Prezzo del Petrolio WTI in Calo Causa Omicron

I prezzi del petrolio crollano a causa del rinnovato panico di Omicron. Lunedì mattina, i prezzi del greggio sono scesi in picchiata, con il WTI che è crollato del 6% durante la giornata, mentre i nuovi timori di Omicron hanno spaventato il mercato.

Alle 11:32 EDT, il greggio WTI veniva scambiato a $ 66,44, in calo di $ 4,42 (-6,24%) nel corso della giornata, con il greggio Brent a $ 69,69, in calo di $ 3,83 (5,21%) al barile poiché i trader temono la distruzione della domanda che potrebbe derivare da nuove misure di blocco adottate per frenare la diffusione della nuova variante Omicron del coronavirus.

Il Regno Unito ha affermato che non escluderà le restrizioni sul coronavirus prima di Natale dopo che il governo aveva precedentemente raccomandato di lavorare da casa, se possibile. Boris Johnson e il suo gabinetto si incontreranno lunedì per discutere queste misure più dure.

Leggi anche: Quanto aumenteranno le bollette nel 2022

Prezzo del Petrolio WTI in Calo Causa Omicron
Prezzo del Petrolio WTI in Calo Causa Omicron

Mentre è improbabile che gli Stati Uniti istituiscano nuovi blocchi, New York City sta considerando di annullare la festa di Capodanno a Times Square. Omicron, già presente in 89 diversi paesi, sta spingendo altri paesi ad adottare ulteriori restrizioni. I Paesi Bassi hanno implementato nuovi rigorosi blocchi domenica, con bar, ristoranti e negozi non essenziali ordinati chiusi fino a metà gennaio. E solo quattro ospiti saranno ammessi per famiglia durante le vacanze. Il primo ministro Mark Rutte ha definito le misure rigorose “inevitabili”.

La Germania vieterà i viaggiatori dal Regno Unito a partire da lunedì e l’Irlanda ha istituito un coprifuoco alle 20:00 per bar, ristoranti ed eventi dal vivo.

Questi blocchi stanno spaventando i mercati del petrolio greggio, che facevano affidamento sulla domanda di petrolio in ripresa nella prima metà del prossimo anno. L’AIE, tuttavia, ha affermato la scorsa settimana che mentre l’aumento dei casi di Covid era destinato a rallentare temporaneamente la ripresa della domanda globale di petrolio, l’impatto della variante Omicron sarebbe probabilmente più attenuato rispetto alle ondate precedenti e non avrebbe ribaltato la domanda attuale. recupero.

Il mercato, tuttavia, non sta acquistando quelle rassicurazioni, almeno non oggi.

L'Economia dalla parte dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.