04 mag 2016

Filled Under: ,

Come aprire un allevamento di cani e guadagnare con poche spese

Ecco un settore in continua crescita: aprire un allevamento di cani; un'attività che può diventare molto remunerativa, che comporta una spesa minima se si fa in modo amatoriale.

Un allevamento di cani e gatti, può essere amatoriale o professionale, oggi vedremo quanto costa aprire un allevamento amatoriale.
Come dicevamo, quello degli animali da compagnia, é un business in  crescita.

Mai come oggi ci sono state nelle case di tutto l'occidente cani, gatti ed altri animali; é un modo diverso di rapportarsi alle persone. Prima si facevano tanti figli, oggi si evita di fare tanti figli, in compenso in famiglia arrivano tanti cani e tanti gatti.
In Italia abbiamo la possibilità di aprire un piccolo allevamento di cani che, se portato avanti con cura, può dare molte soddisfazioni a livello personale ed economico.
Parliamo esclusivamente di allevamento di cani, perché è molto più remunerativo di un allevamento di gatti, di cui parleremo magari un'altra volta.

C'é la possibilità di aprire 2 diversi tipi di allevamento per cani:

Allevamento di cane amatoriale:

  • Quello che meno di 5 fattrici che fanno un massimo di 20 cuccioli a testa, in tutto si parla della possibilità di avere 100 cuccioli all'anno, una cifra considerevole.
Allevamento di cane professionale:


Oggi parleremo dell'allevamento di cani amatoriale, più semplice da aprire e con un basso costo di gestione ed un costo iniziale molto limitato, che può dare ottimi rendimenti rispetto ai costi.

Se si ha a disposizione una casa con un pezzo di terra, questo é il lavoro perfetto per chi ama i cani.

Come aprire un allevamento di cani e guadagnare con poche spese
Scegliere la razza di cane da allevare é un passo molto importante.
Allevare solo 1a o 2 specie di cani:

  • Non si avranno problemi per 'incroci indesiderati', che potrebbero rovinare la razza e che produrrebbero 'cani indesiderati', cosa assolutamente da evitare.
  • Non ci saranno 'differenze di addestramento'. Ogni razza ha bisogno di essere trattata differentemente, quindi non si dovranno imparare nuove tecniche di addestramento e non ci si sbaglierà con i cani, utilizzandone solo una. 
  • come fare un allevamento di cani per guadagnare soldi
    Sopra: come dovrebbe essere un allevamento per cani

I cani hanno bisogno di molto spazio:

  • Sconsigliamo assolutamente di iniziare questa attività a chi ha poco spazio.
  • I cani sia fattrici che cuccioli, non possono vivere SOLO nelle cucce con dei piccoli recinti intorno o meglio: lo possono fare, ma soffrono moltissimo, questo porta ad un'insofferenza caratteriale, un trauma che potrebbe ripercuotersi in tutta la vita dell'animale, facendone un cattivo cane, difficilmente addestrabile dai futuri padroni e penalizzando il buon nome dell'allevatore che, come vedremo é parte fondamentale di questo business.

come fare box per cani
I box per cani professionali, non sono come le cucce di cane che conosciamo, sono molto spaziosi e più facili da pulire.
aprire un allevamento per cani
Materiale minimo indispensabile per aprire un allevamento di cani amatoriale:
  • Un pezzo di terra recintato, di almeno 2 - 3 mila metri (minimo), dove ci può essere anche la Nostra casa.
  • Se c'è anche la Nostra casa, consigliamo di tenere le cucce dei cani più lontane possibile dall'abitazione, per questioni igieniche.
  • Ci sono in vendita cucce di cani professionali fatte molto bene, da un costo che può partire dalle 1.000 ai 2.000 euro l'una; devono avere pavimento e pareti di legno, tetto impermeabile e gabbiette in alluminio, materiale indistruttibile, leggero e facile da pulire, possibilmente rialzate da terra, devono avere a disposizione acqua ( con cui pulire le cucce giornalmente ( 1 o 2 volte al giorno) e un sistema di scarichi delle acque, dove confluiscono le acque reflue. Se si ha esperienza nel settore, queste cucce si possono anche costruire artigianalmente, cercando di tenere però un alto profilo di qualità.
  • Bisogna avere un box per cani dove tenere tutto l'indispensabile per i cani; dal cibo a tutto quello che può servire.
  • Bisogna avere un ufficio per accogliere i clienti, ma se si ha una abitazione nelle vicinanze questa cosa la possiamo svolgere lì.

come guadagnare facendo l'allevatore di cani
Diventare allevatori di cani: una missione, prima che una professione.
Il segreto del successo di un'allevamento di cani, é la professionalità dell'allevatore.

  • Come dicevamo prima, il buon nome dell'allevatore é fondamentale in questo tipo di business, più che in altri.
  • Oggi come oggi, ci sono tante persone che si sono lanciate in questo affare solo per guadagnare soldi, senza pensare al bene dei cani e alla qualità della razza.
  • Uno dei requisiti indispensabili per fare l'allevatore di cani, é quello di amare i cani. Senza questo piccolo requisito, prima o poi si fallirà, perché i cani hanno bisogno di essere accuditi ed amati, per fare quello che vuole il padrone. Bisogna essere disposti ad alzarsi la notte perché un cane non smette di abbaiare, o perché un cucciolo non smette di piangere perché sta male, bisogna essere disposti ad addestrarli anche quando fuori piove, perché magari per quella particolare razza,  è un divertimento stare in mezzo all'acqua.

come guadagnare soldi con i cani
I cuccioli non sono solo bellini e coccolosi, ma comportano un enorme lavoro fisico e psicologico per stargli dietro.
Quali cani prendere per fare un allevamento?

  • Questo é una questione molto delicata, ma innanzitutto cerchiamo di prendere la razza che conosciamo meglio, se già si hanno dei cani.
  • Oggi come oggi, una delle razze più remunerative e più facili da avere è quella del Cane Lupo Cecoslovacco, un cucciolo lo si può vendere dai 500 ai 2.000 euro, soldi che in pratica sono un guadagno netto. Se si fanno due conti, si vedrà che vendendo 30 cuccioli all'anno di cane lupo cecoslovacco ad un prezzo concorrenziale, cioé alla media di 1.000 euro a cucciolo, si possono intascare 30 mila euro all'anno, cioé una media di 2.500 euro al mese, che sono quasi un guadagno netto, se si pensa alle esigue spese di mantenimento di 5 cani femmina fattrici.
  • Come guadagnare allevando Pincher nani: al link potrete trovare dei consigli su come aprire un allevamento di piccoli cani, con spese quasi a zero e con un bisogno di spazio molto limitato, proprio grazie a questo particolare tipo di razza.

Aspetti negativi: i cani invenduti:

  • I cuccioli di cane andrebbero venduti dopo il 2° mese - 3° mese di vita, cioè quando smettono di prendere il latte dalla mamma, quando sono svezzati, si dice.
  • Un cucciolo , rimane tale per molto tempo, ma dovrebbe essere venduto al nuovo proprietario (circa) entro i primi 2 anni di vita, per far sì che poi questo lo possa addestrare come vuole lui.
  • Quello di cui sopra però, non é sempre valido, cioé dipende molto dal tipo di razza di cane con cui si commercia. Ci sono cani infatti che se anche cambiano padrone in età più adulta ( 3 o 4 anni) si troveranno benissimo con il nuovo padrone. Tutti i cani hanno più che altro bisogno d'amore e d'affetto, poi chi più, chi meno, con il tempo si adatteranno al nuovo padrone.

Dichiarare il reddito:

  • Come tutte le attività amatoriali che portano un guadagno, questi vanno dichiarati come "attività commerciale esercitata occasionalmente", ma se volete farne un'attività remunerativa, che Vi aiuta a vivere, allora vi consigliamo comunque di aprire una Partita IVA, rilasciare fatture e prendervi un commercialista.
  • Prossimamente, parleremo di allevamenti di cani professionali.

Altre idee per aprire attività redditizie:

Come aprire un genere alimentari ambulante Come aprire un Bed & Breakfast
Come Aprire un Home Restaurant Come fare l'animatore per feste per bambini
Guadagnare con i siti web Come cercare oro nei fiumi italiani
Questo articolo è uno spunto per una idea per aprire una nuova attività; per ulteriori approfondimenti, Vi rimandiamo alla legge del 23 agosto 1993 n. 349, che regola l'attività cinotecnica, nonchè l'accordo del 6 febbraio 2003 Ministero della salute-regioni, in materia di benessere degli animali.

21 commenti:

  1. Anonimo30.9.15

    Ho un piccolo cane ma non so se è di razza, come posso fare?

    RispondiElimina
  2. Anonimo15.10.15

    Io invece ho un piccolo allevamento, 2 femmine ed 1 maschio, in pratica ci campo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.. mi piacerebbe aprire un allevamento anche a me.. da dove iniziare? Grazie..

      Elimina
    2. Anonimo27.10.15

      Scegliti una razza, prepara il posto e - sopratutto - fai un progetto.

      Quanti cani avrò?
      Quanti cani mi faranno all'anno?
      Riuscirò a stargli dietro?

      Elimina
    3. Anonimo20.12.15

      Ciao. Vorrei provarci anch'io. Mi spieghi come si può fare? Grazie

      Elimina
  3. Anonimo31.10.15

    Salve, anch'io or ho un allevamento di cani, grande però, é sulla Tiburtina ( Roma) devo complimentarmi con chi ha scritto questo articolo, vi spiego perché.

    Allevare cani é più che un lavoro una professione che richiede sopratutto passione.

    Se non si amano da prima i cani è meglio lasciare perdere tutto da prima.

    Io negli anni '90 ho avuto i miei cani come molti adolescenti, questi si sono incrociati ( ad un certo punto presi un compagno alla mia Lucky) ed iniziarono a fare figli.

    All'inizio li regalavo, poi non sapevo più a chi regalarli ed iniziai a venderli, visto che erano di razza all'inizio chiedevo 50 euro l'uno, poi un esperto mi disse che valevano almeno 4 volte tanto.

    Di lì inizia a prendere un'altra femmina , sempre cane lupo ed iniziai a fare come c'è scritto in questo interessante articolo.
    Ora sono un socio dei 4 di uno dei più grandi allevamenti di cane lupo di razza che ci sono nel Lazio e le cose sembrano andar meglio ogni mese che passa, visto che li alleniamo anche e diamo una consulenza per tutta la vita del cane, abbiamo anche un Nostro veterinario, lui è uno dei 4 soci

    RispondiElimina
  4. Penso che le cose in realtà non siano così come descritto in questo articolo. Gestire 5 femmine, magari di cane lupo cecoslovacco, o di altra razza, non è una cosa che si improvvisa. Occorrono conoscenze cinofile a 360°. La scelta dei cani, degli incroci da fare è frutto di esperienza, non si improvvisa, se non si vogliono far partorire cuccioli a caso per il solo scopo di vendere un prodotto. Le femmine non devono essere macchine da riproduzione, ci sono vincoli in questo senso, esiste un codice e i maschi? Le spese sanitarie, di mantenimento, di iscrizione ai libri genealogici (è vietato vendere cuccioli senza pedigree), le tasse, sono da valutare conti alla mano. Fare le cose bene, far nascere bei cuccioli, di buon carattere, nel rispetto della razza e delle famiglie a cui verranno affidati, non si può certo improvvisare e non è cosa facile. Far credere il contrario non aiuta a migliorare la situazione dell'allevamento italiano, che ha già tanti problemi. Il mondo dei cani è meraviglioso, ma complesso: occorre professionalità e formazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e infatti in questo articolo , a occhi e croce si parla di cagnari .... non si parla di esami , di genaologia , di displasie , di spese veterinarie
      E perchè mai ?
      e' tuuuuuutto guadagno netto no ?
      prendi una femmina , l ametti con un maschio et voilà

      Elimina
  5. Anonimo11.2.16

    Brave merde,guadagnare coi cani!! Alla faccia dei canili pieni! Ma andate a fare in culo voi e questi articoli del cazzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai quante persone vogliono un cane di razza?sai quanto è bello vedere vi cuccioli del proprio amatissimo cane?sai quanto costano anche solo due cani mantenerli?sai che è impossibile tenersi i cuccioli?sai che è giusto prendere qualche soldo poiché tu come allevatore haibun sacco di spese tra IVA,CIBO,VACCINI,BOX,PEDIGREE,MICROCHIP,CERTIFICATI E LAVORO?Sai che chi vende cani di razza lo fa perché li ama?Io posseggo montagna dei Pirenei e bastardini presi al canile,e tu no

      Elimina
  6. Allevamento Piacenza11.2.16

    Che commenti sciocchi, si capisce che è un articolo che da delle informazioni utili anche se non complete, per quelle dovete studiarvi la legislazione, mica andare a leggere degli articoli su internet.
    Sembrate tutti professori usciti dall'Università dell'allevamento cani.
    Peccato che sia una Università che non esiste,
    l'articolo dice bene: se non amate i cani, non dovete nemmeno pensare di allevarli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12.2.16

      quali sarebbero le informazioni utili scusa? i 100 cuccioi all'anno con meno di 5 fattrici? o la vendita a 200 euro senza pedigree? o il fatto che i costi siano bassissimi? più che informazioni utili sono idiozie e, nel caso del pedigree sono istigazione a delinquere visto che è vietata la vendita senza pedigree. il trucchetto del rimborso spese è tipico dei cagnari. mi auguro che tu non sia davvero un allevatore perchè se vendi i cuccioli a 200 euro senza pedigree, non fai i test e fai coprire le fattrici ad ogni calore allora sei da denuncia.

      Elimina
    2. All. Piacenza12.2.16

      Ma dove sta scritto in questo articolo di venderli senza pedigree?
      Dove sta scritto in questo articolo di non fargli gli esami?
      Da nessuna parte, anzi, l'articolo rimanda alle specifiche leggi dello Stato.

      Ah, un pedigree costa 41 euro, se non ce l'hai.

      Elimina
  7. Roberto R.11.2.16

    La lobby degli allevatori scandalizzata per un articolo che dice che si guadagna allevando cani, loro sono tutti Madre Teresa di Calcutta e lo fanno solo perchè avranno la vita eterna
    ahahahahahahahah
    Fortuna che non sono più un allevatore, ho trovato questo articolo nel wall di facebook di un mio vecchio amico.
    Articolo discutibile, pieno di lacune, ma si vede lontano un miglio che è solo uno stimolo per giovani imprenditori a provare, a studiare e a chiedere, quello che stupisce sono i commenti.
    Patetici, come al solito.

    RispondiElimina
  8. Articolo indecente, come indecente è l'idea di pensare di poter aprire un business così dal nulla con il "commercio" dei cani. Cancellate immediatamente l'articolo, siete senza dignità. I canili sono pieni.

    RispondiElimina
  9. Quest'articolo rappresenta l'indecenza pura. Come potete scrivere di come fare soldi vendendo cani? Avete visto la situazione canili? Cancellate l'articolo, bestie.

    RispondiElimina
  10. Anonimo12.2.16

    Certo, ci guadagni se fai il cagnaro! Questo non è allevamento, ma sfruttamento! Un bravo allevatore, che alleva cani con competenza e per migliorare le caratteristiche della razza, ha tante di quelle spese (ad esempio gli esami sanitari ai cani, che questo articolo non cita neppure, tanto, chissenefrega se i cani stanno bene o no? Chissenefrega se vendo cuccioli malati o no?) che rientra a malapena con la vendita dei cuccioli. Io in un posto così non prenderei nemmeno un criceto! Ma chi ha scritto questo articolo? Vergogna!!!

    RispondiElimina
  11. Anonimo12.2.16

    L articolo non merita commenti... ALLEVARE è cosa ben diversa dallo spacciare cuccioli senza alcuna garanzia morfologico-caratteriale nonché sanitaria, e l'articolista avrebbe dovuto informarsi bene prima di scrivere un mucchio di ca...

    RispondiElimina
  12. Anonimo13.2.16

    Un cumulo di assurdità. Complimenti all'autore

    RispondiElimina
  13. Anonimo14.2.16

    Ah beh.... perchè non scrivete anche che una cagnetta puo fare al massimo 4 cucciolate in tutta la sua vita e intorno ai 6 anni andrebbe sterilizzata e non sopressa o ceduta come se fosse semplice merce? Perchè non scrivete che il veterinario costa e parecchio? Il cibo, la lettiera o le traverse, il latte di capra, le casse parto, i vaccini e i chip e i pedigree COSTANO?! ma che credete che sia un gioco? Un'entrata assicurata? E se non cedete i cuccioli entro il 4 mese che fate ve li tenete?

    RispondiElimina
  14. Teste vuote teste piene di cazzate. Da sempre e per sempre chi ha un cane lo puo far accoppiare .nessun buisness nessuna scoperta dell acqua calda

    RispondiElimina

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.