Quanto costa un’auto elettrica: prezzi ed offerte migliori

Quanto costa un’auto elettrica: avere un’auto elettrica è una scelta che può pagare a lungo termine. Una macchina che va ad energia elettrica presenta numerosi vantaggi e può aiutare a risparmiare sul carburante. Inoltre, essa può avere anche un minor impatto ambientale, temi ai quali le persone sono molto sensibili oggi, ma vediamo quanto costa un’auto elettrica.
Certamente, il possesso di un’auto elettrica non è tutto rose e fiori, e ci sono numerose questioni da valutare.
Si può sostituire completamente l’auto tradizionale con una elettrica? Quali sono i costi di acquisto, manutenzione e gestione? I prezzi delle auto elettriche sono ancora alti rispetto ai prezzi delle normali auto, ma tante aziende stanno puntando proprio sulle auto elettriche proprio perchè la tecnologia di questo tipo di macchina si sta evolvendo ogni anno di più. Se è vero che le prime auto elettriche sono state costruite addirittura prima delle auto con il motore a scoppio, è anche vero che a livello commerciale non hanno avuto nessun impatto, solo Tesla Motors è riuscita ad avere un certo peso nell’industria auto, commercializzando esclusivamente auto elettriche. Oggi aziende come Google ed Apple stanno investendo decine di milioni di euro per cercare di commercializzare entro il 2020 auto elettriche senza pilota.
Ecco una guida completa all’acquisto dell’auto elettrica.

 

Cos’è un’auto elettrica

L’auto elettrica è un mezzo di locomozione in tutto e per tutto uguale all’auto tradizionale, almeno da fuori. Il motore dell’auto elettrica si alimenta con energia chimica prodotta dalla ricarica dell’auto.

All’interno della vettura non c’è il serbatoio di carburante, ma un “serbatoio” di energia elettrica sotto forma di batterie. Generalmente queste ultime sono al litio, simili alle batterie dei più comuni dispositivi di tecnologia come smartphone e tablet.

Come funziona l’auto elettrica e dove ricaricarla

La messa in moto dell’auto elettrica può essere paragonata all’accensione di un dispositivo elettronico di qualsiasi tipo.

Le prime auto di questa foggia avevano un’autonomia di circa 300 km, mentre gli ultimi modelli possono arrivare a circa 600 km.

L’auto elettrica funziona grazie alla ricarica di queste batterie. È possibile ricaricare l’auto presso apposite forniture di energia elettrica sia in casa che fuori.

Bisogna tenere presente che per ricaricare quest’auto all’80% della sua capacità occorrono appena 30 minuti.

La velocità di carica dipende comunque dalla potenza della rete elettrica a cui ci si appoggia.

È buona norma tenere comunque l’auto in carica per un lungo periodo (ad esempio la notte, oppure durante il giorno nel parcheggio dedicato) per far sì che le batterie si carichino più lentamente e meglio.

Dopo un certo periodo di utilizzo, come per i dispositivi elettronici, le batterie si usurano e non sono in grado di immagazzinare più l’energia come un tempo. In questo caso vanno sostituite.

Quanto costa un’auto elettrica

Molte persone sono spaventate nel comprare questi nuovi tipi di vetture perché temono la fatidica domanda: quanto costa l’auto elettrica? Può pesare sul bilancio familiare più di un’auto tradizionale?

Va detto che l’auto di questo tipo è sicuramente un investimento, paragonabile all’installazione dei pannelli solari. Il primo investimento è ingente, soprattutto perché bisogna pagare l’auto per acquistarla. Nel corso del tempo, però, i costi si ammortizzano e si finisce per risparmiare. Inoltre, si aiuta molto a proteggere le città dall’inquinamento.

Per acquistare le auto elettriche, comunque, ci sono molti incentivi statali. Si può detrarre persino fino al 20% del costo dell’auto (comunque per una cifra non superiore ai 5000 euro). La detrazione avviene immediatamente al momento dell’acquisto e viene calcolata sul prezzo di listino dell’auto.

Mediamente, un’auto elettrica costa tra i 16 mila e i 30 mila euro.

Le case che si sono lanciate per prime nella produzione di auto elettriche sono la Renault, la Nissan, la Citroen, la Peugeot e la Mitsubishi.

Quando si acquista un’auto di questo tipo si pensa anche all’assicurazione. Si ha, però, una bella sorpresa. Per assicurare un’auto elettrica si spende mediamente dal 30 al 50% in meno che per assicurare un’auto tradizionale.

Inoltre, le auto elettriche sono esenti dal bollo auto per i primi 5 anni dopo l’immatricolazione. Nei periodi successivi possono risparmiare fino al 70% del prezzo del bollo auto regionale.

Infine, è opportuno valutare i consumi dell’auto elettrica. È stato stimato che un’autovettura alimentata a energia elettrica può far spendere al proprietario 3-5 euro ogni 160 km. Insomma, un bel risparmio che può ripagare l’investimento iniziale.

Quanto costa un'auto elettrica

Vantaggi di avere un’auto elettrica

Ci sono dei vantaggi nel possedere un mezzo di trasporto elettrico? Indubbiamente possono esserci fattori positivi e negativi, come per qualsiasi aspetto della vita.

Come visto nel paragrafo precedente, il vantaggio primario è sicuramente il risparmio. Comprare una macchina da 25 mila euro è sicuramente un salasso, e quasi tutti devono chiedere un finanziamento iniziale. L’investimento, però, viene ripagato con il tempo. Si pensi soltanto all’Rc auto. Si stima che i prezzi per assicurare una macchina vadano dai circa 150 euro fino ai 700 euro annui nelle zone più care d’Italia.

Inoltre, un altro vantaggio è quello della stabilità dei prezzi. Da che mondo è mondo, l’energia elettrica rimane abbastanza stabile come prezzo in tutta Italia e nel corso degli anni si modifica poco. Il prezzo del carburante, invece, subisce alti e bassi a seconda dei prezzi delle materie prime.

Infine, un vantaggio non trascurabile è quello della salvaguardia dall’inquinamento. Le principali città italiane, soprattutto quelle tentacolari, sono strette in una morsa di aria irrespirabile. Con le auto elettriche le emissioni calano drasticamente e si può riportare l’inquinamento atmosferico sotto la soglia di pericolo.

Ovviamente, ci sono anche degli svantaggi nell’auto elettrica. Il più importante è l’autonomia. Purtroppo al netto dei consumi interni, difficilmente le auto elettriche usate in città riescono a superare i 200 km di autonomia.

Questo dipende dal fatto che la macchina può avere una maggior autonomia se va sempre a velocità costante lungo un percorso senza ostacoli (ad esempio in autostrada). Al contrario, in città si è immersi nel traffico. Il continuo procedere in prima marcia, massimo in seconda, e il continuo fermarsi consumano velocemente le batterie.

LEGGI ANCHE >>>—  Quanto costa una TeslaTesla Model 3Dove trovare auto usateDove trovare auto nuove

Si può noleggiare l’auto elettrica?

Nelle principali città esiste un servizio di car sharing realizzato principalmente con le auto elettriche. È possibile noleggiare un’auto di questo tipo per spostarsi. Bisogna poi lasciarla negli appositi parcheggi con le colonnine per la ricarica. In questo modo gli utenti successivi possono trovare la macchina pronta.

Non bisogna sottovalutare la potenza degli smartphone in questo. Nelle città dove esiste la possibilità di noleggiare l’auto elettrica, spesso questa procedura si può fare tramite un’app. In questo modo si può verificare anche dove si trova l’auto più vicina e si possono effettuare i pagamenti virtuali con carte di credito o PayPal.

 

Auto elettrica: conviene?

Conviene avere un’auto elettrica?. La risposta dipende dalla modalità di utilizzo dell’auto.

Chi fa molti viaggi in autostrada o comunque in strade dove non trova traffico ha sicuramente più sicurezza di autonomia.

Chi, invece, è sempre immerso nel traffico cittadino potrebbe essere allettato a investire in un’auto elettrica per via del risparmio. Tuttavia si deve prima accertare della possibilità di ricaricare di frequente la macchina, onde evitare di rimanere senza mezzo di trasporto.

di: Elena Pepponi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *