Tatuaggi Piccoli: Costo, Idee di disegno e tutto quello che dovresti sapere

Segni che restano indelebili sulla propria pelle, quando si parla di tatuaggi si pensa spesso a quelli grandi, ben visibili, particolari e colorati. Tuttavia, da alcuni anni vi è la tendenza dei tatuaggi piccoli, che possono essere fatti in ogni parte del corpo anche nelle più nascoste, ma che non mancano di eleganza e fascino.

La scelta di un tatuaggio di piccole dimensioni è l’ideale per chi si tatua per la prima volta, dando un senso di soddisfazione personale. Nonostante le dimensioni ridotte non si deve mai tralasciare la cura del dettaglio, poiché molti possono essere davvero unici nel loro genere. Dove si può fare e quanto costa un tatuaggio piccolo?

Una doverosa premessa: Cosa c’entrano i tatuaggi in un sito di economia? Diciamo che sono un Nostro hobby, abbiamo iniziato a parlarne del prezzo, abbiamo parlato di anelli, piercing , abbiamo parlato di quelli sulla spalla, e come diventare tatuatori.

Perchè si scelgono i tatuaggi piccoli?

Secondo un’indagine dell’Istituto Superiore di Sanità di ottobre 2019, circa il 12,8% della popolazione italiana ha almeno un tatuaggio. Che sia esso per motivi estetici o medici, ad averlo è il 13,8% delle donne e l’11,7% degli uomini. Stando ai dati, il primo tatuaggio viene eseguito all’età media di 25 anni, sebbene la fascia d’età 35-44 anni rappresenti il 23,9% del totale e circa il 7,7% dei minorenni 12-17 anni sia già tatuato. Il 92% del totale è soddisfatto del proprio tatuaggio.

Nella statistica non viene però specificata la differenza di dimensioni: dai primi anni 2010 quella dei tatuaggi piccoli è un’abitudine molto gettonata in Italia, poiché rappresenta un modo per avere soddisfazioni personali riducendo i costi e l’inchiostro sulla propria pelle.

Spesso con grande significato, il tatuaggio piccolo viene solitamente scelto da chi si tatua per la prima volta, per due motivi principali:

  • Paura dell’ago sulla pelle
  • Desiderio di discrezione

Nonostante l’area ridotta, può essere una vera e propria opera d’arte anche colorata, ironica, ed esteticamente gradevole, realizzata con aghi più sottili del normale. I suoi principali vantaggi sono:

  • Prezzo minore di tatuaggi più grandi
  • Ossidazione del colore meno visibile
  • Facilmente nascondibile
  • Rimovibile con risultati migliori

E’ inoltre posizionabile su qualsiasi parte del corpo anche la più nascosta, senza mai tralasciare la sicurezza: indipendentemente dalle dimensioni, si consiglia sempre di rivolgersi a tatuatori professionisti e riconosciuti, osservando le foto dei loro lavori.

Tatuaggi Piccoli: Costo, Idee di disegno e tutto quello che dovresti sapere
Immagine sopra: un tatuaggio piccolo alla caviglia

Dove fare tatuaggi di piccole dimensioni e con quali idee?

Seppur ambosessi e a prescindere dalla sua categoria, il tatuaggio piccolo può essere principalmente adatto alle donne, rendendo meglio un senso di intimità e delicatezza: è poco visibile nella maggior parte delle occasioni, ma potrà essere sfoggiato con effetto sorpresa. Le motivazioni possono essere estetiche, ma anche altamente simboliche.

Da prendere sempre con attenzione, i tatuaggi piccoli sono capolavori di dettaglio e precisione di dimensioni inferiori ai 7 centimetri e si possono fare su:

  • Dita
  • Spalle
  • Schiena
  • Orecchie
  • Collo
  • Braccia
  • Mani
  • Polsi
  • Piedi
  • Caviglie

Per evidenziare desideri, aspetti ed esperienze della propria vita o semplicemente attirare l’attenzione in determinati momenti, idee per tatuaggi di dimensioni ridotte possono essere:

  • Scritte, in qualsiasi font e forma purchè coerenti col messaggio che si vuole trasmettere, possono essere frasi estese o singole parole, massime filosofiche, citazioni di film o libri, o qualcosa di personale come il proprio nome, quello di una persona cara, un ricordo o altri elementi significativi; punti migliori per tatuare scritte possono essere schiena, spalle, avambraccio o caviglia
  • Disegni, immagini non troppo elaborate per via della loro dimensione, possono essere simboli stilizzati o con piccoli dettagli come animali, cuoricini, stelle, soli, lune, fiori, il simbolo dell’infinito o in alternativa barche, aerei, bussole o ancore per mostrare la propria passione per il viaggio; punti migliori per tatuare disegni possono essere collo, schiena, polso, caviglia, dita, dorso della mano, collo del piede
  • Tribali, originari delle tribù dell’antichità possono essere anche di dimensioni ridotte, sono disegni solitamente astratti ma possono raffigurare anche animali o piante come leoni, colibrì o fiori di loto, facendo riferimento a doti, emozioni e vita in generale; principalmente in nero, sono adatti a tutte le parti del corpo, specialmente spalle, braccia, gambe, polsi e caviglie

Infine, oltre alla cura maniacale della forma, anche il colore ha un ruolo cruciale nella creazione del tatuaggio: un disegno colorato trasmette raffinatezza, eleganza e spensieratezza, il bianco e nero ha invece un effetto molto più discreto e sobrio. Non esiste una risposta univoca nel determinare la soluzione migliore, la scelta sarà bensì a discrezione del cliente.

costo tatuaggio piccolo
Sopra: un tatuaggio piccolo di un Angelo stilizzato. Questo tipo di tatuaggi richiedono pochi minuti di lavoro e sono i meno costosi in assoluto.

Quanto costa un tatuaggio piccolo?

Come avviene con quelli più grandi, il prezzo di un tatuaggio piccolo può variare notevolmente in funzione di:

  • Complessità e dettagli
  • Dimensioni e parte del corpo su cui apparirà
  • Colori e sfumature

Contrariamente a quanto si pensi, il tempo impiegato non rientra tra questi fattori, è invece sinonimo di cura e attenzione.

Per i più piccoli, il prezzo può partire dai 40,00 euro per raggiungere i 300,00 euro in caso di lavori particolarmente dettagliati. Tuttavia, il fatto che i tatuaggi di piccole dimensioni costino sempre meno rispetto a quelli più grandi è un falso mito: se altamente complesso, anche un tatuaggio piccolo può avere costi superiori ai 400,00 euro.

Infine, c’è da ricordare che il prezzo generale dei tatuaggi è gradualmente diminuito nel corso degli anni, grazie all’ingresso sul mercato di nuovi tatuatori e la loro elevata concorrenza: secondo Unioncamere, a dicembre 2017 in Italia vi sono 3.987 negozi di tatuaggi e piercing regolarmente registrati, segnando un +200% rispetto a dicembre 2012.

Perchè i tatuaggi piccoli fanno tendenza?

Nello scenario italiano in cui circa 7 milioni di persone hanno almeno un tatuaggio, si può comprendere come una grande fetta sia rappresentata da quelli più piccoli. Semplici, discreti e da nascondere facilmente, sono piccole vittorie, soddisfazioni e desideri personali, ma anche voglia di trasmettere qualcosa direttamente mostrandosi, specialmente per i più giovani.

A conti fatti, i tatuaggi piccoli presentano numerosi punti di forza, come ad esempio il minor dolore, un miglior rendimento nel corso del tempo, la versatilità su qualsiasi parte del corpo, minor prezzo e, qualora necessario, un risultato migliore alla rimozione. I loro prezzi possono però eguagliare o addirittura superare quelli dei tatuaggi più grandi davanti a lavori estremamente dettagliati.

Se le possibilità sono illimitate, occorre sempre consultare attentamente i lavori svolti dal tatuatore di fiducia, ricordando che il tatuaggio resterà indelebile sulla propria pelle, per questa ragione è fondamentale decidere con cura, assoluta responsabilità e senza fretta.

Ma perchè siano così di moda è presto detto:

  1. I tatuaggi piccoli costano poco
  2. I tatuaggi piccoli si possono facilmente rimuovere
  3. I tatuaggi piccoli sono meno impegnativi, cioè non si notano molto.
  4. Di tatuaggi piccoli se ne possono fare tanti

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *