La Svizzera sta Importando Meno Oro dalla Russia

Le Importazioni Svizzere Di Oro Dalla Russia Hanno Assistito A Un Notevole Calo

I dati più recenti della dogana svizzera indicano che la Svizzera ha importato 284 chilogrammi d’oro dalla Russia nel mese di giugno di quest’anno. Questo è significativamente in calo rispetto a circa 3 tonnellate di oro importate durante il mese precedente. Le importazioni d’oro russe di giugno da parte del paese valevano circa 16 milioni di dollari.

Le importazioni di oro in corso, sebbene a un volume inferiore, hanno sollevato dubbi sul fatto che le aziende svizzere contribuiscano a finanziare l’invasione russa dell’Ucraina. Nel frattempo, le principali raffinerie svizzere hanno confutato le accuse.

La Svizzera sta Importando Meno Oro dalla Russia
La Svizzera sta Importando Meno Oro dalla Russia

Secondo fonti del governo svizzero, l’oro importato a maggio veniva spedito dalla Gran Bretagna, sebbene provenisse dalla Russia. L’indagine da parte dei funzionari doganali per verificare se le importazioni abbiano violato eventuali sanzioni è ancora in corso. Le autorità non hanno ancora rivelato altri dettagli come per quanto tempo l’oro importato sia rimasto nei caveau della Gran Bretagna prima di essere spedito in Svizzera o quali società lo possedessero effettivamente. Va notato che la Gran Bretagna era uno dei paesi che avevano vietato l’importazione di oro russo il mese scorso, gli altri erano Stati Uniti, Canada e Giappone.

La raffineria svizzera Argor Heraeus ha affermato che la raffineria aveva interrotto tutti i rapporti commerciali con le controparti russe dopo l’invasione. Anche Valcambi, un altro importante raffinatore svizzero, ha osservato che i lingotti importati dalla Russia erano stati prodotti prima della guerra e che le importazioni erano legittime.

Quali tasse ci sono da pagare sull’oro

Autore

  • Economia-italia.com

    Amministratore e CEO del portale www.economia-italia.com Massy Biagio è anche analista finanziario, trader, si avvicina al mondo della finanza dopo aver frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Collaboratore di varie testate online dal 2007, in cui scrive di economia, mercati, politica ed economia internazionale, lavoro, fare impresa, marketing, dal 2014 è CEO di www.economia-italia.com.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *