5 miti sugli immobili virtuali nel Metaverso

In molte parti del mondo, c’è una forte credenza nei regni magici abitati da esseri simili, ma non esattamente come noi. In questi mondi, ogni tipo di danno è possibile e ogni tipo di sogno può diventare realtà. Per l’investitore esperto di tecnologia, il folklore antico potrebbe anche descrivere una visione moderna di un’altra raccolta di mondi: il metaverso.

Questo universo alternativo in cui le persone possono fare quasi tutto attira tutti i tipi di investitori, dai semplici curiosi ai più appassionati, ma tutto questo interesse sta generando anche molti miti sul metaverso immobiliare . Sfatiamo alcuni miti oggi!

metaverso, investire in metaverso cos'è il metaverso
Un partecipante al VR World NYC a novembre. Il metaverso è la convergenza di due idee che esistono da molti anni: la realtà virtuale e una seconda vita digitale

Mito 1: hai bisogno di un casco di realtà virtuale per accedere al metaverso

Gran parte delle immagini relative al metaverso sono incentrate su persone che indossano caschi per realtà virtuale (VR) e altri equipaggiamenti specializzati per accedere al metaverso. Sebbene il metaverso contenga piattaforme che soddisfano questo tipo di tecnologia, è possibile accedere alle piattaforme più popolari, Decentraland e The Sandbox utilizzando gli strumenti che già possiedi: un computer desktop o uno smartphone. Anche le piattaforme meno conosciute come CryptoVoxels hanno una modalità VR bonus, ma non è certo un requisito per l’accesso.

Mito 2: Il metaverso è solo un mondo di gioco e non ha usi nel mondo reale

Sebbene sia facile guardare le piattaforme metaverse e vedere nient’altro che un videogioco, la verità è che le persone le stanno già usando per lavoro e come un modo per aumentare le proprie entrate. Aziende come PricewaterhouseCoopers e Prager Metis hanno aperto filiali nel metaverso in modo da poter essere dove si trovano i loro clienti aziendali, e ci sono marchi che irrompono ogni giorno nel metaverso per raggiungere clienti che prima non potevano. Per non parlare di aziende come eXp Realty , che da un decennio offre ai lavoratori modi per interagire in piattaforme metaverse specifiche per il business come Virbela.

Mito 3: le piattaforme Metaverse sono una moda passeggera e non dureranno a lungo

Virbela è in circolazione dal 2012, un’impresa impressionante, ma ci sono altre piattaforme che sono durate ancora più a lungo. Second Life è probabilmente il miglior esempio di una delle prime piattaforme del metaverso che è ancora in funzione e ha utenti attivi che acquistano, affittano e vendono immobili nel metaverse. È stata fondata nel 2003 e ha ancora 200.000 utenti attivi che visitano ogni giorno, con una media di circa 43.000 che hanno effettuato l’accesso in un dato momento. Non sono piccole patate per una comunità che esisteva prima ancora che i social media fossero una cosa.

Mito 4: investire nel metaverso è un modo infallibile per perdere denaro

Nonostante il forte calo del mercato azionario in atto in questo momento, l’interesse per il metaverso immobiliare è forte. Le migliori vendite in Decentraland per i sette giorni terminati il ​​29 gennaio 2022 includevano un lotto che ha appena conquistato il suo ex proprietario  425.100 dollari (lo hanno acquistato il 23/08/2019 per $ 7.720,93); i lotti ordinari continuano a portare almeno  10.000 dollari ogni singolo giorno. Territorio di correzione per azioni o meno, gli immobili virtuali non sembrano essere danneggiati, e questo è il tipo di atmosfera finanziaria che metterà alla prova gli immobili del metaverso.

Mito 5: il settore immobiliare del Metaverso è solo uno schema piramidale

Suppongo che questo potrebbe essere vero, a seconda di come guardi al settore immobiliare in generale. Gli immobili di ogni tipo generalmente aumentano di valore fino a quando le persone non rinunciano alla fiducia nel luogo in cui si trova l’immobile. Questo è sempre stato il caso, ed è la causa delle città fantasma del mondo reale: un tempo rifugi popolari per residenti e visitatori che sono caduti in disgrazia e sono stati inghiottiti dall’ambiente nel tempo, perdendo praticamente ogni valore.

Gli immobili del Metaverso hanno molte delle stesse caratteristiche degli immobili del mondo reale, tra cui unicità, scarsità e immobilità. Ci sono un numero limitato di proprietà, ognuna è completamente unica e non andranno da nessun’altra parte. Saranno sempre dove li hai lasciati (tranne quando la piattaforma cede alla natura selvaggia del digitale).

Approfondimenti

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *