradale.

ARTICOLI CORRELATI

Bonus bèbè Ungheria: 32.000 euro a chi fa nascere il 3° figlio

bonus bebè ungheria

Bonus bebè Ungheria: alle famiglie che fanno nascere il 3° figlio verrà dato un regalo di 32.000 euro, inoltre potranno richiedere un prestito di altre 32.000 euro. No, purtroppo non è un’iniziativa del Governo Renzi, ma del governo che faceva parte dell’ex blocco comunista, per combattere la bassa natalità nel proprio paese. Quella del bonus…

Legge di Stabilità: novità e Bonus Bebé

Aggiornamento: il Bonus Bebè sarà valido anche per le mamme non cittadine italiane.Con il Bonus Bebé, praticamente il Governo Renzi inventa un nuovo lavoro:  fare figli; le mamme che riusciranno a sfornare 3 pargoletti in 24 mesi tra il 2015 e il 2017 verranno pagate 240 euro al mese…. Sarà la Difesa a subire il…

Bonus Badante 2023: Come Richiederlo a Chi Spetta e Come Funziona

Bonus Badante 2023: Come Richiederlo a Chi Spetta e Come Funziona

Il Bonus Badante è un’agevolazione economica prevista dal governo italiano per sostenere le famiglie che impiegano personale dedicato all’assistenza di anziani o persone con disabilità. Questo bonus, solitamente concesso in forma di detrazione fiscale, è pensato per aiutare a coprire i costi associati all’assistenza domiciliare, come ad esempio il salario della badante. Le normative e…

Come Spiegare l’Economia ai Bambini già alle Elementari

economia per bambini

Se i tuoi figli sono naturalmente curiosi, potrebbero essere curiosi dell’economia. Probabilmente hanno sentito la parola “economia” a scuola, al telegiornale o da una conversazione tra adulti. Le loro domande potrebbero essere ampie, in merito all’economia come concetto. Oppure, le loro domande potrebbero essere specifiche, chiedendo informazioni sul prezzo di un particolare articolo e sul perché è aumentato.…

Migliori Droni per Bambini : Caratteristiche e Prezzo

Migliori Droni per Bambini 2021: Caratteristiche e Prezzo

Sempre più droni negli ultimi anni sono diventati protagonisti del panorama video italiano, tanto che sono circa 103.000 quelli registrati all’ENAC nel 2020. Apparecchi per professionisti e principianti, che rappresentano strumenti di lavoro o divertimento sempre in grado di offrire riprese di qualità. Col passare del tempo questi velivoli sono entrati progressivamente anche nel mondo…

Migliori Smartwatch per Bambini e Ragazzi Prezzi e Caratteristiche

Migliori Smartwatch per Bambini e Ragazzi 2020

L’acquisto di uno smartwatch è solitamente una mossa difficile, a causa della tanta scelta a disposizione e della paura di non essere in grado di utilizzarlo. Sebbene molti modelli siano sempre più diretti alla specialità, altrettanti prediligono la semplicità d’utilizzo e la comodità. Questo non solo per adulti, ma anche per bambini e adolescenti. Sono…

La Redazione di Economia Italia è formata da professionisti dell'economia e della finanza con la passione della divulgazione. Dal 2014 pubblichiamo guide sugli investimenti, prestiti, mondo della finanza e dell'economia, con un occhio di riguardo alle tematiche di energia rinnovabile, del lavoro e dell'economia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *