L’ Inflazione Torna in Europa e Italia al Massimo a fine 2021

Oggi siamo andati a mettere la benzina e da quasi 1,1 euro al litro che la pagavamo durante il lockdown di aprile 2020, oggi l’abbiamo pagata 1,6 euro al litro. Allora abbiamo subito scritto la guida “Come investire con l’inflazione” e abbiamo trovato questi dati sul FT: le fabbriche europee aumentano i prezzi dei beni mentre i cali dell’offerta mordono.
I produttori stanno trasferendo l’aumento dei costi sui clienti, alimentando l’inflazione nella zona euro.
I prezzi di input per i produttori della zona euro sono aumentati questo mese a un ritmo che non si vedeva da quasi 10 anni, secondo il sondaggio sui responsabili degli acquisti di IHS Markit. L’impatto è stato più sentito nei settori automobilistico, chimico, metallurgico e minerario, delle risorse e dei materiali di base.Poiché la domanda di molte merci ha superato l’offerta e ha esaurito la capacità delle compagnie di navigazione, i tempi di consegna si sono allungati notevolmente da quando i dati dell’indagine sono iniziati nel 1997, ad eccezione dell’aprile 2020, quando le chiusure di fabbriche globali hanno distrutto le linee di fornitura.La carenza di molti prodotti, dai semiconduttori all’acciaio, ha nuovamente indotto alcuni produttori a ridurre la produzione, lasciandoli a rimescolare per ricostruire le scorte e incapaci di soddisfare la crescente domanda.

“L’acciaio è molto utilizzato nel nostro settore e questa è un’area in cui sentiamo che le aziende dicono di avere carenze”, ha affermato Ralph Wiechers, capo economista del VDMA, che rappresenta il settore dell’ingegneria meccanica in Germania.

“Ci vuole del tempo per rendersi conto che questo sta accadendo perché di solito hanno una certa quantità in magazzino e gli ordini sono migliorati solo di recente”, ha detto.

La Volkswagen ha recentemente avvertito che potrebbe dover licenziare di nuovo migliaia di dipendenti se la carenza di chip la costringesse a chiudere le linee di produzione come ha fatto e molte altre case automobilistiche europee per gli stessi motivi il mese scorso.

Rolf Habben Jansen, amministratore delegato del gruppo tedesco di spedizioni di container Hapag-Lloyd, ha dichiarato in un briefing la scorsa settimana che tutte le sue navi erano in mare e la capacità inattiva nel settore era “praticamente a zero”, prevedendo che questa “tempesta perfetta” durare almeno qualche altro mese.

L' Inflazione Ritorna in Europa e Raggiungerà il Massimo a fine 2021
Immagine sopra: una vignetta fa vedere che più si allarga l’inflazione, più ne soffre l’economia reale.

Torna l’inflazione in Italia ed in Europa

Il costo del trasporto di un container da 40 piedi dalla Cina all’Europa è passato da circa $ 1.400 nel marzo 2000 a quasi $ 8.000 questo mese, i dati sul trasporto di container di Freightos mostrano, sebbene la maggior parte dei grandi produttori sia protetta dagli aumenti dei prezzi da contratti a lungo termine.

Il capo della Hapag-Lloyd ha detto che molti dei suoi contenitori erano pieni di computer, attrezzature per il fitness, attrezzi elettrici e console di gioco. “Poiché viaggiare, cenare, uscire non era possibile in condizioni di isolamento, i consumatori hanno invece speso soldi per beni e migliorare la vita a casa”, ha detto.

I produttori stanno anche affrontando l’aumento dei prezzi di energia e materie prime, dopo che i prezzi del petrolio sono saliti ai livelli più alti dai primi giorni della pandemia di coronavirus con il greggio Brent che è salito sopra i 61 dollari al barile questa settimana.

Nel frattempo, questo mese i prezzi del rame hanno toccato i massimi di nove anni, il prezzo dell’acciaio laminato a caldo in Europa ha raggiunto il livello più alto dal 2008 e il costo delle resine polimeriche utilizzate per produrre la plastica è aumentato di un quarto da dicembre a un massimo di sei anni. .

Finora, i maggiori costi delle materie prime sono stati trasferiti solo parzialmente dai produttori che aumentano i prezzi ai clienti e non sono stati compensati dall’inflazione dei costi in altri settori.

inflazione in italia
Immagine sopra: l’ìnflazione media annua in Italia dal 1955 al 2017. Come si può vedere, dalla crisi energetica degli anni ’70 si è stabilizzata solo dopo gli accordi per entrare nell’euro nei primi anni ’90

L’indice PMI per i prezzi degli input dei servizi della zona euro è stato modesto rispetto a quelli del settore manifatturiero, nonostante sia salito a febbraio ai massimi da agosto, mentre la maggior parte delle imprese di servizi ha continuato a segnalare un calo dei prezzi alla produzione.

L’indice PMI della zona euro per i prezzi della produzione manifatturiera è stato molto inferiore ai prezzi degli input, anche se a febbraio è salito al livello più alto in oltre due anni.

Tuttavia, secondo il sondaggio della Commissione europea, le aspettative sui prezzi di vendita per i prossimi tre mesi tra i produttori dell’UE e della zona euro sono aumentate a febbraio al livello più alto da giugno 2019.

L’Istituto Ifo di Monaco ha affermato che la sua indagine sulle imprese tedesche di questo mese ha rilevato che la percentuale di produttori che pianificano aumenti dei prezzi nei prossimi mesi ha registrato uno dei maggiori balzi mensili, raggiungendo il massimo di due anni.

Gli economisti, tuttavia, hanno affermato che i prezzi più elevati allo stabilimento non dureranno a lungo e sono in parte compensati dalla domanda più lenta di molti servizi colpiti dalla pandemia, come i pacchetti vacanze e i viaggi, limitando l’impatto complessivo sull’inflazione.

“Le interruzioni dell’offerta – ‘aumento dei costi’ – sono in gran parte il risultato della pandemia e probabilmente saranno solo un fenomeno temporaneo”, ha affermato Andreas Rees, economista di UniCredit. “L’output gap rimarrà negativo per il momento, soprattutto nel settore dei servizi, e quindi limiterà la portata dell’inflazione trainata dalla domanda”.

I banchieri centrali sono anche meno preoccupati per l’inflazione guidata dal lato dell’offerta che se riflettesse una ripresa della domanda complessiva. Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea, ha dichiarato questo mese: “Ci vorrà un po ‘prima che ci preoccupiamo dell’inflazione”, prevedendo che la crescita dei prezzi dell’eurozona rimarrà al di sotto del suo obiettivo del 2% per anni.

Utermöhl di Allianz ha detto che la BCE non dovrebbe preoccuparsi degli aumenti dei prezzi dei beni: “Semmai è una storia positiva di riavvio del motore e le cose si muovono nella giusta direzione”.

Fonte: Financial Times

Nuovo digitale terrestre Dvb-T2 per TV dal 2022

Costo impianto fotovoltaico

La data Black Friday 

Quanto costa un tatuaggio

Black Friday in Italia 

Risparmiare al Black Friday

Quanto costa un cane

Quanto costa un cane corso

Quanto costano i libri di scuola

Gioielli più costosi del mondo

Quotazioni dell’oro

Quotazioni del RAME

Le opere d’arte più costose

Costi Film su internet 

Costo per costruire una casa in economia 

L'Economia dalla parte dei consumatori.

2 commenti

  1. Ciao,
          Stavo guardando il tuo sito web economia-italia.com  e ho trovato un post utile su https://www.economia-italia.com/inflazione-torna-in-europa-italia-massimo-a-fine-2021. Allo stesso modo posso scrivere un articolo informativo insieme a un URL che aggiungerà un valore significativo al tuo pubblico (visitatori). TI PAGERERO ‘anche per aver inserito (pubblicato) questo contenuto sul tuo sito web.

    Per favore fatemi sapere le possibili opzioni con il prezzo.

    Saluti
    antondan germany     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *