Come Scaricare Whatsapp: Computer, Samsung, Huawei, iPhone, Tablet

E’ uno dei sistemi di messaggistica istantanea più utilizzati al mondo, tanto che sono 2 miliardi gli utenti attivi. Dal 2009, WhatsApp ha cambiato il modo di comunicare attraverso il cellulare. Semplice, immediato e gratuito, è ormai uno strumento imprescindibile nella vita lavorativa e di tutti i giorni, in grado di abbattere i costi di messaggi, chiamate, videochiamate e altro ancora.

Basta qualsiasi smartphone Android o iOS recente, un numero di telefono e una connessione internet per utilizzare WhatsApp, fruendo subito delle sue tante funzioni senza configurazioni troppo complicate. C’è quindi da chiedersi, come scaricare WhatsApp nel proprio dispositivo e quali sono le funzionalità principali?

Cos’è WhatsApp?

Nato dalla WhatsApp inc. nel 2009 in California e ora proprietà di Facebook ( NASDAQ: FB ) , WhatsApp è un sistema di instant messaging online, che nasce dall’obiettivo di offrire servizi telefonici sia per il lavoro che per la vita quotidiana a costo zero. Sin dalle prime versioni, permette infatti di scambiare tra singoli utenti o all’interno di gruppi:

  • Messaggi testuali
  • Immagini
  • Video
  • Messaggi audio
  • Documenti
  • Posizione gps

Con gli anni le sue funzionalità si sono allargate anche a chiamate e videochiamate attraverso tecnologia VoIP, mentre nel 2017 è stata la volta di WhatsApp Business, una nuova versione dedicata ai piccoli imprenditori che desiderano stare in contatto con la clientela. Se inizialmente il suo utilizzo prevedeva un canone annuale di 0,89 euro, da gennaio 2016 diventa completamente gratuito.

Con un’operazione da 19 miliardi di dollari, da febbrario 2014 WhatsApp è proprietà di Facebook inc., che 2 anni prima aveva acquisito anche Instagram. Le sue sedi principali sono a Menlo Park, California, e a Dublino, Irlanda. Stando ai dati di Facebook inc., a febbraio 2020 supera i 2 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo, mentre secondo eMarketer in Italia questi sono circa 32,9 milioni. E’ invece l’India, con i suoi 340 milioni, la nazione col maggior tasso d’utilizzo.

Come Scaricare Whatsapp: Computer, Samsung, Huawei, iPhone, Tablet
Sopra: il logo di Whatsapp

Come scaricare WhatsApp? La procedura da seguire

Avere WhatsApp è estremamente semplice, così come sono semplici le procedure di download e installazione. Occorre innanzitutto ricordare i requisiti minimi:

  • Connessione internet
  • Smartphone con Android 4.0.3 o iOS 9 o successivi
  • Numero di telefono
  • Possibilità di ricevere sms

Per entrambi i dispositivi download e utilizzo sono ormai totalmente gratuiti, gli unici costi che si sosterranno saranno quelli del proprio abbonamento internet o, qualora si sia all’estero, di tariffe alternative.

Come scaricare WhatsApp su Android?

WhatsApp per Android è presente nel Play Store Google, la modalità più sicura per scaricarlo: se non si vuole scaricare da Play Store, si potrà reperire un’installazione in formato apk da qualsiasi sito dedicato, sbloccando i download da fonti sconosciute, ma eccetto rari casi in cui non sia compatibile è una pratica altamente sconsigliata.

Si dovrà quindi entrare nel suddetto servizio, cercarlo e avviare il download accettando l’avviso di eventuali pagamenti interni o costi aggiuntivi (legati al proprio traffico internet). Le dimensioni iniziali sono di circa 60 MB, richiederà quindi pochi minuti a seconda della velocità internet.

Come scaricare WhatsApp su iOS?

WhatsApp per iOS è presente nell’App Store Apple, unica modalità per scaricarlo: a differenza di Android, Apple non consente installazioni da fonti sconosciute a meno che non si sblocchino permessi di sistema con Jailbreak, con rischio però di compromettere le prestazioni sia di WhatsApp che dell’intero dispositivo.

Entrando nello store, sarà disponibile col nome WhatsApp Messenger, basterà cercarlo e avviare il download. Le dimensioni iniziali sono di circa 150 MB e può impiegare diversi minuti in funzione della velocità di connessione.

Come avviare WhatsApp per la prima volta?

Una volta scaricato, WhatsApp si può finalmente avviare, la procedura sarà la medesima sia per Android che per iOS. Il suo utilizzo è strettamente legato al proprio numero di telefono, che dovrà essere inserito nell’apposita schermata, dopodichè si riceverà un sms o una chiamata indicanti un codice di verifica a 6 cifre, da inserire nella schermata successiva.

L’operazione è una-tantum e non richiede alcun pin, è però necessario avere abbastanza segnale per ricevere l’sms o la chiamata. Se non si inserisce il codice entro un tempo prestabilito, si dovrà ripetere la procedura.

Una volta verificato il proprio numero, WhatsApp chiederà di accedere alla rubrica del cellulare, alla fotocamera e al microfono, altrimenti non sarà possibile fruirne al meglio: la sincronia alla rubrica sarà necessaria per trovare tutti i numeri posseduti che già utilizzano WhatsApp.

Infine, si dovrà inserire il proprio nome utente, una foto di riconoscimento e uno stato, personalizzabile o selezionabile tra alcuni preimpostati. Queste informazioni possono essere liberamente modificate ogni volta se ne voglia. Al contrario di servizi di messaggistica istantanea d’epoca precedente, WhatsApp è sempre attivo e online, a meno che non si abbia una connessione.

Tra le versioni Android e iOS non vi sono differenze sostanziali, eccetto che nella posizione di alcune opzioni e funzionalità e nell’estetica: se su Android è più ricca e colorata, su iOS è più scarna e minimale.

Come scaricare e avviare WhatsApp da computer?

Dal 2015, WhatsApp è disponibile anche per computer Windows o Apple. Col nome WhatsApp Web e un utilizzo estremamente simile, direttamente dal sito whatsapp.com è possibile averlo in 2 modi:

  • Da browser Chrome, Firefox, Opera e Safari
  • Scaricandolo nel proprio pc senza bisogno di installazione

In entrambi i casi, funziona solo dopo averlo installato sullo smartphone: infatti, all’avvio richiederà la scansione di un codice QR, funzione presente sul menu a tendina principale di WhatsApp. La procedura servirà a collegare WhatsApp Web allo smartphone e può essere richiesta periodicamente.

Come scaricare WhatsApp su tablet o iPad?

Sfortunatamente, WhatsApp non è compatibile con i tablet privi di funzionalità telefonica. Tuttavia, sono possibili alcune soluzioni:

  • per tablet Android si può scaricare WhatsApp da fonti esterne, il suo utilizzo potrà però risultare particolarmente scomodo in quanto, anche associando un numero di telefono, non si avrà accesso alla rubrica, cosa che invece avverrà con tablet/telefoni muniti di scheda sim
  • per iPad si può scaricare WhatsPad dall’App Store, il suo utilizzo è analogo a quello da smartphone risultandone però un’app totalmente indipendente

In ogni caso, sia tablet Android che iPad possono utilizzare WhatsApp Web direttamente da browser allo stesso modo di come avviene su computer. E’ una scelta consigliata e migliore rispetto al ricorrere ad app terze non-ufficiali.

Perchè WhatsApp è così usato?

Dopo aver capito come scaricare WhatsApp su Android, iOS o pc, si può finalmente comprendere la sua facilità e immediatezza d’utilizzo, che unite alla gratuità lo rendono uno degli strumenti imprescindibili nella vita quotidiana e professionale. Che sia per una riunione di lavoro, un gruppo d’amici o una conversazione di qualsivoglia natura, WhatsApp abbatte tutti i costi legati ai servizi telefonici grazie a una connessione internet, ormai accessibile a tutti.

A conti fatti, WhatsApp si può considerare erede spirituale di servizi come MSN, AOL, ICQ o Yahoo, che a lungo hanno dominato lo scenario dell’instant messaging, spostatosi progressivamente su ambiente mobile negli anni. Una storia iniziata nel 2009, per un successo mondiale che non tende a fermarsi.

Approfondimenti sulle novità dalla tecnologia

Come scaricare la App IO

Cos’è il 5G e come funziona

Migliori smartphone 5G

Prezzo di un Hosting e come funziona

Il nuovo digitale terrestre

Bonus PC e Tablet

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *