Come disattivare servizi telefonici a pagamento che prima erano gratuiti

Come si può disattivare i servizi telefonici?
Ci sono dei metodi per pagare di meno, disattivando servizi telefonici non richiesti oppure a pagamento.
Questi servizi telefonici gratuiti, si trasformeranno in servizi telefonici a pagamento quindi,con buona pace dei consumatori italiani.
Questa rivoluzione contro l’utilizzatore finale è trasversale, e come ogni lobby, anche i gestori telefonici italiani hanno deciso di far pagare questi servizi in maniera trasversale.

Altri consigli per risparmiare: Come pagare meno tasse sulle case in affittoCome risparmiare sulla bolletta telefonica – Riscaldamenti con pompe di calore – Nuovo iPhone 7I migliori Smartphone cinesiNuovo Samsung Galaxy S7

I costi non saranno di poco conto, se si pensa che “Tim Lo Sai e Tim Chiama Ora” costeranno 1,90 euro euro ( se si effettua la ricarica), un costo sicuramente contenuto, ma che in futuro potrebbe sempre aumentare , in modo meno ‘plateale’ rispetto a come è successo ora.

Le compagnie interessate sono quindi la Tim e Vodafone.

Quale sono i servizi interessati?

Come disattivare servizi telefonici a pagamento che prima erano gratuiti
  1. Tim Lo Sai
  2. Tim Chiama Ora
  3. Vodafone Recall
  4. Vodafone Chiamami

Come faccio a risparmiare, e a  disattivare questi servizi telefonici che prima erano gratuiti e dal 21 luglio saranno a pagamento?

Numeri per disdire i servizi telefonici a pagamento:

  • Tim: 40930
  • Vodafone: 42070

Qui di seguito, gli altri numeri servizio clienti dei più importanti gestori telefonici nazionali. Una volta chiamati questi numeri, la compagnia Vi indirizzerà verso il servizio che a Voi interessa

  • Tim : 119
  • Vodafone: 190
  • Wind: 155
  • Tre: 133

Fonte

Autore

  • Economia-italia.com

    Amministratore e CEO del portale www.economia-italia.com Massy Biagio è anche analista finanziario, trader, si avvicina al mondo della finanza dopo aver frequentato la Facoltà di Economia e Commercio presso l'Università di Perugia. Collaboratore di varie testate online dal 2007, in cui scrive di economia, mercati, politica ed economia internazionale, lavoro, fare impresa, marketing, dal 2014 è CEO di www.economia-italia.com.

    Visualizza tutti gli articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *