L’Industria di Marijuana Sta Creando Lavoro Più Velocemente di Tutte le altre in USA

La marijuana è l’industria che sta creando lavoro più velocemente in USA. Gli Stati Uniti hanno aggiunto 64.389 posti di lavoro legali a tempo pieno di cannabis nel 2018, secondo un nuovo rapporto.
Ciò supera la crescita in altri settori nel mercato del lavoro.
Anche le aperture di lavoro nell’industria della cannabis sono aumentate.
Dimentica l’ industria energetica . La marijuana sembra essere il settore di lavoro in più rapida crescita negli Stati Uniti.
Gli Stati Uniti hanno aggiunto 64.389 posti di lavoro legali a tempo pieno di cannabis nel 2018, secondo un nuovo rapporto di Leafly e Whitney Economics. Questo ha rappresentato un aumento del 44%, portando il numero totale di posizioni a 211.000.
E questo non conta i lavori indirettamente collegati all’industria della marijuana, come avvocati, commercialisti, consulenti per la sicurezza, società di media e società di marketing. Con quelli inclusi, c’erano 296.000 libri paga nel settore l’anno scorso.

LEGGI ANCHE >>> Investire in Azioni di ErbaTasse che porterebbe la Legalizzazione di ErbaCompleta Legalizzazione in CanadaEntrate Fiscali con l’Erba

L'Industria di Marijuana Sta Creando Posti di Lavoro Più Velocemente di Tutte le altre in USA

L’Industria di Marijuana Sta Creando Posti di Lavoro Più Velocemente di Tutte le altre in USA

 

I posti di lavoro nel settore sono previsti in crescita del 110% tra il 2017 e il 2020, superando quelli che vengono spesso considerati i settori principali. Per fare un confronto, le posizioni dei progetti BLS nell’installazione di pannelli solari e nell’assistenza domiciliare aumenteranno rispettivamente del 105% e del 47%, nello stesso periodo.

Poiché la marijuana è considerata una sostanza illegale secondo la legge federale, il Bureau of Labor Statistics non riporta i dati sull’occupazione per l’industria. Gli autori del rapporto hanno utilizzato dati di stato e cifre del settore per raggiungere le stime.

Mentre l’industria della marijuana affronta una significativa incertezza giuridica, ha fatto progressi negli ultimi anni. La marijuana ricreativa è ora legale in 10 stati e Washington, DC.

E attraverso gli Stati Uniti, ci sono altri segni che l’industria sta esplodendo. Le aperture di lavoro nell’industria della cannabis quotate sul sito di carriera Glassdoor sono aumentate di oltre tre quarti lo scorso anno, per esempio passando a 1.512 da 858 nel 2017.

“L’investimento nell’assunzione è uno degli indicatori più forti per la fiducia delle imprese in quanto richiede un notevole investimento a lungo termine di tempo, impegno e denaro”, ha dichiarato Daniel Zhao, l’autore del rapporto Glassdoor.

Le assunzioni complessive negli Stati Uniti hanno rallentato più del previsto a febbraio, con l’economia che ha aggiunto il minor numero di posti di lavoro dal 2017. Gli economisti seguiranno da vicino il prossimo rapporto BLS per vedere se si tratta solo del rumore mensile o dell’inizio di un calo tendenza.
Non è chiaro se l’industria della marijuana sarebbe in grado di mantenere l’attuale livello di crescita di fronte a un rallentamento, ha detto Josh Wright, il capo economista di iCIMS, una società di software di assunzione.

“L’industria della cannabis sembra abbastanza grande da fare la differenza per molti singoli lavoratori e forse per le comunità, ma da sola non è molto combattiva in recessione”, ha detto Wright.

Fonte: Businessinsider

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *