Migliori Offerte Luce Gas Sostituzione Mercato Tutelato Confronto e Recensione

Il 1 gennaio 2024 il mercato di maggior tutela per luce e gas cesserà di esistere, lasciando spazio ai numerosi fornitori del mercato libero, che ogni giorno promuovono offerte allettanti per bollette più leggere. In vista del nuovo anno, oggi con Economia Italia.com scopriremo le più valide offerte per sopperire alla fine del mercato tutelato.

Una transizione per molti difficile, a causa della mancanza d’informazione che la caratterizza, ma cruciale per la concorrenza e le tasche degli italiani, al fine di risparmio e scelta personale. Nomi importanti, anche dalla lunga storia, sono tra le realtà più interessanti del fenomeno. Quali sono le migliori offerte luce e gas del mercato libero per sostituire il regime tutelato?

Soluzioni per Utenze Luce e Gas a Fine Mercato Tutelato

I 7 migliori operatori luce e gas del mercato libero

Per mercato libero luce e gas, si intende un mercato in cui il consumatore può scegliere autonomamente il proprio fornitore di energia elettrica e gas naturale, con prezzi e condizioni contrattuali determinati dalla libera concorrenza e, quindi, tariffe differenti a seconda dei modelli di business, contrariamente al mercato tutelato in cui costi e condizioni erano stabiliti da ARERA.

Questo mercato è stato introdotto dal D.Lgs. 79/1999 (Decreto Bersani) e sarà l’unico disponibile in vista della chiusura del regime di maggior tutela, che avverrà il 1 gennaio per gas e il 1 aprile 2024 per luce ai sensi del d.l. 176/2022 (Decreto Aiuti Quater) e delle delibere ARERA 100/2023 e 362/2023. Pur non stabilendone le condizioni, ARERA continua a vigilare sull’osservazione di trasparenza e correttezza degli operatori del mercato libero. Le offerte possono riguardare luce, gas e offerte dual che comprendono entrambe le forniture.

Enel Energia

Nata da Enel Trade nel 2003, Enel Energia è operante nel mercato libero e quindi parallela a Servizio Elettrico Nazionale, entrambe partecipate del Gruppo Enel. I servizi offerti riguardano luce, gas naturale e fibra. Vanta 5,1 milioni di clienti nel mercato dell’energia elettrica e 3,2 milioni in quello del gas, con fatturato 2022 di circa 19,7 miliardi di euro.

Eni Plenitude

 

Fondata come Eni Gas e Luce nel 2017, Eni Plenitude opera in vendita e commercializzazione di gas ed energia elettrica da fonti rinnovabili per privati e imprese. E’ partecipata al 100% del Gruppo Eni. Tra le attività anche la gestione di punti di ricarica per veicoli elettrici. Con particolare attenzione verso i criteri ESG, al 2021 è la prima società italiana del settore energetico ad acquisire lo stato di Società Benefit. Vanta 10 milioni di clienti di cui 7,8 milioni in Italia, con fatturato 2022 di circa 4,35 miliardi di euro.

A2A

 

Nata dalla fusione AEM-ASM Brescia-AMSA nel 2008, A2A è una società multiservizi operante nei settori di energia, gas, servizi ambientali, mobilità elettrica ed economia circolare. I suoi servizi sono rivolti sia a privati che PMI e grandi clienti, come enti cittadini/istituzionali. E’ partecipata al 25% del Comune di Brescia e al 25% dal Comune di Milano. Vanta 1,3 milioni di clienti nel mercato dell’energia elettrica e 1,6 milioni in quello del gas, con fatturato 2022 di 23,06 miliardi di euro.

NeN

 

Fondato come Yada Energia nel 2019, NeN è un fornitore di energia elettrica e gas naturale da fonti rinnovabili sul mercato libero, il cui modello di business si basa su principi di trasparenza, semplicità e sostenibilità, per questo rivolto ad una clientela giovane e responsabile. E’ partecipata del Gruppo A2A. Vanta circa 80.000 clienti in Italia, con fatturato 2022 di 858.979 euro.

Sorgenia

 

Nata come Energia SpA grazie al Decreto Bersani nel 1999, Sorgenia opera sul libero mercato con produzione e commercializzazione di energia elettrica e gas naturale, principalmente da fonti rinnovabili, per privati e Partite IVA. E’ partecipata al 72,4% di F2i. Ha controllo diretto e indiretto di impianti per circa 4.800 MW di potenza installata. Vanta circa 500.000 clienti in Italia, con fatturato 2022 di 6,1 miliardi euro.

Pulsee

 

Fondata da Axpo Italia nel 2000, Pulsee è una società operante nei settori di energia elettrica e gas per ambienti domestici, anche in formula dual, con una natura completamente digitale e un approccio sostenibile, con materie prime derivanti da fonti rinnovabili, in particolare dal fotovoltaico. Con Axpo vanta un fatturato 2022 di 2,9 miliardi di euro.

E.On

 

Fondata nel 2000 a Dusseldorf, Germania, E.On opera nel campo delle energie rinnovabili con una capacità produttiva di 61 GW, destinata a uso domestico e aziendale con proposte commerciali su luce e gas. Particolarmente impegnata nello sviluppo di mobilità elettrica, in Italia le principali fonti d’energia utilizzate sono termoelettrica, idroelettrica, eolica e fotovoltaica. Vanta 900.000 clienti in Italia, con fatturato 2022 di circa 116,66 miliardi di euro.

 

Le migliori offerte del mercato libero suddivise per fornitura

 

Di seguito le migliori offerte 2024 per il mercato libero, ipotizzando la scelta per un’abitazione in provincia di Roma, per una potenza desiderata di 3 kW e gas utilizzato principalmente per cucina e riscaldamento:

Confronta le Offerte luce

 

Nome Tariffa Fascia Costo materia prima Trasporto e gestione contatore Oneri sistema Prezzo/anno totale + imposte
A2A Click Luce Fissa Multioraria 650,32 euro 106,20 euro 75,48 euro 933,80 euro
E.ON Luce Tua Bioraria Fissa Bioraria 635,68 euro 106,20 euro 75,48 euro 917,70 euro
Edison World Luce Variabile Monoraria 240,47 euro 82,23 euro 0,09 euro 355,07 euro
Engie Energia Punto Fisso Fissa Multioraria 560,20 euro 106,20 euro 75,48 euro 834,67 euro
Enel Energia PLACET Fissa Multioraria 848,64 euro 106,20 euro 75,48 euro 1.151 euro
Enel Energia PLACET Variabile Luce Consumer Variabile Monoraria 134,00 euro 82,23 euro 0,09 euro 237,95 euro
Eni Plenitude Fixa Time NoPensieri Luce Fissa Multioraria 631,54 euro 106,20 euro 75,48 euro 913,15 euro
Eni Plenitude Fixa Time Fissa Multioraria 655,54 euro 106,20 euro 75,48 euro 939,55 euro
Pulsee Easy Luce Fix 3Fasce Fissa Multioraria 613,98 euro 106,20 euro 75,48 euro 893,82 euro
Sorgenia PLACET Variabile Luce Domestico  Variabile Monoraria 37,93 euro 82,23 euro 0,09 euro 132,27 euro

 

Confronta le Offerte gas

 

Nome Tariffa Costo materia prima Trasporto e gestione contatore Oneri sistema Prezzo/anno totale + imposte
A2A Smart Casa+ Gas Variabile 519,61 euro 245,44 euro -6,22 euro 991,21 euro
Acea Energia Start Variabile 482,99 euro 245,44 euro -6,22 euro 947,76 euro
Enel Energia Sempre con Te Gas Fissa 576,00 euro 245,44 euro -6,22 euro 1.055 euro
Eni Plenitude Fixa Time NoPensieri Gas Fissa 540,00 euro 245,44 euro -6,22 euro 1.012 euro
Illumia Sicurinsieme Gas Variabile 521,99 euro 245,44 euro -6,22 euro 992,74 euro
Iren Web Self Gas Prezzo Fisso Fissa 558,00 euro 245,44 euro -6,22 euro 1.031 euro
Nen Gas Special 48 Fissa 532,77 euro 245,44 euro -6,22 euro 953,83 euro
Poste Energia Gas Fissa 542,13 euro 245,44 euro -6,22 euro 1.009 euro
Sorgenia Next Energy Variabile 620,41 euro 245,44 euro -6,22 euro 1.103 euro
Vivigas VIVIconNoi Gas Variabile 443,13 euro 245,44 euro -6,22 euro 846,89 euro

 

Offerte dual

 

Nome Tariffa Fascia Costo materia prima Trasporto e gestione contatore Oneri sistema Prezzo/anno totale + imposte
Engie Energia PuntoFisso Fissa Multioraria 85,79 euro luce

+

136,38 euro gas

82,23 euro luce

+

88,36 euro gas

0,09 euro luce

+

-26,13 euro gas

184,92 euro luce

+

240,61 euro gas

Pulsee Luce e Gas Per Te Dual Fix Fasce Multioraria 133,77 euro luce

+

185,50 euro gas

82,23 euro luce

+

88,36 euro gas

0,09 euro luce

+

-26,13 euro gas

237,69 euro luce

+

300,41 euro gas

Vivigas VIVIX2 Market Lucegas Variabile Multioraria 97,84 euro luce

+

150,06 euro gas

82,23 euro luce

+

88,36 euro gas

0,09 euro luce

+

-26,13 euro gas

165,17 euro luce

+

220,50 euro gas

 

Conclusioni, opinioni

 

Stando a ultime stime Economia-italia.com, a marzo 2021 è circa il 57,3% degli utenti domestici ad esser passato al mercato libero, e il 68% di microimprese e PMI, in via preventiva in vista della chiusura definitiva del mercato tutelato del 1 gennaio 2024, cosa già avvenuta per gli ambienti aziendali. Alla stessa data, l’81% dei contratti è sottoscritto da clienti d’età tra 18 e 29 anni.

Motivo di questo fatto è la difficoltà di comprensione della differenza tra mercato tutelato e libero, che a dicembre 2023 desta ancora qualche preoccupazione specialmente nei soggetti tra 70 e 80 anni. Tuttavia, malgrado la scarsa informazione sull’argomento, c’è da rassicurare queste persone dicendo che:

  • In caso non facciano cambiamenti, non resteranno mai senza luce né gas
  • Non subiranno aumenti di bollette, sempre a seconda dell’offerta scelta
  • Avranno condizioni agevolate se clienti vulnerabili
  • Possono facilmente capire se appartengono a uno o l’altro mercato dalle diciture in bolletta
  • Possono scegliere un’offerta sul mercato libero quando vogliono

A conti fatti, esaminando le migliori proposte del mercato libero si notano sostanziali differenze rispetto al regime di maggior tutela: nonostante i costi di servizio siano identici per tutte le forniture luce e gas, si nota una grande varietà di offerte differenti in base a consumo e abitudini, con tariffe fisse e variabili e fasce monorarie e multiorarie, così da organizzare meglio i propri consumi/assorbimenti. Tra i nomi più interessanti figurano Enel Energia ed Eni Plenitude, in nuove vesti, ma eredi di una lunga storia.

In tutto questo, non bisogna mai dimenticare la piaga delle truffe: mai fidarsi di call center e mail che richiedono forzatamente di cambiare gestore con la minaccia di interruzioni improvvise di forniture, poiché ciò non succederà mai. Un fenomeno grave, particolarmente comune in questo periodo di transizione.

La Redazione di Economia Italia è formata da professionisti dell'economia e della finanza con la passione della divulgazione. Dal 2014 pubblichiamo guide sugli investimenti, prestiti, mondo della finanza e dell'economia, con un occhio di riguardo alle tematiche di energia rinnovabile, del lavoro e dell'economia italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.