Elon Musk Storia del Successo Imprenditoriale da PayPal, a Tesla e Space X

E’ uno degli uomini più ricchi al mondo, nonché una delle sue menti più influenti. A capo di SpaceX e Tesla (TSLA quotazione) e co fondatore di PayPal ( PYPL quotazione)  , tra le realtà innovative più importanti del pianeta e rappresentative del nuovo millennio, Elon Musk ha una storia dalle umili origini, contraddistinta però dall’impegno e dal sacrificio. Dagli inizi con un videogioco venduto a 500 dollari ad una fortuna milionaria determinata dalla sua figura di innovatore, è sempre pronto a mettersi in gioco per investimenti in nome del progresso.

Le umili origini di Elon Musk

Quella di Elon Musk è una storia di grande successo che inizia però in condizioni particolarmente umili. Il suo nome esteso è Elon Reeve Musk e nasce il 28 giugno 1971 a Pretoria, in Sudafrica. Fa parte di una famiglia numerosa, ha infatti 2 fratelli minori, mentre i suoi genitori sono una modella canadese e un ingegnere sudafricano: questi ultimi divorziano quando lui ha solo 9 anni ed è costretto a vivere la loro contesa, che lo porterà a restare con la figura paterna.

Vittima di bullismo a scuola, è appassionato di fantascienza e informatica e già in tenera età sviluppa una forte passione per la lettura, tanto da completare anche due libri al giorno: quello che maggiormente ha influenzato le sue scelte è Guida Galattica per Autostoppisti di Douglas Adams. Risparmiando sulle paghette settimanali riesce poi ad acquistare il suo primo computer e manuali di informatica, con cui inizia a studiare da autodidatta. A soli 12 anni crea il suo primo videogioco, Blastar, di cui venderà il codice a 500 dollari.

A questo ne segue un altro, imparando che le persone sono sempre disposte a pagare per qualcosa che desiderano. Durante l’adolescenza aveva già guadagnato diverse centinaia di dollari, anche grazie a lavori saltuari che alternava con le scuole, o la compravendita di azioni in borsa già a 15 anni, investimenti che gli permisero di triplicare i suoi risparmi.

Approfondimenti >>  Tesla Model 3Space X ed il monopolio sui razzi riutilizzabili

Elon Musk Storia del Successo Imprenditoriale

Trasferimento, studi e prime attività imprenditoriali

Evitando il servizio militare, è a 17 anni che parte per gli Stati Uniti, dove può liberamente accedere grazie al passaporto canadese della madre. Si sposta poi in Canada dove viene accettato alla Queen’s University di Kingston, alternando gli studi con lavori part-time vivendo però in condizioni di estrema difficoltà economica: si orienta ancor più su una mentalità di risparmio costruttivo.

Concentrandosi sulla carriera universitaria vince una borsa di studio alla Wharton Business School di Filadelfia, che gli finanzia l’iscrizione per un valore di circa 30,000 dollari. Ottiene due lauree, la prima in Economia e la seconda in Fisica. Entra in seguito alla Stanford University in California, ma abbandona gli studi individuando i settori che diventeranno ispirazione per le sue attività imprenditoriali: internet, energie rinnovabili ed esplorazione dello spazio.

Nel 1995, a 24 anni, Musk fonda assieme a suo fratello Kimbal la Zip2, azienda specializzata in software web e guide online: tale investimento porta entrambi a vivere in pesanti ristrettezze economiche in un ufficio fatiscente a Palo Alto, fino a quando suscitano l’interesse di un gruppo di investitori. Presentando siti maggiormente fruibili per importanti testate giornalistiche, negli anni a seguire ottengono un contratto col New York Times e nel 1999 Zip2 viene rilevata da Compaq.

E’ lo stesso anno quando investe i ricavati della vendita in X.com, che nel 2000 si unisce a Confinity dando vita a Paypal, (NASDAQ: PYPL quotazione azioni) piattaforma di pagamenti online tra le maggiormente utilizzate. Due anni dopo Paypal viene quotata in borsa e in seguito acquistata da Ebay per un valore di 1,5 miliardi di dollari: Elon Musk diventa uno degli imprenditori più ricchi e conosciuti al mondo.

SpaceX e Tesla

Proseguendo gli investimenti, Musk fonda la Space Exploration Technologies Corporation, universalmente conosciuta come SpaceX, una nuova realtà imprenditoriale che progetta e costruisce razzi e veicoli spaziali per persone e merci.

Dopo anni di sperimentazione, solo 10 anni dopo, nel 2012, viene effettuato il primo lancio di un mezzo verso la Stazione Spaziale Internazionale. Obiettivo di SpaceX, secondo Musk, è l’espansione e la conservazione dell’intelletto umano attraverso l’esplorazione dello spazio.

Tra le sue priorità ci sono anche le energie rinnovabili, è per questo che nel 2003 fonda Tesla Motors, impegnata nella produzione di veicoli elettrici. L’attività nasce investendo parte del suo capitale in raccolte fondi. Il suo nome è un omaggio all’ingegnere Nikola Tesla. Divenuto azionista di maggioranza, Musk ne diviene anche amministratore delegato dopo la crisi finanziaria del 2008-2009.

La prima auto ad essere prodotta è la Tesla Roadster, che prende vita nel 2008, solo 5 anni dopo l’avvio dell’attività, e viene commercializzata in 31 paesi. Non solo sportive, le auto Tesla hanno anche l’aspetto di utilitarie e a giugno 2019 sono stati venduti più di 160,000 modelli in tutto il mondo.

Altri progetti

Tra i suoi progetti più importanti vi è inoltre SolarCity, azienda legata al fotovoltaico domestico e per la mobilità, di cui ne diventa investitore principale nel 2006 e successivamente presidente del consiglio di amministrazione. Nel 2016 SolarCity diviene affiliata di Tesla. Proprio come la compagnia madre, il principale motivo che ha spinto Musk a finanziare tale attività è l’utilizzo delle energie rinnovabili e il contrasto al surriscaldamento globale.

Nel 2015 fonda invece OpenAI, compagnia non-profit che mira allo sviluppo di intelligenze artificiali evolute e sicure che portino beneficio all’uomo. Lasciando l’amministrazione nel 2018, ne resta però attivo finanziatore.

Elon Musk, ricchezze, patrimonio e guadagni

Secondo Forbes, Elon Musk è al cinquantunesimo posto degli uomini più ricchi al mondo con 20,3 miliardi di dollari, nonché ventunesimo tra gli uomini più influenti al mondo. Ad agosto 2019, Tesla ha superato i 50 miliardi di dollari di capitalizzazione sul mercato.

Tra le sue attività il suo stipendio si aggira intorno ai 50,000 dollari annuali. Tuttavia, seguendo l’esempio di altri imprenditori di fama mondiale come Mark Zuckerberg o Larry Page, ha deciso di rinunciare al suo compenso annuale percependo un solo dollaro all’anno.

Come molti altri imprenditori è anche filantropo: è fondatore della Musk Foundation, con la quale si impegna, in linea con le sue attività imprenditoriali, a promuovere un maggiore utilizzo di energia solare e altre fonti rinnovabili. E’ inoltre firmatario di The Giving Pledge, associazione fondata da Warren Buffett e Bill Gates che ha come obiettivo la ridistribuzione di parte delle ricchezze degli uomini più ricchi al mondo per cause umanitarie internazionali.

LA STORIA DEL SUCCESSO IMPRENDITORIALE DI ELON MUSK, RACCONTATA DA ELON MUSK:

 

Conclusioni

Nonostante sia una storia di successo, quella di Elon Musk è anche una vita di grandi difficoltà e sacrificio. Anche lui, come altre figure di spicco dell’imprenditoria internazionale, ha imparato dai fallimenti o, come spesso è avvenuto, dal lavorare assiduamente in condizioni di indigenza prima di trovare investitori e contratti. Questo è ciò che lo rende non solo uno degli uomini più influenti al mondo, ma anche un caso di studio da seguire e da cui ogni imprenditore può prendere spunto.

Economia Italia è un sito che si occupa di economia, finanza, tasse e pensioni dal 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *