Domanda Record di Oro ed argento dai nuovi investitori con la crisi Covid-19

La crisi Covid-19 ha portato molti investitori a comprare beni rifugio come oro ed argento, pubblichiamo una considerazione di Bullionvault

  • +24% il valore dei capitali dei clienti di BullionVault nel 2020: raggiunti i 3 miliardi di dollari con l’aumento dei prezzi e della domanda. 
  • +414% i nuovi utenti da marzo a maggio, più di quelli della crisi del 2011. 

Londra, 2 giugno 2020 – La crisi del Coronavirus ha stimolato la domanda degli investitori sia per l’oro come bene rifugio, sia per l’argento, bene industriale, secondo i nuovi dati del sito di trading di metalli preziosi BullionVault. 

Un rinnovato interesse per il platino, insieme con l’aumento dei prezzi dei tre metalli offerti, hanno permesso il raggiungimento di 3 miliardi di dollari in capitali aggregati in metallo dei clienti di BullionVault (in euro 2,7 miliardi) alla fine di maggio: +23,7% nel 2020 e il 51,1% in più di un anno fa. 

Determinante è stato l’aumento nei nuovi investitori, +413,5% tra marzo e maggio 2020 rispetto alla media trimestrale dell’anno scorso, aumento che ha battuto del 4,7% quello record di agosto-ottobre 2011 durante il picco della crisi finanziaria globale. 

Commentando i dati di oggi, Adrian Ash del dipartimento di ricerca di BullionVault ha scritto: 

“Niente è così terribile da fermare le speculazioni del mercato azionario su una ripresa; eppure, il numero di investitori in cerca di stabilità e diversificazione attraverso i metalli preziosi non è mai stato così alto”. 

“L’uso dell’oro come metodo assoluto di conservazione della ricchezza è ancora più evidente durante il susseguirsi delle crisi del 2020. Lo stimolo senza precedenti delle banche centrali e dei governi ha anche messo in risalto l’uso industriale dell’argento ed il suo potenziale come protezione contro l’inflazione”. 

Da quando il Coronavirus ha raggiunto l’Europa ed il Nord America all’inizio di marzo, i clienti di BullionVault hanno acquistato 3,8 tonnellate di oro al netto delle vendite: questo è stato il maggior influsso trimestrale nei 15 anni di attività dell’azienda. 

I capitali in oro sono così aumentati del 9,7%, per un peso record di 42,9 tonnellate ed un valore di 2,1 miliardi di euro. 

Custodito ed assicurato in tutta sicurezza nei caveau di Londra, New York, Singapore, Toronto e Zurigo, l’oro affidato a BullioVault si classificherebbe nella posizione n.47 in una classifica dei capitali in oro delle 127 banche centrali di cui si hanno i dati, ed alla quattordicesima posizione in una classifica dei 75 fondi ETF con sottostante in oro riportati dal World Gold Council. 

Oro Bene Rifugio da Sempre. Proprietà e Caratteristiche che lo rendono unico
Oro Bene Rifugio da Sempre. Proprietà e Caratteristiche che lo rendono unico

Anche la domanda di argento, che a livello mondiale dipende per il 60% dall’industria contro meno del 10% della domanda industriale dell’oro, su BullionVault ha segnato un record trimestrale tra marzo e maggio 2020. Il trading di argento su BullionVault è esente da IVA, il che fa risparmiare agli investitori più del 20% rispetto ai formati retail. 

L’aumento del 22,8% nel trimestre ha contribuito alla quantità record di argento di 1.023 tonnellate, per un valore totale di 520 milioni di euro. 

L’oro a maggio è aumentato al picco di otto anni in dollari, mentre in tutte le altre valute ha raggiunto i massimi storici tranne che in yen giapponesi. 

Il numero dei clienti con più oro alla fine del mese è diminuito del 16,4% rispetto ad aprile, ma il numero di venditori netti è diminuito del 23,6%. 

Il Gold Investor Index, misura unica del comportamento degli investitori in metalli preziosi, è diminuito a 60,7 contro il 62,3 di aprile ed il 65,9 di marzo, mese record in otto anni e mezzo. 

Il Gold Investor Index sarebbe 50 se il numero di acquirenti netti e quello di venditori netti coincidesse. Dall’inizio del calcolo nel 2009, la media è stata del 54,9, ed il suo valore ha superato 60 per tre mesi consecutivi solo una volta durante il 2011. 

Maggio 2020 è stato il terzo mese consecutivo nel quale il sito e l’applicazione di BullionVault hanno rilevato più di tre acquirenti per ogni venditore. Un quinto dei clienti che hanno venduto a maggio aveva acquistato nel 2020, decidendo poi di avvalersi di un guadagno nel breve periodo. Il 51,1% dei venditori di maggio è composto da clienti degli ultimi 5 anni. 

Anche il Silver Investor Index, dopo essere aumentato al record storico di marzo, è diminuito per il secondo mese consecutivo dal 67,0 di aprile al 59,2 di maggio. 

Gli acquirenti netti di argento sono diminuiti del 21,7% da aprile, mentre i venditori netti sono aumentati del 41,3%, incoraggiati dall’aumento del prezzo del 14,7% a maggio in dollari (aumento mensile maggiore degli ultimi 4 anni). 

La domanda di platino, che ha perso un terzo del suo prezzo il mese scorso prima di un rialzo, ma che rimane al prezzo più basso dal 2003, è aumentata ed ha contribuito a far crescere il totale delle proprietà dei clienti del 47,4% a 1,4 tonnellate, per un valore di 30 milioni di euro. 

Adrian Ash ha commentato: 

“BullionVault ha reso le compravendite di metalli preziosi molto convenienti, sicure e facili per 15 anni. Questa orribile pandemia e l’isolamento sociale che ha causato hanno evidenziato i vantaggi del trading in metalli allocati, acquistabili e rivendibili istantaneamente senza dover uscire di casa”. 

“I venditori di monete e lingotti non hanno potuto aprire i negozi o acquistare da privati, mentre il nostro Pannello Ordini sul sito e sull’applicazione per smartphone hanno invece permesso ad un numero sempre maggiore di investitori privati di accedere alla liquidità, sicurezza e convenienza del mercato professionale, nonostante il lock-down”. 

“I caveau ed i servizi logistici a cui ci affidiamo hanno affrontato delle difficoltà, ma non hanno smesso di operare durante le chiusure dei mercati in Asia, Europa e Nord America”. 

Dove nascondere l’oro in casa

Come costruire una cassaforte in casa

Come trovare l’oro nei fiumi 

Orologi di lusso

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *