Greta Thunberg: la Bambina che Sta Cambiando il Mondo #FridaysForFuture

Greta Thunberg ha 16 anni e ormai non è più una bambina, ma ci piace definirla così, questa fantastica ragazzina che da sola sta cambiando il mondo “16 years old activist with Asperger“, si definisce.
Greta Thumberg è svedese, a gennaio ha compiuto 16 anni e ormai da mesi, ogni venerdì non va a scuola, dedica quel giorno della settimana a protestare, da sola, davanti al parlamento svedese, affinché il Suo Governo, insieme agli altri governi di tutto il mondo, salvino il pianeta  dall’autodistruzione innescata dall’uomo attraverso inquinamento che ha dato un’ulteriore accelerazione al Riscaldamento Globale.

Riuscirà Greta Thunberg, una ragazzina con Asperger, a salvare il pianeta dal Riscaldamento Globale?

No, ovviamente, ma il gesto di questa ragazzina sta avendo un’eco a livello mondiale e proprio oggi anche tanti giovani studenti italiani hanno deciso di scioperare dalla scuola per dedicare questo giorno ad una manifestazione contro il cambiamento climatico e per richiedere un maggiore impegno al Nostro Governo per abolire l’uso dei combustibili fossili.

Greta sta cambiando il sentire di milioni di suoi coetanei, che prima di Lei erano completamente passivi su questo enorme problema a livello globale.

Il mondo è dei giovani, il futuro è nelle loro mani e i ragazzini che protestano oggi, saranno la futura classe dirigente di domani, la classe dirigente che dovrà stabilire quali sono le misure da adottare per affrontare il riscaldamento globale.

 

LEGGI ANCHE >>  Il Ghiaccio in Groenlandia si sta sciogliendo Plastica nei mari, cosa fare?

 

Greta Thunberg: la Bambina che Sta Cambiando il Mondo #FridaysForFuture
Greta Thunberg protesta davanti al Parlamento svedese di venerdì

Riscaldamento globale, ha cause antropiche oppure no?

Secondo TUTTI gli studi e TUTTI gli scienziati è vero che l’uomo contribuisce in maniera significativa all’attuale riscaldamento globale, su questo tutti sono d’accordo.

Non tutti sono d’accordo – invece – su quanto l’uomo influenza sul riscaldamento globale.

La storia della terra è caratterizzata da tanti cambiamenti climatici, cioè da periodi più caldi e periodi più freddi; si pensi che solo a circa 10.000 anni fa tutta la Svizzera era sotto un ghiacciaio, e che i ghiacciai delle Alpi in inverno arrivavano fin quasi in pianura Padana, per non parlare dei ghiacci del Polo Nord che arrivavano fino nell’attuale Germania, a Berlino; era il periodo di Glaciazione Würm, cioè l’ultima glaciazione in ordine di tempo.

In questo momento Noi stiamo andando verso un periodo più caldo, ma quanto l’uomo influisca su questo riscaldamento è ancora un argomento dibattuto, anche se quello che può capire anche un non addetto ai lavori è che sicuramente influiamo nel riscaldamento globale, visto che usiamo altiforni, bruciamo enormi quantità di combustibili fossili tutti i giorni e li mandiamo nell’atmosfera aumentando l’effetto serra.

Ma quello che conta è che questo problema che diventerà anche economico e sociale – non si sa bene quando, magari tra pochi anni, magari tra decenni , era molto sentito fino al 2000 ma da 20 anni a questa parte sembra non interessare più nessuno.

Greta ragazza svedese protesta cambiamento climatico
Greta non si fa certo spaventare da un po’ di neve: come ogni venerdì è di fronte al Parlamento Svedese

La Storia di Greta Thunberg, la Giovanna D’Arco dei Nostri tempi.

L’adolescente Giovanna d’Arco, è la figura che più assomiglia all’adolescente Greta Thumberg, di cui ora vi racconteremo l’incredibile storia.

Greta a 8 anni è una bambina come le altre, frequenta la scuola elementare e la maestra inizia a parlare di cambiamenti climatici che l’uomo sta apportando al pianeta.

Greta inizia ad interessarsi a questo argomento, legge libri, studia, ad un certo punto, a 12 anni entra in depressione, non va più a scuola, non mangia più, è come ossessionata dal sapere che la specie umana si sta autodistruggendo e sta distruggendo il Pianeta.

I genitori cercano di stargli vicino, la fanno vedere dai medici e scoprono che è affetta dalla sindrome di Asperger, niente di grave, ma Greta ha un chiodo fisso: vuole salvare il mondo.

Dal 20 Agosto 2018, Greta, ogni venerdì, invece di andare a scuola si mette fuori del Parlamento Svedese con un cartello per protestare contro il cambiamento climatico.

Sostenuta anche dai genitori, ex attivisti per i diritti umani, che così l’hanno vista più tranquilla, Greta è pian piano diventata un personaggio in Svezia prima, poi grazie ai social e al suo account Twitter, è stata conosciuta in tutto il mondo .

cambiamento climatico greta parla al world economic forum
Greta parla al World Economic Forum

Greta come Giovanna

Come Giovanna d’Arco, greca è stata presa dal sacro fuoco della passione di cambiare il mondo a soli 14-15 anni.

La pulzella d’Orlean voleva cambiare il mondo in cui viveva, ridare al Re di Francia il suo trono e le sue terre, così come Greta Thunber vuol ridare dignità e speranza di vita alle persone, agli animali e alle piante.

Il suo impegno è alto e difficile da capire per chi non ha più sogni, un impegno trascendente, che va al di là della normale comprensione, proprio perchè questa ragazzina è affetta dall’Asperger, cioè una ragazzina testarda, risoluta, incredibilmente intelligente.

Notate come parla bene l’inglese, come dosa bene le pause ( la madre era un’attrice e l’ha sicuramente consigliata), sicuramente si esprime meglio di tantissimi politici di casa Nostra di questi ultimi anni, che sembrano sempre fuori luogo quando devono da soli prendere la parola di fronte ad un pubblico ( cosa non facile per nessuno)

Migliaia di scienziati hanno firmato l’appello di Greta Thunberg, la quale è stata invitata anche all’ONU , durante una conferenza sul riscaldamento globale, che si è tenuta in Polonia.

Greta è stata anche invitata a parlare a Davos, presso il World Economic Forum.

Economia Italia è un sito che si occupa di economia, finanza, tasse e pensioni dal 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *