Come Spiegare l’Economia ai Bambini già alle Elementari

Se i tuoi figli sono naturalmente curiosi, potrebbero essere curiosi dell’economia. Probabilmente hanno sentito la parola “economia” a scuola, al telegiornale o da una conversazione tra adulti. Le loro domande potrebbero essere ampie, in merito all’economia come concetto. Oppure, le loro domande potrebbero essere specifiche, chiedendo informazioni sul prezzo di un particolare articolo e sul perché è aumentato.

Trovare un modo semplice per spiegare l’economia ai bambini può sembrare una grande sfida. In fondo è un argomento complesso, anche per chi ha dedicato la propria vita al campo dell’economia. Come puoi semplificare qualcosa con così tante parti mobili? Segmenta la tua spiegazione in una serie di spiegazioni e inizia con le basi.

Come Spiegare l'Economia ai Bambini
Come Spiegare l’Economia ai Bambini

Definire l’economia ad un bambino

Quando parli di economia con i tuoi figli, inizia con una definizione della parola. Un modo semplice per definire l’economia: è il modo in cui le persone spendono denaro e il modo in cui le persone fanno soldi.

 

Un’economia può essere grande o piccola. La parola può riferirsi a un’economia locale, come il modo in cui le persone spendono e fanno soldi in una piccola città o in una città più grande. Può anche riferirsi all’economia di un paese o al modo in cui il denaro viene guadagnato e speso in tutto il mondo.

Successivamente, puoi entrare nei fattori che influenzano l’economia. Le persone potrebbero spendere più o meno soldi in momenti particolari o quando si verificano determinati eventi. La quantità di denaro disponibile può anche variare a seconda di eventi locali, nazionali o globali. Sono molti i fattori in gioco.

  • Disponibilità di risorse: la quantità di risorse in un’area ha un ruolo importante nell’influenzare la sua economia complessiva. Ad esempio, se un paese ha un’abbondanza di risorse, come piante, minerali, bestiame e acqua, è probabile che sia in grado di fornire maggiori opportunità per la creazione di prodotti, servizi e posti di lavoro rispetto a un’area che ne ha poche o nessuna risorse. Questo può portare a più soldi che entrano e vengono scambiati nell’area.
  • Disponibilità delle persone: le persone sono un’altra risorsa che influenza l’economia di un’area. Le persone possono svolgere un ruolo nella salute di un’economia in un paio di modi. In primo luogo, aiuta ad avere abbastanza persone per ricoprire i lavori necessari per mantenere in movimento l’economia. In secondo luogo, le persone devono avere le capacità e le conoscenze necessarie per svolgere quei lavori.
  • Clima politico e sociale: i cambiamenti sociali e gli eventi politici influenzano anche l’economia. Puoi usare degli esempi per illustrare questo concetto ai tuoi figli. Un esempio è la pandemia di COVID-19, che ha causato la chiusura delle imprese e l’aumento della disoccupazione. Un altro esempio di come i cambiamenti sociali o politici influiscano sull’economia può essere visto quando viene eletto un nuovo presidente. Le persone in genere acquistano più o meno, a seconda di come si sentono riguardo all’impatto futuro del presidente sull’economia.
  • Cambiamenti nella tecnologia: i cambiamenti e i progressi tecnologici influenzano anche l’economia. Invenzioni, come la catena di montaggio in movimento, hanno permesso di produrre più articoli in un periodo più breve. I moderni progressi tecnologici, come i robot, accelerano la produzione e ampliano la gamma di lavori a disposizione dei lavoratori.

 

Che cos’è una buona economia?

Hai un modo semplice per spiegare una buona economia ai tuoi figli. Durante una buona economia, le persone tendono ad avere abbastanza soldi per permettersi le cose di cui hanno bisogno, come cibo, vestiti e un posto dove vivere. Potrebbero anche avere abbastanza soldi per acquistare oggetti extra o mettere da parte risparmi.

economia per bambini

Risparmiare denaro in una buona economia

Quando l’economia è buona, abbiamo la libertà di acquistare ciò che vogliamo e di cui abbiamo bisogno. Abbiamo anche più soldi da risparmiare. Il “tasso di risparmio personale” è il denaro che le persone risparmiano rispetto al loro reddito disponibile, ed è fluttuato nel corso degli anni.

Leggi anche >> Come insegnare il risparmio ai bambini

Quanto risparmiano le persone è spesso un riflesso di come sta andando l’economia. A giugno 2020 il  tasso di risparmio personale era del 19% . Per tutto il 2019 il tasso di risparmio personale è stato del 7,5%. Nel periodo compreso tra il 2019 e il 2020 si sono verificati numerosi cambiamenti nell’economia. I livelli di reddito personale sono diminuiti  ogni mese da marzo a giugno 2020. Negli anni precedenti, i livelli di reddito personale non sono diminuiti.

 

Quando si parla ai propri figli dei tassi di risparmio e dell’economia, può essere utile sottolineare che mentre i tassi di risparmio tendono a diminuire quando le cose vanno bene, è comunque una buona idea mettere da parte i soldi.

 

  • I tassi di interesse sono alti: fai notare ai tuoi figli che quando l’economia è buona, i tassi di interesse sono generalmente alti. Gli alti tassi di interesse sono una buona notizia per le persone che aprono conti di risparmio . Più alto è il tasso, maggiore sarà la crescita che godrai del denaro nel tuo conto.
  • I risparmi possono aumentare i prestiti: più soldi le persone mettono nei loro conti di risparmio, più banche e cooperative di credito devono prestare a persone che potrebbero voler comprare una casa o prendere prestiti personali . Avere denaro disponibile per il prestito incoraggia le persone a fare acquisti, il che rilancia anche l’economia.
  • Il risparmio può proteggere dalle incertezze future: che l’economia sia buona o cattiva, risparmiare è sempre un’idea intelligente. Parla con i tuoi figli di come avere dei risparmi fornisca protezione finanziaria in caso di perdita del lavoro o spese impreviste.

Opportunità di lavoro in una buona economia

Quando parli ai tuoi figli dell’economia, vale anche la pena spiegare loro come l’economia generale influisca sul numero di posti di lavoro disponibili. Il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti mostra la percentuale di persone nel paese che sono attualmente senza lavoro.

In tempi favorevoli, il tasso di disoccupazione è basso. Puoi far notare ai tuoi figli i motivi per cui un basso tasso di disoccupazione fa bene all’economia generale.

  • Le persone hanno un reddito: quando le persone hanno una fonte di reddito, di solito possono permettersi il costo delle cose di cui hanno bisogno, come cibo e alloggio.
  • È probabile che le persone spendano di più: più posti di lavoro e più dipendenti ci sono, più è probabile che le persone spendano il loro reddito disponibile.
  • I posti di lavoro spesso creano posti di lavoro: i bassi tassi di disoccupazione possono spesso contribuire a creare più posti di lavoro. Puoi illustrare questo concetto ai tuoi figli con un esempio. Quando molte persone hanno un reddito, incluso il reddito disponibile, è probabile che comprino più cose. Ciò può portare alla creazione di nuove attività, come l’apertura di nuovi negozi o ristoranti. Queste nuove imprese avrebbero quindi bisogno di assumere persone, contribuendo a ridurre ulteriormente il tasso di disoccupazione.

Cos’è una cattiva economia?

In una buona economia, le persone hanno più soldi di quelli di cui hanno bisogno per vivere comodamente. Di solito è vero il contrario in una cattiva economiaQuando l’economia è in difficoltà, le persone spesso vedono un calo del reddito e la perdita del lavoro.

 

Come spiegare una recessione e una depressione

Parla ai tuoi figli di due termini comunemente usati per descrivere una cattiva economia: recessione e depressione. Sebbene alcune persone usino i termini in modo intercambiabile, vale la pena sottolineare che sono diversi.

Il modo più rapido per spiegare una recessione è attraverso i suoi effetti negativi.

  • Livelli di reddito: le persone tendono a vedere diminuire il proprio reddito durante una recessione. Se una persona non perde il lavoro, il suo datore di lavoro potrebbe tagliare il suo stipendio o il numero di ore in cui può lavorare e le sue buste paga si riducono.
  • Acquisti al dettaglio: quando le persone hanno meno soldi, tendono a fare meno acquisti. Le vendite al dettaglio sono generalmente in calo durante una recessione.
  • Occupazione: questa parte può essere un po’ complicata, poiché il tasso di disoccupazione tende a salire in una recessione. Mentre il tasso aumenta, assicurati di dire ai tuoi figli che non è una buona cosa. Più alto è il tasso di disoccupazione, meno persone hanno un lavoro.
  • Volume di produzione: poiché le persone acquistano meno, non c’è tanto bisogno di produrre. I produttori spesso ridimensionano in una recessione. Parla con i tuoi figli dell’effetto domino che questo può avere. Quando le fabbriche chiudono, più persone si ritrovano senza lavoro e queste stesse persone riducono le loro spese.
  • Prodotto interno lordo (PIL): il PIL è la misura complessiva dell’attività economica in un paese. In parole povere, è il valore di tutto ciò che viene prodotto da un paese, dalle arti e dall’intrattenimento alle vendite al dettaglio e ai servizi legali. Il PIL scende durante una recessione.

 

Come puoi spiegare la differenza tra una recessione e una depressione ai tuoi figli? Alcune caratteristiche distinguono i due.

  • Durata: le recessioni non durano quanto le depressioni. Una recessione potrebbe durare meno di un anno, mentre una depressione può durare molti anni. La Grande Depressione, ad esempio, è durata un decennio .
  • Gravità: una depressione tende ad essere molto peggiore in termini di effetti rispetto a una recessione. Durante la Grande Depressione, la produzione è diminuita del 30% negli Stati Uniti e il tasso di disoccupazione è balzato al 25%. Al contrario, durante una recessione dal 1973 al 1975 (considerata la peggiore dalla Grande Depressione), la produzione è diminuita del 3,4% e la disoccupazione è salita al 9%.

 

Risparmiare denaro in una cattiva economia

I tassi di interesse scendono quando l’economia va male. Le istituzioni finanziarie vogliono che le persone prendano in prestito denaro e rilancino l’economia, quindi concedono prestiti più economici. Tassi di interesse più bassi significano che i soldi in un conto di risparmio non guadagneranno tanto, ma è comunque importante risparmiare denaro.

Puoi far notare ai tuoi figli che risparmiare denaro diventa ancora più importante quando i tempi sono finanziariamente difficili. Avere soldi in risparmi significa avere un cuscino nel caso in cui il tuo reddito diminuisca di più o perdi il lavoro.

Opportunità di lavoro in una cattiva economia

Spiegare a tuo figlio come l’economia influisca sull’occupazione e sulle opportunità di lavoro può dare loro un’idea migliore di cosa sta succedendo nel mondo. Aiuta anche a contestualizzare la recessione economica e cosa potrebbe significare per la tua famiglia.

Sottolinea che ci sono molteplici ragioni per cui qualcuno potrebbe perdere il lavoro durante una recessione. Un’azienda potrebbe dover chiudere definitivamente, mentre altri datori di lavoro potrebbero licenziare i propri dipendenti per risparmiare denaro. Poiché queste persone perdono il lavoro, è probabile che cercheranno lavoro. Tuttavia, il numero di posizioni disponibili potrebbe non essere sufficientemente alto da giustificare l’aumento della disoccupazione.

Se sei preoccupato che parlare con i tuoi figli della perdita del lavoro e della disoccupazione possa causare stress, assicurati di sottolineare che le cattive condizioni economiche di solito cambiano. Il tasso di disoccupazione tende a rimbalzare man mano che l’economia migliora, il che significa che molte persone trovano di nuovo lavoro.

economia per scuole elementari, economia per bambini

Come spiegare l’inflazione

A seconda della tua età e dell’età dei tuoi genitori, i tuoi figli potrebbero già avere una conoscenza di base dell’inflazione. Se qualcuno in famiglia ha mai detto qualcosa del tipo: “Quando ero bambino, una bibita costava 10 centesimi”, allora i tuoi figli sanno qualcosa sull’inflazione.

Il modo più semplice per spiegare l’inflazione è che si tratta di un aumento dei prezzi. Una bibita che costava 10 centesimi nel 1950 potrebbe costare circa 2 euro nel 21° secolo. Anche se una persona sta assumendo lo stesso tipo e quantità di bibite di prima, deve pagare di più ora rispetto a sette decenni fa.

Una volta che dici loro che l’inflazione fa salire il prezzo delle cose, i tuoi figli vorranno sapere perché. In alcuni casi, si tratta di domanda e offerta. Quando c’è molta richiesta per qualcosa, ma non abbastanza del prodotto per andare in giro, i prezzi in genere aumentano.

Leggi anche: Investimenti per bambini .

 

Un recente esempio di inflazione può essere visto nel prezzo del cibo consumato a casa nel 2020. I prezzi del cibo consumato a casa sono aumentati del 5,6% a giugno 2020 , rispetto a giugno 2019. Poiché sempre più persone si sono concentrate sulla preparazione dei pasti a casa piuttosto che sull’andare. fuori a mangiare, la domanda di generi alimentari è aumentata, portando a un aumento dei prezzi.

Domanda e offerta non sono l’unico fattore che contribuisce all’inflazione. In alcuni casi, i prezzi possono aumentare a causa di un aumento del costo di produzione di determinati beni. Se l’azienda che fornisce una parte fondamentale a un produttore aumenta i suoi prezzi, ad esempio, il produttore potrebbe cercare di bilanciare tale aumento di prezzo aumentando il prezzo dei suoi beni.

I tuoi figli possono vedere l’impatto dell’inflazione nella loro vita quotidiana. Ad esempio, supponiamo che ci sia qualcosa che vogliono comprare, come una nuova bicicletta. Quando iniziano a risparmiare per comprare la bici, costa  50 euro, tasse incluse.

Se dai a tuo figlio un’indennità di 5 euro a settimana, dovrebbe avere abbastanza soldi per permettersi la bicicletta dopo 10 settimane, ma l’inflazione può cambiare il prezzo della bicicletta. Forse c’è una maggiore domanda di biciclette, quindi il prezzo salta a 75 euro. Il tuo bambino dovrà ora risparmiare per 15 settimane per permettersi la stessa bicicletta.

Parla con i tuoi figli della loro spesa e dell’economia

Anche se potrebbero fare affidamento su di te per l’indennità e le spese, i tuoi figli fanno già parte dell’economia più ampia. Quando acquistano qualcosa, contribuiscono alla spesa dei consumatori.

In quanto consumatori, i tuoi figli hanno molto potere. In effetti, la spesa per consumi è così potente che spesso è la cosa principale su cui si concentra un governo quando vuole far uscire la propria economia da una recessione. Più le persone spendono nei periodi di difficoltà economica, maggiore è l’attività imprenditoriale e maggiore è il potenziale per nuovi posti di lavoro.

Leggi anche: Come spiegare gli investimenti a dei bambini

 

Ecco alcune delle cose che puoi evidenziare quando parli ai tuoi figli del loro potere di spesa.

  • Vale la pena cercare il prezzo migliore: ricorda ai tuoi figli che la palla è nel loro campo quando si tratta di ottenere il prezzo migliore su un prodotto. Incoraggiateli a fare acquisti comparativi, cercando un negozio che offra il prezzo più basso sull’articolo che desiderano acquistare.
  • Aiuta a chiedere cosa otterranno dal prodotto: incoraggia i tuoi bambini a pensare attentamente a tutto ciò che intendono acquistare. Chiedi loro se qualcosa che già hanno può servire allo stesso scopo o se ci sono modi migliori per spendere o risparmiare i loro soldi.
  • Incoraggialo a concentrarsi sul costo reale dell’articolo: in alcuni casi, il prezzo dell’adesivo dell’articolo non è il prezzo intero. Un giocattolo motorizzato potrebbe aver bisogno di batterie nuove di tanto in tanto e alcuni tipi di indumenti potrebbero avere requisiti di pulizia complicati o costosi.
  • Incoraggiali a concentrarsi sull’etica dell’oggetto: se sei interessato a crescere bambini che siano consumatori consapevoli, incoraggiali a pensare all’effetto del loro acquisto. Potresti chiedere loro di ricercare l’azienda che produce il prodotto per saperne di più sulla sua reputazione. Invitali a considerare cosa accadrà quando il prodotto non funziona più o deve essere sostituito. Riusciranno a riciclarlo oa venderlo o dovrà finire in discarica?
  • Invitali a vedere il quadro generale: quando i tuoi figli vogliono comprare qualcosa, che si tratti di un pacchetto di gomme da masticare o di un oggetto di grande valore, come una bicicletta o una console per videogiochi, incoraggiali a pensare a lungo termine. Useranno l’oggetto per gli anni a venire o lo supereranno rapidamente? Fare un acquisto oggi interferirà con gli altri obiettivi di spesa o risparmio pianificati?
  • Dai l’esempio: i bambini spesso modellano le loro abitudini di spesa su quelle dei loro genitori. Dai il buon esempio pensando ai tuoi acquisti e valutando attentamente i pro e i contro di ciò che acquisti. Puoi anche coinvolgere i tuoi figli nel processo decisionale quando è il momento di fare un acquisto importante in famiglia, come una nuova auto.

Insegnare ai tuoi figli l’economia

Che tu stia parlando ai tuoi figli dell’economia più ampia o di questioni più personali di denaro, non devi volare da solo. Per attività finanziarie incentrate sui bambini e suggerimenti su come crescere un bambino con un’alfabetizzazione finanziaria che in Italia latita .

Leggi anche:

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.