Dove Investire: Azioni di Intelligenza Artificiale da Comprare secondo i Guru di Wall Street

Siamo andati a vedere cosa ne pensano i grandi guru investitori riguardo le azioni di intelligenza artificiale nrl erb smrtivcsno r rcco cosr ne è uscito fuori

Charlie Munger dice che l’intelligenza artificiale è sovrastimata. Ma il portafoglio da 345 miliardi di dollari di Berkshire Hathaway è ricco di (almeno) 8 titoli AI!

In una recente conferenza, il vicepresidente di Berkshire Hathaway, Charlie Munger, ha affermato che l’intelligenza artificiale (AI) sta ricevendo più pubblicità di quanto meriti.
Il portafoglio di azioni quotate in borsa da 345 miliardi di dollari del Berkshire è pieno di posizioni in società di intelligenza artificiale.
Otto di queste partecipazioni si distinguono davvero per il loro impegno nei confronti dell’intelligenza artificiale.

Dove Investire: Azioni di Intelligenza Artificiale da Comprare secondo i Guru di Wall Street

Warren Buffett e Charlie Munger hanno una notevole esposizione all’intelligenza artificiale attraverso Berkshire Hathaway.

L’intelligenza artificiale (AI) è una tecnologia rivoluzionaria che potrebbe avere un impatto maggiore sull’economia rispetto a Internet o agli smartphone. La capacità dell’intelligenza artificiale generativa di generare testo, immagini, video e persino codice informatico potrebbe favorire un boom di produttività diverso da qualsiasi cosa le aziende abbiano mai visto.

Gli investitori sono entusiasti. Quest’anno hanno fatto impennare i titoli dell’intelligenza artificiale come Nvidia , ma un titano degli investimenti sta dicendo che forse è ora di frenare.

Charlie Munger è il vicepresidente della società di investimento Berkshire Hathaway ( BRK.A -0,35% ) ( BRK.B -0,17% ) e lavora al fianco del leggendario Warren Buffett dagli anni ’70. In una recente conferenza, Munger avrebbe affermato che l’intelligenza artificiale sta ricevendo “un’enorme quantità di pubblicità… probabilmente più di quanto meriti”. Ha osservato che l’intelligenza artificiale esiste da molto tempo e ha espresso scetticismo sulla capacità della tecnologia di raggiungere risultati monumentali come, ad esempio, la cura del cancro a breve termine.

Anche con questo scetticismo, il portafoglio da 345 miliardi di dollari di azioni e titoli quotati in borsa del Berkshire attualmente possiede una partecipazione in diverse società che utilizzano l’intelligenza artificiale per potenziare le proprie attività, anche se Munger e Buffett non le hanno necessariamente acquistate per questo motivo e forse non erano le persone giuste. che ha deciso di effettuare l’acquisto. Di seguito, condividerò otto titoli di intelligenza artificiale della società di investimento.

FONTE IMMAGINE: GETTY IMAGES.

1. Apple: 47,2% del portafoglio di Berkshire

Apple ( AAPL -1,03% ) potrebbe produrre alcuni dei dispositivi consumer più popolari, dall’iPhone al computer Mac, ma è anche una forza nell’intelligenza artificiale, anche se l’azienda non si promuove apertamente come tale.

Apple progetta i propri chip, fondamentali per l’intelligenza artificiale . Il chip CPU A17 Pro all’interno del nuovo iPhone 15 è in grado di elaborare rapidamente carichi di lavoro AI come il testo predittivo e l’assistente vocale Siri. Sorprendentemente, tutto avviene sul dispositivo anziché nel cloud, il che testimonia quanto siano diventati potenti i chip dell’azienda.

Ma non è tutto. Molte delle applicazioni mobili native di Apple si basano sull’intelligenza artificiale, tra cui la fotocamera e Apple Music, che utilizza la tecnologia per curare playlist personalizzate.

Quasi la metà del portafoglio di 345 miliardi di dollari di Berkshire è investito in Apple, quindi è probabile che la società di investimento diventi un grande beneficiario dell’intelligenza artificiale nel lungo termine.

2. Bank of America: 8,1% del portafoglio del Berkshire

Gli investitori potrebbero non associare il settore bancario all’intelligenza artificiale, ma la tecnologia sta avendo un impatto notevole sulle istituzioni disposte ad adottarla. Nel 2018, Bank of America ( BAC -0,52% ) ha lanciato un chatbot AI chiamato Erica, progettato per gestire le domande dei clienti e ridurre la pressione sulle filiali fisiche e sui call center della banca.

Da allora Erica ha registrato 1,5 miliardi di interazioni con i clienti e, man mano che il sistema continua a diventare sempre più sofisticato, Bank of America probabilmente risparmierà una quantità crescente di denaro sul personale di supporto. A settembre, la banca ha deciso di espandere il successo di Erica integrando la stessa tecnologia nella sua piattaforma bancaria digitale CashPro per i clienti aziendali. Ridurrà l’attrito su CashPro consentendo ai clienti di accedere rapidamente ai record delle transazioni e trovare informazioni sui loro conti.

Il settore bancario, normalmente in evoluzione lenta, potrebbe essere un sostanziale beneficiario dell’intelligenza artificiale nel lungo termine e, ancora una volta, Berkshire è pronta a raccogliere i frutti poiché le azioni della Bank of America sono la seconda partecipazione più grande dell’azienda.

3. American Express: 6,6% del portafoglio di Berkshire

Le società di carte di credito combattono le frodi fin dalla (quasi) notte dei tempi. Essendo uno dei maggiori attori del settore, American Express ( AXP -0,12% ) comprende l’importanza della tecnologia in questa battaglia in corso.

Nel 2020, dopo un decennio di sviluppo, ha lanciato un sistema avanzato di apprendimento automatico per eliminare le frodi. L’azienda disse che all’epoca era il modello più grande al mondo nel suo genere. Più recentemente, la divisione AmEx Digital Labs di American Express ha sperimentato strumenti di intelligenza artificiale generativa per migliorare l’esperienza del cliente. Dispone di un assistente virtuale chiamato AskAmex, gestito da Mezi, una società di intelligenza artificiale generativa focalizzata sul settore dei viaggi, acquisita da American Express nel 2018.

American Express tende ad attrarre consumatori più benestanti ed è possibile che in futuro l’intelligenza artificiale svolgerà un ruolo maggiore nei servizi di portineria per aiutare il colosso delle carte di credito a soddisfare le esigenze dei clienti più rapidamente. Ma la tecnologia resterà sempre in secondo piano man mano che le frodi diventano più sofisticate. Con il 6,6% del valore del portafoglio di Berkshire in American Express, ciò si traduce in un’enorme quota di proprietà del 20% nella società.

4. Coca-Cola: 6,2% del portafoglio di Berkshire

Questa potrebbe sorprendere, ma c’è molto interesse per l’intelligenza artificiale nella più grande azienda di bevande al mondo. A giugno, Coca-Cola ( KO 0,15% ) ha nominato un responsabile globale dell’intelligenza artificiale generativa, il che è un chiaro segno che l’azienda intende far sì che la tecnologia svolga un ruolo chiave nel suo futuro.

Coca-Cola ha appena lanciato una nuova soda promozionale chiamata Coca-Cola Y3000 Zero Sugar, formulata con l’aiuto dell’intelligenza artificiale. L’azienda ha raccolto dati su come i clienti immaginavano il futuro – inclusi colori, sapori ed emozioni – e ha poi inserito le informazioni in un modello di intelligenza artificiale. L’obiettivo era replicare il sapore che avrebbe potuto avere la Coca-Cola nell’anno 3000, ma poiché nessuno di noi sarà presente in quel periodo, lasceremo alle generazioni future il compito di digerire i risultati.

Coca-Cola ha utilizzato recentemente l’intelligenza artificiale anche per progettare una campagna di marketing chiamata Masterpiece, caratterizzata da un video creato con un mix di contenuti reali e generati dall’intelligenza artificiale. Tali iniziative probabilmente amplieranno la loro portata in futuro e Berkshire potrebbe essere felice di possedere azioni della società per un valore di 21,6 miliardi di dollari.

5. BYD Co.: 0,9% del portafoglio di Berkshire

BYD Co. ( BYDDY  ) ha sede in Cina ed è uno dei maggiori produttori di veicoli elettrici al mondo . Produce di tutto, dagli autobus elettrici ai carrelli elevatori ai veicoli passeggeri.

L’azienda utilizza la piattaforma DRIVE di Nvidia per potenziare le capacità di guida autonoma nelle sue auto, che include tutto l’hardware e il software necessari. Sebbene BYD non sia impegnata nello sviluppo interno di tecnologie concorrenti, si concentra sull’integrazione dell’intelligenza artificiale e dell’automazione nei suoi processi di produzione, il che potrebbe generare un valore sostanziale.

L’azienda sta anche sperimentando la guida autonoma per i suoi carrelli elevatori, che probabilmente comporta meno rischi e responsabilità rispetto alla circolazione delle autovetture sulle strade pubbliche. Per ora, sembra che BYD implementerà l’intelligenza artificiale ai margini della propria attività piuttosto che renderla un focus centrale. Tuttavia, Berkshire trarrà vantaggio dal successo di questa strategia grazie alla sua posizione nel titolo BYD, che rappresenta lo 0,9% del portafoglio dell’azienda.

6. Amazon: 0,4% del portafoglio di Berkshire

Amazon ( AMZN -1,92% ) è uno degli investimenti più diretti nell’intelligenza artificiale del Berkshire, anche se l’azienda ha acquistato le azioni per la prima volta nel 2019, prima che la tecnologia prendesse piede. Amazon ospita la piattaforma di cloud computing più grande del mondo, Amazon Web Services (AWS), e sta correndo per costruire il proprio portafoglio di prodotti e servizi di intelligenza artificiale.

AWS ha progettato i propri chip e sta anche sviluppando modelli linguistici di grandi dimensioni che i suoi clienti aziendali possono utilizzare e su cui basarsi. Amazon è inoltre fresca di investimento di 4 miliardi di dollari nella start-up leader nel settore dell’intelligenza artificiale generativa Anthropic, che contribuirà ad accelerare i suoi progressi nello stack dell’intelligenza artificiale .

Poiché l’intelligenza artificiale viene sviluppata, addestrata e distribuita nel cloud, Amazon potrebbe essere uno degli investimenti più importanti del Berkshire in questo settore, anche se al momento rappresenta solo lo 0,4% del portafoglio dell’azienda.

7. Snowflake: 0,3% del portafoglio del Berkshire

Snowflake ( SNOW -1.75% ) potrebbe essere considerato un altro investimento diretto nell’IA. È un leader innovativo nel settore del cloud computing e aiuta migliaia di aziende ad aggregare i propri dati utilizzando la sua piattaforma Data Cloud per la massima visibilità e analisi potenti. Ora sta investendo molto per offrire più strumenti di intelligenza artificiale ai propri clienti.

Snowflake ha acquisito diverse piccole start-up di intelligenza artificiale per accelerare le sue iniziative. Uno di questi è Neeva, che ha sviluppato uno strumento di ricerca progettato per aiutare gli utenti di tutti i giorni a trovare informazioni critiche utilizzando il linguaggio naturale invece del linguaggio di programmazione. Ciò significa che un numero maggiore di dipendenti può trarre informazioni utili dai dati di un’organizzazione, rispetto al solo personale tecnico.

Snowflake ha anche lanciato un nuovo strumento chiamato Document AI per aiutare le aziende a estrarre informazioni importanti da set di dati non strutturati, ad esempio in contratti e fatture. Professionisti come avvocati e commercialisti potrebbero sperimentare un’esplosione di produttività grazie a questa tecnologia.

Snowflake è una piccola parte delportafoglio di Berkshire, che rappresenta solo lo 0,3% del suo valore, e la società sta ancora perdendo denaro, rendendola una delle azioni più rischiose che la società detiene.

8. General Motors: 0,2% del portafoglio di Berkshire

L’industria automobilistica potrebbe essere un altro grande beneficiario dell’intelligenza artificiale, e produttori legacy come General Motors ( GM -2,18% ) stanno facendo a gara per tenere il passo con i progressi tecnologici di nuovi concorrenti come Tesla .

GM possiede Cruise, una start-up che sviluppa veicoli autonomi che già opera in almeno tre grandi città degli Stati Uniti. La tecnologia di guida autonoma, basata sull’intelligenza artificiale, ha il potenziale per cambiare il futuro della mobilità umana .

GM sta inoltre collaborando con Alphabet, società madre di Google, per implementare l’intelligenza artificiale nella sua attività. L’intelligenza artificiale conversazionale di Google alimenta già l’assistente vocale di bordo dei veicoli GM.

Berkshire ha venduto più della metà della sua partecipazione in GM nel 2023, il che non ispira molta fiducia. La sua posizione rimanente rappresenta solo lo 0,2% del portafoglio dell’azienda.

Risorse utili:

Articoli Correlati

Migliori azioni da comprare  secondo i Futures

Migliori azioni da comprare 2023 : Dove investire secondo i Futures

Questi titoli si stanno muovendo di più oggi: Twilio, Roku, Cisco, Apple, Shopify e altri Un briefing mattutino su ciò che è necessario sapere nella giornata di oggi Il consiglio di amministrazione di Twilio ha autorizzato la società a riacquistare 1 miliardo di euro di azioni. I futures sulle azioni sono stati leggermente inferiori giovedì…

Azioni  Farmaceutiche Oltre Moderna

Azioni da Comprare nel 2021: Le Farmaceutiche oltre Moderna

Dall’inizio della corsa al vaccino contro il coronavirus, abbiamo sentito molto parlare di Moderna ( NASDAQ: MRNA ) . Questo perché a marzo, la società di biotecnologie è stata la prima a lanciare un vaccino candidato in sperimentazioni sull’uomo. Ora, la società è in attesa della decisione della Food and Drug Administration (FDA) statunitense sulla sua richiesta di autorizzazione all’uso di emergenza…

Migliori Azin caso di stimoli della FED

Migliori Azioni da Comprare oggi in caso di stimoli della FED

Il Nasdaq ad alto contenuto tecnologico è sceso dell’1% poiché i titoli tecnologici erano sotto pressione. Il Dow, invece, è in rialzo dello 0,9%, sostenuto da un aumento dei prezzi della Boeing BA + 5,5%, Nike NKE + 3,5%e Caterpillar CAT + 5,3%. Gli ordini esecutivi di Trump cercano di fornire ulteriori sgravi contro la…

3 Azioni da Comprare a Basso Prezzo per la crisi del Coronavirus

3 Azioni da Comprare a Basso Prezzo per la crisi del Coronavirus

Con i mercati in calo, questo potrebbe essere un buon momento per fare shopping in borsa. La recente volatilità nei mercati a seguito dell’epidemia COVID-19 dimostra che dovresti sempre essere preparato a tutto. Le azioni possono abbassarsi di valore per una serie di ragioni, ma la storia del mercato dimostra che vale la pena mantenere…

3 azioni da comprare e tenere per sempre

Cerchi investimenti di prim’ordine che puoi fare e poi dimenticare nel Tuo portafogli titoli? Questi titoli che pagano dividendi corrispondono a quello che cerchi. L’idea di tenere degli investimenti in azioni per decenni, può intimidire. Prevedere il futuro è un lavoro notoriamente difficile ed è quasi certo che alcune delle tue previsioni saranno errate. D’altra…

La Redazione di Economia Italia è formata da professionisti dell'economia e della finanza con la passione della divulgazione. Dal 2014 pubblichiamo guide sugli investimenti, prestiti, mondo della finanza e dell'economia, con un occhio di riguardo alle tematiche di energia rinnovabile, del lavoro e dell'economia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.