Aziende di Energia più Grandi in Italia 2023 – 2024

Se il 1900 è stato il secolo del petrolio grazie al quale la società umana è progredita come non mai, dal 2000 in poi il concetto di energia non si basa più solo ed esclusivamente sul petrolio ma anche su altre fonti e sta puntando sempre più a fonti di energia non inquinante come il nucleare, l’idroelettrico, il solare, l’eolico e geotermico, anche se la quota di gas e petrolio sul totale di energia usata dall’uomo, rimane ancora molto alta.

Le aziende che hanno come business core l’energia in Italia sono diverse, di cui però solo 2 molto grandi: le storiche ENEL ed ENI , proprietà dello Stato per quasi il 30% ma ce ne sono altre che stanno crescendo sempre di più e che oltre ad essere un investimento interessante per i Nostri lettori, possono essere anche una valida alternativa alle utenze domestiche.

 

Classifica delle più Grandi Aziende Energetiche italiane 2023

La classifica delle più grandi aziende di energia italiane
NomeSimboloCapitalizzazione
MLN €
DIPENDENTI
ENELENEL60.27065.124
ENIENI 48.00031.300
TenarisTEN18.2602.100
SnamSRG15.3003.250
TernaTRN14.6505.500
A2AA2A5.28013.000
ItalgasIG4.1004.238
Gruppo HERAHER3.9409.400
SaipemSPM2.89032.000
SarasSRS1.1501.572

 

Aziende di Energia italiane più Grandi in Italia
Aziende di Energia più Grandi in Italia

1. ENEL

ENEL è una delle maggiori compagnie energetiche a livello mondiale e il principale operatore in Italia in termini di potenza installata e di capitalizzazione di mercato. Ecco una panoramica generale su ENEL, basata sui dati disponibili fino al 2021:

Origini: ENEL (Ente Nazionale per l’Energia Elettrica) è stata fondata nel 1962 in Italia come entità statale per centralizzare la produzione e la distribuzione di elettricità nel paese. Nel corso degli anni, l’azienda si è evoluta e privatizzata, diventando un importante player nel mercato energetico globale.

Business Core: La principale attività di ENEL riguarda la produzione, distribuzione e vendita di elettricità e gas. Oltre al suo mercato domestico italiano, ENEL ha operazioni in diversi altri paesi in Europa, Nord e Sud America, Africa e Asia.

Energia Rinnovabile: ENEL, attraverso la sua sussidiaria ENEL Green Power, è diventata uno dei leader mondiali nella produzione di energia da fonti rinnovabili. L’azienda ha investito pesantemente in tecnologie come l’eolico, il solare, la geotermia e l’idroelettrico.

Digitalizzazione e Innovazione: ENEL è conosciuta anche per i suoi sforzi nell’ambito della digitalizzazione e dell’innovazione nel settore energetico. L’azienda ha investito in soluzioni come la rete intelligente, la gestione dell’energia, la mobilità elettrica e le soluzioni energetiche integrate per i clienti.

Impegno Ambientale: Negli ultimi anni, ENEL si è impegnata a ridurre le sue emissioni di carbonio e a favorire una transizione verso un modello energetico più sostenibile. L’azienda ha fissato obiettivi ambiziosi per la decarbonizzazione e sta lavorando per aumentare la sua capacità di produzione da fonti rinnovabili.

Presenza Globale: Oltre alla sua forte presenza in Italia, ENEL ha una significativa presenza internazionale con operazioni in diversi paesi, cosa che le ha permesso di diversificare la sua base di attività e di risorse.

Situazione Finanziaria e di Mercato: ENEL è quotata alla Borsa Italiana e fa parte dell’indice FTSE MIB. Come per ogni azienda quotata in borsa, è sempre una buona idea consultare rapporti finanziari e analisi di mercato aggiornati per avere un quadro attuale della sua situazione finanziaria e delle prospettive future.

2. ENI 

ENI è uno dei principali attori globali nel settore dell’energia. Con radici in Italia, l’azienda ha una presenza significativa a livello internazionale nell’esplorazione, produzione, trasporto, trasformazione e vendita di petrolio e gas. Ecco una panoramica su ENI, basata sui dati disponibili fino al 2021:

Storia:

  • Fondato nel 1953, ENI (Ente Nazionale Idrocarburi) è nato come ente pubblico con l’obiettivo di diventare il principale operatore italiano nel settore degli idrocarburi.

Settori di Attività:

  • Esplorazione & Produzione: ENI è attiva nell’esplorazione e produzione di petrolio e gas in varie regioni del mondo, incluse Africa, Americhe, Asia-Pacifico, Europa e Medio Oriente.
  • Gas & Luce: Fornisce gas naturale, elettricità e servizi energetici a clienti residenziali, commerciali e industriali.
  • Raffinazione & Marketing: ENI è coinvolta nella raffinazione del petrolio e nella distribuzione e vendita di prodotti petroliferi attraverso una rete di distributori in diversi paesi.
  • Chimica: Attraverso la sua sussidiaria Versalis, ENI produce una vasta gamma di prodotti chimici.
  • Energia Rinnovabile e Green Solutions: ENI si sta impegnando per una transizione energetica sostenibile e ha investito in progetti di energia rinnovabile e soluzioni energetiche verdi.

Impegno per la Sostenibilità:

  • ENI ha annunciato piani per diventare neutrale in termini di carbonio entro il 2050 e sta lavorando per ridurre le sue emissioni attraverso una serie di iniziative, tra cui l’aumento degli investimenti in fonti di energia rinnovabile e la riduzione dell’intensità di carbonio delle sue operazioni.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • ENI è quotata alla Borsa Italiana e fa parte dell’indice FTSE MIB. Ha una solida posizione finanziaria, ma come per tutte le aziende nel settore dell’energia, è esposta a volatilità legate ai prezzi delle materie prime e ad altri fattori macroeconomici e geopolitici.

Presenza Globale:

  • Con operazioni in oltre 60 paesi, ENI ha una forte presenza internazionale, che le permette di diversificare i suoi rischi e di accedere a riserve di idrocarburi e mercati diversificati.

3. Tenaris

Tenaris è una delle principali aziende a livello globale specializzata nella produzione e fornitura di tubi d’acciaio e servizi per l’industria energetica mondiale, in particolare il settore del petrolio e del gas. Ecco una panoramica di Tenaris basata sui dati disponibili fino al 2021:

Profilo Aziendale:

  • Origini: L’azienda ha le sue radici in Techint, un gruppo fondato nel 1945 dall’ingegnere italo-argentino Agostino Rocca. Tenaris è stata poi costituita come entità specializzata nella produzione di tubi.
  • Prodotti Principali: Tenaris produce tubi in acciaio senza saldatura e saldati utilizzati nell’esplorazione e produzione di petrolio e gas, nella perforazione, nella produzione di centrali elettriche e in applicazioni industriali.

Presenza Globale:

  • Con strutture produttive in Nord e Sud America, Europa, Asia e Africa, Tenaris ha una rete di produzione davvero globale. Questa vasta presenza geografica le permette di servire i clienti in tutto il mondo e di adattarsi alle esigenze locali.

Innovazione e Tecnologia:

  • L’azienda è nota per la sua attenzione alla ricerca e sviluppo, con l’obiettivo di migliorare le prestazioni dei suoi prodotti e sviluppare soluzioni innovative per l’industria energetica.

Sostenibilità:

  • Tenaris ha mostrato un crescente impegno verso la sostenibilità, adottando pratiche aziendali responsabili e cercando di ridurre l’impatto ambientale delle sue operazioni.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • Tenaris è quotata in diverse borse, tra cui la Borsa Italiana, la Borsa di New York (NYSE) e la Borsa di Buenos Aires. La sua robusta posizione finanziaria e la sua presenza globale le hanno consentito di navigare in mercati volatili, specialmente durante i periodi di fluttuazioni dei prezzi del petrolio.

Relazione con Techint:

  • Mentre Tenaris si concentra sulla produzione di tubi, è parte del gruppo Techint, un conglomerato con interessi in settori come l’ingegneria, la costruzione e la siderurgia.

Competitività:

  • Una delle forze chiave di Tenaris è la sua capacità di offrire soluzioni integrate che vanno oltre la semplice fornitura di tubi, includendo servizi come consulenza tecnica, gestione della catena di approvvigionamento e supporto post-vendita.

Questa è una panoramica generale di Tenaris. Se desideri informazioni più recenti o dettagliate sull’azienda, ti suggerisco di consultare il sito web ufficiale di Tenaris o i suoi rapporti finanziari annuali.

4. Snam

Snam è una delle principali infrastrutture energetiche in Europa e opera principalmente nel settore del trasporto e dello stoccaggio del gas naturale. Ecco una panoramica di Snam basata sui dati disponibili fino al 2021:

Storia:

  • Fondato nel 1941 in Italia, Snam ha giocato un ruolo chiave nello sviluppo e nella gestione della rete di trasporto del gas naturale del paese.

Attività principali:

  • Trasporto: Snam gestisce la principale rete di trasporto del gas in Italia e ha una significativa presenza in Europa.
  • Stoccaggio: L’azienda gestisce diverse strutture di stoccaggio del gas, essenziali per garantire la continuità della fornitura di gas durante i periodi di picco di domanda.
  • Rigassificazione: Snam detiene partecipazioni in impianti di rigassificazione in Italia, che convertono il gas naturale liquefatto (GNL) in gas naturale.
  • Energia Rinnovabile e Transizione Energetica: Negli ultimi anni, Snam ha mostrato un crescente interesse verso la transizione energetica e ha iniziato a investire in progetti legati all’idrogeno e ad altre fonti di energia rinnovabile.

Presenza Internazionale:

  • Oltre alla sua forte presenza in Italia, Snam ha partecipazioni e interessi in diverse infrastrutture in Europa, compresi gasdotti e impianti di stoccaggio.

Sostenibilità:

  • Snam si impegna a contribuire ad una transizione energetica sostenibile e ha avviato varie iniziative per ridurre l’impatto ambientale delle sue operazioni. L’azienda si sta concentrando in particolare sull’idrogeno come potenziale vettore energetico pulito per il futuro.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • Snam è quotata alla Borsa Italiana e fa parte dell’indice FTSE MIB. La sua solida posizione finanziaria le ha permesso di perseguire una strategia di crescita e di diversificazione geografica.

Relazioni Industriali e Partenariati:

  • Snam ha stabilito diverse collaborazioni e partenariati con aziende energetiche e infrastrutturali a livello globale per sviluppare nuovi progetti e potenziare le sue operazioni esistenti.

Visione Futura:

  • Con l’evoluzione del panorama energetico globale, Snam mira a diventare un leader nella transizione verso un sistema energetico più pulito e sostenibile, con un focus particolare sull’integrazione dell’idrogeno nella rete energetica.

Questa è una panoramica generale di Snam fino al 2021. Per informazioni più aggiornate o dettagli specifici sull’azienda, ti suggerisco di consultare il sito web ufficiale di Snam o i suoi rapporti finanziari annuali.

5. Terna

Terna è una delle principali aziende a livello europeo nel settore delle infrastrutture elettriche, specializzata nella gestione della rete di trasmissione elettrica in Italia. Ecco una panoramica su Terna basata sui dati disponibili fino al 2021:

Profilo Aziendale:

  • Fondazione: Terna è stata fondata nel 1999 a seguito del processo di liberalizzazione del mercato dell’elettricità in Italia.
  • Funzione Principale: L’azienda è responsabile della gestione, manutenzione e sviluppo della rete di trasmissione elettrica nazionale italiana, che è la più estesa in Europa.

Attività Principali:

  • Gestione della Rete: Terna gestisce la rete di alta e altissima tensione in Italia, garantendo l’efficienza e la sicurezza dell’infrastruttura e assicurando che l’energia prodotta venga trasportata dai centri di produzione ai centri di consumo.
  • Pianificazione e Sviluppo: L’azienda progetta e realizza nuove infrastrutture per rispondere all’evoluzione delle esigenze del sistema elettrico, promuovendo soluzioni innovative e sostenibili.

Sostenibilità:

  • Terna ha un forte impegno verso la sostenibilità e la transizione energetica. L’azienda sta lavorando per integrare fonti di energia rinnovabile nella rete e per migliorare l’efficienza e la resilienza dell’infrastruttura.

Presenza Internazionale:

  • Sebbene la principale area di attività di Terna sia in Italia, l’azienda ha iniziato ad espandere la sua presenza a livello internazionale, partecipando a progetti e acquisizioni in altri paesi.

Innovazione:

  • L’azienda investe nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie avanzate per migliorare la gestione e l’efficienza della rete. Questo comprende soluzioni per l’integrazione di fonti rinnovabili, lo stoccaggio di energia e la digitalizzazione della rete.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • Terna è quotata alla Borsa Italiana e fa parte dell’indice FTSE MIB. È riconosciuta per la sua stabilità finanziaria, grazie al modello di business regolamentato che le garantisce entrate prevedibili.

Governance:

  • Pur essendo una società quotata, lo Stato italiano, attraverso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, detiene una partecipazione significativa in Terna, riflettendo l’importanza strategica della società per l’infrastruttura energetica del paese.

In sintesi, Terna svolge un ruolo cruciale nella gestione e nello sviluppo della rete di trasmissione elettrica italiana, garantendo la continuità e la sicurezza dell’approvvigionamento energetico. La società sta anche giocando un ruolo chiave nella transizione dell’Italia verso un sistema energetico più sostenibile.

6. A2A

A2A è una delle principali utility italiane che opera in diversi settori dell’energia e dell’ambiente. Ha una presenza consolidata nel panorama energetico italiano e svolge un ruolo chiave nella fornitura di servizi essenziali per la vita quotidiana. Ecco una panoramica di A2A basata sui dati disponibili fino al 2021:

Profilo Aziendale:

  • Origini: A2A è nata nel 2008 dalla fusione tra AEM (Azienda Elettrica Municipale) di Milano e ASM Brescia. L’obiettivo della fusione era creare un grande player nel mercato energetico italiano in grado di competere a livello nazionale e internazionale.

Settori di Attività:

  • Produzione e Vendita di Energia: A2A è attiva nella produzione di energia elettrica attraverso varie fonti, comprese le rinnovabili, e nella vendita di elettricità e gas al dettaglio.
  • Gestione dei Rifiuti: L’azienda è uno dei principali operatori in Italia nella gestione dei rifiuti, occupandosi della raccolta, smaltimento e recupero energetico.
  • Riscaldamento Urbano: A2A gestisce reti di teleriscaldamento in diverse città italiane, fornendo un sistema di riscaldamento efficiente e sostenibile.
  • Gestione dell’Acqua: Attraverso alcune partecipazioni, A2A è coinvolta nella gestione del ciclo integrato dell’acqua, fornendo servizi di acquedotto, fognatura e depurazione.
  • Mobilità Sostenibile: L’azienda ha mostrato un crescente interesse per la mobilità sostenibile, investendo in soluzioni come la mobilità elettrica.

Sostenibilità:

  • A2A ha un impegno consolidato verso la sostenibilità e ha intrapreso varie iniziative per ridurre l’impatto ambientale delle sue operazioni, puntando in particolare su fonti di energia rinnovabile e soluzioni circolari per la gestione dei rifiuti.

Presenza Geografica:

  • Mentre A2A ha una presenza forte nelle regioni di Lombardia e, in particolare, nelle città di Milano e Brescia, l’azienda ha ampliato la sua attività in altre regioni italiane e ha anche qualche presenza internazionale.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • A2A è quotata alla Borsa Italiana e fa parte dell’indice FTSE MIB. La società ha mostrato una crescita costante e ha una solida posizione finanziaria.

Governance:

  • Data la sua origine dalla fusione di enti pubblici, diverse municipalità, in particolare Milano e Brescia, detengono partecipazioni significative in A2A, influenzando così la governance e le decisioni strategiche dell’azienda.

In sintesi, A2A è una utility integrata che copre diversi aspetti dell’energia e dei servizi ambientali in Italia. La sua missione è fornire soluzioni sostenibili e innovative per rispondere alle sfide del cambiamento climatico e della transizione energetica

7. Italgas

Italgas è la principale società italiana nel settore della distribuzione del gas naturale e una delle maggiori in Europa. La sua storia è profondamente radicata nel panorama industriale italiano. Ecco una panoramica su Italgas basata sui dati disponibili fino al 2021:

Profilo Aziendale:

  • Origini: La storia di Italgas inizia nel lontano 1837 a Torino, rendendola una delle aziende più antiche in Italia nel settore energetico.

Settori di Attività:

  • Distribuzione Gas: L’attività principale di Italgas riguarda la gestione e lo sviluppo della rete di distribuzione del gas naturale in Italia. La società fornisce questo servizio a milioni di clienti, coprendo molte città e comuni italiani.
  • Digitalizzazione e Innovazione: Italgas ha intrapreso un percorso di digitalizzazione delle sue reti e infrastrutture, puntando su tecnologie avanzate per monitorare e gestire in modo più efficace la distribuzione del gas.

Sostenibilità:

  • Sebbene operi nel settore dei combustibili fossili, Italgas è impegnata in iniziative sostenibili, mirando a ridurre le emissioni e a migliorare l’efficienza energetica delle sue operazioni. La società sta anche esplorando opportunità nell’ambito del gas rinnovabile e dell’evoluzione verso reti pronte per l’idrogeno.

Presenza Geografica:

  • Italgas ha una forte presenza in tutta Italia, con una rete di distribuzione che copre molte delle principali città e regioni del paese.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • Italgas è quotata alla Borsa Italiana e fa parte dell’indice FTSE MIB. È una delle principali utility italiane e ha una solida posizione finanziaria e di mercato nel settore della distribuzione del gas.

Governance:

  • La struttura di governance di Italgas riflette la sua natura di società quotata, con un Consiglio di Amministrazione responsabile delle decisioni strategiche e operative.

Recenti Sviluppi:

  • Nel corso degli anni, Italgas ha compiuto acquisizioni e operazioni di consolidamento per rafforzare la sua posizione nel mercato italiano della distribuzione del gas. Inoltre, l’azienda ha intrapreso un percorso di trasformazione digitale per modernizzare la sua rete e migliorare la qualità del servizio.

In sintesi, Italgas gioca un ruolo fondamentale nel panorama energetico italiano come leader nella distribuzione di gas naturale. L’azienda combina la sua lunga storia con un impegno verso l’innovazione e la sostenibilità, cercando di rispondere in modo proattivo alle sfide della transizione energetica.

8. Gruppo HERA

Il Gruppo Hera è una delle principali multiutility italiane che offre una vasta gamma di servizi legati all’energia, all’acqua e alla gestione dei rifiuti. Fondata nel 2002 dalla fusione di 11 aziende multi-servizio operanti nell’Emilia-Romagna, il Gruppo Hera si è espanso nel tempo attraverso ulteriori fusioni e acquisizioni, consolidando la sua posizione in diverse regioni d’Italia. Ecco una panoramica sul Gruppo Hera basata sui dati disponibili fino al 2021:

Profilo Aziendale:

  • Origini: Hera è stata fondata nel 2002, con sede principale a Bologna. La sua nascita è frutto di una strategia di consolidamento nel settore delle utility locali nell’area dell’Emilia-Romagna.

Settori di Attività:

  • Gestione dei Rifiuti: Hera gestisce la raccolta, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti, oltre al recupero energetico e al riciclo.
  • Energia: L’azienda è attiva nella distribuzione e vendita di gas naturale ed elettricità, nonché nella produzione di energia da fonti rinnovabili.
  • Gestione dell’Acqua: Hera gestisce il ciclo integrato dell’acqua, occupandosi dell’approvvigionamento, distribuzione e trattamento delle acque reflue.
  • Riscaldamento Urbano: In alcune aree, il Gruppo fornisce servizi di teleriscaldamento, un sistema efficiente per il riscaldamento di edifici e abitazioni.

Sostenibilità:

  • Il Gruppo Hera ha un forte impegno verso la sostenibilità e l’innovazione. Ha lanciato varie iniziative per promuovere l’economia circolare, la riduzione delle emissioni e l’uso efficiente delle risorse.

Presenza Geografica:

  • Sebbene il Gruppo Hera abbia origini nell’Emilia-Romagna, nel corso degli anni ha esteso la sua presenza anche in altre regioni italiane, tra cui Veneto, Marche, Toscana e Friuli-Venezia Giulia, attraverso fusioni, acquisizioni e partnership.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • Hera è quotata alla Borsa Italiana e fa parte dell’indice FTSE MIB. L’azienda ha registrato una crescita stabile negli anni e ha una solida posizione finanziaria.

Governance:

  • Data la sua origine e natura di multiutility locale, diverse municipalità detengono partecipazioni significative nel Gruppo Hera, influenzando così la sua governance e le decisioni strategiche.

In sintesi, il Gruppo Hera è una delle principali utility italiane con un modello di business diversificato e integrato. Ha una forte presenza nelle regioni in cui opera e svolge un ruolo cruciale nella fornitura di servizi essenziali per le comunità locali. L’azienda combina il suo impegno operativo con una strategia focalizzata sulla sostenibilità, l’innovazione e l’economia circolare. Per informazioni più aggiornate o dettagli specifici sul Gruppo Hera, ti suggerisco di consultare la pagina web del Nostro sito con tutte le informazioni che puoi trovare cliccando sullink del suo simbolo che ti porterà all’approfondimento.

9. Saipem

Saipem è una delle principali aziende a livello mondiale nel settore dei servizi per l’energia e delle infrastrutture. È specializzata in attività legate all’ingegneria, alla costruzione e all’installazione di progetti complessi, in particolare nel settore del petrolio e del gas. Ecco una panoramica di Saipem basata sui dati disponibili fino al 2021:

Profilo Aziendale:

  • Origini: Saipem ha origine negli anni ’50 come società di servizi per l’industria petrolifera. Ha storicamente operato come parte del Gruppo ENI, ma nel corso degli anni ha aumentato la sua autonomia, pur rimanendo strettamente legata ad ENI attraverso partecipazioni azionarie.

Settori di Attività:

  • Drilling: Saipem fornisce servizi di perforazione sia onshore che offshore in diverse regioni del mondo.
  • Engineering & Construction: Questo settore si concentra sulla realizzazione di grandi progetti infrastrutturali, compresi gasdotti, oleodotti, impianti di raffinazione e altre infrastrutture energetiche.
  • Energia rinnovabile e infrastrutture: Nel contesto della transizione energetica e della crescente domanda di soluzioni sostenibili, Saipem sta sviluppando competenze e progetti legati alle energie rinnovabili e alle infrastrutture sostenibili.

Sostenibilità:

  • Pur avendo radici nel settore del petrolio e del gas, Saipem sta cercando di adattarsi ai cambiamenti nel panorama energetico mondiale. L’azienda sta progressivamente integrando soluzioni più sostenibili, come le energie rinnovabili, nella sua offerta di servizi.

Presenza Geografica:

  • Saipem ha una presenza globale, con progetti e attività in diversi continenti, compresi Europa, Africa, Asia e Americhe.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • Saipem è quotata alla Borsa Italiana e fa parte dell’indice FTSE MIB. L’azienda ha affrontato sfide economiche e di mercato a causa della volatilità dei prezzi del petrolio e delle dinamiche globali, ma rimane un player chiave nel suo settore di riferimento.

Governance:

  • Saipem ha una struttura di governance tradizionale con un Consiglio di Amministrazione responsabile delle decisioni strategiche e operative. Nonostante la sua crescente autonomia, ENI ha storicamente detenuto una partecipazione significativa in Saipem.

In sintesi, Saipem è un’azienda leader nel settore dei servizi energetici e delle infrastrutture, con una lunga storia di partecipazione a progetti complessi e di grande rilievo a livello mondiale. Mentre l’azienda ha radici profonde nel settore del petrolio e del gas, sta cercando di evolversi in risposta alle sfide della transizione energetica e alla crescente domanda di soluzioni sostenibili.

10. Saras

Saras S.p.A. è una delle principali società italiane operanti nel settore del raffinamento del petrolio. L’azienda, con sede principale in Sardegna, ha giocato un ruolo importante nel panorama energetico italiano per decenni. Ecco una panoramica su Saras basata sui dati disponibili fino al 2021:

Profilo Aziendale:

  • Origini: Saras è stata fondata nel 1962 dai fratelli Angelo e Salvatore Moratti. Il nome “Saras” deriva dall’acronimo di “Società Anonima Raffineria Sardegna”.

Settori di Attività:

  • Raffinazione: L’attività principale di Saras è la raffinazione del petrolio. La sua raffineria a Sarroch, in Sardegna, è uno degli impianti di raffinazione più grandi d’Europa e rappresenta un punto di riferimento per la raffinazione nel Mediterraneo.
  • Energia: Saras ha ampliato le sue attività anche nel settore dell’energia, con particolare attenzione alla produzione di energia elettrica e alle fonti rinnovabili.
  • Marketing e vendita: L’azienda vende prodotti petroliferi raffinati attraverso una rete di distributori e altri canali commerciali.

Sostenibilità:

  • Come molte altre aziende nel settore energetico, Saras sta prestando crescente attenzione alla sostenibilità e alla riduzione dell’impatto ambientale delle sue operazioni. L’azienda ha intrapreso iniziative per migliorare l’efficienza energetica e ridurre le emissioni.

Presenza Geografica:

  • Sebbene la sua principale operatività sia concentrata in Sardegna, Saras ha esteso le sue attività in diverse altre aree, sia in Italia che all’estero.

Posizione Finanziaria e di Mercato:

  • Saras è quotata alla Borsa Italiana. L’azienda ha affrontato diverse sfide legate alle dinamiche dei mercati petroliferi e alle fluttuazioni dei prezzi del petrolio, ma rimane una figura centrale nel settore del raffinamento in Italia.

Governance:

  • La famiglia Moratti ha avuto un ruolo chiave nella storia e nella governance di Saras, mantenendo una partecipazione significativa e influente nell’azienda.

In sintesi, Saras è un’importante player nel panorama energetico italiano, con un focus specifico sulla raffinazione del petrolio. L’azienda combina la sua tradizione storica con un impegno verso l’innovazione e la sostenibilità, cercando di rispondere in modo proattivo alle sfide del mercato energetico contemporaneo.

Risorse Utili:

La Redazione di Economia Italia è formata da professionisti dell'economia e della finanza con la passione della divulgazione. Dal 2014 pubblichiamo guide sugli investimenti, prestiti, mondo della finanza e dell'economia, con un occhio di riguardo alle tematiche di energia rinnovabile, del lavoro e dell'economia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *