Targa alla Bicicletta, Assicurazione, Casco anche per Monopattini

Il Ministro dei Traporti in parlamento, rispondendo ad un question time ha detto che è pronta la riforma del Codice della Strada per biciclette, biciclette elettriche e monopattini elettrici.

Obbligatori Targa, assicurazione e casco per Biciclette e monopattini

Erano anni che si discuteva di questa evenienza; come potete leggere più avanti  questa eventualità fu proposta inizialmente da politici di sinistra, ma sembra che sarà un governo di destra a mettere la firma al provvedimento che renderà obbligatoria la targa per biciclette e monopattini, inoltre sarà obbligatorio girare con un casco omologato ed avere le frecce al mezzo.

La questione patente per bicicletta e monopattino.

Invece ancora non è chiaro se bisognerà anche dare degli esami per la patente per la bicicletta e monopattino, per il momento non se ne parla ma certo che la targa comporta degli obblighi che solo studiando il Codice della Strada e quindi avendo una patente si possono sapere.

Quando bisognerà mettere la targa alla bicicletta e al monopattino

Secondo quanto riferito dal ministro entro la fine del 2024 bisognerà mettere la targa alla bicicletta.

Il che significa che andrà portata alla Motorizzazione e iscritta.

Quando bisognerà fare l’assicurazione alla bicicletta e al monopattino

Stessa cosa per l’assicurazione, che bisognerà fare solo DOPO aver iscritto la bicicletta alla motorizzazione.

Questa proposta diventerà veramente legge?

In effetti Noi della redazione di Economia Italia vediamo alcune difficoltà tecniche, specialmente se si parla di immatricolare milioni di biciclette che fino ad oggi hanno girato libere.

Per comprare una bicicletta non servono documenti, quindi quante bici ci sono in giro? Chi sono i proprietari?

Sicuramente si tratta di una legge più facile da applicare sulle bici che si compreranno in futuro, ma quelle già in circolazione saranno molto più difficili da controllare.

 

AGGIORNAMENTI PRECEDENTI

Probabilmente arriverà il bollo e l’assicurazione obbligatoria, intanto vuole la targa per la bicicletta, Maria Rosaria Iardino – consigliere del PD al Comune di Milano – e ha detto di appoggiare una mozione che arriva sia dal PD che dal PDL per far pagare al cittadino una sorta di immatricolazione della bicicletta, cioè l’anticamera del bollo per la bicicletta.
Aggiornamento 30 novembre 2015: come già avevamo anticipato di ben 1 anno, è finalmente arrivato in Parlamento la proposta di legge dimettere la targa ed il bollo obbligatorio a tutte le biciclette in Italia.
Non é una cosa solo per fare cassa, se avrete la pazienza di legge questo articolo capirete che prima o poi questa nuova tassa per le biciclette arriverà, è solo questione di tempo.

Tutto questo sta accadendo a Milano, una delle più importanti città d’Italia e probabilmente la cosa arriverà anche nelle altre città italiane.
Ormai le municipalità hanno sempre meno soldi, da quando lo Stato italiano è entrato un paio di anni fa in piena spending-review e da qualche parte i soldi devono uscire, per poter mantenere tutte le spese folli a cui sono abituate municipalità enormi quali quella del Comune di Milano.

Questo provvedimento manderà su tutte le furie le migliaia di cittadini milanesi che approfittano di una città per lo più in pianura per risparmiare centinaia di euro in macchine, moto o tram ed approfittano della bicicletta anche per fare del moto.

Targa alla bicicletta, poi arriverà il Bollo e l'Assicurazione obbligatoria
La targa alla bicicletta, il primo gradino
poi ci sarà il bollo e l’assicurazione

Bollo e Assicurazione obbligatoria per le biciclette, è solo una questione di tempo e di civiltà:

  • Ma la signora consigliera dice NO, lei vuole riconoscere una bicicletta ( manco fosse una Ducati che va 100 all’ora) e allora ecco la gènialata: mettere le targhe alle biciclette di Milano.
  • Naturalmente, visto che conosciamo i Nostri polli, ci scommettiamo che se questa proposta passerà, allora tempo dopo passerà anche una tassa sul possesso della bicicletta, un bollo e perché no, una assicurazione obbligatoria per guidare la bici.
  • A questi signori sfugge però che molte persone che guidano una bici lo fanno proprio perché non si possono permettere una macchina; perché allora mettergli sulle spalle la spesa di un’immatricolazione e della targa per la bicicletta?
  • Guidare la bicicletta è un’attività motoria che fa benissimo alla salute, allontana tutte le malattie cardiovascolari e l’obesità, é uno degli sport più sani e più semplici da fare: basta fare una manciata di chilometri al giorno per fare la spesa o andare a lavorare ed ecco che le malattie si allontanano, così come fa diminuire la spesa pubblica sanitaria.

Ma ovviamente questo, la signora lo ignora, oppure se ne frega, più semplicemente.

Chissà quando anche le persone a piedi dovranno girare con un documento di riconoscimento obbligatorio, con relativa tassa da pagare. Ah… dite che già accade?

Approfondimento: Bilancio del Comune di Milano

 

ARTICOLI CORRELATI 

Bici Elettrica Usata Prezzo e Dove Comprare

Bici Elettrica Usata: come regolarsi con il Prezzo, da cosa dipende

Quanto costa una bici elettrica usata? Ne avevamo già parlato QUI, ma cerchiamo di capire meglio. La bicicletta è da sempre uno dei mezzi di trasporto più usati e amati al mondo, con il progredire della tecnologia la naturale evoluzione di questo straordinario mezzo è sicuramente avvenuta con l’introduzione della bicicletta elettrica. La bici elettrica,…

Quanto Costa una Bicicletta Elettrica Usata?

Quanto Costa una Bicicletta Elettrica Usata? Prezzi eBike 2a mano

Qual’è il prezzo di una bici elettrica usata? Una eBike ha un costo importante che non tutti si possono permettere, costa fino a 10 volte di più di una normale bici a pedali, per questo molti pensano di acquistarne una usata. La bicicletta è da sempre uno dei mezzi di trasporto più usati e amati…

Bonus Bici: ecco come averlo: requisiti, domanda e rimborso

Bonus Bici: ecco come averlo: requisiti, domanda e rimborso

Una delle principali novità del Decreto Rilancio 2020 è sicuramente il Bonus Mobilità, che consente di acquistare mezzi alternativi alle automobili con importanti agevolazioni. Chiamato anche Bonus Bici, fornisce sconti fino a 500,00 euro sull’acquisto di biciclette anche elettriche e non solo, o sugli abbonamenti annuali di mobilità condivisa. Dopo mesi di incertezze, la manovra…

Bici a Pedalata Assistita Conviene? Pro e Contro delle Ebike

Bici a Pedalata Assistita Conviene? Pro e Contro delle Ebike

Prima di accingerci a comprendere pregi e difetti della bici a pedalata assistita, poniamoci il quesito: che cosa sappiamo della bici a pedalata assistita? Cos’ è? Che caratteristiche ha? La bicicletta a pedalata assistita, Ebike, Pedelec, bicicletta elettrica, o con altre denominazioni, è sempre una bici a cui viene abbinato un motore, prevalentemente elettrico. Una…

Cosa deve avere una bicicletta obbligatoriamente per poter circolare

Cosa deve avere una bicicletta obbligatoriamente per poter circolare

Cosa deve avere una bicicletta obbligatoriamente per poter circolare? Il nuovo codice della strada, da diverse disposizioni circa i dispositivi obbligatori che deve avere una bicicletta per poter circolare, all’art. 182 comma 1 è molto chiaro.Per chi abita in pianura la bicicletta ( o la moderna e-bike) é un mezzo di spostamento perfetto. Non consumando benzina,…

Come Viaggiare in Economia: le Biciclette Elettriche Piaggio e-Bike

Segni particolari: bellissima e progettata e costruita in Italia, in casa Piaggio questa bici elettrica che si chiama semplicemente e-Bike Piaggio. Presentata questi giorni all’EICMA 2014 – il Salone del Ciclo e del Motociclo di Milano – è una delle novità più importanti della più grande casa motociclistica italiana. Piaggio é la prima volta che

Fondatore di Economia Italia nel 2014, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Si avvicina al mondo digitale nel 2007, nello stesso anno inizia a scrivere di economia e politica internazionale prima in forum e poi collaborando con varie testate, blog e siti in cui scrive approfondimenti di argomenti di suo interesse, come l'economia italiana, la formazione scolastica, il lavoro, l'impresa individuale, il marketing, i mercati finanziari, le energie rinnovabili, i motori.

11 commenti

  1. Ai tempi del fascismo c'era da pagare il bollo sulle biciclette, adesso i comunisti (che rubano e si arricchiscono come i loro fratelli socialisti e democristiani) vogliono fare altrettanto….fascismo e comunismo sono 2 facce della stessa medaglia….vomitevoli

    1. si, ma il paragone non regge, dato che quella volta la bici era “bene di lusso” apposta era tassata, o meglio, le auto erano pochissime per far si che una tassa abbia un introito Statale, allora si rifacevano sulle bici.
      Questo un po’ come successe poi sul “canone della radio” che una aveva a casa, che poi con l’avvento della tv si riversò in quest’ultima, proprio perchè nessuno la teneva più, o meglio c’erano sempre più tv che radio, quindi lo Stato aveva sempre più interesse a spremere la “vite con più uva”

  2. Sono un consigliere comunale che nn si prende il gettone di presenza, per nn gravare sul bilancio comunale. Appassionato di bici ne posseggo 3 ma mi vergogno della categoria dei politici che fanno queste proposte di legge e nn pensano a ridursi il loro compenso fanno schifo prometto di essere uno dei trasgessori di questa legge sempre se’ diventi tale “lunica catena che rende liberi e’ quella della bici”

  3. Buonasera, una bici elettrica, cioè che supera le normative pedalbike , cioè 25kmh , quando puo essere il costo del assicurazione in Campania

    1. Buonasera,
      Non siamo in grado di risponderle con precisione, anche perchè ogni compagnia assicurativa fa prezzi differenti.
      Dovrebbe contattare direttamente le compagnie assicurative per avere maggiori delucidazioni.

  4. sono d’accordo solo per la targa, purtroppo circolano dei ciclisti molto scorretti e fanno almeno 1 infrazione stradale ogni 100 mt, sopratutto quelli con le bici da corsa che scambiano le strade come i loro velodromi, arroganti e maleducati, a volte anche violenti

  5. Gli adetti al controllo delle strade facessero un po meglio io suo lavoro che noi tutti paghiamo,non c’é bisogno di targa sulla bicicletta, dovrebbero multare e sequestrare la bici a tutti coloro che viaggiano al buio senza luci.

  6. Se metteranno l obbligo dell assicurazione e bollo alle biciclette e io ne ho ben tre,tornerò mio malgrado a prendere lo scooter a scapito dell ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.