Dove Investire Oggi: le Azioni del Settore Lusso non Conoscono Crisi

Se c’è un settore che non ha subito contraccolpi negativi in questi ultimi anni nè dal Covid, nè dai lockdown, nè dall’aumento dei prezzi delle materie prime, nè dall’inflazione nè dalla guerra in Ucraina, quello è il settore del lusso. E’ vero che a volte le azioni principali di questo settore sono cresciute un po meno del solito, ma sono stati solo dei “momenti di stanchezza” in una storia di continui successi.

A Wall Street, quando gli acquirenti si affrettano a comprare tutto in un particolare mercato, mano nella mano, maledizione al prezzo, si chiama “offerta implacabile”.

Di solito questo accade quando gli investitori vedono la formazione di un mercato rialzista e vogliono entrare presto.

Sembra che un’offerta implacabile stia colpendo un mercato adiacente: beni di lusso di fascia alta.

Dove Investire? Le Azioni del Settore Lusso non Conoscono Crisi

The rentless Bid: cos’è il termine coniato dai traders per descrivere questa anomalia del mercato

E’ stato addirittura coniato un nuovo termine dai trader che definiscono “The rentless Bid” ( letteralmente “Offerta implacabile“) che significa che ci sono persone che si offrono di comprare delle azioni di un certo tipo ogni qual volta che c’è un piccolo calo di queste.

The rentless bid è proprio riferito a coloro che continuano a comprare azioni del settore lusso appena c’è un piccolo  normale – calo, visto che le azioni non crescono mai in modo lineare.

Il Settore Lusso sembra non avere crisi

Economia Italia scrive da tempo di questo fenomeno, che si tratti di auto di fascia alta , orologi o persino barche . Esistono persino ETF di lusso in grado di catturare questo cospicuo consumo.

Gli analisti presumevano che l’inflazione avrebbe domato gli acquirenti stravaganti, ma finora non è stato così. Gli acquirenti di beni di lusso stanno ancora acquistando a ritmo serrato nonostante gli aumenti dei prezzi.

Dove Investire Oggi: le Azioni del Settore Lusso non Conoscono Crisi
Sopra: Andamento azioni Ferrari negli ultimi 5 anni

La Ferrari ha bisogno di auto più costose

Più recentemente questo fenomeno è stato visto nei risultati finanziari della Ferrari ( RACE ). Il produttore italiano di supercar ha riportato che i profitti sono aumentati del 13% su base annua , sostenuti dalle vendite delle sue auto di fascia altissima, e prevede che il 2023 sarà ancora più grande. La casa automobilistica si aspetta che le vendite del 2023 raggiungano il record di 5,7 miliardi di euro, con margini potenziati dalle vendite della sua hypercar Daytona SP3 a sette cifre e dell’imminente ultra-SUV Pursangue.

“Queste cifre forniscono la base per un 2023 ancora più forte, alimentato da una domanda persistentemente elevata per i nostri prodotti in tutto il mondo”, ha dichiarato Benedetto Vigna, amministratore delegato della Ferrari. “Nonostante un macro-scenario globale complesso, guardiamo avanti con grande fiducia”.

La Ferrari ha affermato che la sua “variazione mix / prezzo” è stata leggermente negativa perché le sue Monza SP1 e SP2 multimilionarie sono state gradualmente eliminate nel primo trimestre del 2022 e la Ferrari non ha avuto modelli di fascia alta e costosi in vendita fino a più tardi nel l’anno. Sembra che la Ferrari avrebbe potuto vendere auto più costose, se ne avesse avute da vendere.

Gli orologiai aumentano i prezzi per stare al passo

Lo riferisce Bloomberg Il principale marchio di orologi di lusso Rolex ha aumentato i prezzi all’inizio di quest’anno nel Regno Unito e negli Stati Uniti, e lo scorso autunno in Europa, per contrastare l’aumento dei costi e le oscillazioni del cambio. La mossa è stata considerata insolita perché Rolex regola i prezzi solo una volta all’anno, ma poiché l’offerta è diminuita presso i rivenditori e la domanda non è diminuita, l’aumento dei prezzi dal punto di vista del marchio non ha avuto alcun aspetto negativo.

Degno di nota è anche ciò che il CEO del rivenditore globale di orologi Watches of Switzerland (WOSG.L) ha detto dopo la pubblicazione degli utili della società questa settimana, affermando che marchi come Rolex, Omega, Patek Philippe e Zenith avevano aumentato i prezzi dall’inizio dell’annoin media di circa il 4%.

Dove Investire Oggi: le Azioni del Settore Lusso non Conoscono Crisi
Sopra: andamento azioni LVMH negli ultimi 5 anni.

LVMH vede un altro anno record; i beni più costosi guidano la crescita

Poi c’è il nonno del lusso, Moët Hennessy Louis Vuitton, con sede a Parigi. LVMH (MC.PA), che conta gli orologi Louis Vuitton, Dior, Tiffany e Tag Heuer,ha riportato vendite e profitti record per il 2022, e ha aumentato il suo dividendo annuale fino a 12 euro per azione, un balzo del 20%.

LVMH, ora l’azienda di maggior valore quotata in Europa, vede i bei tempi, nonostante l’incertezza macroeconomica.

“Negli anni difficili, sia per ragioni macroeconomiche che geopolitiche, il gruppo LVMH conquista quote di mercato e progredisce, come accade dal 2019”, ha affermato il CEO e azionista di controllo di LVMH (el’uomo più ricco del mondo) Bernard Arnault ha detto aLa conferenza stampa sugli utili di LVMH.

Il gruppo è stato in grado di mantenere lo stesso margine operativo del 2022 aumentando i prezzi di alcuni beni come vini pregiati e liquori e vedendo una crescita di beni più costosi come orologi e gioielleria. La società ha anche riferito che il marchio di punta del lusso Louis Vuitton ha superato per la prima volta la soglia dei 20 milioni di euro di vendite lo scorso anno.

LVMH afferma che l’inizio dell’anno fa presagire un’altra forte performance in arrivo, e il gruppo è ottimista sul 2023 mentre la Cina continua la sua riapertura.

“Con il mese di gennaio iniziato bene e nonostante un contesto geopolitico ed economico incerto, LVMH è fiduciosa nella sua capacità di continuare la crescita osservata nel 2022”, ha affermato la società in una nota.

Risorse Utili

ARTICOLI CORRELATI

Le Migliori Marche di Orologi di Lusso nel Mondo: Prezzi, Storia e Caratteristiche

Migliori Marche di Orologi di Lusso

Prepara le tue liste dei desideri, questa lista delle migliori marche di orologi di lusso è senza tempo e iconica. Man mano che ci addentriamo sempre di più nell’era digitale, sempre più persone si affidano ai propri dispositivi mobili per leggere l’ora. Mentre, sì, gli smartphone sono diventati parti inestricabili della nostra vita quotidiana, non…

Orologi di Lusso : Tendenze e Previsioni di Mercato

Orologi di Lusso 2023: Tendenze e Previsioni di Mercato

Nel corso del 2022, c’è stato un cambiamento economico a livello globale. Per fortuna, abbiamo superato la pandemia, tuttavia stiamo entrando in un periodo di tassi di interesse più elevati in risposta all’inflazione. Con questo, i modelli di consumo cambieranno e l’industria dell’orologeria ne risentirà. Pertanto, abbiamo pensato che potesse essere interessante esaminare le tendenze…

Come diventare Rivenditore di Orologi di Lusso

Come diventare Rivenditore di Orologi di Lusso

Come diventare un commerciante di orologi, è qualcosa su cui molti di noi hanno riflettuto dopo aver visto quanto costa un Rolex vintage. La buona notizia è che non hai bisogno di alcuna qualifica per entrare in questa entusiasmante carriera. Continua a leggere per sapere esattamente cos’è un commerciante di orologi e i passaggi che…

Consigli per Investire in Orologi di Lusso – Guida per Principianti

Consigli per Investire in Orologi di Lusso - Guida per Principianti

Come posso investire in orologi di lusso? Ecco dei semplici consigli, una guida per principianti all’investimento in orologi di qualità Sei pronto per entrare nel mondo degli investimenti nell’orologio? Ci siamo incontrati con Michael Brückner, un appassionato collezionista di orologi, autore ed esperto di investimenti nell’orologeria e acquisito alcuni spunti sull’argomento. Ecco i migliori consigli…

 

Autore

  • Economia-italia.com

    Amministratore e CEO del portale www.economia-italia.com Massy Biagio è anche analista finanziario, trader, si avvicina al mondo della finanza dopo aver frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Collaboratore di varie testate online dal 2007, in cui scrive di economia, mercati, politica ed economia internazionale, lavoro, fare impresa, marketing, dal 2014 è CEO di www.economia-italia.com.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *