L’autoradio non funziona, cosa succede?

Musica, programmi radiofonici o notizie sono cose che non dovrebbero mai mancare in auto, specialmente durante un lungo viaggio di piacere, anche per informarsi sulla situazione del traffico. Può però spesso capitare che lo stereo non si accenda facendo saltare i propri piani, per questo nell’articolo di oggi scopriremo cosa succede e cosa fare se l’autoradio non funziona.

L’assenza di una compagnia sonora per conducente e passeggeri è una condizione frustrante, che causa disagio e malessere, nonostante talvolta risparmi qualche mal di testa, ma avere autoradio come si trovano su Ovoko sicuramente aiuta. . Comunque non tutto è perduto, poiché già capire le principali problematiche aiuterà a salvare la situazione. Quali sono i motivi per cui non funziona più l’autoradio?

L'autoradio non funziona, cosa succede?

7+1 motivi per cui l’autoradio potrebbe non funzionare più da un giorno all’altro

Che sia integrata o installata separatamente l’autoradio è una componente fondamentale dell’automobile, che sia a benzina, elettrica o ibrida, per informarsi sulle notizie, condizioni del traffico ma anche per ascoltare programmi e podcast preferiti o musica, che sia via radio, cd, cassette o usb: nonostante lo smartphone prenda in molti casi il suo posto è la compagnia ideale di lunghi viaggi, ancor più se notturni quando il sonno rischia di prendere il sopravvento. 

Proprio per questo, i suoi malfunzionamenti possono causare non pochi disagi, motivo per cui occorre comprenderne i motivi. 

Sistema antifurto

 

Specialmente se a sistema integrato, molte autoradio non funzionano se l’automobile è spenta, anche qualora il quadro elettrico sia acceso. Non è un guasto bensì il sistema d’antifurto che impedisce di accenderla, a meno che non vengano adottate delle misure varie per sbloccarla, come le impostazioni sul computer di bordo.

Il manuale dell’automobile darà risposta a tale problema.

Problemi coi fili

 

Qualunque cosa sia cablata corre il rischio di smettere di funzionare, l’autoradio è una di quelle. Specialmente se installata separatamente può avere problemi o guasti ai fili, poiché è facile inserirla in modo errato collegando male i poli. Stesso discorso può avvenire anche qualora l’installazione sia effettuata correttamente ma le vibrazioni dell’auto abbiano nel tempo smosso i fili. Problemi di cablaggio possono riguardare anche gli altoparlanti, montati di solito posteriormente, se l’autoradio si accende correttamente ma senza emettere suoni.

In entrambi i casi, se non si ha dimestichezza si consiglia di rivolgersi ad un elettrauto, per verificare se vi siano ulteriori problemi all’impianto audio dell’automobile.

Centralina difettosa

 

Cosa che avviene specialmente sull’autoradio di serie, il mancato funzionamento può derivare da un difetto della centralina a cui essa è collegata. In tal caso, l’autoradio si accenderà comunque restituendo un messaggio d’errore o l’inserimento di un codice di sblocco, solitamente presente nel manuale dell’automobile.

Se si è sprovvisti di codice, si consiglia di recarsi ad un elettrauto che potrà anche resettarla a dovere.

Antenna difettosa

 

Sia su modelli di serie che installati separatamente, la ricezione delle stazioni radio sarà pessima se l’antenna è difettosa o viene danneggiata. Ciò può avvenire per difetti di fabbrica, danni da agenti atmosferici, atti di vandalismo o in minor parte dall’incompatibilità con l’automobile. Segnale d’allarme sarà il corretto funzionamento di lettore cd, porta usb, bluetooth e altre funzioni ma non quello della classica radio.

Il problema potrà essere risolto dal proprio concessionario o da un elettrauto, mentre le soluzioni fai-da-te potrebbero funzionare solo sul breve periodo.

Fusibile bruciato

 

Di qualunque tipologia, ogni autoradio ha almeno un fusibile che la protegge da sbalzi o dispersioni di tensione. Il fusibile bruciato porta allo spegnimento totale dello strumento. Se l’autoradio non funziona più è importante controllare nella scatola dei fusibili e cercare quello a essa dedicato, riconoscendo se sia ancora integro o meno dal filo interno spezzato o se annerito, caso che potrebbe significare un corto circuito da sovraccarico.

Una volta individuata la scatola è abbastanza semplice sostituire il fusibile in autonomia, ma c’è sempre l’elettrauto se non si è esperti e si è disposti a spendere qualche soldo in più.

Batteria scarica

 

La batteria alimenta ogni elemento dell’automobile e grazie all’alternatore si ricarica quando questa è in moto. Di conseguenza anche l’autoradio, che se non funziona potrebbe dipendere dalla batteria scaricata, usurata, difettosa o con contatti deboli, che possono portare alla mancata ricarica prendendo qualche dosso o buca di troppo. Attenzione però, anche quando non in carica la batteria continuerà a funzionare finchè l’auto è in moto, non facendola però ripartire una volta spenta.

In concomitanza di altri mancati funzionamenti, è necessario sostituire la batteria dall’autoricambi o negozi dedicati con una di dimensioni compatibili al vano dedicato nel cofano, mentre la ricarica coi cavi servirà a ben poco se è difettosa o datata.

Connettori sporchi

 

Rispetto al passato, in cui vi erano blocchi unici fissi, per aggirare il rischio di furto da fine anni ’90 molte autoradio separate hanno iniziato a presentare frontalini rimovibili, mentre il corpo rimaneva inserito nell’apposito vano. Se l’autoradio non funziona può dipendere da connettori sporchi o danneggiati, che se lasciati scoperti per lunghi periodi possono risentire di polvere e ruggine.

Per evitare ciò si consiglia di pulire i connettori con batuffoli di cotone idrofilo, senza forzare troppo, assicurandosi di farlo a macchina spenta.

Incompatibilità

 

Problematica assai rara, può avvenire che un’autoradio acquistata separatamente sia incompatibile con l’automobile. Un caso ipotizzabile se tutti i fili sono perfettamente collegati, la batteria è carica, la centralina ben funzionante e i fusibili integri ma la radio non si accende o non si sente.

Nonostante la maggior parte dei modelli sia universale, prima di comprare un’autoradio si consiglia sempre di verificare la compatibilità con la propria auto.

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.