Honda Africa Twin 1100 2020 Prova Caratteristiche Prezzo

Appena qui in redazione proveremo la nuova Honda Africa Twin 1100 che uscirà nel 2020 – ma che verrà presentata ai saloni motociclistici di fine 2019 – pubblicheremo le Nostre impressioni di seguito, intanto cerchiamo di capire quali sono le differenze e le migliorie apportate al precedente modello.

Tra chi scrive, c’è anche un ex possessore dell’AT 1000 Adventure, quindi possiamo dire di conoscere l’argomento.

Nel periodo che l’abbiamo avuta a disposizione, l’abbiamo apprezzata per le sue notevoli doti di moto da turismo e da fuoristrada, ma abbiamo anche sottolineato alcuni piccoli difetti che non la potevano porre al vertice delle maxi enduro , vertice ancora occupato ( secondo il Nostro parere ) dalla BMW GS Adv 1250.

I difetti della versione 1000 dell’Honda AT

Ecco un elenco dei difetti che abbiamo riscontrato nella moto che abbiamo avuto a disposizione per quasi 15 mila chilometri. Li metteremo in ordine di importanza, iniziando da quello più fastidioso: il poco riparo dal vento.

Il poco riparo dal vento

Molti motociclisti nemmeno lo considerano un difetto, abituati a moto da enduro pure, oppure abituati a moto sportive o naked dove in pratica non esiste un vero e proprio riparo. Per chi invece è abituato a fare lunghi spostamenti ( tipico uso di questo tipo di moto ) è importante sentirsi riparati dal vento, dalla pioggia e dal freddo, cose che un buon cupolino con una buona carena possono fare.

Per questo Honda ha deciso che farà un cupolino regolabile e più ampio per la versione 1100.

Honda Africa Twin 1100 2020 Prova Caratteristiche Prezzo
Il nuovo TFT a colori della Africa Twin 1100 è uguale sia per la CFR che per la versione Adventure

Il cruscotto insufficiente

Non sapevamo se mettere questo grave difetto prima o dopo il riparo del vento. Se il riparo dal vento può essere opinabile come difetto, questo è evidente. Il cruscottino a cristalli liquidi della AT 1000 andrebbe bene per una moto dei primi anni 2000, ma non va bene per una moto che alla fine viene a costare oltre 15.000 euro .

Honda ha deciso che farà un TFT a colori nello stile di KTM, BMW, Ducati, Aprilia e Moto Guzzi.

Nel TFT oltre a tutte le informazioni della moto, ci dovrebbe essere una piattaforma per ascoltare musica, fare e ricevere telefonate e ci dovrebbe essere un navigatore.

Nonostante molti motociclisti “vecchio stampo” pensino che un TFT sia solo un aggeggio in più, è solo perchè non hanno fatto diversi chilometri con uno di questi. Vi assicuriamo che riuscire a rispondere al telefono senza doversi spericolare a fermarsi, oppure ascoltare la musica – come si fa in auto – mentre si fa qualche collina italiana, è impagabile.

 

Sella troppo alta

La sella è veramente troppo alta, anche per persone alte. Ci sono anche selle ribassate, ma come tutti sanno poi l’ergonomia perde se si usano. Il problema nasce dalle forcelle con lunghissima escursione, forcelle fantastiche che assorbono di tutto, ma che alzano eccessivamente la moto.

Tra l’altro la sella è pure dura e se la si cambia con una più imbottita e morbida ecco che l’altezza si alza ulteriormente arrivando da 920 mm a 950 mm., roba che puoi salirci solo montando prima sulla pedana.

Honda ha pensato di abbassare l’altezza della sella, non si sa bene come, ma pensiamo abbassando le forcelle ( visto che calerà anche di peso)

Honda Africa Twin 1100 2020 Prova Caratteristiche Prezzo

Peso un po’ eccessivo

Parliamo più che altro della versione DCT ( versione che Noi consigliamo rispetto a quella con cambio tradizionale).

La versione con il DCT veniva a pesare 240 Kg., che va bene per una tourer, ma nel momento in cui ci si vuole andare a fare un po’ di strade bianche inizia ad essere scomoda, specialmente se al peso si somma l’altezza eccessiva, manovrare e tornare indietro da una stradina bianca inizia ad essere complicato .

Honda farà diminuire il peso di 7-8 kg

Potenza migliorabile

Non un vero difetto se non si è mai guidato moto dalla cilindrata superiore, i 95 Cv dichiarati al motore però, non sono tantissimi , in quando la moto è anche pesante e in effetti una ventina di CV in più servirebbero, specialmente quando si guida in salita o a pieno carico..

Honda ha deciso di ampliare i cc portandoli a 1080, aumentando di circa 10 CV la potenza, che non sono tantissimi, ma che potrebbero fare la differenza se ben erogati.

ABS Cornering

Con una moto con ruote da 21 all’anteriore sarebbe auspicabile, in quanto aumenterebbe molto la stabilità quando si frena forte in curva.

Honda non ha fatto sapere niente a proposito, ma speriamo che venga inserito.

Prezzo Africa Twin Adventure Sports 1100 DCT

20 mila euro. E’ questo il prezzo della versione più costosa della nuova AT 1100, cioè la Adventure Sports con il cambio DTC

19 mila euro è il prezzo della AT 1100 Adventure con cambio tradizionale

16 mila euro è il prezzo della AT 1100 CRF base con cambio DCT

15 mila euro è il prezzo della AT 1100 CRF base con il cambio tradizionale

2 Diverse Africa Twin 1100

Nella nuova versione 1100 la versione normale e quella Adventure sono molto diverse, ce lo dicono anche i prezzi: ben 4.000 euro di differenza.

Le differenze stanno nell’elettronica e nell’utilizzo a cui sono destinate.

La versione CRF è più adatta al fuoristrada, mentre quella Adventure è più adatta ai lunghi viaggi, anche se tutte e due  possono fare tranquillamente tutte le 2 cose, ma sarà una scelta del motociclista a decidere quale prendere e quale sarà l’uso che ne vorrà fare.

L’Adventure ha infatti le sospensioni elettroniche , cosa di cui è sprovvista la 1100 CRF , è più protettiva, ha un serbatoio più grande e pesa quasi 12 Kg in più.

Quanto migliorerà l’Africa Twin 1100 rispetto la 1000?

Lo sapremo solo DOPO averla provata.

Di certo i tecnici Honda sanno quello che fanno e siamo certi che faranno un gran bel lavoro, come lo fecero nel rinnovare l’AT nel 2017: piccole migliorie ma molto sostanziose.

Sarà un motore nuovo, con nuovi fari a LED anteriori, nuovo cruscotto, nuovo parabrezza.

Possiamo solo consigliarvi di provare ( e poi comprare) il modello con cambio automatico DCT, nel caso in cui decidiate di acquistarla.

 

L'Economia dalla parte dei consumatori.

4 commenti

  1. Articolo insignificante.

    Mi chiedo se chi scrive è competente, al punto da considerare come difetti ciò che è invece peculiarità di una moto che non è chiaramente stradale.
    Stando a chi scrive dovrebbe praticamente essere come una GS poi scrive che è troppo pesante per fare fuori strada.
    Se si vuole in GS si compra un GS, poi però si fa fuori strada con quello…!
    Smile!

  2. A mio parere queste sono moto per fare del turismo anche a lungo raggio e credo che l’ utilizzo che ne si fara’ al 99% sara’ proprio quello,quindi credo che le migliorie sopra elencate siano proprio azzeccate!!

  3. Credo che l’ utilizzo di questa moto sara’ al 99% su strada e principalmente per fare del turismo anche a lungo raggio e quindi apportare le migliorie sopra elencate sicuramente la portera’ ad un livello piu’ alto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *