Starlink: Internet Satellitare su Cellulare: Costo ed Efficacia

La connessione internet non ha ormai più confini e oggi sono tante le offerte via satellite, con una velocità decisamente maggiore alle comuni adsl o fibra che purtroppo non arrivano ovunque. Un trend destinato ad affermarsi ulteriormente e oggi scopriremo costi e funzionamento di Starlink, valutandone l’efficacia attraverso le principali caratteristiche.

Dall’idea rivoluzionaria di Elon Musk di portare internet anche nei luoghi più remoti, è una costellazione di satelliti a bassa latenza arrivata anche in Italia. Tuttavia, non sarà l’unico gestore di internet satellitare nel paese e avrà una discreta concorrenza. Come funziona Starlink? Quanto costa? Conviene davvero?

Leggi anche: Una IPO per Starlink ? –

Starlink: Internet Satellitare su Cellulare: Costo ed Efficacia
Immagine sopra: come funziona Starlink, l’internet satellitare che si può avere da smartphone o iPhone

Cos’è e come funziona Starlink?

Ideato a gennaio 2015 da Elon Musk e avviato l’anno successivo dalla sua SpaceX, Starlink è un progetto di costellazione di circa 12.000 satelliti mirati a fornire connessione internet a banda ultralarga a bassa latenza, disponibile per tutto il mondo. Il lancio dei primi due satelliti Tintin A e B risale al 22 febbraio 2018, mentre il suo progetto è approvato dalla FCC statunitense, con cui potrebbe prossimamente estendere la sua flotta a 42.000 satelliti.

Come avviene con ogni modalità satellitare, la tecnologia Starlink fornisce una connessione veloce in ogni area del mondo, con l’obiettivo di coprire anche zone non servite da reti terrestri o a velocità ridotta, il tutto senza intermediari a differenza delle connessioni tradizionali. In termini pratici, garantisce un servizio più stabile ed efficiente con velocità da 50 a 150 Mbps per le più comuni esigenze come:

  • Navigazione
  • Dirette e streaming 4k
  • Videoconferenze
  • Gaming

Ciò avviene con una latenza ridotta dagli attuali 600 ms a 20-40 ms, grazie all’altitudine ridotta dei satelliti, tra 340 e 1.325 chilometri d’altezza, rispetto ai 36.000 chilometri dei competitor. La comunicazione dei satelliti in orbita è inoltre rafforzata da collegamenti laser e stazioni terrestri.

Secondo Forbes, prevede un fatturato nel quinquennio 2023-2028 tra 60 e 100 miliardi di dollari, mentre a giugno 2022 conta circa 500.000 abbonati a livello globale. Entro inizio 2023 Musk prevede un innalzamento della velocità fino a 300 Mbps, mentre a settembre 2022 sono 2.300 i satelliti attivi.

starlink su iphone
Immagine sopra: iPhone 14 è stato il primo cellulare ad avere la possibilità della connessione internet diretta con i satelliti di Starlink. Dal 2023 arrivano anche altri dispositivi mobili che hanno questa funzione

Quando arriva Starlink in Italia e quanto costerà?

Annunciato da comunicato ufficiale SpaceX, Starlink è già disponibile in Italia da settembre 2022, sebbene il suo primo periodo sia stato di collaudo e solo per chi lo aveva già preordinato.

La ditta che controlla Starlink, cioè SpaceX mette a disposizione Starlink a 50,00 euro/mese a cui vanno aggiunti 410,00 euro una-tantum per l’hardware necessario, precedentemente 499,00 euro; a questi si contano le spese di spedizione, di circa 60,00 euro. Le tempistiche d’ordine sono di 7-10 giorni lavorativi. Entro dicembre 2022 sarà disponibile anche una versione per camper, progettata per l’utilizzo in movimento, con canone di 75,00 euro/mese.

Non prevedendo contratto può essere disdetto quando si vuole, avendo una prova di 30 giorni al costo simbolico di 1,00 euro, al termine del quale si può restituire il materiale.

Secondo Elon Musk, nonostante inizialmente possa avere brevi periodi d’interruzione, garantirà comunque un internet almeno il 40% più veloce rispetto alla fibra tradizionale.

Come funziona internet satellitare e quali vantaggi offre?

Chiamato anche adsl satellitare, l’internet satellitare è una tendenza in crescita dai primi 2010 che si pone l’obiettivo prioritario di portare connessione internet veloce in tutte le zone non coperte dalle reti tradizionali: le reti di satelliti in orbita forniranno la linea anche in aree particolarmente remote, come paesi o fabbricati rurali lontani dalle grandi città.

Differentemente da un servizio internet adsl o fibra, che richiedono solamente un modem e appositi doppini alle prese, Starlink e altri gestori satellitari necessitano un kit hardware dedicato composto da:

  • Antenna satellitare, con relativo lnb e trasponder
  • Router wifi, con alimentatore, cavi e doppini

Quasi identica a quella della tv satellitare, la parabola internet non si occuperà solo di ricevere e convertire il segnale ma anche trasmetterlo, grazie all’lnb dedicato, acquistabile o noleggiabile separatamente in alcuni casi o qualora non si sia soddisfatti di quello in dotazione, così come l’antenna stessa. Vi è inoltre la possibilità di modificare i supporti lnb per ospitare contemporaneamente sia quello tv che quello internet.

Rispetto alle reti tradizionali differenti sono anche i vantaggi offerti:

  • Efficienza, con l’impiego di tecnologie avanzate e la gestione di flussi spaziali multipli alle stesse frequenze
  • Velocità, grazie alle latenze ridotte
  • Qualità, con attribuzione di una classificazione specifica al traffico utente
  • Flessibilità, con la possibilità di avere valori nominali differenti a seconda delle unità collegate
  • Sicurezza, con protezione di dati trasmessi grazie al protocollo RADIUS
  • Nessuna rete richiesta, segnando l’indipendenza dalla comune linea telefonica
  • Nessuna interferenza da maltempo, resistendo a temporali e raffiche di vento

Da ricordare che, affinchè l’internet satellitare funzioni perfettamente, l’area interessata deve essere più sgombera possibile da ostacoli come alberi o fabbricati di grandi dimensioni, che impediscano il contatto coi ripetitori.

conviene starlink?
Sopra: l’antenna di Starlink che punterà verso i satelliti in cielo e che per questo ha bisogno di un posto per funzionare libero da tetti o alberi

La Nostra Prova con Starlink:

Un Nostro amico ha preso Starlink in quanto a casa sua la connessione internet era molto deficitaria e dato che ci deve lavorare, ha scelto questa opzione e dopo quasi 3 settimane di attesa, gli è arrivato.

Facilissimo da montare con l’applicazione in Italiano che ti spiega passo passo quello che devi fare. Unica cosa indispensabile è avere un posto dove appoggiare l’antenna puntata verso il cielo e che non sia oscurata da qualche tetto o albero.

Starlink si è rivelato un ottima scelta, ma con dei problemi.

La sua navigazione è velocissima, cioè fino a 300 Mbps in download e sui 20 Mbps in upload, perciò molto bene.

Il problema è che questa velocità non è costante, ma dopo alcune ore di connessione perfetta, ci sono 5 minuti di rallentamento, anche importante ( fino a 10, 20 Mbps)

Ottimo invece il segnale con condizioni meteo avverse, cioè pioggia, vento, nuvole, giorno o notte, non c’è differenza di potenza di segnale.

Va detto che Starlink oggi ha solo un 50% dei microsatelliti previsti e che i lanci tramite Space X continuano e che quindi questi problemi man mano spariranno.

Quali sono i competitor di Starlink in Italia e quanto costano?

Secondo stime fatte, le connessioni a banda larga sono in continua espansione in Italia ma al 2022 coprono solo il 52,4% del territorio nazionale, col 47,1% dei clienti che naviga a velocità fino a 30 Mbps e solo il 5,3% a 100 Mbps.

Attualmente in Italia i servizi d’internet veloce si dividono in wireless e satellitari, coi principali nomi alternativi a Starlink che sono:

Nome

Tipologia

Velocità

Canone

Attivazione

Linkem

Wireless

Fino a 100 Mbps

A partire da 26,90 euro/mese

49,00 euro in bollette successive

Eolo

Wireless

Fino a 300 Mbps

19,90 euro/mese primi 12 mesi, poi da 24,90 euro/mese

29,90 euro

Sky DSL

Satellite

Fino a 50 Mbps

A partire da 39,90 euro/mese

29,90 euro

Fastweb FWA

Wireless

Fino a 1 Gbps

A partire da 19,95 euro/mese

40,00 euro in bollette successive

 

A conti fatti, nonostante fama e importanza acquisite, non si può dire che Starlink sia il servizio più conveniente né tantomeno il più affidabile in Italia, vista una concorrenza crescente con offerte più vantaggiose rispetto ad adsl e fibra e maggiore efficienza anche sul lungo periodo.

Tuttavia, è necessario dire che Starlink in Italia è ancora in fase di sviluppo e quelli attuali non sono valori definitivi bensì lasceranno spazio a velocità potenziali sempre più elevate, come garantito da Musk, e prezzi nuovamente riducibili per competere sul mercato come già avvenuto a novembre 2022. In ogni caso, per verificare la copertura dei servizi si può fare riferimento alle aree apposite dei siti ufficiali.

Resta infine da dire che FINALMENTE si è arrivati ad avere internet tramite satellite con un semplice Router e tra breve arriverà anche direttamente sul cellulare, con cellulari dedicati ( è in fase di sperimentazione per il prossimo iPhone ) in modo da poter prendere internet in tutto il mondo, anche in cima ad un monte o in mezzo all’oceano solo tramite un cellulare.

Una vera e propria rivoluzione digitale di cui tanti sognavano sta diventando realtà.

Articoli correlati:

Investire sullo Spazio con Azioni Spaziali

3 Idee per Investire sullo Spazio con Azioni Spaziali

Torniamo a parlarvi – per l’ennesima volta – di un Nostro pallino in fatto di investimenti: cioè gli investimenti che si possono fare sull’economia dello spazio, stavolta con 3 proposte diverse, cioè 3 titoli azionari di aziende che fanno dello spazio il loro business principale. Riassumendo: L3 Harris offre un modo più sicuro per esplorare…

Cos’è l’economia dello Spazio

Economia dello Spazio, cos'è e come guadagnarci?

Negli anni le grandi saghe di fantascienza hanno fatto sognare tante persone, oggi invece a sognare sono le importanti aziende della Space Economy ed i loro numerosi investitori nel mondo. Un settore in continua crescita che implica un business di oltre 350 miliardi di dollari, provenienti da fondi statali, venture capital e non solo. Se…

il Sogno dello Spazio di Jeff Bezos: Blue Origin

Blue Origin: il Sogno dello Spazio di Jeff Bezos

Dal 2000 Jeff Bezos ha un grande sogno, quello di portare in un futuro prossimo le persone a fare viaggi turistici nello spazio e infine farle vivere fuori dal pianeta Terra. Una missione che coltiva attraverso Blue Origin, un’azienda che costruisce razzi spaziali e che da anni sperimenta nuovi modi per conquistare le atmosfere extra-terrestri.…

Autore

  • Economia-italia.com

    Amministratore e CEO del portale www.economia-italia.com Massy Biagio è anche analista finanziario, trader, si avvicina al mondo della finanza dopo aver frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Collaboratore di varie testate online dal 2007, in cui scrive di economia, mercati, politica ed economia internazionale, lavoro, fare impresa, marketing, dal 2014 è CEO di www.economia-italia.com.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *