22 dic 2014

Filled Under:

L'Economia in Venezuela a rischio Default: ecco perché

Di seguito, delle razzie ad un centro commerciale in Venezuela. L'economia del Venezuela è a rischio default, e con lei la politica di Maduro, per una serie di motivi che ora vedremo, ma essenzialmente legati al prezzo del petrolio.

Il Venezuela é uno dei più grandi detentori di pozzi di petrolio.
La sua politica economica in questi anni non è riuscita a rendersi indipendente da questa importante risorsa ed ora la maggior parte dei suoi introiti sono dovuti proprio all'oro nero.

Come tutti sanno, il prezzo del petrolio é diminuito, mettendo in crisi l'Economia russa, ben più solida di quella venezuelana.
Il Venezuela é un'economia indipendente, non come quella italiana legata all'Europa e il Venezuela ha una moneta propria.


L'Economia in Venezuela a rischio Default. ecco perché

Il Venezuela ha un debito pubblico piuttosto alto e aveva previsto di ripagarlo specialmente grazie alle entrate del petrolio, gli economisti venezuelani avevano fatto il conto che con il petrolio a 100 dollari al barile di media, avrebbero ripagato il proprio debito pubblico fatto con le varie banche internazionali.

Mai fare i conti senza l'oste:

  • E sì, perché ora che il prezzo del petrolio si è attestato intorno ai 60 dollari al barile, le varie agenzie di rating, prevedendo  che il Venezuela non riuscirà più a pagare i propri debiti, hanno abbassato il rating ed equiparati i titoli di Stato venezuelani a quelli spazzatura.
  • Nei prossimi mesi il Venezuela dovrà sborsare circa 10 miliardi di dollari per far fronte a questi debiti, ma non si sa bene come farà a trovarli.

La politica del Venezuela messa in crisi da Cuba:

  • In questi ultimi anni Cuba e il Venezuela sono diventati molto vicini politicamente; il Venezuela è stato portato più volte come esempio ( anche da gran parte della sinistra italiana) come un'economia possibile al di fuori di quella liberale capitalistica.
  • Ora che Cuba si sta riavvicinando agli USA, dopo 60 anni in cui si sono guardati in cagnesco anche tutta l'ideologia socialista venezuelana vacilla.
  • Un esempio lo possiamo avere parlando con italo-venezuelani che abitano lì: secondo quanto dicono molti di loro la vita in questo paese é peggiorata; le famiglie sono divise dall'ideologia, i bèni di prima necessità non si trovano e ogni tanto ci sono dei veri e propri saccheggi.

Particolare clamore ha fatto questo saccheggio fatto a Maracaibo.

  • Al contrario degli altri, non è un saccheggio per accaparrarsi pane e latte, come è avvenuto già molte volte, ma è un saccheggio di un grande magazzino, fatto per accaparrarsi beni non indispensabili: i regali di Natale, quali elettrodomestici, telefonini, computer ecc.
  • La cosa veramente incredibile é che, secondo molte testimonianze dirette la Polizia non ha fatto nulla ed è rimasta a guardare.


5 commenti:

  1. Tutti possiamo e dobbiamo avere idee e opinioni differenti, ma scrivere che " gli economisti venezuelani avevano fatto il conto che con il petrolio a 117 dollari al barile di media" è una emerita sciocchezza, ripeto le opinioni sono appunto opinioni. Il governo venezuelana non ha mai fatto previsioni sul barile a 117 dollari. Vuoi sapere a le previsioni ? informati .
    Chiaramente il risultato della fallimentare gestione economica è sotto gli occhi di tutti i Venezuelani.
    Però bisognerebbe dare informazioni più precise.
    Ciao

    RispondiElimina
  2. I dati sono stati presi da un'importante giornale economico online.
    Il prezzo del greggio ha subito una flessione da circa un anno, tra il 2009 e il 2010 ha avuto un picco fino a 125 dollari al barile, va comunque detto che nell'ultimo anno non ha mai superato i 105 dollari al barile.

    Detto questo, sia le previsioni sul prezzo del petrolio, sia i titoli emessi non sono cose di oggi ma di anni fa. Se agenzie di rating ( che si presume siano serie) dicono questo, si tende a credere che sia vero.

    Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Ciao, il calcolo nelle manovre finanziarie degli ultimi anni è stato fatto sempre sul barile a 60 dollari, questo dato lo puoi trovare su siti Venezuelani apertamente contrari al governo di Chavez prima e di Maduro adesso, infatti con il surplus di entrate degli anni passati hanno sostenuto una economia fallimentare, venendo meno questo surplus stanno collassando.
    Sulla serietà delle agenzie di rating spero tu stia scherzando, e dal 2008 che hanno perso qualsiasi credibilità. Dai anche in Italia questi grandi geni della economia è da 8 anni che dicono che è finita la crisi, ed ogni anno la situazione peggiora.
    Buona giornata anche a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sai anche io tendo a non fidarmi molto delle agenzie di rating, o meglio delle loro previsioni, ma alla fine è il loro mestiere,

      se non dai retta alle agenzie di rating a chi dai retta, ai governi o alle aziende??

      Elimina
  4. Corretto : il Venezuela aveva rfatto i conti che il prezzo medio del barile fosse di 100 euro

    RispondiElimina

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam ( cioè link verso altri siti che non siano questo) non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.