Cane Corso Italiano: Prezzo, Come Tenerlo ed Averne Cura

La cinofilia è una delle più grandi passioni degli italiani, tanto che molti di loro l’hanno trasformata in un lavoro, come dog sitter o toelettatori professionisti. Una grande passione al servizio dei migliori amici dell’uomo, che sanno sempre farsi rispettare e nel contempo mostrare il loro affetto per i propri padroni. Tra le tantissime razze di cani c’è il Corso italiano, uno dei più amati poiché può essere un’ottima guardia così come una buona compagnia. Dall’aspetto imponente, è uno di quei molossoidi che garantisce sicurezza anche in momenti di difficoltà o per proteggere la propria casa. In ogni caso, va capito attentamente come tenere il cane Corso italiano per favorire il suo benessere psico-fisico.

Caratteristiche del cane Corso italiano

Come lascia facilmente intuire, il cane Corso ha origini italiane e il suo nome deriva dal termine latino cohors, che ha 3 significati:

  • Corte
  • Cortile
  • Guardiano

Questo fa capire che può facilmente svolgere il ruolo di custode, mostrando pienamente le caratteristiche di un cane da guardia ma al tempo stesso quelle di un cane da compagnia.

Correlati >> Quanto costa un caneCome aprire un allevamento di caniPincher nani

Cane Corso Italiano: Prezzo, Come Tenerlo ed Averne Cura
photo credit: wikipedia

Caratteristiche fisiche

Di taglia medio-grande, il Corso italiano fa parte della famiglia dei molossoidi e mostra, di conseguenza, un aspetto fisico imponente: grossi muscoli gli danno particolari forza e resistenza, ma è anche agile, veloce ed elegante. E’ inoltre notevolmente alto, arrivando fino a 70 centimetri, e pesante, fino a 50 kg.

Come ogni altro cane di razza, il suo mantello è composto da pelo di copertura più lungo e sottopelo: questi possono essere di svariati colori, sebbene si notino più spesso tonalità scure. Il sottopelo lo protegge dal freddo qualora si trovi all’aperto o viva in campagna; l’assenza di sottopelo mette in dubbio la sua purezza, facendo pensare che i suoi genitori siano di razze differenti e che lui sia un meticcio. Anche un mantello di colore differente da quelli riconosciuti dagli standard può far pensare ad una sua non-purezza.

La sua vita media, invece, può raggiungere i 12 anni, età di tutto rispetto per un cane di tale dimensione. Tra esemplari maschi e femmine vi sono poi alcune sottili differenze, basate principalmente sulle dimensioni.

  • Altezza: dai 62cm ai 70cm per maschi, dai 60cm ai 66cm per femmine
  • Peso: dai 45kg ai 50kg per maschi, dai 40kg ai 45kg per femmine
  • Età media: fino agli 11 anni per maschi, fino ai 12 anni per femmine
  • Colori mantello riconosciuti: nero, grigio piombo, grigio chiaro, fulvo chiaro, fulvo scuro, fulvo cervo, tigrato

Carattere e addestramento

Il Corso italiano si dimostra sin da subito intelligente ed energico, nonché estremamente equilibrato nell’utilizzare la sua mole fisica, senza essere impacciato o causare danni neanche in spazi chiusi: proprio per questo motivo è uno dei migliori cani da guardia e da difesa. Inoltre, tra le tante razze è uno tra i più fedeli, legandosi spesso al suo padrone e mostrando aspetti emotivi nonostante uno dei suoi punti di forza sia l’istinto.

Mostrando legame affettivo, richiede molto tempo in sua compagnia e, vista la sua intelligenza, capisce il rispetto che gli viene portato e con altrettanto rispetto risponde: può infatti divenire molto ubbidiente e giocoso, ottimo anche per i bambini, poiché non mostra loro aggressività e può essere considerato un membro effettivo della propria famiglia; anche nel riprendere suoi errori e sgridarlo si dovrà essere gentili, perchè facendolo in modo aggressivo diverrà distaccato e apatico.

Riconosciuto ufficialmente dall’ENCI (ente nazionale cinofilia italiana) nel 1994, il cane Corso italiano è estremamente versatile e può essere addestrato in 4 modi differenti:

  • Come cane da compagnia, sarà un amico fidato e fedele, mostrando in ogni occasione cura e rispetto per il suo padrone e per tutti i suoi familiari, a cui richiede però presenza assidua per giocare, fare passeggiate o correre
  • Come cane da campagna, come un pastore saprà salvaguardare il bestiame, guidandolo verso luoghi sicuri e proteggendolo da animali selvatici, ladri e malintenzionati
  • Come cane da guardia o difesa personale, dimostrerà la sua lealtà con grande forza fisica e coraggio, mettendo il padrone al primo posto e difendendolo da ogni pericolo, senza però mostrare mai cattiveria o aggressività ma al contrario istinto di protezione
  • Come cane da caccia, dimostrerà di essere un ottimo segugio seguendo il suo padrone e scovando per lui pericoli e opportunità, sempre con coraggio e determinatezza

Nel passato, e purtroppo talvolta anche nel presente, questo cane è stato impiegato anche nei combattimenti clandestini e, di conseguenza, sottoposto ad addestramenti violenti. Con il d.l. 189/2004, fortemente voluto dalla LAV, il combattimento tra cani in Italia è giudicato illegale. Tuttavia è ancora legalizzato in Cina o Afghanistan, dove è considerato una forma d’intrattenimento.

L’addestramento al combattimento porta il Corso italiano a diventare estremamente aggressivo, percependo qualsiasi cosa veda come una minaccia. Aspetto totalmente opposto alla sua indole: anche in caso di pericolo, infatti, ringhia o abbaia senza mai attaccare per primo.

Quanto costa un cane Corso italiano?

Considerata la sua purezza di razza e il suo addestramento, un cane Corso italiano può costare circa 700 euro ( indicativamente ) . Valutazione estremamente importante è quella dell’affidabilità: un’inserzione può ritenersi affidabile se presente presso veterinari, canili autorizzati o strutture che operano nel campo degli animali; recarsi di persona in un allevamento può essere però la scelta migliore, così da verificarne le reali condizioni, oltre alla presenza di documenti in regola e certificazione di purezza.

Poi come saprete, il prezzo di un cane di razza è determinato dal suo pedigree , cioè il suo albero genealogico certificato e anche il Corso non fa eccezioni.

Naturalmente il cucciolo di un corso figlio di campioni, avrà un costo maggiore di un cucciolo con pedigree inferiore o addirittura assente.

Il periodo migliore per acquistare un Corso è quando quest’ultimo è ancora cucciolo di circa 50 giorni d’età, così che crescendo si abituerà alla sua nuova casa e alla sua nuova famiglia: prima di portarlo a casa, però, ideale può essere sottoporlo a visite mediche preliminari o test per scoprire i suoi tratti caratteriali.

Conclusioni

Per gli amanti degli amici a 4 zampe un cane Corso italiano può essere una grande soddisfazione, poiché è un animale estremamente versatile, fedele e intelligente. Il suo aspetto da molossoide può trarre in inganno: nonostante la mole di muscoli e le dimensioni, il Corso non si dimostra mai violento nemmeno nei momenti di pericolo.

A conti fatti, il suo temperamento è adatto ad ogni situazione, che sia desiderato:

  • Come cane da compagnia
  • Per guidare il bestiame in campagna
  • Da guardia della propria casa
  • Per andare a caccia

Adatto ai bambini, anche con loro si dimostra giocoso, delicato e non impacciato, tanto che può essere considerato a tutti gli effetti un membro della propria famiglia. Portando e ricambiando rispetto, la sua intelligenza gli fa capire quando è il momento di abbassare la guardia o in caso contrario essere diffidente.

Un costo di 700 euro può essere proibitivo, ma sarà un investimento per gli appassionati di cani, considerando le soddisfazioni e la sicurezza che un Corso italiano può dare: è un cane sempre pronto a proteggere i suoi padroni e per loro a sacrificarsi, trasmettendo sicurezza, in qualsivoglia situazione.

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *