Dove la Cannabis è Legale negli Stati Uniti, Stato per Stato

Avete mai pensato di andare negli Stati Uniti ed interessarvi di cannabis? La legalità della marijuana può differire notevolmente, a seconda dello stato americano in cui ti trovi, cerchiamo allora di capire tra possibilità di fare impresa in America in questo campo e turismo ricreativo, ricordando che in Canada la cannabis ricreativa è stata legalizzata dappertutto.

ATTENZIONE: negli USA se fermano una persona in uno Stato dove la cannabis ricreativa non è completamente legalizzata e la trovano con 1 spinello, questa può direttamente in galera anche se – per esempio – in quello Stato l’uso di marijuana medica è consentito; le leggi in materia variano da Stato a Stato, per questo se si è turisti è bene informarsi molto bene prima di fare qualsiasi cosa. 

L’industria della marijuana è frenetica è più modi di quanto tu possa immaginare. Certo, le stime di crescita per l’industria sono alle stelle, con varie stime di Wall Street che suggeriscono che le vendite annuali globali potrebbero crescere tra i $ 50 e i $ 200 miliardi in circa un decennio. Ma questo non è l’unico aspetto dinamico della cannabis legale.

Ad esempio, l’innovazione e lo sviluppo del prodotto sono in continua evoluzione. Il Grower Cronos Group ( NASDAQ: CRON ) ha stretto una partnership con Ginkgo Bioworks per ottenere l’accesso alla sua piattaforma di sviluppo di microrganismi a settembre. Cronos utilizzerà la piattaforma Gingko per creare ceppi di lievito in grado di produrre otto cannabinoidi mirati su scala commerciale, che potrebbero risultare notevolmente più economici rispetto all’utilizzo di tecniche di estrazione tradizionali su cannabis e / o piante di canapa. Cronos può quindi vendere questo prodotto o utilizzarlo per creare una linea di prodotti derivati ​​in vaso in Canada.

Un’altra area in cui stiamo assistendo alla costante evoluzione del paesaggio della cannabis è a livello statale negli Stati Uniti. Tra i benefici medici percepiti della cannabis e le possibili entrate fiscali che può generare, sempre più stati hanno sventolato la bandiera verde sulla marijuana negli ultimi anni.

Detto questo, capire quali stati hanno e non hanno legalizzato la marijuana ricreativa o medica può essere complicato. Di seguito, ho delineato uno sguardo di facile comprensione a tutti i 50 stati che non lascia dubbi su dove ciascuno si trovi sulla cannabis.

Allora andiamo a leggere gli Stati Americani dove la cannabis ricreativa è legale , tenendo presente che le leggi possono cambiare molto rapidamente e che questo articolo è stato scritto nell’estate del 2019.

Dove la Cannabis è Legale negli Stati Uniti, Stato per Stato
legenda: in verde gli stati dove la marijuana ricreativa è legale e si può vendere, in celeste gli stati dove è legale solo la marijuana medica, in grigio gli stati dove la marijuana è sempre illegale

Questi stati hanno legalizzato la cannabis ricreativa e la stanno vendendo

I primi sono gli stati più progressivi sulla cannabis negli Stati Uniti. I seguenti otto stati consentono la vendita di marijuana ricreativa in dispensari autorizzati e (ovviamente) anche la prescrizione di marijuana medica da parte di medici. Questi otto stati sono (in ordine alfabetico):

  • Alaska
  • California
  • Colorado
  • Maine
  • Massachusetts
  • Nevada
  • Oregon
  • Washington

Secondo un rapporto recentemente pubblicato da Arcview Market Research e BDS Analytics (“State of the Legal Cannabis Markets”), la spesa degli Stati Uniti in questo settore con licenza ( cioè tutto in regola e pagando le tasse)  supererà i 7,3 miliardi di dollari stimati nel 2019. Per un contesto aggiuntivo, questo è più di tutto il Canada vendere entro il 2024, secondo il rapporto.

La California è di gran lunga il principale mercato negli Stati Uniti per le vendite di marijuana , con il Golden State che dovrebbe generare $ 3,1 miliardi di entrate nel 2019. Oltre la California, solo il Colorado e Washington sono previsti per colpire oltre un miliardo di dollari nelle vendite di erbe ricreative quest’anno. Tuttavia, tieni d’occhio il Nevada , che dovrebbe raggiungere la più alta spesa pro capite in marijuana ricreativa di qualsiasi stato degli Stati Uniti entro il 2024.

 

Questi stati hanno cannabis ricreativa completamente legalizzata ma non la vendono (ancora)

Oltre agli otto stati che hanno legalizzato e venduto cannabis ricreativa, ci sono altri tre stati che hanno dato il via libera all’erba per adulti, ma non hanno ancora venduto alcun prodotto ricreativo. Questi stati sono:

  • Illinois
  • Michigan
  • Vermont

La legislatura dell’Illinois ha recentemente approvato – e il suo governatore, JB Pritzker (D-Ill.), Ha firmato – una legge sulla cannabis ricreativa in legge, con vendite che inizieranno il 1 gennaio 2020. Nel frattempo, gli elettori del Michigan hanno legalizzato una marijuana ricreativa iniziativa nel 2018 , ma lo stato non dovrebbe iniziare attività di vendita autorizzata fino al 2020.

Per quanto riguarda il Vermont, la sua legislatura ha legalizzato l’uso di marijuana ricreativa all’inizio del 2018, ma al momento lo stato proibisce le vendite al dettaglio del farmaco. Questo dovrebbe presto cambiare, con il legislatore che lavora su progetti di legge che creerebbero un sistema di vendita al dettaglio (e presumibilmente una tassa) simile ad altri stati legalizzati.

Come con gli altri stati legali a livello ricreativo, anche il piatto medico è legale.

Questi stati hanno legalizzato la marijuana medica, ma l’erba per uso ricreativo non è legale

Con oltre un quinto del paese che dà il via libera alla cannabis ricreativa, passiamo quindi a un gruppo di 22 stati che consentono l’uso prescritto di marijuana medica per determinati disturbi, ma che non consente l’uso di marijuana ricreativa. Intendiamoci, alcuni dei seguenti stati potrebbero aver depenalizzato il suo utilizzo, riducendo in tal modo le sanzioni per coloro che sono stati catturati, ma l’essenza è che la marijuana per uso adulto sia ancora un no-no in questi stati (ancora una volta, in ordine alfabetico):

  • Arizona
  • Arkansas
  • Connecticut
  • Delaware
  • Florida
  • Hawaii
  • Louisiana
  • Maryland
  • Minnesota
  • Missouri
  • Montana
  • New Hampshire
  • New Jersey
  • Nuovo Messico
  • New York
  • Nord Dakota
  • Ohio
  • Oklahoma
  • Pennsylvania
  • Rhode Island
  • Utah
  • Virginia dell’ovest

Sebbene le entrate della cannabis terapeutica siano ancora in crescita negli Stati Uniti, il suo ritmo di crescita dovrebbe rallentare mentre le legalizzazioni ricreative continuano. Dopotutto, perché fare il passo in più per ottenere una prescrizione medica quando un adulto di età superiore ai 21 anni può semplicemente entrare in un dispensario autorizzato in uno stato a livello ricreativo e acquistare cannabis?

Tuttavia, la Florida rimane un mercato importante da tenere d’occhio in termini di vendite, con il Sunshine State che rappresenta un candidato forte per spingere per la legalizzazione degli adulti nel 2020. Altri stati che potrebbero correre a unirsi ai suddetti 11 adulti – gli stati legali nel 2020 includono Arizona, New Jersey, Maryland, Ohio e forse anche il Minnesota.

Questi stati si allineano al governo federale nel mantenere la cannabis totalmente illegale

L’ultimo gruppo è composto da 17 stati che non hanno legalizzato l’accesso alla cannabis medica o ricreativa in alcun modo, il che significa che essenzialmente rispecchiano la posizione del governo federale sulla droga. Devo sottolineare che il passaggio del conto della fattoria a dicembre dà agli adulti in questi 17 stati l’accesso ai prodotti di cannabidiolo (CBD) che non contengono tetraidrocannabinolo (THC), il cannabinoide psicoattivo che fa aumentare gli utenti. Il CBD non è psicoattivo ed è meglio conosciuto per i suoi benefici medici percepiti.

I 17 stati in cui la marijuana è totalmente illegale sono:

  • Alabama
  • Georgia
  • Idaho
  • Indiana
  • Iowa
  • Kansas
  • Kentucky
  • Mississippi
  • Nebraska
  • Carolina del Nord
  • Carolina del Sud
  • Sud Dakota
  • Tennessee
  • Texas
  • Virginia
  • Wisconsin
  • Wyoming

La cosa degna di nota di questi 17 stati è che la maggior parte di loro tende ad avere repubblicani responsabili delle rispettive legislature. I sondaggi hanno costantemente dimostrato che i membri del GOP hanno una visione più avversa della marijuana rispetto ai democratici o agli indipendenti. Questo certamente fa luce sul perché questi 17 stati rimangono all’esterno guardando dentro.

Certo, alcuni di questi stati improbabili stanno lavorando su sforzi di legalizzazione in questo momento.

Molte opportunità in questo campo

Anche se in totale 33 stati hanno legalizzato la cannabis in una certa misura, ci sono molte opportunità di crescita legale della marijuana negli anni a venire. La maggior parte degli 11 stati che hanno legalizzato l’erba da diporto non si avvicinano in alcun modo al loro massimo potenziale di vendita annuale e, come puoi vedere, 39 stati potrebbero ancora sventolare la bandiera verde sulla marijuana adulta ad un certo punto in futuro. È questa opportunità che incoraggia un sacco di consolidamento e investimenti nel settore delle pentole degli Stati Uniti.

Migliori azioni marijuana 

Marijuana e tasse 

legalizzazione marijuana

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *