Le 20 Opere d’Arte Più Costose del Mondo

Quali sono le opere d’arte più costose mai vendute? Quale è stato il quadro che è stato venduto al prezzo più alto?

Poco tempo fa abbiamo parlato di come investire in arte sia diventato un metodo per guadagnare soldi molto di moda, oggi vediamo quali sono stati i capolavori più costosi di sempre.
In particolare investire soldi in quadri d’arte moderna, sta diventando una specie di corsa a chi si accaparra per primo il quadro d’autore, è stato questo trend che ha innescato una specie di bolla del mercato d’arte difficilmente quantificabile.
Si pensi solo che gli investimenti in arte sono aumentati del 100% nel giro di appena 10 anni, un balzo notevole che ha interessato non solo dei milionari come quelli che hanno comprato questi quadri più costosi del mondo, ma anche piccoli risparmiatori che si sono buttati su autori minori ma apprezzati, anche se praticamente sconosciuti al di fuori di questo particolare settore.

Le opere d’arte più costose del mondo: i quadri

Sono naturalmente i quadri le opere d’arte più costose del mondo, si parte da un Willem De Koning intitolato Interchange che è costato 300 milioni di $.
Una cifra fuori dalla normale capacità umana di comprensione. In casa Nostra, non abbiamo niente di 300 milioni, neanche nel Nostro giardino ci sono 300 milioni di sassolini, pensate che il cervello non riesce nemmeno a quantificare una cifra così enorme.

Le opere d'arte più costose del mondo
La Gioconda di Leonardo da Vinci
è l’emblema stesso della storia dell’arte.

I Quadri moderni più costosi

Come possiamo vedere dall’elenco qui sotto, ormai le quotazioni sono arrivate a cifre pazzesche, decine di milioni di euro per un quadro di arte moderna, dove in alcuni casi questo quadro è praticamente un graffito ( ne è stato venduto proprio recentemente uno a 60 milioni di euro) o dove il quadro non è altro che una tavola di un fumetto il caso di Masterpiece di Lichnestein venduto alla pazzesca cifra di 150 milioni di $, solo perchè un ‘simbolo’ dell’arte pop.

Prezzo della Gioconda:

molti si chiedono quale sia il valore della Gioconda. Angela ci ha fatto proprio recentemente una puntata basata su questa domanda: se la Francia volesse vendere la Gioconda ( è proprietà francese da sempre, praticamente) , quanto ne potrebbe ricavare? La Gioconda non ha prezzo: la Gioconda ha una storia molto particolare, in pratica non viene considerato nemmeno un quadro, ma è l’emblema stesso della storia dell’arte. La Gioconda è stata presa come punto di riferimento di tutti gli altri quadri, è stato il quadro più famoso, più imitato, più ricercato e più ammirato nella storia dell’arte moderna, questo dall’inizio del secolo quando un italiano decise di rubarla per chiederne il riscatto. Dare un prezzo ad un quadro come la Gioconda sarebbe impossibile, non tanto perchè è un quadro di 500 anni fa, dipinto da uno dei più grandi gèni del mondo, Leonardo da Vinci,  non tanto perchè è stato fatto con una tecnica molto particolare e nemmeno perchè è il simbolo stesso dell’arte, ma proprio perchè è la somma di tutti questi fattori, che porterebbero il suo prezzo finale a miliardi di dollari, un costo esorbitante anche per miliardari.

 

LEGGI ANCHE >>> Artisti su cui investire


Quanto costa il quadro più bello del mondo?

Il bello dell’arte è proprio questo: non esiste un quadro più bello dell’altro, in gran parte la bellezza è un fattore di gusti personali, poi però c’è il valore intrinseco di un quadro che ne forma il prezzo ed il costo finale.


Investire soldi in arte moderna

Come dicevamo tutti possono investire soldi in arte moderna, non serve essere milionari. Ci sono quadri che si comprano e si vendono e che costano meno di 10 mila euro, la compravendita arriva anche a quadri di un valore di poche centinaia di euro ed il mercato è fiorente. Non bisogna nemmeno essere dei grandi esperti, anche se è molto consigliato. Oggi come oggi ci sono degli esperti che guardano se un quadro è autentico, ci sono delle certificazioni, certo, poi bisogna amare l’arte e bisogna trovare un posto dove mettere i quadri.

Dove si possono mettere i quadri in sicurezza, dopo essere stati comprati?

Avere uno spazio per i propri quadri è fondamentale per chi vuole iniziare a fare del collezionismo anche in modo amatoriale. Proprio così, bisogna fare una Nostra piccola galleria d’arte, non importa se abbiamo solo 3 o 4 quadri, quando questi magari seguono un filo logico e sono abbinati con il Nostro arredamento, possono impreziosire la Nostra casa e farci toccare un investimento che può essere anche importante.

Come proteggere le opere d’arte:

Non c’è niente di più semplice che proteggere un’opera d’arte: si può tranquillamente tenere in casa ed assicurarla.

1. Leonardo da Vinci, Salvator Mundi, 1490-1500 circa

Venduto per : $ 450,3 milioni da Christie’s (15 novembre 2017)

Dipinto attribuito a Leonardo da Vinci, ” Salvator Mundi “, 1490-1500 circa.

Il dipinto più costoso al mondo da vendere all’asta è il Salvator Mundi di Leonardo da Vinci , venduto per 450,3 milioni di dollari il 15 novembre 2017 da Christie’s. Infrangendo i record precedenti e superando le aspettative dell’asta, la vendita ha sottolineato la domanda del mercato per le rare apparizioni all’asta dell’artista e la concorrenza tra i collezionisti per possedere un’opera di tale calibro e distinzione.

Prima della sua vendita da Christie’s, il dipinto ha attirato una miriade di proprietari e cartellini dei prezzi nel corso degli anni: dalla vendita per £ 45 da Sotheby’s nel 1958 a un prezzo di acquisto di $ 127,5 milioni per il miliardario russo Dmitry E. Rybolovlev nel 2005, la cui fiducia lo ha venduto all’asta del 2017. Dopo la vendita del 2005, sono seguiti anni di lavoro e ricerca per scoprire la sua vera identità. Essendo stato fuori dagli occhi del pubblico dal 1958, si trattava in qualche modo di un progetto di salvataggio: con una storia sconosciuta e nascosto da numerose sovrapposizioni, è stato a lungo scambiato per una copia. Anni di ricerca hanno ricostruito la sua storia, consentendo finalmente la sua attribuzione a Leonardo da Vinci.

Nonostante il suo significato storico, questa vendita storica ha prodotto opinioni contrastanti. Molti pensavano alla vendita come qualcosa di notorietà e riconoscimento del marchio, piuttosto che di apprezzamento e rispetto della gravità del dipinto. Il pezzo è stato anche sottoposto a numerosi sforzi di conservazione e pulizia , che hanno scatenato la conversazione su come classificare il dipinto: quanto è originale?

2. Pablo Picasso, Les Femmes d’Alger (“Versione O”), 1955

Venduto per : $ 179,4 milioni da Christie’s (11 maggio 2015)

Alla vendita di Christie’s 2015 “Looking Forward to the Past” che mostra l’arte del XX secolo, si stima che Les Femmes d’Alger (“Versione O”) di Pablo Picasso porti a casa $ 140 milioni dalle speculazioni pre-asta. Dopo che l’offerta ha superato i 120 milioni di dollari la notte della vendita, cinque offerenti hanno fatto avanzare lentamente il prezzo, spesso di appena 1 milione di dollari alla volta. Alla fine, il dipinto è stato assegnato a un offerente telefonico con Brett Gorvy, responsabile internazionale dell’arte contemporanea di Christie, per $ 179,4 milioni. A quel tempo, era il prezzo più alto mai registrato per un dipinto venduto all’asta.

Questo pezzo è uno dei dipinti più audaci e notevoli di Picasso da una serie di dipinti che ha prodotto tra il 1954 e il 1955. Era in buone condizioni al momento della vendita, quindi è stata una scoperta speciale per chiunque fosse in grado di pagarne il prezzo. Prima della vendita del 2015, era stata venduta l’ultima volta nel novembre 1997 per 31,9 milioni di dollari a un collezionista dell’Arabia Saudita.

3. Amedeo Modigliani, Nu couché, 1917-1918

Venduto per : $ 170,4 milioni da Christie’s (9 novembre 2015)

Amedeo Modigliani, ” Nu couché “, 1917-1918

Al suo debutto all’asta nel 2015, Nu couché (“nudo sdraiato”) di Amedeo Modigliani ottenne il secondo prezzo d’asta più alto per un dipinto dell’epoca: 170,4 milioni di dollari. Le offerte sono iniziate a $ 75 milioni, che hanno già superato il precedente record d’asta di Modigliani di $ 70,7 milioni. L’opera alla fine fu venduta al collezionista privato cinese Liu Yiqian. Come uno dei dipinti più importanti di Modigliani, fu prodotto nel 1917 come parte di una serie di opere accreditate oggi con la rivitalizzazione della forma nuda nell’arte modernista.

4. Amedeo Modigliani, Nu couché (sur le côté gauche), 1917-1918

Venduto per : 157,2 milioni di dollari da Sotheby’s (14 maggio 2018)

Prodotto più o meno nello stesso periodo del precedente record d’asta, Nu couché (sur le côté gauche) ha ottenuto il prezzo d’asta più alto nella storia di Sotheby nel 2018 con 157,2 milioni di dollari. L’offerta per il pezzo è iniziata a $ 125 milioni e alla fine è arrivata all’offerente telefonico con Simon Shaw, co-responsabile di arte impressionista e moderna di Sotheby’s . Questo e altri nudi di Modigliani erano sorprendentemente audaci e persino considerati scandalosi quando furono originariamente dipinti.

5. Francis Bacon, Tre studi di Lucian Freud, 1969

Venduto per: 142,4 milioni di dollari da Christie’s (12 novembre 2013)

Una rara scoperta durante un’asta del dopoguerra e contemporanea tenuta da Christie’s nel 2013, i Tre studi di Lucian Freud di Francis Bacon hanno raggiunto un prezzo di acquisto di 142,4 milioni di dollari. Il trittico è stato oggetto di offerte “feroci” . Non solo ha sovraperformato The Scream di Edvard Munch , che era stato venduto per quasi $ 120 milioni da Sotheby’s l’anno precedente, ma è stato anche parte di un anno fondamentale per Christie’s. L’asta ha incassato $ 691,6 milioni, che all’epoca erano quasi $ 200 milioni in più rispetto alla sua migliore stagione in assoluto.

6. Qi Baishi, Dodici schermi paesaggistici, 1925

Venduto per : $ 140,8 milioni all’asta di Beijing Poly (17 dicembre 2017)

Il prezzo elevato dei Dodici schermi paesaggistici di Qi Baishi non è stato l’unico aspetto degno di nota della sua vendita nel 2017. Il prezzo di vendita ha consolidato il posto di Qi nel mondo dell’arte come primo artista cinese ad avere un’opera d’arte venduta all’asta per oltre $ 100 milioni. Qi eseguì il lavoro nel 1925 all’età di 62 anni. Nel suo notevole stile di utilizzo della calligrafia e della pittura a pennello , è noto come uno dei pezzi più espressivi del suo corpo di lavoro. Con i suoi dodici schermi panoramici, è anche il pezzo più grande che abbia mai creato.

7. Edvard Munch, The Scream, 1893

Venduto per : $ 119,9 milioni da Sotheby’s (2 maggio 2012)

Edvard Munch, ” The Scream “, 1893.

Importante fonte di ispirazione per l’espressionismo all’inizio del XX secolo, The Scream di Edvard Munch è diventato una delle immagini più iconiche e riconoscibili del nostro tempo (ha persino le sue emoji) ed è stato il dipinto più venduto all’asta nel 2012. Munch dipinse il pezzo in una collezione di 22 opere che furono esposte a Berlino nel 1902, tutte rappresentanti argomenti non convenzionali per il periodo di tempo. Spaziavano dall’amore e dalla perdita alla morte e alla spiritualità. Questa è una delle quattro versioni di The Scream , che Munch aveva inizialmente intitolato Der Schrei der Natur (“L’urlo della natura”).

8. Pablo Picasso, Fanciulla con cesto di fiori, 1905

Venduto per: $ 115 milioni da Christie’s (8 maggio 2018)

Pablo Picasso, ” Fanciulla con cesto di fiori “, 1905.

Il dipinto di Pablo Picasso del 1905 faceva parte della storica vendita della collezione del defunto David e Peggy Rockefeller da Christie’s. Precedentemente di proprietà di Gertrude Stein prima che fosse acquisito dai Rockefeller, Young Girl with a Flower Basket è stato il quarto dipinto di Picasso a vendere all’asta per oltre $ 100 milioni, rendendolo l’unico artista con più di un pezzo da vendere a quel livello. Dopo la vendita, l’opera è andata in prestito al Musee-D’Orsay fino a gennaio 2019.

9. Claude Monet, Meules, 1890

Venduto per: $ 110,7 milioni da Sotheby’s (14 maggio 2019)

Claude Monet, ” Meules “, 1890.

L’asta di arte impressionista e moderna di Sotheby’s 2019 a New York ha visto Meules di Claude Monet raggiungere quasi il doppio della sua stima pre-vendita. Ha anche superato il precedente record d’asta di Monet per Nymphéas en fleur , venduto per $ 84,6 milioni a maggio 2018 . Meules fa parte della notevole serie Haystacks di Monet , una delle più riconoscibili dall’opera dell’artista .

10. Jean-Michel Basquiat, Senza titolo, 1982

Venduto per : $ 110,5 milioni da Sotheby’s (18 maggio 2017)

Al momento della vendita, l’opera Untitled di Jean-Michel Basquiat del 1982 ottenne il prezzo d’asta più alto per l’opera d’arte di un artista americano. Il miliardario giapponese Yusaku Maezawa è stato l’offerente vincente e il prezzo di acquisto finale ha quasi raddoppiato il precedente record d’asta di Basquiat del 2016 (anch’esso stabilito da Maezawa). Al momento dell’asta del 2017, l’opera non era visibile al pubblico da oltre 30 anni. In quanto tale, il collezionista aveva in programma di prestarlo a numerosi musei dopo la vendita, tra cui il Brooklyn Museum, la prima tappa del dipinto nel 2018.

11. Pablo Picasso, Nudo, foglie verdi e busto, 1932

Venduto per: $ 106,5 milioni da Christie’s (4 maggio 2010)

Da una serie di dipinti del 1932 della sua amante e musa Marie-Thérèse Walter, Nudo, foglie verdi e busto di Pablo Picasso ha battuto il record mondiale per qualsiasi opera d’arte venduta all’asta nel 2010. L’opera impressionista era in una collezione privata di Los Angeles e è stato in prestito a lungo termine alla Tate Modern di Londra sin dalla sua vendita.

12. Andy Warhol, Silver Car Crash (Double Disaster), 1963

Venduto per: $ 105,4 milioni da Sotheby’s (13 novembre 2013)

Un pezzo firmato dalla serie Death and Disasters di Andy Warhol , Silver Car Crash (Double Disaster) è diventato il pezzo più venduto all’asta dall’artista. La serie descrive il coinvolgimento dell’artista pop con argomenti più seri: questo pezzo utilizza serigrafia e vernice spray per rappresentare una scena raccapricciante di un incidente automobilistico, una deviazione dai dipinti di lattine di zuppa che hanno portato Warhol sulla mappa.

13. Pablo Picasso, Garçon à la pipe, 1905

Venduto per: $ 104,2 milioni da Sotheby’s (5 maggio 2004)

Pablo Picasso, ” Garçon à la pipe “, 1905. Venduto per $ 104.168.000 tramite Sotheby’s (maggio 2004).

All’età di 25 anni, Pablo Picasso ha dipinto questo pezzo di un ragazzo parigino. Al momento della sua vendita per $ 70 milioni da Sotheby’s nel 2004, era l’opera d’arte più costosa venduta in questa particolare asta. Mentre Picasso è diventato uno dei nomi più noti nel mondo dell’arte, Garçon à la pipe potrebbe non essere riconoscibile come il suo stile a prima vista. Dipinto da un giovane Picasso, non riflette lo stile e l’approccio caratteristici a cui è stato associato, ma nel lavoro si possono vedere le prime esplorazioni dei principi cubisti.

14. Roy Lichtenstein, infermiera, 1964

Venduto per: $ 95,4 milioni da Christie’s (9 novembre 2015)

Nel 2015, L’ infermiera di Roy Lichtenstein è diventata l’opera dell’artista più costosa mai venduta all’asta. La composizione del 1964 è stata dipinta su una tela quadrata di quattro piedi e in precedenza aveva raccolto 1,7 milioni di dollari da Sotheby’s nel 1995. L’artista pop era noto per i suoi dipinti audaci con temi in stile fumetto.

15. Pablo Picasso, Dora Maar au Chat, 1941

Venduto per: $ 95,2 milioni da Sotheby’s (3 maggio 2006)

Picasso ha raffigurato il suo amante parigino in Dora Maar au Chat , un ritratto del 1941 che era uno dei più grandi dei suoi dipinti con il soggetto. I colori audaci e gli angoli erano espressioni di un’era emotiva: la tensione della seconda guerra mondiale e la Parigi occupata dai nazisti erano spesso fonte di ispirazione per gli artisti. Nel 2006, il pezzo è stato venduto per il secondo prezzo più alto mai pagato all’asta per un dipinto.

16. Edward Hopper, Chop Suey, 1929

Venduto per : $ 91,9 milioni da Christie’s (13 novembre 2018)

Edward Hopper, ” Chop Suey “, 1929.

Essendo l’opera d’arte americana prebellica più costosa mai venduta, Chop Suey di Edward Hopper è senza dubbio il dipinto più iconico dell’artista. Il pezzo mostra un periodo della storia americana in cui la società si stava evolvendo a un ritmo rapido: i ristoranti chop suey erano pranzi popolari per la classe operaia a metà degli anni ’20. I soggetti del dipinto rappresentano un’istantanea della vita americana mentre cambiava a un ritmo drammatico. Le donne che cenano insieme in pieno giorno simboleggiano il ruolo in evoluzione delle donne sul posto di lavoro americano e la loro ritrovata indipendenza al di là dei ruoli domestici che erano stati precedentemente assegnati.

17. David Hockney, Ritratto di un artista (Piscina con due figure), 1972

Venduto per: $ 90,3 milioni da Christie’s (15 novembre 2018)

Quando questo pezzo di David Hockney è stato offerto nel novembre 2018 da Christie’s, è diventato il dipinto più costoso di un artista vivente mai venduto all’asta. Il dipinto è nato da due fotografie nello studio di Hockney: una di una figura che nuota sott’acqua e un’altra di qualcuno che guarda un oggetto a terra. Per realizzare la composizione in Portrait of an Artist , Hockney ha unito le due immagini. Dopo aver lavorato e rielaborato più volte il pezzo, il lavoro iniziale fu distrutto, fino a quando l’artista tornò di nuovo al concetto nell’aprile del 1972 e nacque il pezzo che conosciamo oggi.

18. Mark Rothko, Orange, Red, Yellow, 1961

Venduto per: $ 86,9 milioni da Christie’s (8 maggio 2012)

Alla fine, vendendo per più del doppio della sua stima pre-vendita, Orange, Red, Yellow di Mark Rothko ha stabilito un record per l’arte contemporanea del dopoguerra da Christie’s nel 2012. Ha anche superato il record precedente per la vendita di un dipinto di Rothko, stabilito da White Center (Yellow, Pink e Lavender on Rose) nel 2007.

19. Francis Bacon, Trittico, 1976

Venduto per: $ 86,3 milioni da Sotheby’s (14 maggio 2008)

Uno dei lavori più importanti e di grande impatto di Bacon, Triptych , 1976 esplora una varietà di temi sui quali è tornato nel corso della sua carriera, come il crimine, la punizione, il rimorso e la sofferenza umana. Composto da tre dipinti a olio e pastello su tela, il lavoro presenta colori audaci e forme astratte e attinge alla mitologia greca classica con riferimento a Prometeo, che era notoriamente astuto e si diceva che avesse creato il primo uomo con l’argilla.

20. Kazimir Malevich, Composizione suprematista, 1916

Venduto per: $ 85,8 milioni da Christie’s (15 maggio 2018)

Questo pezzo di Kazimir Malevich è stato descritto da Christie’s come “spingere i confini” ed è stato uno sviluppo scioccante quando è apparso per la prima volta all’inizio del XX secolo. Dipinta nel 1916, la composizione suprematista di Malevich fu una delle prime del suo genere a suggerire uno stato di esistenza più astratta.

21. Claude Monet, Nymphéas en fleur, 1914-1917 circa

Venduto per: $ 84,7 milioni da Christie’s (8 maggio 2018)

Claude Monet si è concentrato sulla raffigurazione di scene della natura per gran parte della sua carriera e ha trascorso i suoi ultimi due decenni a dipingere lo stagno delle ninfee nella sua casa nella Francia rurale . Numerose tele provenivano dal suo studio per incapsulare la magia dello stagno, e la serie Nymphéas vide l’emergere di alcune delle sue opere più notevoli: composizioni di ninfee in una scala molto più grande rispetto ai suoi lavori precedenti, che erano stati raffigurati in modo più delicato maniera. La vendita di questo pezzo nel 2018 ha stabilito un record d’asta per Monet.

22 Barnett Newman, Black Fire I, 1961

Venduto per: $ 84,2 milioni da Christie’s (13 maggio 2014)

Black Fire I di Barnett Newman proviene da una serie da lui creata con pigmento nero su tela esposta dal 1958 al 1966. Sostenuta per la sua “semplicità zen”, quest’opera sposa l’eleganza delle linee essenziali con la grandiosità della scala e delle proporzioni . La vendita di questo dipinto all’asta di Christie’s 2014 di arte del dopoguerra e contemporanea a New York ha stabilito un record mondiale per l’artista.

23. Vincent van Gogh, “Ritratto del dottor Gachet”, 1890

Venduto per: $ 82,5 milioni da Christie’s (15 maggio 1990)

Vincent van Gogh, ” Ritratto del dottor Gachet “, 1890.

Uno dei dipinti più iconici mai prodotti da Vincent van Gogh, il Ritratto del dottor Gachet è stato realizzato negli ultimi mesi di vita dell’artista. Il ritratto raffigura un medico omeopatico che si è preso cura dell’artista nei suoi ultimi mesi. Molti hanno incolpato il medico per la sua morte a causa delle scarse cure, ma poco prima della sua morte l’artista ha affermato il contrario. La controversia che circonda il dipinto e l’eredità dell’artista lo hanno reso ancora più noto (e di alto profilo) all’asta.

24. Andy Warhol, Triple Elvis, 1963

Venduto per: $ 81,9 milioni da Christie’s (12 novembre 2014)

Andy Warhol, ” Triple Elvis “, 1963.

Conosciuto per le sue innovative interpretazioni Pop art del mondo, Triple Elvis di Andy Warhol era una delle sue rappresentazioni più iconiche di celebrità e cultura pop. Usando una fotografia di Elvis Presley dal film “Flaming Star”, Warhol l’ha manipolata per creare un’opera che è diventata sinonimo del cantante col passare del tempo e uno dei pezzi più noti di Warhol.

25. Mark Rothko. N. 10, 1958

Venduto per: $ 81,9 milioni da Christie’s (13 maggio 2015)

Dipinto nel 1958, il numero 10 di Mark Rothko presenta una tavolozza di olio e pigmento rosso, giallo, rosa e marrone su tela. L’artista astratto era conosciuto durante questo periodo per la sua esplorazione del colore su tela che creava strisce di tonalità diverse. Uno dei numerosi Rothko ad aver realizzato una cifra significativa all’asta, questo pezzo ha raggiunto quasi $ 82 milioni durante la vendita serale di Christie’s Post-War e Contemporary Art nel 2015.

26. Claude Monet, Meule, 1890

Venduto per: $ 81,4 milioni da Christie’s (16 novembre 2016)

In condizioni quasi perfette, il dipinto a olio Meule di Claude Monet è stato venduto all’asta per poco più di 81 milioni di dollari nel novembre 2016. Monet lo ha dipinto come opera finale di una collezione di 25 dipinti simili e l’opera è emblematica del suo stile e del suo soggetto iconico. importa. Dopo la sua vendita, è stata l’opera d’arte più costosa da vendere all’asta in tutto il mondo nel 2016.

27. Vincent van Gogh, Laboureur dans un champ, 1889-1890 circa

Venduto per: $ 81,3 milioni da Christie’s (13 novembre 2017)

Dipinto durante il suo soggiorno di un anno in un manicomio, Laboureur dans un champ di Vincent van Gogh mostra un aratore che lavora nel suo campo. È stato appena al di sotto del precedente record d’asta dell’artista, ma ha comunque ampiamente superato la sua stima pre-vendita. Dipinto nell’ultimo anno della sua vita, è diventato una delle sue opere più note.

28. Henri Matisse, Odalisque couchée aux magnolias, 1923

Venduto per: $ 80,8 milioni da Christie’s (8 maggio 2018)

Un’altra vendita notevole dalla Collezione Rockefeller da Christie’s nel 2015, Odalisque couchée aux magnolias di Henri Matisse ha stabilito un record d’asta per l’artista. Compreso il premio dell’acquirente, ha superato la sua stima di prevendita di $ 70 milioni. Il nudo mette in mostra la sua sperimentazione con il colore e la dimensione.

29. Francis Bacon, Tre studi per un ritratto di John Edwards, 1980

Venduto per: $ 80,8 milioni da Christie’s (13 maggio 2014)

Un raro trittico, questo pezzo raffigura un bar manager dell’East End di Londra che divenne una stretta e stimata controparte di Francis Bacon. I tre fotogrammi dell’opera mostrano John Edwards in uno spazio onirico rappresentato con ampie pennellate e sfumature morbide. Venduto a un acquirente anonimo per poco più di 80 milioni di dollari da Christie’s a New York, Three Studies for a Portrait of John Edwards ha contribuito a consolidare il posto di Bacon nelle file delle aste.

30. Claude Monet, Le Bassin aux Nymphéas, 1919

Venduto per: $ 80,5 milioni da Christie’s (24 giugno 2008)

Al momento della sua vendita da Christie’s a Londra, Le Bassin aux Nymphéas di Claude Monet ha quasi raddoppiato il precedente record d’asta visto dall’artista. Una delle numerose raffigurazioni di Monet dello stagno delle ninfee nella sua casa di Giverny, quest’opera è rappresentativa degli ultimi anni della sua vita in cui ha catturato la natura eterea dei suoi giardini in olio su tela.

31. Pierre-Auguste Renoir, Au Moulin de la Galette, 1876

Venduto per: $ 78,1 milioni da Sotheby’s (17 maggio 1990)

Pierre-Auguste Renoir, ” Au Moulin de la Galette “, 1876.

Nel 1990, l’esuberante ritratto di Renoir di una sala da ballo all’aperto a Parigi ha superato di gran lunga la sua stima di $ 40– $ 50 milioni. È arrivato in un momento monumentale anche per le aste d’arte: solo due giorni prima, il Ritratto del dottor Gachet di Vincent van Gogh aveva stabilito il proprio record da Christie’s. Il capolavoro impressionista di Renoir è stato il primo del suo calibro dell’artista a raggiungere l’asta e ha superato di gran lunga il precedente record d’asta dell’artista di $ 17,7 milioni nel 1989.

 

Leggi Anche >>> Costo di un tatuaggioCosto di anelli e orecchinicosto di Piercingle cose più costose della terra

Pubblicista finanziario e operatore turistico, ha frequentato la Facoltà di Economia e Commercio e il Dipartimento di Lettere, lingue, letterature , civiltà antiche e moderne, presso UniPG

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *