Economia Stati Uniti Vola: + 4,1% PIL 2018, Trump sta facendo bene

Trump sta facendo molto bene a livello economico, l’economia statunitense era dal 2004 che non cresceva così tanto.
Donald Trump potrà risultare antipatico, scontroso, sessista, xenofobo, ma i numeri sull’economia e sulle tasche degli americani, gli danno (finora) ragione. Anche a questa redazione ha sempre guardato Trump in modo molto scettico, ma i numeri (e non le opinioni) gli stanno dando ragione.
Trump ha riformato la politica fiscale , facendo pagare meno tasse a tutti, ma riuscendo ad diminuire notevolmente la disoccupazione, ora c’è da vedere quanto sarà impattante sull’economia americana il discorso dazi.

Economia Stati Uniti + 4,1% Pil nel secondo trimestre 2018

Nel secondo trimestre del 2018 l’economia statunitense ha registrato un rialzo del 4,1% su base annua, ben al di sopra di un aumento del 2,2% rivisto al rialzo nel periodo precedente e in linea con le aspettative del mercato. È il tasso di crescita più forte dal terzo trimestre del 2014, a fronte di un aumento della spesa per consumi e delle esportazioni di soia, mentre la spesa per le imprese è rallentata, come mostra la stima anticipata.

La spesa per consumi personali (PCE) ha contribuito con 2,69 punti percentuali alla crescita (0,36 punti percentuali nel primo trimestre) e aumentata del 4 percento (0,5 percento nel primo trimestre). La spesa di beni durevoli è rimbalzata (9,3% rispetto a -2%) e aumentata più rapidamente per beni non durevoli (4,2% contro 0,1%) e servizi (3,1% contro 1%).
Gli investimenti fissi hanno aggiunto 0,94 punti percentuali alla crescita (1,34 punti percentuali nel primo trimestre) e un aumento del 5,4 percento (8 percento nel primo trimestre). Gli investimenti sono cresciuti meno per le attrezzature (3,9 percento rispetto all’8,5 percento), prodotti di proprietà intellettuale (8,2 percento rispetto al 14,1 percento) e strutture (13,3 percento rispetto al 13,9 percento) e hanno continuato a diminuire per il residenziale (-1,1 percento rispetto a -3,4 per cento).
Economia Stati Uniti Vola + 4,1% Pil nel 2018: la politica di Trump è vincente
Il contributo delle scorte private è stato negativo (-1 percento), rispetto a +0.27 del primo trimestre.
Nel frattempo, le esportazioni sono aumentate del 9,3% (3,6% nel trimestre precedente) e le importazioni sono aumentate a un ritmo molto più lento (0,5% rispetto al 3%). Di conseguenza, l’impatto dal commercio è stato dell’1,06 percento, molto meglio di -0,02 percento nel primo trimestre e il contributo più elevato dagli ultimi tre mesi del 2013.

La spesa e gli investimenti governativi hanno aumentato di 0,37 punti percentuali la crescita, leggermente superiore a 0,27 punti percentuali nel primo trimestre. È aumentato del 2,1 percento, superiore all’1,5 percento nel trimestre precedente.I dati sulla crescita del PIL per gli anni precedenti sono stati rivisti grazie agli aggiornamenti completi dei conti nazionali del reddito e dei prodotti (NIPA), che sono effettuati ogni cinque anni circa. Gli aggiornamenti comprendono dati sorgente di nuova disponibilità e più completi, oltre a metodologie di stima migliorate. La crescita del PIL per il 2017 è stata leggermente rivista al 2,2% dal 2,3%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *