Elon Musk vuole spostare la Fabbrica Tesla a causa del Lockdown per il Coronavirus

“Ridate alle persone la loro libertà”: dice Elon Musk che bolla gli Stati Uniti come un regime fascista, che sta “imprigionando con la forza” le persone nelle loro case
Elon Musk non è soddisfatto delle chiusure statunitensi di aziende ritenute non indispensabili e ha anche minacciato di spostare la sua fabbrica di auto elettriche TESLA ( TLSA ) fuori dalla California e fuori dai confini degli Stati Uniti. .
Mercoledì il miliardario ha dichiarato che la chiusura delle fabbriche automobilistiche di Tesla è un “grave rischio” per la sua attività.
“Ridare alle persone la loro dannata libertà”, ha detto in una teleconferenza.

In un breve comunicato pieno di imprecazioni, Elon Musk ha rafforzato la sua posizione contro gli ordini di protezione come chiudere le fabbriche, introdotti da vari stati degli USA nelle ultime settimane, nel tentativo di fermare la diffusione del nuovo coronavirus.

L’amministratore delegato di Tesla e tra i fondatori di PayPal e Space X ,  non ha smorzato i toni  delle sue parole durante una teleconferenza di mercoledì, a seguito del profitto a sorpresa del primo trimestre della società, quando ha dichiarato che gli arresti forzati della fabbrica di Tesla costituivano un “serio rischio” per l’attività del produttore di auto elettriche.

Elon Musk vuole spostare la Fabbrica Tesla a causa del Lockdown per il Coronavirus
Sopra: Elon Musk

“Francamente, lo definirei questo un imprigionamento forzato di persone nelle loro case contro tutti i loro diritti costituzionali”, ha detto. “Stanno violando le libertà delle persone in modi orribili e sbagliati e non per il motivo per cui sono venuti in America o hanno costruito questo paese. Che diavolo … Mi scusi. Sono molto indignato.”

I principali funzionari della Casa Bianca hanno accantonato le linee guida per la riapertura degli Stati Uniti nonostante l’approvazione del CDC.
Il vicepresidente Pence ha elogiato la risposta dell’Iowa a COVID-19 , ma lo stato – che sta iniziando a riaprire – sta subendo un aumento del bilancio delle vittime del coronavirus.
Secondo quanto riferito, l’assistente personale di Ivanka Trump è risultato positivo al coronavirus.
“Non sono scontento”: il massimo scienziato che è stato licenziato e ha presentato una denuncia per informatori respinge l’etichetta di Trump e afferma che il governo degli Stati Uniti “avrebbe potuto fare di più” per salvare vite umane.
La California ora invierà a tutti gli elettori registrati una votazione per posta per le elezioni di novembre, alla luce delle preoccupazioni del coronavirus.
Torna il 6 marzo , come gli Stati Uniti cominciarono prima segnalazione dei casi entro i suoi confini, il miliardario prima ha detto il panico circa il coronavirus “è stupido.” I casi noti negli Stati Uniti ora raggiungono 1 milione. Martedì ha aumentato le sue lamentele su Twitter, esortando i leader a “LIBERA L’AMERICA ORA” e lodando il piano del Texas di allentare le regole a partire da venerdì.

“Causerà un grande danno, non solo a Tesla ma a molte aziende”, ha detto Musk al telefono. “E mentre Tesla resisterà alla tempesta, ci sono molte aziende che non lo faranno. Tutto ciò che le persone hanno lavorato per tutta la vita viene distrutto in tempo reale.”

Il muschio arrivò persino a definire non democratico per i governi statali ordinare le chiusure di imprese ritenute non indispensabili.

“Se qualcuno vuole rimanere a casa sua, è fantastico e dovrebbero esserlo”, ha detto. “Ma dire che non possono uscire di casa e che se lo faranno saranno arrestati, è fascista. Non è democratico, non è libertà. Restituisce alla gente la loro dannata libertà.”

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *