Investire: 8 Libri per Investitori Consigliati da Warren Buffett

Non sorprende che le raccomandazioni di Buffett riguardino quasi esclusivamente gli investimenti . Buffett non è solo il migliore investitore della storia di Wall Street, è anche una persona straordinaria fuori dal comune.
Così come è fuori dal comune la sua visione degli affari.
Nei suoi “consigli”, non troverai cose banali del tipo “Come diventare ricchi”, ma troverai delle critiche al sistema e di come inserirsi in esso come un imprenditore e non come un normale cliente.
Ecco allora i libri consigliati da Buffett, non tutti li potrai trovare in italiano, per quello abbiamo messo anche il titolo in inglese.

1. Avventure commerciali (Business adventure)

 

Sottotitolo: Dodici racconti classici dal mondo di Wall Street

Riepilogo: la copertura degli affari del New Yorker è sempre andata ben oltre il reportage e ha portato la scrittura aziendale al livello dell’arte. Tra i molti autori di talento che hanno scritto per la rivista nel corso dei decenni, John Brooks si distingue come un maestro della storia ben raccontata che informa e intrattiene. Queste sono alcune delle sue migliori storie, raccontate con intuizione e una profonda comprensione delle debolezze umane.

La citazione migliore: “Il mercato azionario – il serial per l’avventura diurna del benestante – non sarebbe il mercato azionario se non avesse i suoi alti e bassi: qualsiasi sartoria con un gusto per la tradizione di Wall Street ha sentito la replica che JP Morgan the Elder avrebbe dovuto fare a un ingenuo conoscente che si era azzardato a chiedere al grande uomo cosa avrebbe fatto il mercato. “Variabilmente,” rispose Morgan seccamente, e ha molte altre caratteristiche distintive. Oltre ai vantaggi e agli svantaggi economici delle borse, il vantaggio di fornire un flusso di capitale libero per finanziare l’espansione industriale, ad esempio, e lo svantaggio di fornire un modo troppo conveniente per gli sfortunati, gli imprudenti e gli creduloni di perdere i loro soldi – il loro sviluppo ha creato un intero modello di comportamento sociale, completo di abitudini, lingua e risposte prevedibili a determinati eventi. ”

Investire: 8 Libri per Investitori Consigliati da Warren Buffet Investire: 8 Libri per Investitori Consigliati da Warren Buffet

2. Azioni ordinarie e profitti non comuni (Common Stocks and Uncommon Profits )

 

Autore: Philip A. Fisher

Riepilogo: la classica guida alla selezione degli stock basata su ricerche informate. Più di ogni altro, questo libro sembra incapsulare la filosofia di investimento generale di Buffett. È anche uno dei pochi libri scritti prima dell’invenzione di Internet che in realtà è diventato più rilevante da allora.

Migliore citazione: “La maggior parte delle persone, in particolare se si sentono sicuri che non ci sia il pericolo che vengano citate, amano parlare del campo di lavoro in cui sono fidanzate e parleranno piuttosto liberamente dei loro concorrenti. , ponete a ciascuno di loro domande intelligenti sui punti di forza e di debolezza degli altri quattro, e nove volte su dieci emergerà un quadro sorprendentemente dettagliato e accurato di tutti e cinque, ma i concorrenti sono solo uno e non necessariamente la migliore fonte di opinione informata È altrettanto sbalorditivo quanto si possa imparare da venditori e clienti sulla reale natura delle persone con cui trattano. ”

3. Sognare in grande (Dream Big )

 

Autore: Cristiane Correa

Riepilogo: negli Stati Uniti ci sono una dozzina di icone di affari – Jobs, Welch, Gates e così via – le cui storie personali continuano a ispirare gli imprenditori. Il resto del mondo, tuttavia, guarda ad altri miti e ispirazioni. In Sud America non ci sono imprenditori più iconici di Jorge Paulo Lemann, Marcel Telles e Beto Sicupira. Insieme hanno costruito il più grande impero economico della storia brasiliana, trasformandosi in miliardari e facendo diventare milionari almeno un migliaio di loro dipendenti.

Migliore citazione: “In meno di due decenni, hanno trasformato un birrificio regionale con un nome forte e risultati deboli, Brahma, nella più grande azienda del settore a livello globale, tutto questo è stato ottenuto ripetendo ad nausea i mantra di la cultura aziendale che Lemann aveva adottato all’inizio e poi si diffuse a tutta l’azienda in cui investivano: meritocrazia, controllo dei costi inarrestabile, duro lavoro e tanta pressione che non tutti potevano sopportare, non c’erano vantaggi o status symbol. , per il meglio – persone come Brito, Thompson e Dutra – le opportunità hanno dato loro la possibilità di diventare partner commerciali “.

4. Il piccolo libro di investimento comune (The Little Book of Common Sense Investing )

 

Sottotitolo: l’unico modo per garantire la giusta quota di ritorno sul mercato azionario

Autore: Jack Bogle

Riepilogo: Sostanzialmente un argomento dettagliato per la diversificazione, in particolare sotto forma di fondi indicizzati, auspicabilmente con basse commissioni di gestione.

Migliore citazione: “[C’è] un profondo conflitto di interessi tra chi lavora nel settore degli investimenti e chi investe in azioni e obbligazioni. La via della ricchezza per chi è nel business è persuadere i propri clienti, ‘Non solo stai lì, fai qualcosa ». Ma la via della ricchezza per i loro clienti nel complesso è quella di seguire la massima opposta: “Non fare qualcosa, resta in piedi”. Perché questo è l’unico modo per evitare di giocare al perdente nel tentativo di battere il mercato “.

5. La cosa più importante The Most Important Thing )

 

Sottotitolo: Senso non comune per l’investitore premuroso

Autore: Howard Marks

Riepilogo: questo libro è il controargomento della teoria del “senso comune” degli investimenti. Piuttosto che cercare di semplificare gli investimenti, l’autore fa esattamente il contrario, mostrando come gli investimenti di alto livello richiedono il bilanciamento di molti fattori complessi. Fortunatamente, l’autore espone queste complessità in modo metodico, rendendole così facili da capire quanto possibile.

Migliore citazione: “Qual è esattamente la cosa più importante?” Nel luglio 2003, ho scritto un promemoria con quel titolo che riuniva gli elementi che ritenevo essenziali per il successo dell’investimento. Ecco come è iniziato: “La cosa più importante è X. ‘ E poi dieci minuti dopo è “La cosa più importante è Y.” E poi Z, e così via. Tutto sommato, il memo finì per discutere di diciotto “cose ​​più importanti”. Da quel memorandum originale ho apportato alcune modifiche alle cose che considero “le più importanti”, ma la nozione fondamentale è invariata: sono tutte importanti: investire con successo richiede un’attenzione ponderata a molti aspetti separati, tutti allo stesso modo tempo. Ometti chiunque e il risultato sarà probabilmente meno soddisfacente. ”

6. L’investitore intelligente ( The intelligent investor )

 

Autore: Benjamin Graham

Riepilogo: I lettori attenti hanno senza dubbio notato che The Little Book of Common Sense Investing e The Most Important Thing sposano filosofie di investimento diametralmente opposte. Se immagini quei due libri come i due lati di un arco, The Intelligent Investor è la chiave di volta che li tiene entrambi in alto. Questo libro spiega che, sebbene sia necessario uno sforzo per ottenere risultati migliori di quelli che si possono ottenere da un fondo indicizzato, l’argomento non è così arcano che solo gli esperti devono tentare di farlo.

Migliore citazione: “L’arte di investimento ha una caratteristica che non è generalmente apprezzata: un risultato credibile, se non spettacolare, può essere raggiunto dall’investitore laico con il minimo sforzo e capacità, ma per migliorare questo standard facilmente raggiungibile richiede molta applicazione e più che una traccia di saggezza: se cerchi semplicemente di portare solo un po ‘di conoscenza e intelligenza in più per sostenere il tuo programma di investimento, invece di realizzare un risultato leggermente migliore del normale, potresti scoprire di aver fatto di peggio. ”

7. Gli estranei ( The outsiders )

 

Autore: William Thorndike Jr.

Riepilogo: In questo classico di formazione, il ragazzino Ponyboy impara il vero significato dell’amicizia quando … Whoops! “Outsiders” errati. Rewind. In questo classico di ottenere ricchezza, il William di mezza età impara il vero significato della leadership studiando otto amministratori delegati che sono riusciti, nonostante la saggezza convenzionale.

Migliore citazione: “I CEO, come gli atleti professionisti, competono in un campo altamente quantitativo, eppure non esiste una singola metrica accettata per misurare le loro prestazioni, nessun equivalente o ERA per lanciatori di baseball, o tasso di complicanze per chirurghi o obiettivi contro la media per portieri dell’hockey La stampa economica non cerca di identificare i migliori performer in modo rigoroso, ma si concentra generalmente sulle società più grandi e più note, la Fortune100, motivo per cui i dirigenti di tali società sono così spesso presenti sulle copertine delle principali riviste di settore. La metrica su cui solitamente si concentra la stampa è la crescita delle entrate e dei profitti. È l’aumento del valore per quota di un’azienda, tuttavia, non la crescita delle vendite o dei guadagni o dei dipendenti, che offre il barometro definitivo della grandezza di un CEO. È come se Sports Illustrated mettesse solo i lanciatori più alti e i portieri più larghi in copertina. ”

8. Dove sono gli yacht dei clienti?  ( Where Are the Customers’ Yachts? )

 

Autore: Fred Schwed

Riepilogo: Il titolo di questa esposizione molto divertente si riferisce a un visitatore di una società di Wall Street che, dopo aver visto le foto dei vari yacht dei broker, ha chiesto “Dove sono gli yacht dei clienti?” Il punto è, naturalmente, che le intermediazioni azionarie sono impostate per rendere i broker ricchi, spesso a spese dei loro clienti. Ciò che è affascinante, e anche inquietante, è che questo libro è stato originariamente pubblicato sessant’anni fa, rendendo così un perfetto esempio del motto “Nessuno è mai andato in rovina sottovalutando l’intelligenza del pubblico americano”.

Migliore citazione: “I clienti hanno una sfortunata abitudine di chiedere notizie sul futuro finanziario. Ora, se fai a qualcuno l’unico onore di fargli una domanda difficile, puoi essere certo che otterrai una risposta dettagliata. Raramente sarà il più difficile di tutte le risposte – ‘Non lo so.’ “

Economia Italia è un sito che si occupa di economia, finanza, tasse e pensioni dal 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *