Costo del Coronavirus per Aziende e Lavoratori: “Qui è andato tutto in malora”

Riprendiamo un articolo del NYT sulla situazione economica che sta vivendo una parte dell’America. IL Coronavirus ha colpito per prima Seattle, la capitale dello Stato di washington che si trova a Nord Est degli Stati Uniti, che ricordiamo è un’economia strutturata diversamente da quella italiana di cui le conseguenze del Covid sono qui.
Mentre l’epidemia impone la cancellazione di viaggi, serate fuori e grandi raduni, il danno economico sta aumentando in tutto il paese.

La zona di Seattle è stata finora la più colpita dalla diffusione del coronavirus negli Stati Uniti.
Una settimana fa, il ristorante di Mark Canlis a Seattle offriva ogni sera un menu degustazione di $ 135 in una vivace sala da pranzo. La locanda di Eileen Hornor sulla costa del Maine stava prenotando le stanze per la vivace stagione delle lauree primaverili. E Kalena Masching, un agente immobiliare in California, stava mettendo in campo offerte multiple su una casa da $ 1,2 milioni.

Quindi l’epidemia di coronavirus ha cambiato tutto.

Oggi, il ristorante del signor Canlis si sta preparando a diventare un’operazione drive-through al servizio degli hamburger. La signora Hornor sta sanguinando contanti mentre rimborsa i depositi per decine di prenotazioni cancellate. E la signora Masching si sta arrampicando per salvare la sua vendita dopo che un’offerta dopo l’altra è fallita.

“La scorsa settimana, ti avrei detto che nulla era cambiato”, ha detto. “Questa settimana è andato tutto all’inferno.”

Per settimane, i meteorologi hanno avvertito del potenziale del coronavirus di sconvolgere l’economia americana. Ma c’erano poche prove concrete al di là delle ritardate spedizioni di merci dalla Cina e della volatilità sconvolgente nei mercati finanziari.

Ora gli effetti si stanno manifestando nei locali notturni del centro e nei centri commerciali suburbani da costa a costa.

Non dagli attacchi dell’11 settembre 2001, una crisi ha avvolto così tanta parte dell’economia così rapidamente. Broadway è buia. I tornei di basket del college vengono annullati e gli sport professionistici sono sospesi a tempo indeterminato. Conferenze, concerti e sfilate del giorno di San Patrizio sono stati annullati o rinviati. Anche Disneyland – che è rimasto aperto durante una recessione un decennio fa che ha spazzato via milioni di posti di lavoro americani e miliardi di dollari in ricchezza – è chiuso.

“Questo colpisce il cuore dell’economia e colpisce l’economia da tutte le parti”, ha affermato Diane Swonk, capo economista di Grant Thornton. “Non è solo che stiamo rallentando le cose. In realtà stiamo premendo il pulsante Pausa e non esiste un precedente, non esiste uno stampo per questo. ”

Gli effetti si fanno sentire anche in luoghi che l’epidemia stessa non ha ancora raggiunto. Maine non aveva avuto un singolo caso diagnosticato del virus quando la signora Hornor ha saputo mercoledì che il Bowdoin College , che rappresenta l’80% dei suoi affari, stava interrompendo le lezioni di persona e mandando gli studenti a casa. Eppure a mezzogiorno del giorno successivo, aveva perso 84 prenotazioni, con più annullamenti quasi tutti certi. Durante una scorsa riunione del personale giovedì, ha detto ai suoi 10 dipendenti che avrebbe cercato di evitare i licenziamenti, ma che i tagli alle ore erano inevitabili.

“Ho persone che si affidano a me per poter pagare l’affitto”, ha detto. “Non solo non ho soldi in arrivo, ma sono una specie di emorragia in contanti in termini di rimborsi per tutti.”

Ora che l’epidemia sta colpendo i consumatori, il danno è quasi certo diffondersi. JP Chaorgan ha detto giovedì che si aspettava che l’economia americana si contrasse nei primi due trimestri dell’anno, che incontrerebbe una definizione comune di recessione. Un sondaggio di eminenti economisti accademici , pubblicato anche giovedì, ha rilevato che una maggioranza pensava che l’epidemia potesse causare una “grave recessione”.

Per i ristoratori, le sale riunioni e altri i cui affari dipendono da grandi gruppi di persone riuniti, gli affari si sono prosciugati quasi dall’oggi al domani.

“È iniziato martedì”, ha dichiarato Elizabeth Perez, comproprietaria e direttrice del marketing per il Pavilion Grille a Boca Raton, in Florida. “Hanno annullato giovedì sera con una cena per 47 persone, e questa è stata la prima.” Quindi è stata rinviata la cena degli Ultimate Chefs per 120 prevista per il 22 marzo. Annullato un bar mitzvah per 150 il 30 maggio. “Sono almeno $ 10.000”, ha detto Perez. Normalmente impiega 20 persone in un evento per servire tavoli di cibo e autobus. Dal momento che sono lavoratori orari, se non ci sono eventi, non ci sono salari.

Correlati >>> Previsioni sulla Fine del Coronavirus

Costo del Coronavirus per Aziende e Lavoratori: "Qui è andato tutto in malora"

Non è solo l’epidemia stessa a causare danni. Le turbolenze che ha causato nei mercati finanziari stanno anche iniziando a riversarsi nell’economia reale.

Kong’s Tavern a Oklahoma City su quello che normalmente sarebbe un affollato venerdì pomeriggio. Senza clienti, Chris James, un cuoco, ha visto il presidente Trump parlare in televisione dell’epidemia di coronavirus. Ringraziamenti …Nick Oxford per il New York Times
Lo scorso fine settimana, la signora Masching, un broker con Redfin nella Silicon Valley, ha ricevuto tre offerte su una casa da $ 1,2 milioni che aveva elencato a Mountain View. Ma entro lunedì, due persone avevano annullato le loro offerte e la terza aveva cercato di ritirarsi, citando perdite di borsa, dopo che il suo cliente aveva accettato. Allo stesso tempo, ha detto, i potenziali acquirenti stanno decidendo di trattenere le offerte sulla convinzione che la carneficina potrebbe eventualmente portare a prezzi delle case più bassi.

La maggior parte dei nostri clienti utilizza le scorte per i loro acconti e non ha il potere d’acquisto che aveva anche due settimane fa“, ha detto.

In gran parte del paese, gli uffici rimangono aperti, i ristoranti rimangono pieni e la vita di tutti i giorni rimane relativamente normale, sebbene con meno strette di mano e più lavaggi delle mani. Ma nei luoghi in cui il virus è già molto diffuso, la recessione è ben avviata.

A Seattle, il luogo più colpito finora dallo scoppio negli Stati Uniti, il vivace quartiere di South Lake Union è stato stranamente silenzioso da quando Amazon e altre società tecnologiche con sede nell’area hanno detto ai loro dipendenti di lavorare da casa. È stato un disastro per Tom Douglas, uno chef locale con una dozzina di ristoranti. Gli affari sono in calo del 90 percento rispetto al solito.

Mercoledì, il signor Douglas ha detto al suo staff che la cena di domenica sarebbe stata l’ultima per due o tre mesi. Stava chiudendo i suoi ristoranti e licenziando quasi tutti i circa 800 impiegati. Aveva in programma di fare domanda per la disoccupazione e di ricercare disastri federali o prestiti alle piccole imprese.

“Questo è un grave disastro naturale – non penso che molte persone ci pensino in questo modo solo perché non ci sono venti e non ci sono alluvioni”, ha detto. “Ma questo è un vero disastro naturale che colpisce le persone al livello più elementare.”

Il ritiro dalla vita pubblica sta inviando onde d’urto oltre il settore dell’ospitalità. Quando i ristoranti chiudono le loro porte, non hanno più bisogno di tovaglie fornite da servizi di biancheria o birra di birrai locali. Quando le persone smettono di volare, non hanno più bisogno di taxi per l’aeroporto o di $ 5 bottiglie d’acqua dall’edicola dell’aeroporto.

Baden Sports, un produttore di articoli sportivi nel sobborgo di Renton a Seattle, fornisce pallacanestro e baseball per i campionati giovanili e i tornei universitari, molti dei quali vengono ora cancellati. Jake Licht, che gestisce l’azienda, ha imposto un blocco delle assunzioni e sta preparando un budget in preparazione per una recessione.

“Questo si sta muovendo così in fretta”, ha detto Licht. “Tre giorni fa abbiamo avuto riunioni e sessioni di pianificazione che sono già state invalidate. Questa è una sfida gestionale ora per ora. ”

La velocità della crisi ha superato la capacità degli economisti di seguirla. Mentre il mercato azionario girava negli ultimi giorni, i dati economici – la maggior parte da febbraio, prima che l’epidemia fosse diffusa negli Stati Uniti – hanno continuato a sembrare rosei. Persino gli indicatori che di solito fungono da sistemi di allerta precoce non hanno ancora recuperato terreno: i nuovi reclami per l’assicurazione contro la disoccupazione in realtà sono diminuiti la scorsa settimana e rimangono quasi a un livello più basso.

Tuttavia, ci sono i primi segni di una crisi che sta ancora guadagnando terreno. Le misure del sentimento dei consumatori sono diminuite drasticamente all’inizio di marzo e gli indici delle condizioni commerciali sono crollati. Compagnie aeree, porti, hotel e altri settori direttamente interessati hanno già annunciato licenziamenti o licenziamenti dei dipendenti. La pubblicazione di posti di lavoro in ristorazione la settimana scorsa è diminuita del 26% rispetto alla stessa settimana di un anno fa, secondo i dati del mercato del lavoro ZipRecruiter. Le offerte di lavoro nel settore della ristorazione sono diminuite del 39% e quelle nel settore dell’aviazione del 44%.

“I cambiamenti comportamentali che potrebbero scatenare una cascata economica che alla fine si vedranno nel mercato del lavoro sono ora messi in moto”, ha dichiarato Julia Pollak, economista del lavoro presso ZipRecruiter.

I lavoratori che avvertono per primi gli effetti del pullback sono quelli meno in grado di permetterselo: impiegati a basso costo, orari, molti dei quali non sono pagati se mancano il lavoro. Solo un terzo dei lavoratori del tempo libero e dell’ospitalità ha accesso a qualsiasi tempo libero retribuito, secondo i dati dell’Ufficio delle statistiche del lavoro .

Wallace McLeod ha lavorato alla TapWerks Ale House nel quartiere Bricktown di Oklahoma City per cinque anni, ma non aveva mai visto affari così lenti al bar come lo erano giovedì sera. Con 212 rubinetti suddivisi in due piani, il pub avrebbe oscillato con i clienti che si dirigevano al concerto Cher alla Chesapeake Energy Arena a pochi isolati di distanza. “Non sarei in grado di parlarti in questo momento se il concerto fosse in corso”, ha detto in un’intervista.

Invece, l’evento di Cher è stato rinviato, il bar era in gran parte vuoto e una notte che avrebbe portato a $ 13.000 di vendite sarebbe stata fortunata a raggiungere $ 4.000 se i clienti abituali lo avessero superato. I baristi che si aspettano di guadagnare oltre $ 200 per la notte sarebbero fortunati a portare a casa $ 80, ha detto McLeod – il che significa che anche loro avrebbero frenato le loro spese.

“Hai meno soldi”, ha detto McLeod, notando che avrebbe dovuto rimandare una festa di compleanno per sua figlia. “Non puoi fare tutte le cose che sei abituato a fare.”

La forza dell’economia prima del colpo di coronavirus può fornire una certa protezione. Le aziende che negli ultimi anni hanno lottato per attrarre e trattenere i lavoratori possono essere riluttanti a licenziarli, soprattutto se si aspettano un rimbalzo relativamente rapido.

Molte aziende stanno facendo tutto il possibile per resistere fino ad allora.

Canlis è uno dei ristoranti di fascia più alta di Seattle, con un pianista che intrattiene i clienti al bar e un menu di degustazione di quattro portate che costa $ 135 a persona. Ma quando l’epidemia cominciò a diffondersi a Seattle, gli affari iniziarono a prosciugarsi. Il signor Canlis, uno dei proprietari, si è reso conto che la sua attività era “un titolo lontano” dal mettere fuori lavoro oltre 100 dipendenti.

Quindi, nel corso di una riunione di tre ore in un appartamento con vista sulla città, i gestori hanno elaborato un nuovo piano. Questa settimana, il ristorante inizierà a vendere panini con bagel al mattino, facendo un giro in auto che serve hamburger e verdure si scioglie per pranzo e consegna la cena alle porte dei residenti di Seattle.

“La cucina raffinata non è ciò di cui Seattle ha bisogno in questo momento”, ha dichiarato il ristorante in un post di Instagram che annuncia il cambiamento .

Come combattono il virus a Taiwan 

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *