Commissione Europea Reagisce ai Dazi di Trump su Acciaio e Alluminio

La Commissione europea reagisce alle restrizioni statunitensi sull’acciaio e sull’alluminio che interessano l’UE
Gli Stati Uniti hanno annunciato che a partire dal 1 ° giugno 2018 imporranno dazi addizionali del 25% e del 10% rispettivamente sulle importazioni di acciaio e alluminio dall’UE.

Il presidente  Juncker, ha dichiarato che l’Europa è praticamente costretta dalla decisione USA a mettere dazi su alcuni prodotti statunitensi.

La commissaria per il commercio Cecilia Malmström ha dichiarato:poiché queste misure statunitensi vanno chiaramente contro le regole internazionali concordate. Imporremo inoltre misure di riequilibrio e prenderemo tutte le misure necessarie per proteggere il mercato dell’UE dalla deviazione degli scambi causata da queste restrizioni statunitensi “.

Commissione Europea Reagisce ai Dazi di Trump su Acciaio e Alluminio

I Dazi di Trump.

Già avevamo ampiamente parlato dei dazi di Trump. Le misure statunitensi incidono sulle esportazioni dell’UE per un valore di 6,4 miliardi di euro nel 2017. Nel tentativo di evitare la situazione odierna, l’UE si è preparata negli ultimi mesi e ora è pronta a reagire alle restrizioni commerciali statunitensi su acciaio e alluminio in modo rapido, fermo, modo proporzionato e pienamente compatibile con l’OMC.

L’UE avvierà un’azione legale contro gli Stati Uniti in sede di OMC il 1 ° giugno. Lo ha deciso il collegio dei commissari il 29 maggio e gli Stati membri sono stati consultati lo stesso giorno. Le misure statunitensi sono principalmente intese a proteggere l’industria nazionale statunitense dalla concorrenza delle importazioni, chiaramente in contrasto con le regole dell’OMC. Oltre alla risoluzione delle controversie dell’OMC che stiamo lanciando contro le misure statunitensi, abbiamo anche coordinato l’azione in questo campo con altri partner interessati.

Per quanto riguarda le misure tariffarie statunitensi, l’UE utilizzerà la possibilità secondo le regole dell’OMC per riequilibrare la situazione prendendo di mira un elenco di prodotti statunitensi con dazi addizionali. Il livello delle tariffe da applicare rifletterà il danno causato dalle nuove restrizioni commerciali statunitensi sui prodotti dell’UE. L’elenco dei prodotti statunitensi è pronto: è stato consultato con le parti interessate europee e sostenuto dagli Stati membri. L’UE ha notificato il suo potenziale ribilanciamento all’OMC il 18 maggio e, in linea con le regole dell’Organizzazione, potrebbe attivarli 30 giorni dopo. Ora la Commissione, in coordinamento con gli Stati membri, prenderà una decisione formale per procedere al ribilanciamento.

La Commissione è determinata a proteggere i mercati dell’acciaio e dell’alluminio dell’UE dai danni causati dalle importazioni aggiuntive che potrebbero entrare nell’UE a seguito della chiusura del mercato statunitense. Il 26 marzo è stata avviata un’indagine sulla possibile imposizione di misure di salvaguardia sull’acciaio. La Commissione ha nove mesi per decidere se le misure di salvaguardia sarebbero necessarie. Questa decisione potrebbe anche essere presa molto prima nel procedimento, se l’indagine confermasse la necessità di un’azione rapida. La Commissione ha inoltre istituito un sistema di sorveglianza per le importazioni di alluminio da preparare nel caso in cui sia necessario intervenire in quel settore.

Per maggiori informazioni

Risoluzione delle controversie dell’OMC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *