Reddito di Cittadinanza, Quota 100: Critica da Sinistra, Suicidio Politico

Chi da sinistra critica a priori il Reddito di Cittadinanza e Quota 100, commette un suicidio politico.
Si tratta di provvedimenti tesi ad aiutare persone più povere e dipendenti ad andare in pensione ad un’età accettabile, cioè quelle che la sinistra dovrebbe tutelare.
E’ vero che pensioni anticipate e RDC in un paese come l’Italia potrebbero fare molti danni economici a livello di Bilancio dello Stato, ma criticare questi provvedimenti , a livello mediatico non può che portare ad un suicidio politico, cioè a prendere meno voti alle prossime elezioni.

Reddito di cittadinanza e Quota 100: giusto o ingiusto?

E’ giusto che ci siano dei soldi per chi non riesce a trovare un lavoro, è giusto che un lavoratore dipendente possa andare in pensione a 62 anni invece che a 67.

Chi ne usufruirà sarà contento, è come quando i lavoratori degli anni ’80 ed in parte negli anni ’90 andavano in pensione con 15 anni di contributi versati.

E’ ovvio che fossero contenti, i sindacati ieri – come Lea e M5S oggi spingevano perchè tutti andassero in pensione con 20 anni di contributi versati.

Il problema è che – dopo 30 anni – si è capito che fu un enorme errore che ancora ci portiamo dietro e che sta pagando tutta la società.

E’ la totale ignoranza su come funziona un bilancio dello Stato che porta a questi enormi errori di valutazione.

E’ la totale ignoranza su come funziona l’economia di una nazione, le finanze di uno Stato che continua a farci sbagliare.

Reddito di Cittadinanza, Quota 100: Critica da Sinistra, Suicidio Politico
L’incredibile errore di comunicazione della deputata del PD Boschi su Facebook.

Perchè la sinistra italiana sbaglia il suo modo di porsi su questi problemi

Anche la propaganda e la comunicazione politica ha le sue regole, regole che la sinistra non conosce per ignoranza, basta vedere quello che ha scritto la Boschi IL GIORNO STESSO DELL’EMENDAMENTO.

Dire che si è contrari a dare i soldi ai poveri e mandare i lavoratori in pensione a 62 anni, non farà altro che togliere voti al PD, voti dei più poveri e dei lavoratori, proprio quegli interessi che la sinistra dovrebbe tutelare.

Regole che la sinistra ignora completamente e regole a cui – invece – partiti come il M5S e Lega  sono molto attenti.

Ormai il provvedimento è stato fatto, non c’è bisogno di criticarlo ora, ci sarà un tempo in cui si potrà farlo.

Ad esempio quando le persone a cui è stato promesso non potranno accedervi ( e saranno la stragrande maggioranza) .

C’è un tempo per tacere e un tempo per criticare. Questo è il tempo di tacere su questi provvedimenti. La realtà porterà in evidenza le incongruenze di questi provvedimenti e allora si potrà criticarli con maggior successo.

Leggi anche >> Come diventare Navigator

 

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *